PROBABILI FORMAZIONI/ Napoli-Nizza: ultime notizie live, mistero Tonelli (amichevole, oggi lunedì 1 agosto 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Napoli-Nizza: ultime notizie live. L’amichevole è in programma lunedì 1 agosto 2016 al San Paolo, per festeggiare i 90 anni della società azzurra

hysaj_robertoinsigne
Lorenzo Insigne (Foto: Lapresse)

Nellamichevole di questa sera non dovrebbe scendere in campo Lorenzo Tonelli. Uno dei pretoriani di Maurizio Sarri, che lo ha allenato a Empoli, il difensore centrale di Firenze è stato il primo acquisto del Napoli sul mercato estivo; il suo arrivo era atteso fin da gennaio, ma lEmpoli non aveva voluto liberarlo. Una volta arrivato, Tonelli si è subito fatto male e di fatto per lui il ritiro di Dimaro si è trasformato in una lunga riabilitazione. La Repubblica ha dedicato spazio al mistero che gravita attorno ai problemi fisici del difensore: di fatto si tratta di uninfiammazione al tendine, sorprende che possa averlo bloccato così a lungo ma anche debilitato. Il quotidiano rimarca che Tonelli appare dimagrito, come se avesse perso massa. Si punta il dito sugli ultimi mesi, vale a dire sullo staff medico dellEmpoli e sul dottor Enrico Castellacci che lo ha seguito nello stage della Nazionale. Acquistato per essere lalternativa ai due titolari Raul Albiol e Koulibaly, Tonelli rischia ora di rimanere fermo a lungo modificando così i piani di mercato del Napoli.

Nella panchina di Maurizio Sarri ci sono anche due giocatori dei quali si erano perse le tracce, e che sono rientrati alla base nel corso di questo ritiro estivo in attesa – forse – di ulteriore sistemazione. Bruno Uvini, classe 91, è un difensore centrale che il Napoli aveva acquistato dal Santos nel febbraio 2012; lasciato libero e poi riacquistato a titolo definitivo, ha firmato un quinquennale che scadrà dunque al termine di questa stagione. Con i partenopei ha giocato appena due partite; è stato prestato a Siena, Santos e Twente, in Eredivisie ha trovato continuità e, qualora Koulibaly dovesse partire, potrebbe rappresentare un buon cambio per i centrali titolari. Ancora più misteriosa la vicenda di Josip Radosevic, croato del 94 arrivato con squilli di tromba nel gennaio 2013: si parlava di un grande talento che infatti ha fatto molto bene nella Primavera (doppietta allesordio nel Torneo di Viareggio) ma che in prima squadra non si è mai visto, anche perchè lallora allenatore Walter Mazzarri puntava poco sui giovani. Sono 8 le apparizioni nel 2013-2014 con Rafa Benitez, una fino al gennaio 2015 quando è tornato in patria (nel Rijeka); il Napoli lo ha poi girato allEibar, dove in sei mesi ha messo insieme otto partite. Difficile che Radosevic possa essere un elemento della rosa partenopea per il 2016-2017.

Maurizio Sarri si prepara allamichevole nella quale il Napoli festeggia i 90 anni di storia. Il dubbio riguarda la porta: in assenza di Pepe Reina (infortunato), a contendersi il ruolo sono Rafael Cabral e Luigi Sepe. Per entrambi si può trattare della partita della conferma: il Napoli infatti sta cercando un portiere e lo ha individuato in Marco Sportiello. Sarri insomma non sembra fidarsi troppo di Rafael, che era stato scelto come titolare per la stagione 2014-2015 salvo poi essere relegato in panchina per il ritorno dello spagnolo, nè di Luigi Sepe. Il giovane è stato a disposizione di Sarri a Empoli, e ha fatto benissimo in Serie A; lanno scorso però la sua esperienza con la Fiorentina non è stata positiva e il giocatore si era anche lasciato andare a un commento nel quale esprimeva tutta la sua frustrazione per le tante panchine. Addirittura Sepe è stato proposto allAtalanta per arrivare a Sportiello, anche se gli orobici non sono interessati; questa sera a giocare dal primo minuto dovrebbe essere Rafael, Sepe potrebbe subentrare nel secondo tempo ma in ogni caso questa amichevole potrebbe non essere come tutte le altre per i due estremi difensori.

Si avvicina lamichevole dello stadio San Paolo. Maurizio Sarri si affida ai migliori, ma in panchina può contare su una serie di giovani molto interessanti e che possono rappresentare una linfa per la squadra che verrà. Non solo Alberto Grassi, acquistato lo scorso gennaio dallAtalanta, e ovviamente Milik: ci sono anche Sebastiano Luperto e Roberto Insigne. Il fratello di Lorenzo in particolare è sotto locchio dei riflettori: i prestiti con Perugia, Reggina e Avellino lo hanno fatto maturare e ora Sarri potrebbe decidere di confermarlo nella rosa come sostituito dei calciatori offensivi. Un giocatore che sa fare il trequartista come lesterno; ha forse meno gol rispetto al fratello come possibilità, ma ha mostrato spirito di adattamento a tutte le situazioni tattiche. Da vedere; molto probabilmente anche questa sera avrà spazio. Attenzione anche al classe 91 Nicolao Dumitru: il Napoli lo ha preso nel 2010 ma da allora, dopo le 9 presenze in campionato, lo ha fatto giocare in prestito in sei squadre diverse. Lultima è stata il Latina in Serie B: 7 gol nel torneo.

Otrebbe essere questa la serata giusta per vedere allopera il nuovo acquisto della squadra partenopea. Arkadiusz Milik ha un compito non esattamente immediato: deve provare a far dimenticare Gonzalo Higuain, 91 gol nelle tre stagioni che ha giocato con la maglia azzurra. Il Napoli ha puntato sul ventiduenne polacco per sostituire il Pipita: il paragone al momento non può reggere, ma Aurelio De Laurentiis spera che il lavoro che Maurizio Sarri opererà su di lui serva a far diventare Milik un attaccante completo e in grado di segnare tanto. NellAjax il giovane polacco ha dimostrato il suo valore; reduce da un Europeo positivo (era la spalla di Lewandowski), il nuovo attaccante del Napoli andrà in panchina al San Paolo, ma il suo utilizzo resta da valutare visto che i minuti nelle gambe non ci sono. Per lui ci sarà la passerella di fronte al nuovo pubblico, poi Sarri deciderà se regalargli qualche attimo sul terreno di gioco o se rimandare lesordio.

Lunedì 1 agosto 2016 appuntamento allo stadio San Paolo, per l’amichevole che celebrerà i 90 anni di storia della società partenopea. Per il Napoli si tratta della quarta amichevole precampionato e gli ospiti d’onore sono i transalpini del Nizza, affrontati anche un anno fa ma in Francia (i partenopei furono sconfitti per 3-2). Il calcio d’inizio dell’amichevole Napoli-Nizza è previsto per le ore 21:15, ma l’evento comincerà un’ora prima con la presentazione della squadra dalle 20:15. Nel prepartita in programma l’esibizione dell’Orchestra e del Coro del San Carlo (repertorio classico) e del trio canoro Il Volo, vincitore del Festival di Sanremo 2015. Di seguito le probabili formazioni dell’amichevole Napoli-Nizza

Maurizio Sarri dovrebbe schierare le miglior formazione possibile: curiosità per l’eventuale debutto di Arkadiusz Milik, che però dovrebbe essere rimandato alla prossima occasione perché l’attaccante polacco non si è ancora allenato con i compagni. Mancherà il portiere titolare Reina, che sta recuperando dall’elongazione al bicipite femorale rimediata a Dimaro, spazio quindi al brasiliano Rafael Cabral che sembra favorito su Sepe. In difesa l’unico dubbio è tra Chiriches ed Albiol con il rumeno in vantaggio, per il resto confermato l’altro centrale Koulibaly così come i terzini Hysaj e Ghoulam. A centrocampo il collaudatiussimo trio formato da Allan, Jorginho e Marek Hamsik, quest’ultimo fresco di ventinovesimo compleanno e in odore di rinnovo a vita fino al 2020. In attacco Gabbiadini in attesa di Milik, con Callejon e Lorenzo Insigne a completare il tridente.

La formazione francese dovrebbe rispondere con il modulo 4-3-1-2. In porta il ventiduenne Yohann Cardinale, protetto dai difensori centrale che dovrebbero essere Paul Baysse e Maxime Le Marchand; terzini il portoghese Ricardo Pereira a destra e il brasiliano Dalbert a sinistra. In cabina di regia il capitano Mathieu Bodmer, affiancato dall’ivoriano Jena Michel Seri e da Vincent Koziello, classe 1995. Tra le linee dovrebbe giocare il greco Anastasios Donis, diciannovenne prestato dalla Juventus; il tandem d’attacco invece si preannuncia composto da Alassane Pléa e Valentin Eysseric.

Napoli (4-3-3): Rafael; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Gabbiadini, L.Insigne

In panchina: Sepe, Contini, Tonelli, Albiol, Uvini, Luperto, Lasicki, Maggio, Strinic, Valdifiori, Radosevic, David Lopez, Grassi, Dezi, Giaccherini, El Kaddouri, Mertens, R.Insigne, Dumitru, Milik

Allenatore: Maurizio Sarri

Nizza (4-3-1-2): Cardinale; Ricardo Pereira, Baysse, Le Marchand, Dalbert; Seri, Bodmer, Koziello; Donis; Eysseric, Plea

In panchina: Hassen, Pouplin, K.Gomis, Lloris, Souquet, Walter, Cyprien, Lusamba, Bosetti, Le Bihan, B.Constant

Allenatore: Lucien Favre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori