Diretta / Siviglia-Barcellona (risultato finale 0-2) info streaming video-tv: segna Munir! E il Barça vola (Finale Supercoppa Spagna, 14 agosto 2016)

- La Redazione

Siviglia-Barcellona info streaming video diretta tv, probabili formazioni, risultato live della partita d’andata della Supercoppa di Spagna (oggi domenica 14 agosto 2016)

Barcellona_Suarez2016
LaPresse)

Siviglia-Barcellona termina 0-2 ed è più di un’ipoteca sulla vittoria in questa Supercoppa spagnola 2016: i catalani hanno chiuso ogni discorso con Munir, servito in maniera magistrale da Messi in contropiede. Troppo spazio per la Pulga, che – libero di inventare – è una sentenza: palla sui piedi del giovane compagno e tiro stavolta imparabile per Sergio Rico. Improbabile, nel match di ritorno di mercoledì al Camp Nou, pensare da uno 0-3 di Bvazquez & co… Pur senza strafare è parsa nel complesso evidente la superiorità blaugrana e Luis Enrique sarà semmai preoccupato, alle porte della nuova stagione, per gli infortuni patiti da Mathieu e Iniesta; il primo trofeo del 2016/17, in terra iberica, sembra però ben avviato verso Barcellona. E solo un’impresa storica degli andalusi potrà cambiare il destino della Supercopa, sfilandola dalle mani di Messi & compagni.

Siviglia-Barcellona 0-1 quando siamo entrati nell’ultimo spicchio di match al Ramón Sánchez Pizjuán e i blaugrana controllano senza grandi affani la sfida. Sempre protagonista Sergio Rico, decisivo per i padroni di casa a più riprese per non vedere completamente compromessa anche la sfida di ritorno: importante in particolare la parata dell’estermo difensore su Sergi Roberto, servito da Messi, a metà della ripresa. Qualche protesta di Sampaoli e del pubblico per un paio di interventi dubbi in area blaugrana, di Mascherano prima e Digne poi; niente di così evidente però, episodi da rivedere al replay ma che non tolgono nulla al merito del Barça, molto più pericoloso in zona offensiva. Dentro per il Siviglia tra gli altri anche Ganso, ex tormentone di mercato legato al Milan, appena arrivato in Andalusia; fuori per Luis Enrique Arda Turan, tra i migliori, per Munir. Continua a spingere il Barça, sarà un finale tutto da vivere!

Siviglia-Barcellona è ripartita con i padroni di casa in avanti, ancora senza pericolosità, anche se il primo brivido come nel primo tempo l’ha causato Luis Suarez: servito in area dall’omonimo Denis, il Pistolero ha deviato di testa verso la porta, trovando ancora una volta la parata di Sergio Rico a negargli la gioia del gol. Ritmi simili a quelli che abbiamo registrato nella prima frazione, per il resto, con pochi “strappi” degni di nota: questo fino al minuto 54, quando proprio Luis Suarez ha sfruttato perfettamente la sponda in area di Arda Turan ed ha insaccato con il destro, battendo stavolta imparabilmente il portiere avversario. Fiammata catalana e ottima azione, orchestrata dall’altro Suarez, Denis, con finalizzazione precisa del Pistolero. Che accende finalmente questa serata di Supercoppa, dopo un primo tempo da sbadigli! Ci ha pensato Messi poco dopo a sfiorare anche il bis, decisivo nuovamente Sergio Rico, per sbarrare la porta alla Pulga.

Siviglia-Barcellona 0-0 a fine primo tempo nel match di andata della Supercoppa di Spagna, 45 minuti molto poco divertenti e ricchi di preoccupazioni per Luis Enrique, che ha perso per infortunio sia Mathieu che Iniesta. Anche il centrocampista catalano infatti ha alzato bandiera bianca nel finale di frazione, dopo la botta che vi descrivevamo in precedenza: dentro per il Barça Denis Suarez. Non basta quanto visto fin qui per mettere in discussione il parziale di parità, fotografia abbastanza corretta di una sfida giocata più sui nervi, sui falli e sui contrasti duri a centrocampo che sul talento e la creatività dei tanti giocatori di qualità in campo. Messi in particolare è parso lontano dall’extraterrestre che solo pochi giorni fa aveva incantato assieme ai compagni contro la Sampdoria, anche causa marcatura sistematicamente triplicata dagli avversari. Nel secondo tempo – anche in vista del ritorno al Camp Nou – il Siviglia dovrà probabilmente sbilanciarsi di più a caccia di un gol. E ci auguriamo di conseguenza di vedere una partita più bella e aperta!

Siviglia-Barcellona 0-0 alla mezzora del primo tempo, partita bloccata al Ramón Sánchez Pizjuán e Barça stranamente poco efficace in fase offensiva, causa anche ritardo dell’ingresso sul palcoscenico della SuperCopa di Messi, per il momento disinnescato dalla marcatura multipla organizzata da Sampaoli. Dopo la fiammata iniziale a firma Suarez di fatto zero tiri in porta da una parte e dall’altra, con un errore evidente di scelta proprio di Messi sul miglior contropiede orchestrato a metà frazione e 4 vs 3 sprecato (fuorigioco di Busquets). Poi infortunio per Mathieu, che ha lasciato il suo posto sulla fascia sinistra al connazionale Digne. Non c’è stato spazio per lo spettacolo fino ad ora, il gioco è rimasto fermo tra l’altro per diversi minuti anche per un infortunio patito da Iniesta, toccato duro a centrocampo da N’Zonzi. Cerca il forcing ora la squadra di casa ma le occasioni latitano.

partita su ritmi non eccelsi e sono i balugrana come al solito a condurre le danze, tenendo palla e cercando lo spazio giusto per “bucare” la resistenza del Siviglia. E’ stato il Pistolero Suarez, al minuto 6, a scuotere una prima volta questo match: stop e tiro da campione, giocata letteralmente inventata dall’uruguaiano, con parata strepitosa di Sergio Rico, a sigillare la sua porta. Poche le emozioni però per il resto, con un tentativo di rovesciata di Arda Turan e qualche imbeccata in verticale dall’altra parte per Vietto, ben controllato comunque da Piquè e Mascherano. Si resta sul punteggio di parità senza gol dunque, ma la serata è ancora lunga…

Siviglia-Barcellona comincia: finale di andata della Supercoppa di Spagna al Sanchez Pizjuan. Le due squadre hanno reso note le formazioni ufficiali: il Siviglia entra in campo con il 3-3-1-3 voluto dal nuovo allenatore Jorge Sampaoli, titolare Kranevitter con Vietto punta unica supportato da Franco Vazquez, ex Palermo. Consueto 4-3-3 per il Barcellona di Luis Enrique: scelto Claudio Bravo per la porta (anche perchè Ter Stegen è indisponibile), Arda Turan completa il tridente in assenza di Neymar. Il calcio dinizio è fissato per le ore 22. 1 Sergio Rico; 24 Mercado, 23 Rami, 18 Escudero; 15 NZonzi, 4 Kranevitter, 14 Kiyotake; 22 F. Vazquez; 25 Mariano, 9 Vietto, 20 Vitolo. In panchina: 31 Churripi, 11 J. Correa, 19 Ganso, 8 Iborra, 10 Konolpyanka, 17 Sarabia, 12 Ben Yedder. Allenatore: Jorge Sampaoli 13 Claudio Bravo; 20 Sergi Roberto, 14 Mascherano, 3 Pique, 24 Mathieu; 4 Rakitic, 5 Sergio Busquets, 8 Iniesta; 10 Messi, 9 L. Suarez, 7 Arda Turan. In panchina: 25 Masip, 22 A. Vidal, 23 Umtiti, 19 Digne, 21 André Gomez, 6 Denis Suarez, 17 El Haddadi. Allenatore: Luis Enrique

La Supercoppa di Spagna 2016 inaugura ufficialmente la stagione iberica. Tanti i precedenti tra queste due squadre, che un anno fa avevano aperto sfidandosi nella Supercoppa Europea: ne era uscito un meraviglioso 5-4 ai tempi supplementari, con il Barcellona che aveva girato lo svantaggio iniziale (Banega) con la doppietta di Leo Messi e il gol di Rafinha, affondando il 4-1 con Luis Suarez allinizio del secondo tempo. Il Siviglia però aveva clamorosamente pareggiato: José Antonio Reyes, poi il rigore di Gameiro e il sigillo di Konoplyanka. A cinque minuti dal termine dei tempi supplementari Pedro, già destinato al Chelsea, aveva realizzato il gol del titolo. Al Barcellona era andata peggio nel 2006: il Siviglia di Juande Ramos aveva travolto il Barcellona di Messi-Etoo-Ronaldinho e Frank Rijkaard, giunto ormai a fine ciclo. I gol li avevano segnati Renato, Kanouté e il nostro Enzo Maresca (su calcio di rigore). Per quanto riguarda i precedenti in coppa di Spagna, lunico è datato 2010: il Siviglia vinse 3-1 al Sanchez Pizjuan con Luis Fabiano e doppietta di Kanouté, mentre per il Barcellona segnò Ibrahimovic. Al ritorno i blaugrana vinsero partita e titolo: finì 4-0 con lautorete di Konko e la tripletta di Messi.

In attesa del fischio d’inizio di Siviglia-Barcellona, partita d’andata della Supercoppa di Spagna 2016, andiamo a vedere quali sono le quote proposte su questa partita, per chi vorrà scommettere sul risultato. Nonostante il fattore campo avverso in questa gara d’andata, il Barcellona parte favorito in maniera abbastanza netta secondo i bookmaker, con vittoria blaugrana quotata ad esempio a 1.72 dall’agenzia Paddy Power e successo andaluso proposto invece ad una quota di 5.25 da Bwin.it, decisamente invitante. Unibet offre invece a 4.20 la quota del pareggio, che essendo una partita d’andata può essere il risultato finale. 

Le due squadre che si affrontano oggi in Supercoppa di Spagna sono amiche dal punto di vista dirigenziale. Sono tanti gli affari che le due società hanno combinato negli ultimi anni: varrebbe forse la pena dire che il Barcellona ha spesso e volentieri attinto alla rosa andalusa per i suoi acquisti. Tra i nomi che sono passati a giocare dal Siviglia alla formazione blaugrana ricordiamo in particolar modo, solo per parlare degli ultimi anni, i due laterali Dani Alves e Adriano che sono stati fondamentali nel ciclo di Pep Guardiola e in quello – per ora breve – di Luis Enrique dopo aver portato il Siviglia alla vittoria della Coppa UEFA e della Supercoppa Europea; ma anche Seydou Keita, che con il tecnico catalano ha vinto tutto dopo la Supercoppa di Spagna messa in bacheca con la formazione andalusa. Lultimo trasferimento è quello di Aleix Vidal, passato al Barcellona lo scorso anno (ha esordito a gennaio per il blocco del calciomercato); Denis Suarez, tornato a Barcellona dove era transitato per una stagione, era stato mandato in prestito a Siviglia proprio dalla società catalana. 

, questa sera domenica 14 agosto 2016 alle ore 22.00, sarà la finale d’andata della Supercoppa di Spagna. La competizione iberica ha una formula diversa rispetto alle Supecoppe nel resto d’Europa: si gioca infatti non a partita secca ma con una gara di andata e ritorno, col secondo match previsto in casa della squadra che nella stagione precedente ha conquistato la Liga, in questo caso il Barcellona. Dopo tre trionfi in Europa League di fila il Siviglia ha voltato pagina passando dalla guida di Unay Emery, passato sulla panchina del Paris Saint Germain in Francia, a quella di Jorge Sampaoli. Ma sulla pelle degli andalusi brucia già la prima grande delusione stagionale: a 40 secondi dalla fine della Supercoppa Europea il Siviglia era in vantaggio contro il Real Madrid, ma così come era caduto nella finale di Champions League contro l’Atletico Madrid nel 2014, Sergio Ramos ha salvato i blancos che sono riusciti poi a prevalere ai tempi supplementari. Il Siviglia gioca la Supercoppa di Spagna in quanto finalista della Coppa del Re nella scorsa stagione dominata in patria dal Barcellona, vincitore di scudetto e Coppa.

La squadra di Luis Enrique ha mancato però l’appuntamento con la Champions League, vinta nel 2015 ma sfumata nei quarti di finale contro l’Atletico Madrid nella primavera scorsa. Con la Supercoppa di Spagna inoltre i blaugrana hanno un conto in sospeso, visto che l’anno scorso è sfuggita loro a favore dell’Athletic Bilbao: il Barcellona non ha vinto sei trofei su sei competizioni disputate nel 2015 proprio a causa di questa sconfitta. 

Queste le probabili formazioni della finale d’andata di Supercoppa di Spagna. Il Siviglia affronterà il match con Sergio Rico in porta, alle spalle di una difesa a tre composta dall’argentino Nicolas Parreja, dal portoghese Dani Carrico e dal francese Kolodziejczak. A centrocampo il capitano Iborra in cabina di regia sarà affiancato dal giapponese Kiyotake e dall’italiano, ex Palermo, Franco Vazquez. L’altro francese N’Zonzi sarà schierato in posizione di trequartista con l’argentino Vietto centravanti, affiancato nel tridente offensivo dal brasiliano Mariano e da Vitolo. Nel Barcellona toccherà al tedesco Ter Stegen tra i pali, con Piqué e il francese Mathieu difensori centrali, così come transalpino sarà l’esterno difensivo di sinistra, l’ex romanista Digne. Sergi Roberto sarà schierato sulla corsia opposta, mentre a centrocampo gioceranno Busquets, Iniesta e il croato Rakitic. In avanti spazio all’argentino Messi, all’uruguaiano Luis Suarez e al turco Arda Turan, avanzato nel tridente offensivo in attesa del rientro dell’asso brasiliano Neymar, impegnato con la Nazionale Olimpica brasiliana. 

La filosofia offensiva di Sampaoli nel Siviglia ha già avuto modo di farsi apprezzare nella finale di Supercoppa Europea disputata contro il Real Madrid, con gli andalusi schierati con un 3-3-1-3 capace di mettere alle corde i blancos, ma poi anche di perdersi clamorosamente quando la vittoria sembrava ormai acquisita, per un grossolano errore di piazzamento difensivo. 4-3-3 come sempre ormai confermato per il Barcellona di Luis Enrique, che punta ovviamente più sulla classe dei suoi straordinari solisti piuttosto che sul rigore tattico. Contro la Sampdoria nell’ultima amichevole disputata i catalani hanno messo in mostra un Messi subito in grande spolvero, autore di una magnifica doppietta, ma anche una difesa disattenta e ancora pesante sulle gambe, spesso e volentieri messa in crisi dagli attaccanti blucerchiati: un campanello d’allarme per Luis Enrique in chiave Supercoppa.

Siviglia-Barcellona, domenica 13 agosto 2016 alle ore 22.00, finale d’andata della Supercoppa di Spagna, potrà essere vista in diretta tv esclusiva dagli appassionati sul canale Nove del gruppo Discovery, visibile in chiaro appunto sul canale 9 del digitale terrestre in chiaro. Sul sito it.dplay.com/nove, inoltre, la partita sarà visibile a tutti in diretta streaming video via internet, collegandosi tramite personal computer o device mobili. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori