Consigli Fantacalcio/ Formazioni Serie A, i consigli per lasta: chi acquistare? (oggi 15 agosto 2016)

- La Redazione

Consigli Fantacalcio 2017: i suggerimenti per l’asta in previsione dell’esordio del campionato italiano di serie A. Le formazioni consigliate a oggi lunedi 15 agosto 2016.

gigi_donnarumma_grinta
Video Milan Parma - Foto LaPresse
Pubblicità

Tra pochi giorni p atteso il fischio dinizio della serie A, per cui è il momento giusto per fornire i nostri consigli per lasta inaugurale della stagione di Fantacalcio 2016-2017. A volte è solo un attimo, gli allenatori di Fantacalcio lo sanno bene. Una sensazione strana, a spezzare la routine dell’estate, simile a quella che si prova quando si ha la certezza di aver dimenticato qualcosa, ma vai a sapere cosa. Poi eccola, la scintilla: tra poco c’è l’asta! Ed ecco riaffiorare un’altra sensazione familiare, quella che provavamo tornando a scuola dalle vacanze senza aver fatto i compiti. Sì, perché diciamocela tutta, il fantacalcio per qualcuno sarà pure un gioco, ma per noi no. Per noi si tratta di un’occupazione seria, di un impegno, della fedele occupazione che è venuta e verrà in nostro soccorso in tanti monotoni sabati sera invernali:”Devo seguire Udinese-Chievo: se Karnezis para un rigore sono a cavallo…”. E allora, nella settimana d’avvicinamento alla prima giornata del Campionato di Serie A 2016/2017, proviamo a recuperare il tempo perduto. Cerchiamo di dare quanto meno una spina dorsale alla nostra Fantasquadra selezionando 4 giocatori (un portiere, un difensore, un centrocampista e un attaccante), che potrebbero rivelarsi dei veri e propri “affari” dal punto di vista del rapporto qualità/prezzo facendo riferimento alle quotazioni assegnate dal classico e insostituibile listone della Gazzetta dello Sport.

Pubblicità

In porta, dopo una stagione da fenomeno emergente, non possiamo non affidarci a Gianluigi Donnarumma. Il costo del baby estremo difensore del Milan è di 13 fantamilioni, una cifra certamente abbordabile se messa a confronto con quella di altri colleghi su cui a nostro avviso non conviene puntare. Vero è che la difesa rossonera attualmente non garantisce la solidità che altri reparti arretrati assicurano, ma lo è altrettanto il fatto che a meno di puntare sulla Juventus dell’eterno Gigi Buffon (17 milioni), gli altri portieri rispetto a “Gigio” presentano o un costo più elevato, o un tasso tecnico inferiore, o fanno parte di formazioni che sulla carta dovrebbero subire più gol del Milan. Ecco spiegata la nostra scelta dunque: Donnarumma ha le stimmate del fuoriclasse, ha concluso la sua prima stagione da portiere titolare del Milan in Serie A senza subire le pressioni di una stampa che già lo dipinge come pilastro della Nazionale dei prossimi 20 anni e, soprattutto, garantisce prestazioni di alto livello, condite spesso da parate spettacolari che alle volte regalano quel mezzo voto in più che può risultare decisivo. Per chi leggendo già storce il naso: Donnarumma non sarà un nuovo Scuffet, scommettiamo?

Pubblicità

L’affare in difesa potrebbe provenire dal Marocco: ovvio che parliamo di Mehdi Benatia, l’ex centrale di Roma e Bayern Monaco, acquistato in estate dalla Juventus per rinforzare il pacchetto arretrato a disposizione di mister Allegri. Su Benatia ce la sentiamo di esporci: sarà uno dei difensori più prolifici dell’intero campionato di Serie A. La conferma è arrivata dalle amichevoli estive, dove Benatia, buttato immediatamente nella mischia, ha messo a segno già 2 reti. E poi c’è da considerare il costo: la Gazzetta dello Sport gli attribuisce una quotazione di 10 fantamilioni, mica male per un difensore che nell’ultima stagione di Serie A ha messo a segno 5 gol. Vi state chiedendo dove sta la fregatura? Come in ogni affare è presente un rischio d’investimento: in questo caso è rappresentato dalle presenze. Quanto giocherà Benatia avendo davanti il terzetto della Nazionale italiana: Barzagli-Bonucci-Chiellini? La risposta, a meno di contattare direttamente Max Allegri, è rinviata al prossimo maggio. Ma credete che Benatia, prima di lasciare la Baviera, non abbia richiesto garanzie sul suo impiego?

Per comodità abbiamo pensato di unire in una sola categoria centrocampisti e trequartisti, pratica utilizzata da molti fantallenatori che proprio non hanno voglia di piegarsi all’inserimento del fantasista nel calcio moderno. In ogni caso il nostro “affare” in mezzo al campo risponde al nome di Emanuele Giaccherini. Approdato al Napoli dopo un grande Europeo sotto la guida del mentore Antonio Conte, il centrocampista ex Bologna ha tutto per rendere con mister Sarri. Possiede l’intelligenza, la sapienza tattica, il palleggio, la capacità di leggere le situazioni e di inserirsi. Dispone, infine, della qualità che più interessa ai fantallenatori: segna e a basso costo. Solo 13 fantamilioni per assicurarsi le emozioni di un piccoletto che farà impazzire di gioia il San Paolo. Giaccherini è pronto a tornare da protagonista sul palcoscenico della Serie A: “Giak si gira” è il caso di dire e non sarebbe potuto essere altrimenti con un presidente come De Laurentiis.

No, non ci siamo ricascati. Stavolta ne siamo davvero convinti. Questo sarà l’anno di Luis Muriel, ora o mai più. L’attaccante della Sampdoria è partito benissimo in precampionato, finalmente ha completato una preparazione atletica senza acciacchi o infortuni vari e gli effetti del duro lavoro estivo si sono già intravisti sulla linea solitamente mai perfetta del colombiano. In queste amichevoli di precampionato poi, Muriel è andato a segno contro il Chievo e persino al Camp Nou contro il Barcellona. L’avere scelto la maglia numero 9 lo responsabilizzerà, è il rigorista designato della squadra, costa soltanto 14 fantamilioni e poi pensate quante azioni da gol potrà finalizzare grazie al calcio champagne che giocherà la Samp con Giampaolo. Quanti motivi per scegliere Muriel…o forse no, forse avete ragione, ci siamo ricascati anche quest’anno…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori