Probabili Formazioni / Milan-Chelsea, orario diretta tv, quote e ultime notizie: Donnarumma “titolarissimo” (amichevole, domani 4 agosto 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Milan-Chelsea: quote e ultime notizie live. L’amichevole è in programma a Minneapolis, nella notte italiana tra mercoledì 3 e giovedì 4 agosto 2016

chelsea_formazione_annarbor
La formazione del Chelsea (LaPresse)

Paradossale in Milan-Chelsea sarà la situazione di Gigio Donnarumma. Possiamo studiare quanto vogliamo le probabili formazioni della partita che il giovane rossonero occupa sempre la stessa casella: quella del titolarissimo. Nel Milan, Gianluigi Donnarumma è il candidato indiscusso a essere il principale protagonista della prossima stagione: il debutto in Serie A a soli 16 anni sembra ormai molto lontano nel tempo, Gigio – come viene chiamato da tutto lo spogliatoio – è ormai una solida realtà nella galassia rossonera. E indicativo soprattutto un fatto: il Milan ha bisogno di vendere per autofinanziare il mercato di agosto, e tra i sacrificati eccellenti i nomi ricorrenti sono quelli di Carlos Bacca e Mattia De Sciglio. Non quello di Donnarumma, che probabilmente sarebbe anche il giocatore dal quale si riuscirebbe a ricavare di più: il giovanissimo portiere è un punto fermo, lo sarebbe stato per Cristian Brocchi e lo è a maggior ragione per Vincenzo Montella. Grande stima e grande fiducia da tutto lambiente del Milan, adesso sta a lui confermare che può fare la differenza confermando quanto di buono mostrato lo scorso anno.

Mancano ormai poche ore da questo attesissimo Milan-Chelsea il nuovo tecnico rossonero Vincenzo Montella si presenta con poche certezze e molti dubbi. La sfida di stasera di annuncia in salita per il Milan, decimato da infortuni e senza innesti freschi provenienti dal calciomercato estivo. Possibile quindi che la formazione che Montella metterà in campo questa sera riservi qualche colpo di scena, seppure obbligato. Nonostante le difficoltà che il match di questa sera presenta Montella vuole mostrarsi positivo, tanto che nella conferenza stampa ha dichiarato: Vorrei avere delle risposte positive. Ad ora questa tourneè è stata piacevole e redditizia perché ho conosciuto il mondo Milan dietro le quinte. Il Chelsea è più avanti come condizione, ma noi dobbiamo portare avanti le nostre idee di calcio. Le scelte che Montella farà nelle formazioni per lamichevole di questa notte saranno sicuramente improntate sulla necessità di non sfiancare eccessivamente i giocatori presenti in rosa, chiedendo sicuramente a tutti spirito di sacrificio.

Uno dei giocatori più chiacchierati dell’estate è Diego Costa. Il centravanti di origini brasiliane, ma naturalizzato spagnolo, sembra diventato di troppo nella rosa del Chelsea. I Blues hanno appena acquistato un pariruolo in rampa di lancio come Michy Batshuayi, inoltre aspettano l’arrivo di un altro attaccante belga ovvero Romelu Lukaku. Sembra quindi che per Diego Costa non ci sia più spazio nei pensieri di Antonio Conte, anche se il nuovo allenatore del Chelsea non si è sbottonato più di tanto su questo argomento. Parlando ai giornalisti dopo l’ultima amichevole contro il Real Madrid, persa per 3-2, l’ex ct dell’Italia ha dichiarato: “Posso dire che oggi Costa è un giocatore del Chelsea. Non ha giocato in queste partite perché infortunato, e se dovesse riprendersi da questi problemi e durante l’allenamento mi accorgessi che è in condizione, potrei anche schierarlo nella prossima partita contro il Milan. Parlo solo per l’oggi e ad oggi Costa è un giocatore del Chelsea. Se domani mi chiederete se Costa rimarrà con noi, vi risponderei che non lo so“. L’ultima frase in particolare sembra gettare un’ulteriore ombra sul futuro di Diego Costa, che solo due anni fa era stato acquistato in pompa magna dall’Atletico Madrid (per 40 milioni di euro). Nella sua prima stagione a Stamford Bridge Diego Costa ha segnato 20 gol in 26 presenze di Premier League ma nessuno nelle Coppe, l’anno scorso invece le reti complessive sono state 16 in 41 presenze. Siamo già al capolinea? Nel caso, dove potrebbe trasferirsi lo spagnolo? Ad esempio l’Atletico Madrid, sua ex squadra che sembrava interessata a riprenderlo, ha virato sul francese Kevin Gameiro.

Ad Antonio Conte non mancano i dubbi di formazione. Nè per le amichevoli che il Chelsea sta disputando in questi giorni, nè tantomeno in vista dei primi impegni ufficiali. In porta come detto torna titolare Courtois, mentre in difesa i ballottaggi riguardano sia il pacchetto di centrale che il settore terzini. In mezzo il francese Zouma, che la scorsa stagione è stato a lungo infortunato, se la gioca con i più esperti Cahill e Terry; nella corsa potrebbe rientrare anche Ivanovic, se Conte riterrà più opportuno farlo giocare al centro della difesa piuttosto che sulla destra. Per l’amichevole Milan-Chelsea Conte potrebbe riproporre nel ruolo di terzino il diciannovenne Ola Aina, inserendo lo spagnolo Azpilicueta dall’altra parte. A centrocampo si attende il debutto in un contesto probante di N’Golo Kanté, che ha meno giorni di allenamento nelle gambe; se non dovesse giocare lui con il Milan Fabregas sarà arretrato nella fascia centrale per affiancare Matic. In tal caso Eden Hazard agirebbe da trequartista centrale, mentre le fasce sarebbero affidate a due tra Cuadrado, Willian e Pedro. Ballottaggio anche per il posto di centravanti: in attesa di Romelu Lukaku, se la giocano l’altro belga Michy Batshuayi e il brasiliano naturalizzato spagnolo Diego Costa. 

Qualche ballottaggio per quanto riguarda la formazione titolare rossonera. Il primo riguarda la difesa ma non la coppia centrale, che salvo imprevisti sarà composta da Paletta e Alessio Romagnoli, bensì il reparto terzini: probabile che Vincenzo Montella conceda spazio al giovane Davide Calabria, da capire se sulla fascia destra al posto di Abate oppure dall’altra parte relegando in panchina Antonelli (il tutto aspettando il rientro di De Sciglio). Bonaventura può arretrare nel terzetto di centrocampo e in questo caso si libererebbe un posto in attacco: Montella potrebbe decidere di schierare Luiz Adriano nei panni del centravanti, allargando Niang sulla sinistra. Per l’altro posto nel tridente offensivo se la giocano lo spagnolo Suso e il giapponese Honda. A completare il centrocampo titolare invece saranno due giocatori tra Poli, Montolivo e Kucka. Da non escludere la soluzione con lo slovacco perno centrale e Montolivo inizialmente in panchina. Tra i pali invece dovrebbe tornare Gianluigi Donnarumma, dopo che nell’ultima amichevole contro il Liverpool il titolare è stato Gabriel. 

Prosegue il precampionato rossonero e l’International Champions Cup, la competizione amichevole che da qualche estate a questa parte riunisce in varie parti del mondo alcuni dei club più blasonati del panorama calcistico. La sfida tra il Milan di Vincenzo Montella e il Chelsea di Antonio Conte è in programma nella notte italiana tra mercoledì 3 e giovedì 4 agosto 2016: calcio d’inizio alle ore 03:35 e in tv sarà trasmessa in esclusiva da Mediaset Premium (sui canali Premium Sport e Premium Sport HD) e in streaming grazie a Premium Play. L’amichevole dello U.S. Bank Stadium concluderà il tour americano del Milan che successivamente farà ritorno in Italia, dove mercoledì 10 agosto disputerà il tradizionale Trofeo TIM con Sassuolo e Celta Vigo. Prima di passare alle probabili formazioni di Milan-Chelsea, diamo un’occhiata alle quote per il pronostico sull’amichevole di Minneapolis.

Il Milan figura come la squadra in casa ma è anche quella sfavorita dai bookmaker- SNAI ad esempio fissa a quota 3,85 il segno 1 per la vittoria dei rossoneri, mentre il segno 2 per il successo del Chelsea si abbassa alla quota di 1,85. Il segno X per l’eventuale pareggio tra due formazioni, che rimanderebbe l’esito dell’amichevole ai rigori, vale invece 3,60. Opzione Under quotata da SNAI 2,05, Over 1,70, Goal 1,65 e NoGoal 2,10.

Vincenzo Montella dovrebbe modificare la formazione titolare rispetto all’amichevole precedente, persa per 2-0 contro il Liverpool. In porta dovrebbe tornare Donnarumma, in difesa i terzini saranno Calabria a destra a Antonelli a sinistra, con Paletta ed Alessio Romagnoli a completare la linea a quattro. A centrocampo mancherà Bertolacci, non al meglio a causa di un problema muscolare (non grave) rimediato nell’amichevole con il Liverpool. Spazio quindi a Poli e Kucka ai fianchi di Montolivo, in attacco invece il centravanti dovrebbe tornare Niang. Gli esterni offensivi dovrebbero essere Suso e Bonaventura.

Anche Antonio Conte dovrebbe cambiare il suo undici di base, che contro il Real Madrid si presentava privo di alcuni teorici titolari. E’ il caso ad esempio del belga Batshuayi, che peraltro vede il suo posto insidiato dall’arrivo del connazionale e coetaneo Romelu Lukaku; contro il Milan l’ex Marsiglia dovrebbe partire dall’inizio come terminate offensivo, supportato dai trequartisti Cuadrado, Fabregas e Hazard. A centrocampo Conte potrebbe schierare dal 1′ l’altro acquisto del mercato estivo, il francese Kanté, assieme al serbo Matic che le voci di mercato continuano ad accostare alla Juventus. In difesa da destra a sinistra previsti Ivanovic, Zouma, Gary Cahill e il brasiliano Kenedy, in porta invece Courtois.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Paletta, A.Romagnoli, Antonelli; Poli, Montolivo, Kucka; Suso, Niang, Bonaventura

In panchina: Gabriel, Diego Lopez, Livieri, Vergara, De Santis, Abate, El Hilali, Zanellato, Honda, Vido, Luiz Adriano, Matri

Allenatore: Vincenzo Montella

Chelsea (4-2-3-1): Courtois; Ivanovic, Zouma, Cahill, Kenedy; Kanté, Matic; Cuadrado, Fabregas, Hazard; Batshuayi

In panchina: Begovic, Blackman, Terry, Azpilicueta, Aina, Loftus-Cheek, Chalobah, Oscar, Willian, Moses, Pedro, B.Traoré, Diego Costa, Remy

Allenatore: Antonio Conte

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori