DIRETTA/ Ginnastica artistica, concorso a squadre maschile: medaglia d’oro al Giappone, Russia d’argento (Rai, Olimpiadi Rio 2016, oggi 8 agosto)

- La Redazione

Diretta ginnastica artistica, concorso generale a squadre maschile streaming video e tv, risultato live della gara delle Olimpiadi Rio 2016, Italia assente (oggi lunedì 8 agosto)

Olimpiadi_Rio2016_Scritta_R439
(LaPresse)

La finale del concorso a squadre maschile della ginnastica artistica svoltasi a Rio de Janeiro, sede dei Giochi Olimpici 2016 ha visto la vittoria della nazionale giapponese: beffando i cinesi largamente favoriti il Giappone riscatta l’esperienza di Londra 2012 vincendo la medaglia d’argento. Strenua la lotta nel finale per gli altri due gradini del podio contesi proprio dalla Cina e dalla Russia e minimo lo scarto tra i due: alla Russia è andata la medaglia d’argento per 4 centesimi di differenza dai cinesi, medaglia di bronzo. Deludente la prestazione dei favoriti americani, fermi al quinto posto dietro alla gran Bretagna. Fondamentale l’esercizio al corpo libero di Kohei Uchimura, che è valso ben 15.600 punti, utili al raggiungimento di quei 274.094 punti che hanno valso la medaglia d’oro ai nipponici. Deludente fin dalla prima rotazione la prestazione invece dei campioni olimpici uscenti da Londra 2012, ovvero i cinesi, che non convincono fin dal corpo libero. Difficile la rimonta sul finale contro i russi, molto più costanti in tutte le sei rotazioni previste per questa finale della ginnastica maschile a squadre delle Olimpiadi di Rio 2016.

Manca poco alla finale di ginnastica artistica, concorso a squadre maschile. La Cina si candida per un’altra medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio 2016. La squadra maschile cinese di ginnastica artistica è reduce da due vittorie olimpiche consecutive: ha conquistato la medaglia d’oro, infatti, sia a Londra 2012 sia a Pechino 2008. Ha fatto flop, invece, ad Atene 2004, mentre a Barcellona 1992 si è dovuta “accontentare” del secondo posto. Questo sport non vede trionfare l’Italia dai Giochi di Los Angeles 1932. L’ultima medaglia, invece, risale a Roma 1960: nell’occasione gli azzurri conquistarono la medaglia di bronzo. Oltre agli Stati Uniti, in evidente crescita, la Cina deve fare attenzione al Giappone, che però nella fase di qualificazione alla finale ha deluso le aspettative. C’è voglia di riscatto nel Giappone, arrivato dietro la Cina nelle ultime due edizioni olimpiche. Il successo manca da Atene 2004.

Stasera alle 21:00 (ora italiana) andrà in scena la finale di ginnastica artistica, concorso a squadre maschile. Domina la Cina, che è arrivata in finale con il miglior punteggio (270.461) e staccando di molti gli avversari. Gli Stati Uniti, infatti, si sono piazzati al secondo posto con 270.405, davanti alla Russia (269.612). Si attendono risposte dal Giappone, che nelle qualificazioni si è piazzato al quarto posto (269.294). Le aspettative finora sono state deluse. Si sono qualificate anche Brasile, Ucraina, Gran Bretagna e Germania. Non c’è l’Italia, che aveva solo Ludovico Edalli nella ginnastica artistica maschile, ma il ginnasta italiano non è riuscito ad accedere alle finali individuali: è stato, infatti, eliminato al termine della seconda suddivisione, dopo aver chiuso la gara al terzultimo posto. Sarà interessante seguire in finale la sfida a distanza tra Cina e Stati Uniti: le due nazionali favorite sono pronte a darsi battaglia.

Oggi le Olimpiadi di Rio 2016 vivono un appuntamento sempre molto atteso. Dunque stasera, lunedì 8 agosto 2016 alle ore 21.00 andrà in scena la finalissima che assegnerà le medaglie per il concorso generale, che premierà la nazione più forte della ginnastica artistica maschile. Anche quest’anno la competizione dovrebbe essere una lotta tra i soliti noti: Giappone, Cina e Gran Bretagna sono favoritissime per la conquista dei metalli più pregiati, e solo gli Stati Uniti (e in maniera più sfumata la Romania) sembrano in grado di poter insidiare questo dominio in chiave medaglie.

I gioielli Kohei Uchimura e Kenzo Shirai, rispettivamente nell’all-around e nel corpo libero, sono le carte più pesanti che il Giappone può giocarsi per la conquista della medaglia d’oro a squadre. Talenti che negli ultimi quattro anni sono riusciti a migliorare e a lavorare duramente per colmare il gap che separava i nipponici dalla Cina, vicitrice degli ultimi due allori Olimpici e trascinata anche quest’anno da Yang Liu agli anelli, anche se in questa specialità potrebbe arrivare l’exploit del greco Eleftherios Petrounias. Sta invece un po’ scemando nei risultati la scuola dell’Est, sempre competitiva al massimo nel femminile, ma che nella ginnastica artistica maschile ha patito particolarmente la presenza degli assi dei paesi Orientali, in grado di monopolizzare la scena e di contendersi sempre le medaglie dal metallo più pregiato. La presenza del fenomeno Liu Yang sicuramente galvanizza i cinesi, mentre per il bronzo da non sottovalutare la possibile performance della Gran Bretagna, favorita con Max Whitlock nel cavallo con maniglie.

Questo possibile podio ipotizzato dai bookmaker è esattamente quello di Londra 2012, quando la Cina vinse la medaglia d’oro grazie a Chen Yibing, Zhang Chenglong, Zou Kai, Feng Zhe e Guo Weiyang. Argento al Giappone con la squadra composta da Kazuhito Tanaka, Ryohei Kato, Kohei Uchimura, Yusuke Tanaka e Koji Yamamuro. Bronzo alla Gran Bretagna con Max Whitlock già punta di diamante assieme a Sam Oldham, Louis Smith, Kristian Thomas e Daniel Purvis. Stesso podio nelle prime due posizioni anche a Pechino 2008, con i cinesi che conquistarono l’oro in casa, seguiti dal Giappone medaglia d’argento. Il bronzo andò invece ad appannaggio degli Stati Uniti con la squadra composta da Raj Bhavsar, Alexander Artemev, Jonathan Horton, Joe Hagerty, Kai Wen Tan e Justin Spring. Ad Atene 2004 fu invece il Giappone a conquistare la medaglia d’oro, gli Stati Uniti la medaglia d’argento e la Romania la medaglia di bronzo.

Per seguire la finalissima di ginnastica artistica, concorso a squadre maschile, lunedì 8 agosto 2016 alle ore 21.00, tutti gli appassionati potranno sintonizzarsi in diretta tv sulle tre reti Olimpiche. La Rai trasmetterà le gare sui canali 2, 57 e 58 del digitale terrestre, ovvero Rai 2 e i canali dedicati, Rai Sport 1 e Rai Sport 2. Su Rai 2 potrebbero essere trasmesse le fasi decisive per le medaglie, mentre i due canali tematici garantiranno senza dubbio finestre più ampie. Un accordo con Sky permette di seguire le tre reti Rai anche sui canali 226, 227 e 228 del digitale terrestre, senza dimenticare la possibilità di seguire in diretta streaming video via internet ogni singola gara dei Giochi Olimpici di proprio interesse. Basterà collegarsi sul sito rai.tv e scegliere dal menu la gara in diretta in tempo reale che si vuole seguire integralmente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori