VIDEO / Milan-Udinese (0-1): highlights e gol della partita. Montella: non commento il rigore su Bacca (Serie A 2016-2017, 3^ giornata)

- La Redazione

Video Milan-Udinese 0-1: highlights e gol della partita giocata a San Siro per la terza giornata del campionato di Serie A 2016-2017. Vincono i friulani con un gol nel finale di Perica

PericaWidmer
Foto LaPresse

Brutta sconfitta per i rossoneri che cadono a San Siro contro lUdinese nella terza giornata di Serie A. Una sconfitta che fa male e per la quale i rossoneri non cercano alibi: abbiamo già riportato le parole di Vincenzo Montella secondo il quale la ricetta giusta per incamerare punti e migliorare la classifica è quella di continuare a lavorare e prendere consapevolezza del fatto che le sconfitte devono dare la spinta emotiva in più. Anche per questo motivo lallenatore del Milan non ha voluto commentare un episodio che avrebbe potuto cambiare lesito della partita: un presunto fallo da rigore su Carlos Bacca. Non faccio larbitro; ho la mia idea ma me la tengo per me. Nemmeno quando il giornalista gli ha confermato come non solo tutte le moviole, ma anche lo stesso Beppe Iachini avessero parlato di un calcio di rigore da concedere, Montella non ha perso aplomb e correttezza: Iachini è molto onesto; ci stimiamo a vicenda ha detto il tecnico rossonero, senza approfondire largomento. A lui interessa molto di più che il Milan torni a produrre gioco e riprenda la vittoria che manca dalla prima giornata di campionato.

Al termine della partita di San Siro cè tutta la soddisfazione di Beppe Iachini per una vittoria fantastica da parte della sua Udinese, che è rimasta in partita fino al termine e a due minuti dal novantesimo ha colpito con una conclusione volante di Stipe Perica, che ha ingannato Gianluigi Donnarumma spiazzato dalla deviazione di Abate. LUdinese non vinceva a San Siro dal maggio 2007: allora, nella penultima giornata di campionato, i friulani allenati da Alberto Malesani si imponevano sui rossoneri di Carlo Ancelotti, che di lì a quattro giorni avrebbero vinto la Champions League. Segnavano Asamoah, Di Natale e Paulo Vitor Barreto; per il Milan pareggi momentanei di Gourcuff e Costacurta, che segnava su rigore alla sua ultima partita in campionato. Un Milan fortemente rimaneggiato, senza i grandi titolari: fuori Pirlo e Gattuso, fuori Seedorf e Pippo Inzaghi come Kakà e Maldini, in vista proprio della finale di Champions League. Questa Udinese ha invece vinto contro il Milan tipo; non abbiamo rubato nulla ha detto al termine della partita un orgoglioso Iachini, che ha sofferto dal punto di vista del gioco ma esce da San Siro con tre punti importantissimi per la corsa alla salvezza, e la seconda vittoria consecutiva che aggiunge morale alla squadra in vista dei prossimi impegni.

I rossoneri perdono la seconda partita consecutiva in Serie A, cadendo a San Siro a causa di un gol di Stipe Perica a due minuti dal 90. Lallenatore del Milan Vincenzo Montella si è presentato in conferenza stampa dopo la partita e i toni che ha utilizzato non sono stati troppo drastici; sa bene, lex Aeroplanino, che cè bisogno di lavorare ma anche che serva la giusta dose di pazienza e di ottimismo per migliorare la situazione della squadra. Anche per questo motivo Montella accetta i fischi piovuti dagli spalti di San Siro: fanno parte del processo di crescita. E giusto però che i miei ragazzi capiscano che vincere non è uguale a perdere ha sottolineato; da questo punto di vista ci sta che stiamo male per quanto successo oggi. Il Milan è già in ritardo in classifica e deve recuperare posizioni; lallenatore rossonero però non ha voluto fare troppi drammi per la sconfitta casalinga, la strada giusta per ripartire secondo lui è quella di tornare a lavorare e concentrarsi esclusivamente sul campo.

Erano 9 anni che l’Udinese non riusciva a vincere sul campo del Milan. Oggi gli uomini di Iachini centrano l’impresa e tornano a casa con tre punti importantissimi. Decide il match una girata al minuto 88 di Perica. Una zampata che manda il Diavolo all’inferno, alla seconda sconfitta consecutiva dopo il ko di Napoli. Eppure sembrava che la gara fosse iniziata nel verso giusto per il Milan, subito all’arrembaggio nella metà campo avversaria. L’illusione della superiorità dura poco, giusto il tempo di assistere alla prima chance friulana: errore di Romagnoli, assist di Thereau per De Paul, il cui tiro è terminato alto di non molto. La risposta del Milan arriva al 16′: contropiede di Suso, assist per Bacca che, disturbato da Badu, non riesce a controllare in campo aperto. Una delle poche note liete del Milan è stata la prestazione di Sosa, autore di un primo tempo convincente, grintoso in fase difensiva e pericoloso anche in attacco. Il Principito ha infatti scheggiato la traversa al 32′ con un gran sinistro dai 15 metri. Nella ripresa il Milan perde Antonelli per infortunio: il terzino rossonero ha dovuto lasciare il campo in barella al 48′ per un trauma cervicale. Al suo posto entra in campo De Sciglio. I minuti passano e il risultato non si sblocca. Iachini decide quindi di giocarsi la sfida a viso aperto, lasciando Zapata e De Paul e gettando nella mischia un altro attaccante, Perica, autore poi del gol decisivo. Al 64′ è stato però Hallfredsson a sfiorare la rete del vantaggio, con una staffilata da fuori terminata sul fondo di pochissimo. Il Milan si spegne al 70′ con un velleitario tentativo di Bacca. All’88’, come detto, il gol di Perica che gela il pubblico del Meazza. Il Diavolo cerca di riorganizzarsi per acciuffare il pareggio ma nonostante gli 8′ di recupero assegnati da Calvarese, l’Udinese resiste. Analizzando le statistiche notiamo come il Milan ci abbia provato con insistenza, con 14 tiri complessivi di cui 7 respinti ma 2 soltanto verso lo specchio della porta. Più cinica l’Udinese: 10 conclusioni, 2 in porta e una rete. Il possesso palla sorride al Milan (63,6% contro 36,4%) ma è una vittoria di Pirro: la manovra dei rossoneri è apparsa lenta e prevedibile. Montella dovrà lavorare parecchio per cambiare marcia.

Al termine di Milan-Udinese, queste le dichiarazioni del tecnico rossonero Vincenzo Montella, a Premium Sport: “Non siamo contenti del risultato, c’è molta amarezza. Era una partita difficile, abbiamo trovato una squadra compatta e non riuscivamo a cambiare ritmo. Sul finale è stata una beffa. Abbiamo avuto anche un pizzico di sfortuna. Peccato, perché quando non puoi vincere è importante non perdere. Avevamo iniziato bene la partita, però serviva il guizzo che non è arrivato. Ci è mancato il cambio di passo a centrocampo e sugli esterni. Lapadula? E’ in crescita, la sua voglia può essere determinante anche a partita in corso. Oggi ci è mancato il calciatore abile nel breve. Li abbiamo fuori, spero rientrino presto”.

Ecco invece le parole del man of the match Stipe Perica a Premium Sport: “Guardo avanti, voglio segnare altri gol. Ringrazio i miei compagni, la vittoria è merito di tutta la squadra”. Soddisfatto il tecnico dei friulani Iachini: “Era questa la partita che dovevamo fare. Organizzata, attenta. Nel primo tempo abbiamo avuto delle possibilità per sbloccare il match ma non siamo stati bravi e precisi per creare i presupposti per sbloccare prima il match. I ragazzi sono stati bravi a crederci fino alla fine. Questa deve essere la nostra mentalità”. (Federico Giuliani)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori