ULTIME NOTIZIE / Oggi, ultimora live: stangata per De Rossi, 3 turni di stop in Europa League (sport, 3 settembre 2016)

- La Redazione

Ultime Notizie, oggi ultim’ora live. Termina con un pareggio la gara dell’Italia Under 21 contro la Serbia. Ballardini sta trattando la rescissione consensuale con il Palermo di Zamparini.

ballardini_occhiali_smorfia
Davide Ballardini (Lapresse)

Momento davvero negativo per il centrocampista della Roma Daniele De Rossi. Il mediano nel corso del primo tempo della gara tra le Nazionali di Italia e Francia, amichevole disputatasi nello stadio San Nicola di Bari, ha riportato un infortunio piuttosto serio dovuto al rude intervento dellesterno destro transalpino Sidibè. Per De Rossi sembra impossibile il recupero in vista dellimpegno valido per le qualificazioni alla Coppa del Mondo in Israele. Come se non bastasse in queste ore è arrivata una seconda brutta notizia che De Rossi per il quale è in arrivo una stangata da parte dellUefa che in ragione dellespulsione subita nella gara di ritorno dei Preliminari contro il Porto, sarà squalificato per tre turni che sconterà nel girone di Europa League.

Si è giocata ieri la gara Italia-Serbia valevole per le qualificazioni agli Europei Under 21. La partita è terminata con il risultato finale di 1-1. Gli azzurrini di Gigi Di Biagio sono partiti molto male nel primo tempo, contratti e molto intimiditi da un avversario forte. Al minuto trentatré è arrivata poi la rete di Gajic che sblocca la partita e metteva tutto sui binari giusti per gli ospiti allo Stadio Romeo Menti di Vicenza che avevano comunque attirato una nutrita schiera di tifosi. Il pareggio arriva nella ripresa con il gol di Alberto Cerri su calcio di rigore che si era procurato Valerio Rosseti. La gara è cambiata due minuti primka con l’ingresso in campo di Federico Di Francesco, figlio di Eusebio tecnico del Sassuolo. Il giovanissimo esterno di centrocampo ha cambiato la dinamica della partita, dove poi alla fine gli azzurri meritavano anche la vittoria.

In un periodo in cui tutti, tecnici e giocatori, trattano per accasarsi, il tecnico Ballardini tratta per andare via dalla sua attuale squadra: il Palermo. La situazione paradossale viene vissuta ormai con mestizia dai tifosi della squadra siciliana, abituati in questa epoca di presidenza Zamparini a vedere di tutto e di più. Il tecnico vuole dimettersi per divergenze con la società, una società che non ha seguito minimamente le sue richieste relativamente al mercato. Ballardini per questo motivo ha incontrato oggi la dirigenza per trattare le modalità delladdio, immediatamente dopo da “quasi dimissionario” è andato a “dirigere” lallenamento dei suoi giocatori.

Come spesso accade in questo mondiale le gare sono divise in due tronconi, da una parte le Mercedes e la “rivalità tutta interna” tra Hamilton e Rosberg che lottano per la testa della classifica generale, dallatro Red Bull e Ferrari che provano quanto meno ad aggiudicarsi il terzo gradino del podio. La costante probabilmente si ripeterà anche a Monza, stante le prime libere del Venerdì che hanno visto un dominio assoluto delle “frecce dargento”. Primo Hamilton vicinissimo Rosberg, dietro terzo e quarto i due ferraristi con Verstappen e Ricciardo alle loro costole. I piloti Mercedes questoggi hanno provato le “super soft”, gli altri si sono concentrati sul passo gara, passo gara che probabilmente non cambierà le sorti di un GP destinato, come gli altri, a vedere trionfare i piloti di Stoccarda.

Italia – Francia non è stata solamente la partita d’esordio di Ventura, ma anche quella che ha visto per la prima volta l’utilizzo della moviola in campo. Ieri al San Nicola si è infatti sperimentata, per la prima volta in campo internazionale, una nuova tecnologia, quella che gli addetti ai lavori chiamano “Video Assistant Referee” in gergo Var. L’arbitro ieri l’ha richiesta tre volte, per due volte vi era un sospetto fuorigioco, per una un ancor più sospetto tocco di mano in area francese. Immediatamente dopo la richiesta dell’arbitro, in un furgoncino fuori dallo stadio vi è stata l’analisi dell’azione incriminata, a farla un altro arbitro in collegamento con il direttore di gara, qualche istante per rivedere le immagini e poi sempre via radio la sua valutazione, valutazione “non vincolante” per il primo arbitro, ma di certo determinante per la sua decisione. La modalità di analisi, che ha un qualcosa di “storico”, potrebbe vedere presto il suo esordio nel massimo campionato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori