Diretta/ Svizzera-Portogallo (risultato finale 2-0): ko lusitano. Info streaming video e tv (Qualificazioni mondiali 2018 oggi 6 settembre 2016)

- La Redazione

Diretta Svizzera-Portogallo, info streaming video e tv, probabili formazioni e risultato della partita alle qualificazioni ai Mondiali 2018 di Russia in programma per oggi 6 settembre 2016.

joaomario_tiro
Joao Mario con la maglia della nazionale del Portogallo (La Presse)

, la gara è terminata con il risultato di 2-0 a sorpresa. Gli elvetici hanno siglato la loro vittoria nei primi trenta minuti con le reti di Embolo e Mehmedi. Nella ripresa il Portogallo ha provato a riaprire la gara invano senza riuscire a segnare neanche la rete della bandiera. Negli ultimi minuti è arrivato anche il doppio giallo per Granit Xhaka che salterà la prossima partita. Ricordiamo che la gara era valida per la qualificazione ai Mondiali 2018 che si giocheranno tra due estati in Russia.

, ci troviamo al minuto settantacinque di gioco e il risultato è ancora fisso sul 2-0. Il commissario tecnico del Portogallo Santos ha deciso di giocarsi anche la carta Ricardo Quaresma entrato da poco al posto di Joao Moutinho e pronto ad allargare la manovra giocando più in alto del compagno che gli ha lasciato il posto. Nella Svizzera invece il capitano Stephan Lichtsteiner ha lasciato il suo posto a Sylvan Widmer che di sicuro offrirà in questi ultimi minuti maggiore freschezza e più corsa. Staremo a vedere se i lusitani riusciranno a riaprire la partita oppure se la gara si avvierà verso la fine con questo risultato.

, la gara ha visto iniziare la ripresa già da quasi venti minuti e il risultato è ancora di 2-0. Il commissario tecnico del Portogallo Santos ha deciso di iniziare la ripresa con due cambi inserendo A.Silva per Eder e Joao Mario per William Carvalho. Dopo che Joao Mario è diventato un calciatore dell’Inter saranno molti i tifosi nerazzurri che avranno curiosità di vederlo con maggiore attenzione, dato che con la maglia nerazzurra ancora non hanno avuto il piacere di vederlo. La partita però non si riapre e la nazionale elvetica è in tranquilla gestione delle due fasi di gioco sia quella offensiva che quella difensiva. I campioni d’Europa devono sperare in una giocata che possa riparire una gara che potrebbe già complicare di molto le cose nel girone di qualificazione ai Mondiali che si giocheranno nel 2018 in Russia.

, la gara è arrivata all’intervallo e un po’ a sorpresa il risultato è di 2-0. Gli elvetici hanno sbloccato la partita dopo ventiquattro minuti con una rapida fuga di Embolo, autore di un’azione solitaria da grande interprete. E’ arrivato poi il raddoppio messo a segno da Mehmedi, che ha sfruttato al massimo una grande palla servitagli da Seferovic. Poco dopo è arrivato il giallo per lo stesso Mehmedi che ora dovrà stare attento. Vedremo come i campioni d’Europa del Portogallo reagiranno nella ripresa dopo un primo tempo da cui escono col passivo pesante di due reti. Di certo però non meritavano questo risultato visto che erano anche partiti bene sfiorando diverse volte la rete dell’uno a zero.

, la gara è iniziata da circa venti milioni e il risultato è di 0-0. Sono partiti molto forte i lusitani con addirittura sei tiri, di cui uno in porta, nella prima parte della gara. Nonostante questo gli elevetici hanno dalla loro parte al momento il possesso della palla che è attorno al sessanta per cento. Staremo a vedere cosa accadrà in una partita che mette di fronte alla Svizzera di Lichtsteiner il Portogallo Campione d’Europa che però non ha a disposizione Cristiano Ronaldo. Al centro dell’attacco c’è quel Eder che proprio a Euro 2016 ha segnato la rete della vittoria contro i padroni di casa del Francia ai tempi supplementari. Sono diversi i calciatori che vedremo in campo e sui quali dovremo fare molta attenione. Tra questi Embolo della Svizzera, giocatore rapido e dotato di grande tecnica.

, partita valida per la prima giornata del gruppo B della zona europea nelle qualificazioni per i Mondiali 2018 che si svolgeranno in Russia, è certamente una delle partite più interessanti della serata di calcio internazionale. Allo stadio San Giacomo di Basilea i padroni di casa elvetici ospiteranno il Portogallo padrone di casa nella sfida fra le due Nazionali più quotate di questo girone, dunque ne capiremo subito di più circa le gerarchie del gruppo nella corsa allunico posto a disposizione per la qualificazione diretta ai Mondiali. Nel Portogallo non cè Cristiano Ronaldo e questo potrebbe essere un vantaggio per la Svizzera, ma di certo la partita merita di essere seguita con grande attenzione. Eccovi dunque le formazioni ufficiali scelte dai due commissari tecnici in vista di Svizzera-Portogallo. 1 Sommer; 2 Lichtsteiner, 22 Schar, 20 Djourou, 13 Rodriguez; 11 Behrami, 10 G. Xhaka; 7 Embolo, 15 Dzemaili, 18 Mehmedi; 9 Seferovic. Allenatore: Vladimir Petkovic. 1 Rui Patricio; 21 Cedric, 3 Pepe, 6 Fonte, 5 Guerreiro; 8 Moutinho, 14 W. Carvalho, 23 A. Silva; 17 Nani, 9 Eder, 11 B. Silva. Allenatore: Fernando Santos.

I precedenti tra Svizzera e Portogallo sono dieci prima di oggi, quando si giocherà una gara di qualificazione ai Mondiali 2018 che si giocheranno in Russia. L’ultimo precedente risale a Euro 2008 quando alla terza giornata del girone i lusitani scesero in campo con molte riserve a qualificazione già acquisita e caddero per 2-0 con la doppietta di Hakan Yakin. Prima di quella gara per trovare altri precedenti bisogna tornare indietro addirittura al 1993 quando le due squadre si giocarono la qualificazione ai Mondiali di Usa 1994 con un 1-0 in Portogallo e un 1-1 in Svizzera. Si torna poi al 1989 per le qualificazioni ai Mondiali di Italia 1990 dove i lusitani vinsero sia all’andata che al ritorno rispettivamente 3-1 e 1-2. Furono invece invece due pareggi per le qualificazioni agli Europei del 1988 con le gare che terminarono 0-0 e 1-1. Per i Mondiali del 1970 invece le due squadre pareggiarono 1-1 in Svizzera mentre in Portogallo furono gli elvetici a prevalere con il risultato di 0-2. Il precedente più antico invece risale al maggio del 1938, gara terminata 2-1 per la Svizzera. Andando a riepilogare i precedenti sono dieci con tre vittorie del Portogallo, tre della Svizzera e quattro pareggi.

La gara Svizzera-Portogallo viene considerata una delle più equilibrate di questo primo turno di Qualificazioni per i Mondiali 2018 che si disputeranno tra due anni in Russia. Nonostante il Portogallo abbia vinto gli Europei con un gol di Eder ai tempi supplementari la Svizzera di Stephan Lichtsteiner non perde punti. Addirittura il fattore campo premia gli elvetici che nelle quote della Snai sono dati come favoriti. Il segno 1 (vittoria Svizzera) viene dato a 2.55 mentre il segno 2 (vittoria Portogallo) è a 2.90. Difficile invece il pareggio (segno x) che viene ancora considerato più difficile degli altri come possibilità a 3.10. Si pensa a una partita molto contratta con le due squadre che faranno fatica a segnare, cercando magari di difendersi per poi partire in contropiede. Questa lettura viene confermata dal fatto che l’Under è a 1.50 mentre l’Over a 2.40. Potrebbe finire con il risultato di 1-0 per una delle due squadre visto che il NoGol è a 1.70 mentre il Gol a 2.05. Sicuramente nonostante i pochi gol ci aspetta una partita con tanti calciatori tecnici in campo e due squadre che proveranno a vincere fino all’ultimo momento.

Sarà diretta dallarbitro  spagnolo Antonio Mateu Lahoz, che in questa occasione sarà aiutato da Roberto Del Palomar e Pau Cebrian Devis, mentre il quarto uomo designato è Carlos Gomez. Il match tra Svizzera e Portogallo atteso oggi 6 settembre è valido per il girone B delle qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018: in fischio dinizio è atteso alle ire 20.45 al Saint Jakob Park di Basilea. I campioni d’Europa e la formazione di Petkovic sono nel gruppo B e sono le favorite assolute, quelle che secondo i bookmakers si giocheranno il primo posto che fa staccare direttamente il pass per il prossimo mondiale. Nel girone vi sono anche Andorra, Lettonia, Faer Oer e Ungheria, con quest’ultima che mira a fare da terzo incomodo e che punta almeno alla seconda piazza, la quale consente di accedere agli spareggi.

Il match tra Svizzera e Portogallo si giocherà in contemporanea con gli altri due confronti che costituiscono la prima giornata del girone, ovvero Andorra-Lettonia e Faer Oer-Ungheria. Ma come arrivano Svizzera e Portogallo a questo confronto, subito fondamentale per entrambe in chiave qualificazione? Gli elvetici vogliono subito ripartire con un risultato di prestigio dopo Euro 2016, dove la squadra ha mostrato un buon gioco e in cui l’avventura è terminata soltanto alla lotteria dei rigori contro la Polonia. Il match con cui i rossocrociati inizieranno il proprio cammino verso Russia 2018 non è senz’altro dei più agevoli, visto che a Basilea arriva il Portogallo, che si presenta per la prima volta nella sua storia in una partita ufficiale con i galloni di Campione d’Europa. Essendo un match d’esordio per entrambe e considerando anche il valore della Svizzera, ci si aspetta un match abbastanza equilibrato e Petkovic spera di fare il colpo approfittando di alcune assenze pesanti nella formazione lusitana. Una curiosità: l’ex tecnico della Lazio non ha voluto giocare partite amichevoli prima di questo esordio ufficiale nella nuova avventura di qualificazioni, preferendo un lungo ritiro con i propri giocatori e diverse sedute di tattica. Per quanto riguarda la formazione che il tecnico serbo manderà in campo sembra certa la presenza di Zuffi, che è stato convocato al posto di Shaqiri, che si è infortunato in Premier League e dovrà rimanere lontano dai campi di gioco per circa un mese. Il modulo dovrebbe essere un 4-4-2 anche se non è esclusa la possibilità di ricorrere al 4-3-3. In questo caso troverebbe spazio Embolo, che dal Basilea è passato in estate allo Schalke 04.

Il Portogallo si presenta a questo primo match di qualificazione a Russia 2018 con tre assenze molto pesanti: mancheranno infatti Cristiano Ronaldo, Renato Sanches e Andre Gomes, che si è infortunato nel corso del match amichevole contro Gibilterra. Fernando Santos nel match vinto 5 a 0 contro Gibilterra ha avuto buone indicazioni, con due reti di Nani e una di Bernardo Silva, che è chiamato a cercare di non far pesare troppo l’assenza di CR7. Senza dubbio Gibilterra non può essere considerato un test probante in vista del girone di qualificazione al mondiale, ma Fernando Santos appare fiducioso. I convocati per questo match ricalcano quasi in toto quelli di Euro 2016 a parte le assenze sopra citate.

Le novità sono Bernardo Silva e Luis Neto, difensore centrale in forza allo Zenit San Pietroburgo. Il modulo tattico dei lusitani dovrebbe essere un 4-3-1-2 con Rui Patricio tra i pali, Fonte e Pepe come centrali di difesa con Cedric e Guerrieiro terzini. In mediana dovrebbero agire Carvalho, Adrien Silva e Joao Mario, mentre Bernardo Silva dovrebbe ricoprire il ruolo di trequartista dietro Nani ed Eder, l’uomo che ha consegnato questo Portogallo alla storia ad Euro 2016.

Ricordiamo che la partita Svizzera-Portogallo per le qualificazioni ai mondiali 2018 sarà visibile in diretta tv sulla piattaforma a pagamento Sky cui ha riservato a questo evento ben due canali del proprio bouquet ovvero Sky Sport 3 al canale numero 203 e Sky Calcio 1 (canale 251), riservati agli abbonati ai pacchetti sport e calcio. Il singolo evento è acquistabile tramite il codice 496680: la partita sarà inoltre visibile in streaming video attraverso lapplicazione Sky Go, disponibile per Pc, tablet e smartphone e riservata ai soli abbonati. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori