Diretta / Sampdoria-Empoli (risultato finale 0-0) info streaming video e tv: Finita! Reti inviolate al Ferraris (Serie A 2017, oggi)

- La Redazione

Diretta Sampdoria-Empoli, info streaming video e tv: probabili formazioni, orario e risultato live della partita che si gioca per la ventesima giornata del campionato di Serie A

SampdoriaLazio2016
LaPresse - immagine di repertorio

Giampaolo richiama in panchina uno spento Ricky Alvarez inserendo Djuricic. La Sampdoria prova a spingere mentre l’Empoli si abbassa pericolosamente. I dettami di Martusciello vengono però recepiti e messi in opera rapidamente dai giocatori in divisa rossa; la squadra si rialza mantenendo le giuste distanze onde evitare dispiaceri nella parte finale del match. Ultimo cambio intanto per la Sampdoria: esce Muriel, entra Quagliarella. La Sampdoria prova a ottenere a tutti i costi la vittoria cercando con insistenza la via del gol. L’Empoli, in debito d’ossigeno, si difende bene proponendo una buona pressione a centrocampo. Mchedlidze e Diousse si fanno ammonire mentre Krunic lascia il campo, sostituito da Tello. Nei minuti finali ci prova Linetty. Il centrocampista riceve da Quagliarella e ci prova da fuori area. Il suo tentativo termina fuori di circa un metro. L’Empoli comunque non demorde rimanendo alto e in possesso palla fino allo scadere. Finisce a reti inviolate, 0-0 al Ferraris.

Martusciello effettua il secondo cambio: fuori Marilungo, dentro Pucciarelli. Praet intanto recupera in maniera brillante un pallone prezioso a centrocampo e subito verticalizza per Schick che guadagna un corner. il centrocampista subisce però un colpo da Croce prima di sbarazzarsi del pallone. Forte contusione che convince Giampaolo a effettuare la prima sostituzione. Al posto di Praet entra Bruno Fernandes. L’ex Udinese va a occupare la posizone di trequartista mentre Ricky Alvarez retrocede a centrocampo. Al 75esimo si rivede dopo un periodo di anonimato Muriel. Il colombiano riceve e ci prova subito dai 30 metri. Tiro velenoso che termina fuori di poco. La Samp ci crede e ci riprova. Alvarez dalla destra penetra in area ma anzichè cercare un compagno ci prova con un tiro decisamente impreciso. Poco dopo riecco Muriel. Il numero 9 blucerchiato arriva al tiro da due passi, Skorupski si oppone ma la palla schizza verso la porta. Laurini salva tutto sulla linea.

Squadre di nuovo in campo per il secondo tempo del match. Nessun cambio nè da una parte nè dall’altra, in campo tornano gli stessi 22 di inizio gara. Subito una chance per l’Empoli. Da rimessa laterale Mchedlidze prima e Marilungo subito dopo allungano di testa. La palla arriva in area dove Saponara viene anticipato provvidenzialmente da Pereira. L’Empoli fa la partita facendo girare bene il pallone da un versante all’altro. Sugli sviluppi di un corner Krunic calcia da fuori area. Deviazione e calcio d’angolo per l’Empoli. Dalla bandierina Pasqual crossa lungo trovando Bellusci che ci prova al volo ma viene murato da Praet. Al 52esimo Palombo lancia lungo trovando Schick in area. Bellusci ci mette una pezza concedendo un calcio d’angolo. Alvarez servito sul limite dell’area direttamente dalla bandierina controlla bene e tira con potenza. Conclusione angolata. La palla termina fuori. Problemi intanto per Cosic. Pronto all’ingresso Costa.

Dopo il rigore fallito da Mchedlidze l’Empli pensa a difendersi in maniera ordinata evitando di perdere certezze e organizzazione. La Sampdoria invece prova a pungere distendendosi spesso e volentieri sulla fascia destra. Muriel riceve sul fondo e propone un cross basso e teso deviato da Cosic. La palla schizza verso la porta ma Skorupski con un piede salva il risultato. Poco dopo brutto falo di Pedro Pereira su Croce, gli animi si scaldano e Celi ne ammonisce 3 in un colpo solo: Pereira, Cosic e Linetty. Al 42esimo altro lancio preciso dalle retrovie di Bellusci. Palla a Marilungo che però viene sorpreso in posizione di fuorigioco. Nel finale l’Empoli ci prova: Pasqual dalla sinistra crossa bene ma la difesa doriana anticipa le punte ospiti. Dunque possesso palla e qualche timida verticalizzazione dalla trequarti in su per gli uomini di Martusciello. La Samp prova invece a ripartire lanciando Muriel che però si fa sorprendere in fuorigioco. Il primo tempo termina dopo un solo minuto di recupero.

Giampaolo non perde occasione per incoraggiare Ricky Alvarez. Il tecnico mostra soddisfazione soprattutto per il suo lavoro in fase difensiva. L’ex Inter si fa notare anche davanti: dopo un lungo giropalla avviato dalla bandierina l’argentino conclude con potenza ma si fa ribattere il tiro da Cosic. Al 13esimo occasione Empoli: Krunic lancia dalla destra sorprendendo disorganizzata la difesa avversaria. Saponara aggancia e serve Marilungo che dai 20 metri non trova di poco lo specchio. I liguri rispondono con Muriel. La palla attraversa l’area in orizzontale partendo dalla bandierina, sostando giusto un attimo sulla testa di Skriniar per poi finire sul secondo palo dove Muriel calcia come può, non trovando lo specchio. Al 21esimo altra chance per il colombiano. Praet ottiene il fondo e mette un pallone bollente nei pressi del dischetto. Muriel ci arriva in spaccata ma spedisce la palla fuori; errore grave per un attaccante. Al 29esimo rigore per l’Empoli. Lancio di Bellusci per Mchedlidze che penetra in area prima di essere abbattuto da Palombo. Rigore netto e ammonizione per il capitano doriano. Dal dischetto si presenta Mchedlidze ma Puggioni para. Risultato ancora fermo sullo 0-0.

Giampaolo non perde occasione per incoraggiare Ricky Alvarez. Il tecnico mostra soddisfazione soprattutto per il suo lavoro in fase difensiva. L’ex Inter si fa notare anche davanti: dopo un lungo giropalla avviato dalla bandierina l’argentino conclude con potenza ma si fa ribattere il tiro da Cosic. Al 13esimo occasione Empoli: Krunic lancia dalla destra sorprendendo disorganizzata la difesa avversaria. Saponara aggancia e serve Marilungo che dai 20 metri non trova di poco lo specchio. I liguri rispondono con Muriel. La palla attraversa l’area in orizzontale partendo dalla bandierina, sostando giusto un attimo sulla testa di Skriniar per poi finire sul secondo palo dove Muriel calcia come può, non trovando lo specchio. Al 21esimo altra chance per il colombiano. Praet ottiene il fondo e mette un pallone bollente nei pressi del dischetto. Muriel ci arriva in spaccata ma spedisce la palla fuori; errore grave per un attaccante.

Giampaolo schiera i blucerchiati con il 4-3-1-2. Tra i pali Puggioni, fronte a lui Pereira, Skriniar, Palombo e Regini. A centrocampo spazio a Linetty, Torreira e Praet, tra le linee Ricky Alvarez, mentre in attacco ci sono Muriel e Schick. Modulo a specchio per lEmpoli. In porta Skorupski, linea difensiva composta da Laurini, Bellusci, Cosic e Pasqual. In zona mediana Krunic, Diousse e Croce pronti a supportare le iniziative di Saponara e della coppia offensiva formata da Marilungo e Mchedlidze. Dirige lincontro il signor Celi, arbitro iscritto alla sezione AIA di Bari. Partenza aggressiva dei toscani. La squadra gioca corta e compatta riuscendo a pungere. Marilungo non impatta in area, poco dopo Krunic ci prova dalla distanza. In entrambi i casi Puggioni non deve sporcarsi i guanti. I liguri provano a ragionare. Al quinto minuto di gioco Cosic perde in area Muriel ma il colombiano perde l’attimo per il tiro. La Samp prova a fare possesso ma l’Empoli copre bene il campo.

Sampdoria-Empoli si gioca allo Stadio Luigi Ferraris dove si affrontano due squadre che vivono di grandi motivazioni. Marco Giampaolo conferma tra i pali Puggioni che sostituirà l’infortunato Viviano, fuori anche Barreto, Sala e Carbonero. Dall’altra parte invece Martusciello dovrà fare a meno di Barba e Zambelli. Ecco le formazioni ufficiali. Puggioni; Regini, Skriniar, Palombo, P. Pereira, Linetty, Torreira, Praet, R. Alvarez, Muriel, Schick. All. Giampaolo. A disposizione: Krapikas, Tozzo, Amuzie, Dodò, Bruno Fernandes, Pavlovic, Cigarini, Djuricic, Bereszynski, Budimir, Quagliarella. Skorupski, Laurini, Bellusci, Cosic, Pasqual, D. Croce, Diousse, Krunic, Saponara, Mchedlidze, Marilungo. All. Martusciello. A disposizione: Pugliesi, Pelagotti, Dimarco, José Mauri, Maccarone, Veseli, A. Costa, Buchel, Pucciarelli, Thiam, Matheus Pereira, A. Tello.

Sampdoria-Empoli si avvicina: tra Fabio Quagliarella e Luis Muriel spunta Patrik Schick. Il ceco era la quarta scelta di Giampaolo, anche alle spalle di Ante Budimir; i suoi quattro gol in campionato lo hanno ora reso titolare al posto di un Muriel che sta provando a tirare il fiato. La dura realtà in casa Sampdoria è che Budimir non ha reso come la stagione da protagonista a Crotone avrebbe fatto intendere, mentre Quagliarella e Muriel, sulla carta una delle coppie gol più forti del campionato, non segnano dal 3-2 al Sassuolo quando insieme, negli ultimi minuti, avevano ribaltato un doppio svantaggio. I gol totali della coppia sono 10 (6 per il colombiano): i tifosi si aspettavano una cifra vicina al doppio in questa prima parte di stagione. Resta comunque che Quagliarella e Muriel hanno segnato praticamente come tutto lEmpoli: i toscani nel girone dandata hanno realizzato appena 11 gol, lo scorso sabato Massimo Maccarone ha agganciato Levan Mchedlidze come miglior marcatore della squadra ma il rigore contro il Palermo, decisivo per la vittoria del suo Empoli, è stato solo il terzo gol in campionato e per di più ha interrotto un digiuno che durava dal 6 novembre (doppietta al Pescara). Ancora a secco Guido Marilungo, Gilardino è partito con un singolo gol in Coppa Italia mentre Riccardo Saponara, uno che potrebbe agilmente andare in doppia cifra, è ancora fermo a due gol. Situazione difficile: servono i gol per provare a salvarsi. 

Match numero 33 tra la Sampdoria e l’Empoli nella storia, con i toscani in netto svantaggio nel computo delle vittorie complessive. All’andata la Sampdoria del grande ex Marco Giampaolo ha espugnato il Castellani con rete di Muriel, mentre nei due precedenti che si riferiscono allo scorso campionato (quando Giampaolo sedeva invece sulla panchina dellEmpoli) il risultato, sia in Toscana che in Liguria, dei match furono pareggi per 1 a 1: dei giocatori andati a segno in quei due match vi sono ancora Pucciarelli nell’Empoli e Quagliarella nella Sampdoria, ma solo l’attaccante napoletano della Sampdoria dovrebbe partire dal primo minuto nel match odierno, mentre Pucciarelli andrà quasi certamente in panchina. Tradizione dunque sfavorevole per lEmpoli, che a Marassi avrà anche il peso del fattore campo avverso: la Sampdoria saprà capitalizzare questo doppio vantaggio teorico? 

A Marassi si sfidano Sampdoria ed Empoli, entrambe per provare a risalire la corrente. Cosa dice al riguardo il bollettino indisponibili? Vediamolo insieme! Per quanto riguarda i blucerchiati mister Giampaolo deve fare i conti con una situazione complicata soprattutto in difesa. Mancherà per squalifica l’argentino Silvestre, mentre continua a restare ai box Jacopo Sala (lesione muscolare al polpaccio). Non rappresenta una novità l’infortunio di Carbonero, mentre saranno da valutare fino all’ultimo istante disponibile per le convocazioni le condizioni di Emiliano Viviano che è alle prese con un problema al polso. Anche sul fronte dei toscani i problemi maggiori si concentrano nel reparto difensivo: mancheranno all’appello Barba, per uno strappo muscolare con il rientro previsto per il mese di marzo, e Zambelli, lesione muscolare che lo terrà ai box fino a fine mese. Recupera invece Costa, mentre nella lista dei diffidati compaiono Tello, Pasqual, Saponara e Dioussè. 

La partita delle ore 15:00 tra Sampdoria ed Empoli sarà diretta dallarbitro barese Domenico Celi, che settimana prossima (giovedì 18 gennaio) compirà 44 anni. I guardalinee del match saranno invece i signori Giallatini e Tegoni, il quarto uomo il signor Paganessi e i giudici di porta i signori Russo e La Penna. In questa stagione, larbitro Celi ha già incrociato il cammino della Sampdoria: è successo il 15 ottobre scorso, quando allottava giornata di campionato i blucerchiati hanno pareggiato 1-1 sul campo del Pescara. Da notare che la Sampdoria è la squadra che Celi ha arbitrato per più partite in carriera, 20: il bilancio complessivo è di 9 vittorie, 3 pareggi e 8 sconfitte. 7 invece i precedenti di Domenico Celi con lEmpoli, lultimo dei quali il 6 gennaio 2016 quando lInter passò al Castellani per 0-1. Nelle 6 presenze dellattuale campionato, il direttore di gara pugliese ha estratto una media di 4 cartellini gialli a partita (24 in totale): 3 invece i calci di rigore decretati, 2 dei quali nello stesso match ovvero Lazio-Cagliari 4-1 (26 ottobre 2016, uno per parte). 

Dallarbitro Domenico Celi, si gioca alle ore 15.00 di domenica pomeriggio allo stadio Luigi Ferraris di Marassi. Con la ventesima giornata di Serie A inizia il girone di ritorno e tra le partite più interessanti in programma vi è senza dubbio quella tra la Sampdoria di Giampaolo e l’Empoli di Martusciello: le due formazioni sono divise da sei punti, con la Sampdoria a 23 punti e i toscani a 17: senza dubbio la squadra ligure con una vittoria chiuderebbe del tutto il discorso salvezza, che appare comunque già in cassaforte, mentre l’Empoli ha bisogno di punti per mantenere o aumentare il margine di sicurezza. La squadra toscana è infatti quartultima e anche se può vantare sette lunghezze di vantaggio sul Palermo, attualmente la prima delle retrocesse, non può certamente dormire sonni tranquilli considerando l’andamento del proprio campionato. 

La Sampdoria è a pari punti con i cugini del Genoa e non vince da ben quattro partite: l’ultimo successo è infatti stato quello casalingo contro il Torino, un 2 a 0 che sembrava aver fatto svoltare definitivamente la stagione dei doriani, proiettandoli ad un timido tentativo di rincorsa ad un posto in Europa League. Ed invece, dopo la bella vittoria contro Belotti e compagni, sono arrivate tre sconfitte e un pareggio: le prime due battute d’arresto sono state contro la Lazio in casa (1 -2) e il Chievo in trasferta (con un identico punteggio di 2 a 1 ed una partita che ha suscitato diverse polemiche per l’approccio molle della squadra in un match decisamente alla portata).

Quindi è arrivato un punto interno contro l’Udinese dell’ex Del Neri, in un match terminato a reti inviolate e dove si è rivista in alcuni tratti la Sampdoria capace di imporre il proprio gioco contro tutte le formazioni affrontate. L’ultima partita è stata quella del San Paolo contro il Napoli di Sarri, dove dopo aver dominato in lungo e in largo per la maggior parte dei novanta minuti di gara ed essere anche passati in vantaggio, si è dovuta arrendere ad un goal di Tonelli in pieno recupero e dove vibranti sono state le proteste per alcune decisioni arbitrali che secondo il presidente Ferrero hanno condizionato pesantemente l’andamento del match.

Senza dubbio migliore lo score dell’Empoli se si guarda alle ultime tre partite, che hanno decisamente reso più salda la panchina di Martusciello, il quale ora è però chiamato a dare una scossa ai suoi anche in trasferta e a rendere più sicuro il margine di sicurezza accumulato sul Palermo. E proprio nell’ultima di campionato i toscani hanno affrontato il Palermo, ottenendo tra le mura amiche un pesantissimo successo per 1 a 0 grazie ad un goal dell’eterno Maccarone. I punti conquistati contro i rosanero sono valsi decisamente doppio, considerando che grazie al goal di Big Mac i punti di margine sulla zona retrocessione sono passati da 4 a 7.

Tuttavia che l’Empoli fosse in ripresa lo si era capito anche nelle due partite precedenti, dove è arrivata prima una netta vittoria casalinga contro il Cagliari di Rastelli (2 a 0), neo-promossa in Serie A e a tutti gli effetti una concorrente per la salvezza, e dove poi è arrivata si una sconfitta esterna per 2 a 1 contro la terribile Atalanta di Gasperini, ma dove i toscani per almeno sessanta minuti hanno fatto vedere buone cose e dove hanno dimostrato di aver probabilmente risolto alcuni problemi di gioco che ne hanno condizionato l’inizio di stagione. Ora quella contro la Sampdoria è la tipica prova di maturità da non fallire: anche un pareggio a Marassi sarebbe senza dubbio un ottimo risultato in ottica salvezza e renderebbe il gruppo ancora più consapevole delle proprie possibilità in ottica salvezza. Inoltre Martusciello non nasconde la voglia di vendicare lo 0 a 1 subito all’andata e siglato da Luis Muriel.

Il tecnico della Sampdoria non ha ancora rotto il silenzio che si è imposto dopo la bruciante sconfitta contro il Napoli e che lo ha mandato su tutte le furie per come è maturata (l’espulsione di Silvestre è ancora al centro delle polemiche post-gara). Martusciello invece è tornato sul fondamentale successo contro i rosanero e ha ammonito i suoi sul fatto che sette punti di margine sulla zona retrocessione, a questo punto del campionato, non sono considerabili come sicuri e che quindi la salvezza è tutto tranne che raggiunta.

Sampdoria-Empoli sarà trasmessa in diretta tv soltanto sui canali del satellite: appuntamento su Sky Calcio 4 (numero 254), con possibilità per tutti gli abbonati di assistere alla partita anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go. Ricordiamo inoltre il programma Diretta Gol Serie A, che su Sky Super Calcio trasmette highlights e gol in tempo reale da tutti i campi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori