CLASSIFICA E RISULTATI SERIE A / 2^ giornata: che cosa ci attende dopo la pausa? Prossimo turno

- Mauro Mantegazza

Classifica e risultati Serie A: completata la seconda giornata, al comando a punteggio pieno Inter, Juventus, Milan, Napoli e Sampdoria. Storica vittoria Spal

caprari_torreira_sampdoria_allenamento_lapresse_2017
Diretta Sampdoria Pescara: Caprari e vTorreira, due ex (LaPresse)

La classifica di Serie A ci parla di cinque squadre al comando ancora a punteggio pieno dopo le prime due giornate (clicca qui per leggere di più): una situazione che rimarrà immutata per le prossime due settimane, dal momento che domenica prossima ci sarà la prima sosta del campionato per lasciare spazio alle Nazionali, con l’Italia attesa dal fondamentale doppio impegno contro Spagna ed Israele nelle qualificazioni mondiali. Andiamo dunque a scoprire he cosa ci attende dopo la sosta, con la doverosa precisazione che non sono ancora stati fissati anticipi e posticipi e di conseguenza per il momento l’orario ufficiale di tutte le partite è alle ore 15.00 di domenica 10 settembre. Le due partite sulla carta più interessanti sono Lazio-Milan e Sampdoria-Roma. Per i rossoneri sarà il primo impegno contro una squadra di prima fascia, mentre la Roma sarà attesa dalla difficile trasferta sul campo di una Sampdoria ancora a punteggio pieno. Il Napoli sarà atteso dalla trasferta a Bologna, mentre Inter-Spal e Juventus-Chievo saranno impegni sulla carta più semplici per le due big, anche se a San Siro i ferraresi cercheranno di scrivere una nuova pagina del loro fantastico ritorno in Serie A.

MIGLIORI E PEGGIORI

Per quanto riguarda la classifica di Serie A, facciamo adesso un confronto fra la graduatoria attuale e quella della passata stagione, sempre dopo le prime due giornate: un confronto ancora poco indicativo, ma che senz’altro ci può dire chi è riuscito a partire meglio e chi ha perso invece qualche colpo. Sicuramente spicca il +5 dell’Inter, che l’anno scorso era partita molto piano e invece quest’anno è ancora a punteggio pieno. Guadagnano anche Milan (+3) e Napoli (+2), mentre Juventus e Sampdoria erano a quota 6 punti anche l’anno scorso: se per i bianconeri non è una grossa sorpresa, bisogna fare invece i complimenti a Giampaolo, evidentemente maestro nelle partenze sprint. Nella capitale Roma e Lazio si scambiano le posizioni: un punto in più per i biancocelesti e uno in meno per i giallorossi. In negativo spicca il crollo del Genoa, che passa da 6 a un punto, mentre l’Atalanta è ferma a zero come l’anno scorso: più che una partenza lenta alla Gasperini, stavolta però è colpa soprattutto del calendario.

ICARDI E DYBALA BOMBER

I risultati della seconda giornata della Serie A hanno delineato una nuova classifica, ma anche la classifica marcatori inizia a farsi interessante, con una coppia di lusso a tentare il primo allungo: a quota 4 gol infatti troviamo Mauro Icardi e Paulo Dybala, gli attaccanti che fanno la gioia di Inter e Juventus, ma in prospettiva anche dell’Argentina (immaginateli con Messi ai Mondiali…). Rimanendo alla cronaca, la certezza è uno straordinario inizio di stagione da parte loro: per Icardi due doppiette in altrettante partite, per Dybala il gol al Cagliari e addirittura una tripletta a Marassi, senza dimenticare la pur inutile doppietta in Supercoppa Italiana con la Lazio. Entrambi sabato sera sono stati decisivi per ribaltare situazioni che si stavano facendo difficili: mettiamo in copertina Icardi, perché una doppietta contro la Roma all’Olimpico (dove non aveva mai segnato prima) ha enorme peso specifico, anche se naturalmente pure Dybala è il principale artefice dei tre punti conquistati dalla Juventus. A quota 3 gol ecco un ottimo Fabio Quagliarella, migliore degli italiani e decisivo per la prima posizione a punteggio pieno di una inattesa Sampdoria, mentre sono quattro i giocatori che hanno segnato 2 gol: spicca il volto nuovo Patrick Cutrone, insieme al compagno di squadra Suso, al torinista Adam Ljajic e Cyril Thereau, i cui gol però non hanno ancora portato nemmeno un punto all’Udinese.

VERSO LA SOSTA

Completata la seconda giornata di Serie A, i risultati della domenica sera hanno completato la classifica del massimo campionato dopo i due turni di agosto: adesso ci attende la pausa per gli impegni della Nazionale e bisognerà quindi aspettare sabato 9 e domenica 10 settembre per il terzo turno, che vedrà Inter, Juventus, Milan, Napoli e Sampdoria (citate in ordine alfabetico) al comando al punteggio pieno con 6 punti, frutto di due vittorie in altrettante partite. Risultati uguali, ma percorsi magari diversi: l’Inter vincendo a Roma ha fatto senza dubbio un importante passo avanti, anche se i momenti difficili nel corso della partita dell’Olimpico non sono mancati; la Juventus ha sofferto più del previsto contro il Genoa, ma è sopravvissuta a una trasferta storicamente ostica con un Paulo Dybala in grande spolvero e capocannoniere (come anche Mauro Icardi).

LE CAPOLISTE “DELLA DOMENICA”

Questi erano stati i verdetti del sabato; ieri si sono aggiunte al comando Milan, Napoli e Sampdoria. Se i doriani si godono la vetta momentanea senza troppi pensieri, per rossoneri e azzurri bisogna spendere qualche parola in più. Il Milan onestamente non ha convinto molto, ha rischiato contro un Cagliari molto positivo e la prestazione non entrerà certo fra quelle da ricordare: tuttavia, per andare lontano bisogna saper vincere anche queste partite e il Milan ce l’ha fatta. Meglio il Napoli, che si è ritrovato sotto contro la bestia nera Atalanta, ma alla lunga ha saputo imporre la propria superiorità: per quello che può contare adesso, la squadra del mese è sicuramente quella di Sarri, anche grazie all’autorevole qualificazione in Champions League.

STORICA SPAL

Da sottolineare la vittoria della Spal, che festeggia nel migliore dei modi la prima partita casalinga in Serie A dopo 49 anni, il largo successo del Torino sul Sassuolo e il colpaccio della Lazio sul campo del Chievo. Le cinque squadre ancora a 0 punti sono invece Atalanta, Benevento, Cagliari, Fiorentina e Udinese: i bergamaschi hanno pagato il doppio impegno con Roma e Napoli, a maggior ragione questo vale per i sardi con le trasferte contro Juventus e Milan. Un poco di preoccupazione in più per i campani, che comunque non hanno sfigurato in entrambe le partite; il campanello d’allarme suona invece già per i viola, anche se l’ottimo secondo tempo di ieri sera contro la Sampdoria mostra già i primi segnali di miglioramento anche per Stefano Pioli. Decisamente male i friulani, ancora a secco dopo avere affrontato Chievo e Spal.

RISULTATI SERIE A 2017-2018, 2^ GIORNATA

RISULTATO FINALE Benevento-Bologna 0-1 – 55′ Donsah

RISULTATO FINALE Genoa-Juventus 2-4 – 1′ aut. Pjanic (G), 7′ rig. Galabinov (G), 14′ Dybala (J), 45’+4′ rig. Dybala (J), 62′ Cuadrado (J), 92′ Dybala (J)

RISULTATO FINALE Roma-Inter 1-3 – 15′ Dzeko (R), 67′ Icardi (I), 77′ Icardi (I), 87′ Vecino (I)

RISULTATO FINALE Torino-Sassuolo 3-0 – 44′ Belotti, 84′ Ljajic, 88′ Obi

RISULTATO FINALE Chievo-Lazio 1-2 – 11′ Immobile (L), 34′ Pucciarelli (C), 89′ S. Milinkovic-Savic (L)

RISULTATO FINALE Crotone-Verona 0-0

RISULTATO FINALE Fiorentina-Sampdoria 1-2 – 32′ Caprari (S), 35′ rig. Quagliarella (S), 50′ Badelj (F)

RISULTATO FINALE Milan-Cagliari 2-1 – 10′ Cutrone (M), 56′ Joao Pedro (C), 70′ Suso (M)

RISULTATO FINALE Napoli-Atalanta 3-1 – 15′ Cristante (A), 56′ Zielinski (N), 61′ Mertens (N), 87′ Rog (N)

RISULTATO FINALE Spal-Udinese 3-2 – 25′ Borriello (S), 52′ M. Lazzari (S), 72′ Nuytinck (U), 88′ rig. Thereau (U), 94′ L. Rizzo

CLASSIFICA SERIE A

Juventus 6

Inter 6

Napoli 6

Milan 6

Sampdoria 6

Torino 4

Spal 4

Bologna 4

Lazio 4

Chievo 3

Roma 3

Genoa 1

Verona 1

Crotone 1

Sassuolo 1

Udinese 0

Benevento 0

Atalanta 0

Fiorentina 0

Cagliari 0

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori