Juventus Roma Primavera/ Streaming video e diretta tv: probabili formazioni, orario: 1 a 2 il risultato finale

- Claudio Franceschini

Diretta Juventus Roma Primavera: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca sabato 23 settembre nel girone unico

Juventus_Primavera_Milan_lapresse_2017
Diretta Genoa Juventus Primavera (LaPresse)

E terminata pochi istanti fa la sfida fra la Juventus e la Roma, gara valevole per il campionato Primavera. Il triplice fischio che ha posto fine al match, ha fissato il risultato sul due a uno in favore dei giallorossi. Il gol del vantaggio porta la firma di Ricciardi, al 57esimo di gioco. Sette minuti più tardi è ancora il centrocampista giallorosso a mettere il proprio sigillo sulla gara di Torino, con una grande azione personale. La Juventus ha accorciato le distanze al 73esimo di gioco, dopo calcio di rigore fischiato dallarbitro per fallo su Fagioli, penalty poi trasformato in gol da Montaperto. I bianconeri hanno chiuso la gara con un forcing finale, sfiorando più volte il pareggio, ma alla fine a trionfare sono stati gli uomini di De Rossi. Con questa sconfitta, la Vecchia Signora conferma il brutto avvio di stagione, rimanendo ferma a quota appena due punti in classifica in tre match. Roma che invece vola a 7, al primo posto, eguagliando così lo score di Inter e Chievo Verona. E la Juventus giocherà proprio contro gli scaligeri il prossimo turno, a Verona, mentre i giallorossi saranno impegnati nella partita casalinga con il Bologna (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

DOPPIO VANTAGGIO ROMA

Abbiamo da poco superato il 67esimo minuto di gioco, che significa la metà del secondo tempo in Juventus-Roma, gara valevole per il campionato di Primavera 2017-2018. La partita è attualmente sul risultato di zero a due in favore degli ospiti capitolini, che proprio pochi minuti fa hanno trovato il gol del vantaggio. La squadra allenata da De Rossi si è portata avanti precisamente al 54esimo di gioco, con tiro di Riccardi da dentro larea, che lasciato inspiegabilmente libero dalla retroguardia avversaria, ha potuto calciare senza troppi problemi, battendo lincolpevole Loria. Il raddoppio capitolino è arrivato al 62esimo di gioco, è porta ancora una volta la firma di Ricciardi: azione straordinaria del centrocampista della Roma, che partendo da centrocampo si è bevuto mezza difesa avversaria, insaccando poi in rete. Il secondo tempo era iniziato con un paio di spunti juventini firmati Montaperto e Di Pardo, con conclusioni però terminate lontane dalla porta o parate dal portiere avversario. Roma che pochi minuti prima del vantaggio aveva già sfiorato la rete, questa volta con Celar al 52esimo. La vera risposta juventina è arrivata invece al sessantesimo, dopo corner: Kulenovic dopo sponda di Vogliacco, colpisce male da distanza ravvicinata, e palla che esce.

FINE PRIMO TEMPO SULLO 0 A 0

E terminato pochi istanti fa il primo tempo della sfida fra Juventus e Roma, valevole per il campionato Primavera. Una prima frazione di gioco che si è chiusa con il risultato di perfetta parità, 0 a 0. Quarantacinque minuti in cui non si è visto calcio champagne, con poche occasioni realmente pericolose sia da una parte che dallaltra. Fra le poche azioni da segnalare, un bel tiro del bianconero Kulenovic al 28esimo di gioco, e una replica giallorossa che porta la firma di Antonucci al 32esimo, con palla che è uscita di poco a lato della porta. Per il resto, nulla da segnalare, con i bianconeri che non stanno di certo brillando, soprattutto a centrocampo. Fra i giocatori meno in forma, cè senza dubbio Di Pardo, 18enne centrocampista centrale, da cui si aspetta di più. Bene invece Antonucci della Roma, giocatore già in aria di prima squadra. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

POCHE OCCASIONI NEI PRIMI 20 MINUTI

Abbiamo da poco superato la prima metà del primo tempo della sfida Juventus-Roma, match valevole per il campionato di calcio Primavera 2017-2018. Giallorossi che si fanno vedere già al quinto minuto di gioco, sugli sviluppi di un calcio dangolo dopo colpo di testa di Cargnelutti. Al decimo minuto di gioco sono ancora gli ospiti di De Rossi a farsi avanti, con unazione iniziata dallottimo Antonucci, che ha liberato sulla destra per Buoah, con cross di questultimo per la corrente Celar che da posizione favorevole ha però sbagliato, scagliando la palla alle stelle. La prima azione pericolosa della Juventus arriva al 18esimo di gioco con unazione personale di Montaperto che fa partire un gran tiro da fuori area, con pallone però bloccato da Romagnoli. Al 20esimo di gioco, nuovo tentativo della Juventus, questa volta timido, con un tiro da fuori di Touré che però non impensierisce lestremo difensore avversario. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

SI COMINCIA

Juventus Roma Primavera prende il via: nel corso degli ultimi anni le due squadre hanno prodotto tanti giovani calciatori che adesso stanno provando a farsi strada nel calcio professionistico. E indubbio che da questo punto di vista la Roma abbia un intuito niente male: solo per citare la prima squadra giallorossa, Alessandro Florenzi e Lorenzo Pellegrini sono elementi ormai affermati agli ordini di Eusebio Di Francesco, ma in Serie A gravitano anche Matteo Politano (Sassuolo), Federico Ricci (Genoa), Luca Antei (Sassuolo), Amato Ciciretti (Benevento) e altri ancora, ultimo dei quali quel Riccardo Marchizza che lo scorso anno era il capitano agli ordini di Alberto De Rossi e oggi si è trasferito al Sassuolo. La Juventus ha lanciato Emil Audero (portiere titolare del Venezia in Serie B), Leonardo Spinazzola di cui abbiamo già parlato, Pol Lirola e Francesco Cassata (oggi al Sassuolo) e poi ancora Andrea Favilli (a dire il vero nella Primavera bianconera era arrivato in prestito), Luca Clemenza e naturalmente Moise Kean, già autore di un gol in Serie A e oggi in prestito al Verona. Quali saranno i prossimi giocatori che queste due società regaleranno al grande calcio? Lo scopriremo, ma intanto è arrivato il momento di metterci comodi e dare la parola al campo: stiamo a vedere come finirà questa partita, Juventus e Roma Primavera sono pronti a dare vita al loro spettacolo nella terza giornata di campionato. (agg. di Claudio Franceschini)

DAL CANTO CONTRO LA ROMA

La Juventus Primavera gioca contro la Roma Primavera, e per Alessandro Dal Canto la squadra giallorossa rappresenta una novità assoluta come tecnico: non lha incrociata lo scorso anno quando sedeva sulla panchina dellEmpoli – gironi diversi – nè ha avuto modo di affrontarla quando allenava il Padova e il Vicenza (o lUnione Venezia). I bilanci del nuovo tecnico della Juventus Primavera risalgono dunque a quando era un calciatore: da difensore Dal Canto ha militato in tante squadre, e contro la Roma ha giocato sette volte: gli è andata male perchè ha perso in cinque occasioni, con una vittoria e un pareggio. Vittoria che risale al febbraio 1999: Dal Canto vestiva la maglia del Venezia e al Penzo i veneti guidati da Walter Novellino si imposero 3-1 sulla Roma di Zdenek Zeman. Segnarono Alvaro Recoba, Filippo Maniero e Fabiano Ballarin, mentre per i giallorossi accorciò Gigi Di Biagio; il pareggio è un 2-2 al Comunale (oggi stadio Grande Torino), fu 2-2 nellottobre 1995 con reti granata di Abedi Pelé e autorete di Giovanni Cervone, dopo il 2-0 il Torino si fece riprendere da Marco Branca e Massimiliano Cappioli. Gli ultimi due incroci sono le due sconfitte con il Vicenza, stagione 2000-2001; Dal Canto ha sfidato la Roma anche quando giocava nel Bologna, e in due diverse stagioni (1999-2000 e lo stesso 2000-2001, appena prima di trasferirsi in Veneto) perse 2-0 giocando per interno le due gare. (agg. di Claudio Franceschini)

LA YOUTH LEAGUE

Sia Juventus che Roma Primavera sono impegnate questanno nella Youth League, la competizione internazionale che mette di fronte le Under 19 delle squadre che partecipano alla Champions League, ricalcandone nella prima fase formula e calendario. Bianconeri e giallorossi vi partecipano a braccetto per il quarto anno consecutivo: la Roma ha raggiunto una fantastica semifinale mentre la Juventus lo scorso anno ha superato per la prima volta la fase a gironi, venendo però eliminata al playoff. Lavvio nel 2017-2018 è stato negativo per entrambe le realtà di casa nostra: nel doppio confronto Italia-Spagna la Roma ha perso in casa contro lAtletico Madrid (1-2) mentre la Juventus si è fatta battere a Barcellona (0-1) subendo gol nel finale di partita. Il riscatto passerà ora da due gare decisamente più abbordabili: per i giallorossi una trasferta ma sul campo del modesto Qarabag, che dovrebbe rappresentare la cenerentola di un girone C nel quale è compreso anche il Chelsea. La Juventus tornerà a Vinovo per sfidare lOlympiacoas, formazione temibile ma non certo al livello del Barcellona. Nel girone D cè anche lo Sporting Lisbona: sia per i giallorossi che per i bianconeri lobiettivo è quello di superare il girone e poi, eventualmente, il turno di playoff per entrare nel tabellone degli ottavi di finale. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Lultima volta che Juventus e Roma Primavera hanno incrociato il loro cammino era la stagione 2015-2016: bianconeri e giallorossi disputarono unappassionante finale scudetto. Era il 4 giugno: al Mapei Stadium di Reggio Emilia furono necessari i calci di rigore per assegnare il titolo. La Juventus passò in vantaggio a fine primo tempo con Grigoris Kastanos, ma al secondo minuto della ripresa arrivò il pareggio della Roma con Ezequiel Ponce; dal dischetto sbagliarono in tre e i due errori bianconeri, con Guido Vadalà e Andrea Favilli – decisivo il portiere Lorenzo Crisanto – resero ininfluente la conclusione che Riccardo Marchizza aveva fallito. Roma dunque campione dItalia; abbiamo poi la finale del Torneo di Viareggio 2012, ormai ben lontana nel tempo. Marco Baroni era lallenatore della Juventus Primavera, che quel giorno si impose: nel primo tempo segnarono Stefano Beltrame e Stefano Padovan, il gol di Giammario Piscitella non servì alla squadra di Alberto De Rossi. Fa impressione rileggere oggi alcuni dei nomi in campo: nella Roma il centrocampo era composto da Matteo Ricci, Federico Viviani e Valerio Verre mentre lesterno destro nel tridente offensivo era Matteo Politano. Nella Juventus Raman Chibsah faceva lo schermo davanti alla difesa, mentre il laterale sinistro sulla linea delle mezzepunte era quel Leonardo Spinazzola che in estate Massimiliano Allegri ha provato fino allultimo a riportare a Vinovo con un anno di anticipo sul prestito concesso allAtalanta. (agg. di Claudio Franceschini)

JUVENTUS ROMA PRIMAVERA: RISULTATO LIVE

Juventus Roma Primavera, che sarà diretta dall’arbitro Pierantonio Perotti, si gioca sabato 23 settembre come anticipo del girone unico del campionato 2017-2018. Inizio in sordina per la nuova Juventus Primavera, dopo la partenza in estate di Fabio Grosso, il tecnico che l’aveva guidata per tre stagioni prima di partire per l’avventura Bari in Serie B. Sulla panchina bianco-nera è arrivato Alessandro Dal Canto, tecnico che a differenza di Grosso ha già maturato una buona esperienza nei tornei professionistici maggiori ma che ha già provato anche l’esperienza giovanili al Padova (esordio in carriera nel 2010) e poi nella primavera dell’Empoli lo scorso anno.

STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA DIRETTA JUVENTUS ROMA

Juventus Roma Primavera, terza giornata del campionato 2017-2018, sarà trasmessa in diretta tv su Sportitalia, appuntamento dunque in chiaro al canale 60 – mentre gli abbonati al pacchetto satellitare Sky potranno accedervi al canale 225. Inoltre è disponibile la diretta streaming video offerta senza costi dal sito www.sportitalia.it.

IL CONTESTO DEL MATCH

Nelle prime due di campionato la Juve di Dal Canto non è riuscita ad andare oltre lo 0-0 prima contro il Bologna fra le mura amiche, poi nella trasferta di Genova contro il Grifone, in cui il risultato finale è stato l’1-1. Nel prossimo match in casa arriva allora una Roma che, invece, nelle prime due ha conquistato 4 punti, frutto del successo contro il Verona e poi del successivo pareggio sul campo dei giovani del Sassuolo. La squadra di De Rossi dopo alcune partenze di inizio stagione per lanciare nel calcio maggiore alcuni dei protagonisti della scorsa annata, riparte da una rosa comunque forte e promettente, che potrebbe arrivare quest’anno come la scorsa stagione fino in fondo. Ricordiamo che nello scorso anno proprio Juventus e Roma furono le semifinaliste perdenti del torneo, che spedirono in finale Inter e Fiorentina per assegnare il titolo 16/17. Sarà questa la volta buona, per i bianco-neri come per i giallo-rossi, per conquistare un trofeo che manca da anni nel palmares societario?

LE PROBABILI FORMAZIONI

I padroni di casa dovrebbero scendere in campo con un 4-3-1-2 con Del Favero in porta, Tripaldelli e Freitas terzini con Vogliacco e Zanandrea al centro. In mediana Dal Canto sceglie una linea a 3 con Merio, Caligara e Toure alle spalle del trequartista Montaperto. In avanti spazio alla coppia formata da Kulenovic e Sbordone. Dall’altro lato De Rossi schiera i suoi con un 4-3-3 in cui Greco sarà il titolare in porta; in difesa a partire da sinistra Trusescu, Cargnelutti, Clavattini e Kastrati. In mediana Masangu, Marcucci e Riccardi dovrebbero battere la concorrenza di Valeau e D’Orazio. In attacco il romeno Ganea dovrebbe essere affiancato da Corlu e Antonucci.

LA CHIAVE TATTICA

Quello fra Juventus e Roma ha tutta l’aria di essere il big match di questo turno in questo campionato Primavera a girone unico. I bianco-neri con un successo scavalcherebbero i giallo-rossi in classifica portandosi a ridosso della zona play-off, mentre la Roma con un successo volerebbe verso la vetta. Vedremo anche quale saranno le disposizioni dei due allenatori e come influiranno dal punto di vista tattico sul match. Nelle prime due la Juventus ha puntato sulla solidità riuscendo ad incassare un solo gol, mentre i giallo-rossi hanno espresso alcune buone cose in avanti con Corlu e Celar, ma è atteso il primo gol in stagione del promettente Ganea, uno degli assi della squadra.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori