DIRETTA/ Polonia Portogallo (risultato finale 2-3) streaming video e tv Canale 5: vincono i lusitani

Diretta Polonia Portogallo, streaming video e tv Canale 5: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca per la terza giornata della Nations League, Lega A

11.10.2018 - Claudio Franceschini
Milik_Fonte_Polonia_Portogallo_lapresse_2018
Diretta Polonia Portogallo, Nations League Lega A (Foto LaPresse)

DIRETTA POLONIA PORTOGALLO (RISULTATO FINALE 2-3): VINCONO I LUSITANI

Ottimi gli innesti per la Polonia con i nuovi che hanno contribuito a riaprire la gara. Renato Sanches! Salta anche il portiere ma salva sulla linea la Polonia! Il centrocampista ha fatto tutto bene ma la conclusione è stata fiacca. Mario Rui respinge il pallone lontano, mancano cinque minuti alla fine del match. Rischia molto Renato Sanches che riesce a recuperare ed evitare guai peggiori. Bomba di Renato Sanches sul servizio di Cancelo, vola Fabianski e mette in calcio d’angolo. Il direttore di gara assegna quattro minuti di recupero. Bruno Fernandes si divora la rete del poker su servizio di Andrè Silva. Termina la gara tra Polonia e Portogallo, i lusitano sono ad un passo dalle final four con questa vittoria. Per l’Italia resta il secondo posto per provare ad evitare la retrocessione in B. (agg. Umberto Tessier)

LA RIAPRE BLASZCZYKOWSKI!

La Polonia fatica a rientrare in partita con il Portogallo che da l’impressione di poter colpire ancora. Krychowiak si becca il giallo dopo aver colpito alla nuca Andrè Silva. Portogallo che stava per combinare una frittata in difesa con Pepe, si salva comunque la difesa lusitana. Buon momento per la Polonia che non riesce a servire bene Lewandowski. Pepe si becca il giallo dopo un intervento ruvido, il difensore era diffidato e salterà la prossima gara. Gran gol di Blaszczykowski! Grandissimo sinistro da fuori area che fulmina Rui Patricio, finale di gara che si preannuncia ricco di emozioni con i padroni di casa che ora ci credono e attaccano a testa bassa. C’è un dubbio sul passaggio, infatti il pallone sembrava fosse uscito. Sono centotrè le presenze in nazionale per l’autore del gol. (agg. Umberto Tessier)

BERNARDO SILVA CALA IL TRIS

Rientrano in campo Polonia ed Inghilterra per la seconda frazione, la compagine ospite è in vantaggio grazie alle reti di Andrè Silva e Rafa Silva, anche se il tocco finale è quello di Glik e quindi la rete è da considerare autogol dell’ex Torino, che hanno risposto a Piatek. Giallo per Klich che era diffidato e salterà la gara con l’Italia. Grande inserimento di Pepe che per poco non cala il tris per i lusitani. Bernardo Silva! Cala il tris il Portogallo che molto probabilmente chiude il discorso, in ritardo Fabianski sulla conclusione del fantasista. Polonia che sta pagando i tanti errori difensivi, troppe davvero le disattenzioni. Il capitano Lewandowski si è visto davvero pochissimo fino ad ora poco aiutato anche dagli esterni. C’è ancora tempo per la Polonia che però è in grande difficoltà. (agg. Umberto Tessier)

LA RIBALTA RAFA SILVA

Piatek è saltato dietro Cancelo, marcatura sbagliata da parte del laterale ma l’errore grossolano è stato quello di Rui Patricio. Per l’attaccante è la rete numero quattordici in stagione. Portogallo che attacca ora a testa bassa alla ricerca del pareggio, si chiude bene la Polonia e salva. Andrè Silva! Pareggia l’ex attaccante del Milan che sigla a porta vuota. Per lui è la rete numero quattordici in nazionale, ristabilita la parità. Destro piazzato di Rafa Silva che trova la facile parata di Fabianski. Scarpata di Andrè Silva sul naso di Glik, giallo per il centravanti. Il Portogallo inizia a spingere con convinzione, soffre la Polonia. Rafa Silva! Grande controllo sul passaggio di Ruben Neves, l’attaccante supera con lo stop Fabianski e la mette dentro, grandissimo gol. Termina senza recupero la prima frazione. (agg. Umberto Tessier)

LA SBLOCCA PIATEK DI TESTA!

Inizia il match tra Polonia e Portogallo, gara valida per la Nations League. Le due compagini si trovano nello stesso girone dell’Italia, riguardo le formazioni Piatek titolare al fianco di Robert Lewandowski. Nel Portogallo André Silva a guidare l’attacco. Titolari anche il calciatore del Napoli Mario Rui e lo juventino Joao Cancelo. La Polonia batte il calcio d’inizio. Prova a colpire Piatek, conclusione facile preda di Rui Patricio. Andrè Silva ci prova di tacco sul cross di Mario Rui, palla alta. La Polonia sta puntando molto sulle palle in profondità per provare ad imbeccare Lewandowski e Piatek. Cancelo chiedeva il calcio di rigore dopo una bella discesa in area, il direttore di gara non è dello stesso avviso. Piatek! La Polonia trova il vantaggio con il colpo di testa dell’attaccante del Genoa! Uscita errata di Rui Patricio, continua il momento magico di Piatek che segna nella seconda gara in assoluto con la Polonia. (agg. Umberto Tessier)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Polonia Portogallo sta per cominciare: prima di andare a leggere le formazioni ufficiali, dobbiamo dire che la nazionale lusitana come sappiamo sarà priva di Cristiano Ronaldo: recordman per presenze (154) e gol (85), CR7 ha giocato l’ultima partita con il Portogallo agli ottavi dei Mondiali, perdendo 2-1 contro l’Uruguay, e ha segnato la sua ultima rete dieci giorni prima contro il Marocco, decisiva per la vittoria. D’accordo con Fernando Santos, l’attaccante ha deciso di non prendere parte alla Nations League per concentrarsi nel suo processo di inserimento nella Juventus, nuova sfida dopo nove anni di Real Madrid; non è un addio alla nazionale perchè più volte Ronaldo ha fatto sapere di essere comunque a disposizione, ma è un periodo di pausa visti anche i tanti impegni. Per il momento i suoi connazionali hanno dimostrato di potersela cavare anche senza di lui; vedremo se anche stasera sarà lo stesso. Dobbiamo dunque leggere insieme le formazioni ufficiali della partita e poi dare la parola allo Slaski, perchè finalmente Polonia Portogallo prende il via! POLONIA (4-4-2): 22 Fabianski; 18 Bereszynski, 15 Glik, 5 Bednarek, 3 Jedrzejczyk; 20 Zielinski, 10 Krychowiak, 14 Klich, 21 R. Kurzawa; 9 Lewandowski, 23 Piatek. Allenatore: Jerzy Brzeczek PORTOGALLO (4-3-3): 1 Rui Patricio; 2 Joao Cancelo, 3 Pepe, 6 Ruben Dias, 19 Mario Rui; 18 Ruben Neves, 14 William Carvalho, 20 Pizzi; 17 Rafa Silva, 11 André Silva, 10 Bernardo Silva. Allenatore: Fernando Santos (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La Nations League è un’esclusiva dei canali Mediaset: Polonia Portogallo sarà dunque trasmessa in diretta tvsu Canale 5 e sarà disponibile in chiaro, con il supporto del sito MediasetPlay.it con il quale si potrà seguire la partita anche in diretta streaming video, senza costi e avendo a disposizione apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone.

POLONIA PORTOGALLO, DIRETTA STREAMING SU MEDIASET.IT

L’ARBITRO

Come abbiamo già detto, Polonia Portogallo sarà diretta dal signor Carlos Del Cerro: arbitro spagnolo di 42 anni, nato a Madrid e residente ad Alcala de Henares, è affiliato alla federazione internazionale dal 2013 e quella di stasera sarà per lui l’ottava direzione stagionale. Tre gare della Liga tra cui la vittoria del Barcellona sul campo della Real Sociedad; due nei turni preliminari delle coppe europee e il 3-0 dell’Ajax contro l’Aek Atene nella fase a gironi di Champions League, ma soprattutto a Del Cerro è stata affidata la Supercoppa di Spagna, quella che i blaugrana hanno vinto per 2-1 contro il Siviglia lo scorso 12 agosto. Le cifre stagionali parlano di 21 ammonizioni e due calci di rigore assegnati, mentre deve ancora arrivare la prima espulsione; per Del Cerro questo sarà il primo incrocio in carriera con Polonia e Portogallo, per adesso infatti sono ancora poche le sue direzioni in partite che abbiano coinvolto delle nazionali. L’ultima in ordine cronologico è Arabia Saudita-Grecia, un’amichevole terminata 2-0 il 15 maggio scorso. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI INCROCI IN CAMPO

Ancora una volta in Polonia Portogallo assisteremo a svariati incroci sul campo: sono tanti i calciatori impegnati nel campionato italiano, soprattutto grazie ai polacchi che animano la nostra Serie A. Wojciech Szczesny ritrova da avversario Joao Cancelo, suo compagno alla Juventus; il terzo portiere della Polonia è Lukasz Skorupski che gioca nel Bologna, e che poco tempo fa ha incassato un gol dal connazionale Krzysztof Piatek che, come detto, è partito da dominatore con la maglia del Genoa. Per il numero 9 del Grifone “derby in famiglia” con Bartosz Bereszynski e Karol Linetty, anche loro polacchi ma impegnati con la Sampdoria nel nostro campionato; altro attaccante della Serie A italiana è naturalmente Arkadiusz Milik, che pochi giorni fa ha incrociato Cancelo in Juventus-Napoli e che per una volta sarà avversario di Mario Rui, compagno nei partenopei. Abbiamo poi gli ex: Kamil Glik ha giocato per Bari, Palermo e soprattutto Torino di cui è stato capitano, Bruno Fernandes è stato compagno per un breve periodo di Bereszynski e Linetty e con loro ha giocato il derby della Lanterna, mentre Luis Neto era difensore del Siena. Poi, André Silva: 10 gol in 40 partite con il Milan, 7 in 11 con il Siviglia e un rendimento del tutto diverso da un anno con l’altro – ma anche ovviamente in un contesto differente. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Sono tanti i precedenti di Polonia Portogallo, che si sono incrociate più di una volta in ambito di qualificazioni a Mondiali o Europei; nella fase finale di un grande torneo invece abbiamo tre sfide, ultima delle quali quella nei quarti degli Europei 2016 con le reti di Robert Lewandowski e Renato Sanches e i rigori favorevoli ai lusitani. Nella fase a gironi dei Mondiali 2002 il Portogallo si era imposto per 4-0 (ultimo successo lusitano entro i 90 o i 120 minuti, senza considerare l’episodio di cui sopra che ufficialmente va agli archivi come pareggio): tripletta di Pauleta e sigillo di Rui Costa entrato dalla panchina, ma quella nazionale sarebbe comunque stata eliminata al primo turno. Infine il 1986, e la sfida andata in scena sempre agli ottavi: finalmente troviamo una vittoria della Polonia, a sigillarla era stato Wlodzimierz Smolarek con un gol appena dopo l’ora di gioco. In generale, le ultime tre partite sono terminate in parità; l’ultima vittoria della Polonia risale all’ottobre di 12 anni fa, qualificazioni agli Europei di Austria e Svizzera con un 2-1 firmato da una doppietta da Ebi Smolek, cui aveva risposto parzialmente Nuno Gomes in pieno recupero, quando ormai non c’era più tempo. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Polonia Portogallo, che sarà diretta dall’arbitro spagnolo Carlos del Cerro, si gioca alle ore 20:45 di giovedì 11 ottobre: appuntamento allo Slaski di Chorzow per una partita che fa parte del programma della Nations League 2018. Le due nazionali sono inserite nella Lega A, quella principale, e rientrano nel gruppo C: quello dell’Italia, che domenica giocherà su questo stesso campo e andrà a caccia di una vittoria che possa migliorare la sua situazione. Molto dipenderà ovviamente dal risultato che maturerà questa sera: il Portogallo ha la grande possibilità di staccare la concorrenza e porre una seria ipoteca sulla vittoria del girone, mentre la Polonia può rimettersi in corsa e arrivare alla sfida contro gli azzurri con il primo posto, avendo totalmente cambiato le carte in tavola.

RISULTATI E PRECEDENTI

Trattandosi di un girone da tre nazionali, il minimo passo falso può costare caro; la Polonia però è riuscita a pareggiare a Bologna e, se dovesse confermare il fattore campo e vincere oggi, avrebbe preso un vantaggio minimo sul Portogallo che a metà novembre dovrà andare a San Siro. Certo non c’è ancora nulla di definito e gli equilibri sono davvero sottili; per contro, la nazionale lusitana sa che aprire la sua Nations League con due vittorie sarebbe ottimo soprattutto dal punto di vista psicologico, e soprattutto un successo in trasferta potrebbe sparigliare le carte. Terminata questa sfida, al Portogallo mancheranno ancora due partite e così anche alla Polonia; l’obiettivo degli est europei è quello ovviamente di staccare l’Italia e relegarla all’ultimo posto a parità di gare giocate, per poi far fruttare nuovamente l’effetto dello Slaski nella partita di domenica. Trattandosi di un doppio impegno, la nazionale polacca dovrà anche provare a dosare le forze mentre il Portogallo potrà concentrarsi esclusivamente sulla sfida di questa sera, mandando in campo in ogni caso la formazione migliore.

PROBABILI FORMAZIONI POLONIA PORTOGALLO

Jerzy Brzeczek, nuovo CT della Polonia, gioca con il 4-4-2: davanti a Szczesny la difesa prevede Bereszynski o Kedziora e Reca sugli esterni, mentre in mezzo la coppia è formata da Glik e Bednarek. In mediana dovrebbero agire Krychowiak e Linetty o Szymanski, spazio sulle corsie laterali al veterano Blaszczykowski e a Rafal Kurzawa, davanti ovviamente non si prescinde da Lewandowski che sarà affiancato da Milik o Piatek, autore di uno straordinario avvio di campionato con il Genoa. Il Portogallo è ancora privo di Cristiano Ronaldo: nel 4-1-4-1 di Fernando Santos la prima punta è André Silva, alle sue spalle invece ci saranno William Carvalho e Pizzi (o Renato Sanches) come centrali, con Bernardo Silva a destra e Gonçalo Guedes che insidia Bruma a sinistra. Davanti alla difesa il ballottaggio riguarda Ruben Neves e Danilo Pereira; Pepe e Ruben Dias al centro della difesa, a destra giocherà Joao Cancelo con Mario Rui favorito dall’altra parte, il portiere sarà Rui Patricio.

QUOTE E PRONOSTICO

Per Polonia Portogallo sono state fornite le quote per il pronostico: l’agenzia di scommesse Snai indica nei lusitani la nazionale favorita, ma in una partita comunque equilibrata. Differenza minima infatti tra il segno 2 per la vittoria del Portogallo (segno 2) che vale 2,60 volte la posta, e il segno 1 che identifica il successo della Polonia e ha un valore di 2,75 volte la puntata. Il vostro guadagno sul pareggio, come sempre regolato dal segno X, sarebbe invece di 3,05 volte la cifra che avrete deciso di mettere sul piatto.

I commenti dei lettori