Risultati Nations League/ Classifica aggiornata: Portogallo ok in Polonia, la Serbia vince il derby!

- Claudio Franceschini

Risultati Nations League: classifica aggiornata, il Portogallo vince in Polonia e si conferma a punteggio pieno nel girone dell’Italia. Importante successo della Serbia in Montenegro

Portogallo_Italia_festa_lapresse_2018
Diretta Portogallo Serbia (Foto LaPresse)

Il Portogallo vince anche in Polonia e avvicina la qualificazione alla Final Four della Nations League: Bernardo Silva apre le danze nel secondo tempo, il polacchi accorciano con Kuba Blaszczykowski (ma il gol sarebbe stato da annullare, visto che il pallone era precedentemente uscito) ma rischiano anche di incassare la quarta rete. Cambia poco: il Portogallo vola a 6 punti e la Polonia resta a 1, anche se con più reti rispetto all’Italia con cui a questo punto, domenica sera, si giocherà una larga fetta di salvezza. Nella Lega B Russia e Svezia sono sullo 0-0, la Lega C consegna un’incredibile vittoria della Romania che, subito il gol del pareggio al 90’, ne trova uno nel recupero per andare a vincere in Lituania. Israele riesce a rimontare la Scozia con un prezioso 2-1 e crea una situazione interessante con tre nazionali (l’altra è l’Albania) a quota 3 punti, la Serbia si impone in Montenegro con la doppietta di Aleksandar Mitrovic e stacca i “cugini” balcanici in classifica. Nella Lega D successo netto dell’Azaerbaijan sulle Far Oer, il Kosovo invece batte Malta e avvicina la possibilità della promozione, trovandosi ancora al primo posto con due punti di vantaggio. Era solo la prima parte della terza giornata: venerdì 12 ottobre si torna in campo per altre partite. (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI E CLASSIFICA NATIONS LEAGUE

INTERVALLO: PORTOGALLO IN VANTAGGIO

Il Portogallo ribalta la situazione contro la Polonia nella partita di Nations League: all’intervallo i lusitani sono avanti per 2-1, grazie ad André Silva e Rafa Silva (con la collaborazione di Fabianski) che hanno risposto al solito Krzysztof Piatek, a segno anche con la nazionale alla sua seconda presenza e sempre più dominante in questo inizio di stagione. Un risultato che a questo punto chiude quasi del tutto le porte della semifinale di Nations League all’Italia, ma per contro aumenta quelle di salvarsi e non retrocedere in Lega B; nella quale adesso sta per iniziare Russia-Svezia, mentre in Lega C Scozia (rigore di Mulgrew), Romania (gol di Chipciu) e Serbia (Aleksandar Mitrovic dal dischetto) stanno vincendo rispettivamente in Israele, Lituania e Montenegro. Nella Lega D invece l’Azerbaijan è avanti nelle Isole Far Oer grazie alla rete di Richard Almeida, il Kosovo sta battendo Malta con Kololli. Tra poco vivremo dunque i secondi tempi di queste partite, ovviamente con riflettori accesi in particolare su Chorzow. (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIANO LE PARTITE

Stanno per iniziare le partite valide per la Nations League: in questa terza giornata è impegnata come detto anche la Scozia, che va sul campo di Israele. La nazionale britannica da tempo ha abbandonato le sue manie di grandezza, o meglio: dal 1998 non si qualifica ad un grande torneo (i Mondiali) e non ha mai superato un singolo turno di una fase finale, pur avendo a volte rose altamente competitive. In Nations League ha esordito con un 2-0 all’Albania, e può davvero puntare alla promozione in Lega B: una vittoria ad Haifa sarebbe una semi-assicurazione dovendo ancora ospitare gli israeliani e andare in Albania, cioè un cammino piuttosto agevole. Da quest’anno il Commissario Tecnico è Alex McLeish, che la Scozia l’aveva già allenata oltre dieci anni fa, ci ha giocato 77 volte senza segnare (era un difensore) e ha dedicato al suo campionato i primi sette anni da allenatore, guidando il Motherwell e soprattutto i Rangers (otto titoli) e l’Hibernian, riportato in Premier League e condotto alla semifinale della Coppa di Scozia. Oggi è chiamato al compito di essere la guida della sua nazionale: vedremo allora come andranno le cose, noi diamo subito la parola ai campi perchè finalmente queste partite di Nations League prendono il via! (agg. di Claudio Franceschini)

SVEZIA IN DIFFICOLTA’

Tra le squadre che hanno approcciato in maniera negativa la Nations League, c’è sicuramente la Svezia: bisogna sicuramente specificare e dire che gli scandinavi hanno giocato una sola partita, ma la sconfitta della Friends Arena rischia di essere una mazzata sulle ambizioni gialloblu. In vantaggio grazie ai gol di Isaac Kiese Thelin e Viktor Claesson, la Svezia si è fatta rimontare dalla Turchia: Hakan Calhanoglu ha segnato subito, Emre Akbaba si è poi trasformato nell’eroe ospite e con la doppietta tra 88’ e 92’ ha portato al trionfo la sua nazionale. Che adesso è chiamata a vincere a Kaliningrad: la Russia ha ottenuto un successo esterno a Trabzon e comanda il girone insieme alla stessa Turchia, se la Svezia dovesse perdere anche questa sera la sua posizione sarebbe compromessa o quasi. Sembra passato tanto tempo dal quarto di finale giocato ai Mondiali, e invece sono pochi mesi: gli scandinavi sono chiamati all’immediato riscatto per evitare la retrocessione nella Lega C, che certamente non sarebbe un dramma (nemmeno pensandola in vista delle qualificazioni agli Europei) ma rappresenterebbe un punto negativo in questa rivoluzione della UEFA, e un brutto modo di ripartire dopo la più che positiva esperienza in Russia. (agg. di Claudio Franceschini)

IL DERBY DEI BALCANI

Montenegro Serbia, che si gioca a Podgorica, è una sfida del gruppo 4 nella Lega C di Nations League ed è ovviamente il piatto forte della serata: possiamo agevolmente parlare di un derby, certamente non caldo come quello che oppone i serbi alla Croazia ma dai forti risvolti storici. Serbia e Montenegro infatti hanno gareggiato insieme, a livello sportivo, tra il 2003 e il 2006: sotto questa veste hanno partecipato ai Mondiali di Germania e alle qualificazioni agli Europei 2004 (obiettivo fallito), prima della disgregazione dello stato che si è separato in due tronconi. La Serbia ha avuto miglior fortuna, anche per il maggiore bacino di utenza: da quel momento ha giocato due edizioni dei Mondiali (due vittorie e quattro sconfitte, sempre eliminata al primo turno) mentre il Montenegro attende ancora la prima, storica qualificazione alla fase finale di un grande torneo. In questa Nations League entrambe sono partite con il piede giusto, e infatti guidano il girone con 4 punti: la Serbia ha ottenuto una vittoria esterna in Lituania e il pareggio contro la Romania, il Montenegro ha pareggiato a Ploiesti ma poi ha battuto i baltici. Oggi dunque si gioca una sfida fondamentale per il primo posto e la promozione in Lega B. (agg. di Claudio Franceschini)

IL GIRONE DELL’ITALIA

Tra le partite che si giocano oggi in Nations League, ovviamente spicca quella di Chorzow: Polonia e Portogallo fanno parte del girone dell’Italia e affrontano il loro secondo impegno. Il risultato che ne deriverà sarà ovviamente fondamentale anche per le sorti della nostra nazionale, che nelle prime due partite ha raccolto un solo punto e attende il prossimo impegno, domenica sempre allo Slaski: in questo momento il Portogallo si trova a punteggio pieno avendoci battuti al Da Luz (gol di André Silva), la Polonia invece ha raccolto un pareggio al Dall’Ara. Dunque, se i lusitani dovessero vincere, si renderebbero quasi irraggiungibili: per evitare la retrocessione in Lega B basterebbe un pareggio nelle ultime due giornate, se dovessero ottenere un punto a San Siro (17 novembre), l’Italia non avrebbe più la possibilità di andare a vincere il girone e si dovrebbe accontentare di giocare le qualificazioni normali. Dal nostro punto di vista, forse il risultato migliore rimane il pareggio: una vittoria polacca ci obbligherebbe a fare risultato pieno domenica, altrimenti resteremmo alle spalle di ben due nazionali con il concreto rischio di scendere di categoria. (agg. di Claudio Franceschini)

LE PARTITE DI GIOVEDì 11 OTTOBRE

La Nations League 2018-2019 prende il via giovedì 11 ottobre: si giocano le partite valide per il terzo turno del nuovo torneo organizzato dalla UEFA, diviso come sappiamo in quattro Leghe ciascuna delle quali comprende quattro gironi. Possiamo dunque andare a vedere quali siano le partite che ci attendono in questa giornata che, ricordiamo, è la terza: per la Lega A alle ore 20:45 avremo Polonia-Portogallo, un’ora più tardi Russia-Svezia si gioca alle ore 21:45 per la Lega B. La Lega C prevede, sempre alle ore 20:45, Israele-Scozia, Montenegro-Serbia e Lituania-Romania; per la Lega D spazio a Far Oer-Azerbaijan e Kosovo-Malta, anche queste alle ore 20:45. 

LA FORMULA DEL TORNEO

Poichè è passato un po’ di tempo da quando si sono giocate le prime partite, vale la pena ricordare come funziona questa Nations League: la competizione non assegna direttamente dei posti ai prossimi Europei, ma le nazionali che vinceranno i gironi della Lega A accederanno di diritto agli eventuali playoff e dunque avranno un canale preferenziale qualora dovessero fallire le qualificazioni standard, che si giocheranno il prossimo anno, e ovviamente guadagneranno punti nel ranking andando a inserirsi in gironi sulla carta più abbordabili. Inoltre, è previsto un meccanismo di promozioni e retrocessioni: significa che le prime di ciascuna Lega (ovviamente dalla B alla D) saliranno di categoria in caso di primo posto, le ultime al contrario dovranno scendere e ricominciare più o meno daccapo. Il sistema funziona sostanzialmente come la Coppa Davis, ovvero con continui cambi di scenario: questo per garantire una sorta di mutamento di anno in anno, anche se naturalmente le nazionali più forti sono destinate a rimanere nella Lega A. Al momento la Nations League è ancora in fase di “studio”: accolta in maniera se vogliamo tiepida dagli appassionati, potrebbe variare nel corso delle stagioni ed è comunque un sistema per evitare quelle amichevoli di poco conto che riempivano il calendario internazionale, e che molte federazioni utilizzavano per aumentare i punti nel ranking. 

RISULTATI E CLASSIFICA NATIONS LEAGUE

LEGA A

RISULTATO FINALE Polonia-Portogallo 2-3 – 18′ Piatek (Pol), 32′ André Silva (Por), 42′ Rafa Silva (Por), 52′ Bernardo Silva (Por), 77′ Blaszczykowski (Pol)

CLASSIFICA GRUPPO 3: Portogallo 6, Polonia 1, Italia 1

 

LEGA B

RISULTATO FINALE Russia-Svezia 0-0

CLASSIFICA GRUPPO 2: Russia 4, Turchia 3, Svezia 1

 

LEGA C

RISULTATO FINALE Israele-Scozia 2-1 – 25′ rig. Mulgrew (S), 52′ Peretz (I), 75′ aut. Tierney (I)

RISULTATO FINALE Montenegro-Serbia 0-2 – 18′ rig. A. Mitrovic, 81′ A. Mitrovic

RISULTATO FINALE Lituania-Romania 1-2 – 13′ Chipciu (R), 90′ Zulpa (L), 94′ Maxim

CLASSIFICA GRUPPO 1: Israele 3, Scozia 3, Albania 3

CLASSIFICA GRUPPO 4: Serbia 7, Romania 5, Montenegro 4, Lituania 0

 

LEGA D

RISULTATO FINALE Far Oer-Azerbaijan 0-3 – 28′ Richard Almeida, 67′ Nazarov, 86′ rig. Richard Almeida

RISULTATO FINALE Kosovo-Malta 3-1 – 30′ Kololli (K), 51′ Agius (M), 68′ Muriqi (K), 81′ Kololli (K)

CLASSIFICA GRUPPO 3: Kosovo 7, Azerbaijan 5, Far Oer 3, Malta 1

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori