RISULTATI NATIONS LEAGUE/ Classifica aggiornata: l’Inghilterra passa a Siviglia! Colpi di Svizzera e Finlandia

- Mauro Mantegazza

Risultati Nations League: classifica aggiornata, incredibile ko interno della Spagna che cede all’Inghilterra e mette in discussione la qualificazione alla Final Four, ok Bosnia e Finlandia

Koke_Diego_Costa_Spagna_gol_lapresse_2018
Diretta Spagna Marocco - LaPresse

La Spagna cade a Siviglia nella quarta giornata di Uefa Nations League: nello stadio del Betis le Furie Rosse cedono 2-3 all’Inghilterra e rimettono in discussione il primato del gruppo 4. I gol di Paco Alcacer (ancora devastante, a segno al primo pallone toccato e sempre più simile a un moderno Re Mida in questa stagione) e Sergio Ramos (in pieno recupero) servono solo a rendere meno amara una sconfitta che mancava dagli Europei 2016, e che adesso fa arrivare l’Inghilterra a due lunghezze dal primo posto, con le Furie Rosse che dovranno giocare in Croazia e i tre leoni che invece ospiteranno i balcanici. L’altro girone di Lega A porta la Svizzera all’aggancio al Belgio: a Reykjavik decidono Seferovic e Lang, tardiva la marcatura di Finnbogason per un’Islanda che perde ancora ed è condannata alla retrocessione. Nella Lega B la Bosnia fa il passo decisivo verso la promozione piegando l’Irlanda del Nord con la doppietta di Edin Dzeko; in Lega C la Finlandia è a centimetri dal salto di categoria con il 2-0 sulla Grecia, mentre l’Ungheria getta via una grande occasione facendosi rimontare dall’Estonia che fino a qui non aveva ottenuto un singolo punto, e riuscendo se non altro a pareggiare evitando di farsi raggiungere e rischiare la retrocessione. Nella Lega D stecca la Bielorussia, che pareggia in casa contro la Moldavia: grazie al 3-0 su San Marino (ancora a segno i soliti noti Turpel e Sinani), il Lussemburgo opera il sorpasso in classifica e si avvicina a quella che sarebbe una storica promozione nella Lega superiore. (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI E CLASSIFICA NATIONS LEAGUE

TONFO SPAGNOLO ALL’INTERVALLO

Clamoroso a Siviglia nella quarta giornata della Uefa Nations League: l’Inghilterra è in vantaggio per 3-0 contro la Spagna, e riapre il discorso nel gruppo 4. A segno Raheem Sterling con una doppietta, con in mezzo il sigillo di Marcus Rashford: Furie Rosse irriconoscibili rispetto a quelle che avevano dominato contro la Croazia, e che ora rischiano di dover mollare il primo posto e la qualificazione alla Final Four. E’ pareggio senza reti nell’altra partita della Lega A, quella tra Islanda e Svizzera; con un gol di Edin Dzeko, sempre lui, la Bosnia è in vantaggio sull’Irlanda del Nord nella Lega B mentre per la Lega C è 1-1 tra Estonia e Ungheria, ancora senza reti la sfida di Tampere tra Finlandia e Grecia. Nella Lega D infine il Lussemburgo prosegue il suo strepitoso percorso e, grazie al vantaggio di misura contro San Marino, vede la promozione nella Lega superiore; reti bianche a Minsk, dove la Bielorussia non sta riuscendo ad avere ragione della Moldavia. Tra poco vedremo come andranno a finire queste partite. (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIANO LE PARTITE

Tutto è pronto per dare il via a una ricchissima serata di calcio, con tutte le partite della Uefa Nations League che prevedono il fischio d’inizio fra pochi minuti, cioè alle ore 20.45. Adesso potremmo concentrare la nostra attenzione sulla partita di Serie B a Sarajevo tra la Bosnia e l’Irlanda del Nord, due squadre che vivono situazioni praticamente opposte, con gli slavi al comando della classifica del girone 3 a quota 6 punti, mentre l’Irlanda del Nord è tristemente ultima non avendo ancora conquistato nemmeno un punto. La Bosnia è dunque la logica favorita per questa partita, che di fatto varrebbe per i padroni di casa l’ipoteca sulla promozione in Serie A, mentre spingerebbe sempre di più i britannici sull’orlo della retrocessione. Andrà davvero così oppure l’Irlanda del Nord saprà firmare un risultato a sorpresa? Per scoprire l’esito di questa e anche di tutte le altre partite, diamo allora subito la parola ai campi! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TENTATIVO DI FUGA

Risalendo verso le fasce più nobili, ecco che oggi per la Serie C della Uefa Nations League sono in programma Finlandia-Grecia ed Estonia-Ungheria, cioè le due partite del girone 2 della terza fascia di merito della neonata competizione europea. Si tratterà di una sorta di doppio scontro diretto: Finlandia Grecia per la promozione in B ed Estonia-Ungheria per evitare la retrocessione in D. Se infatti gli estoni sono ancora fermi a quota zero e l’Ungheria vanta 3 punti in classifica, ecco che la Finlandia prima a quota 9 punti ospiterà a Tampere la Grecia, che è seconda con 6 punti. Una eventuale vittoria della Finlandia porterebbe i nordici a quota 12 punti e di fatto chiuderebbe i giochi, mentre la Grecia ha la grande occasione per provare a ribaltare i rapporti di forza. L’Estonia invece è all’ultima spiaggia e proverà ad inguaiare l’Ungheria, che d’altro canto avrà l’occasione quanto meno per blindare la salvezza. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

FOCUS SULLA LEGA D

Il lunedì della Uefa Nations League sarà caratterizzato anche da due partite nella Serie D, l’ultima fascia del nuovo torneo continentale. L’appuntamento è con le due partite del girone 2, cioè Lussemburgo-San Marino e Bielorussia-Moldavia. Avremo dunque i duelli fra due delle più piccole Nazioni europee e poi un derby ex sovietico, turno sulla carta favorevole alle due squadre che giocheranno in casa, che sono anche le prime due della classifica di questo gruppo. La Bielorussia infatti guida con 7 punti davanti al Lussemburgo che ha 6 punti, chiudono la Moldavia a quota 4 e San Marino che purtroppo non riesce a schiodarsi dallo zero neppure con le altre piccole nazioni d’Europa. Potrebbe dunque definirsi un duello al vertice fra Bielorussia e Lussemburgo, che poi giocherebbero il primo posto nelle partite in programma a novembre, facendo i complimenti soprattutto al Lussemburgo, che comunque da diverso tempo manifesta segnali di crescita, come il pareggio imposto alla Francia un anno fa e la qualificazione del Dudelange alla fase a gironi della Europa League. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE PARTITE DI LUNEDì 15 OTTOBRE

Oggi lunedì 15 ottobre sarà una nuova giornata in compagnia della Uefa Nations League, la nuova competizione europea per nazionali voluta dalla Uefa per rendere più vivace il biennio di avvicinamento agli Europei, assegnando un trofeo anche nell’anno dispari, aumentando le sfide fra le big raggruppate nella Serie A e riducendo il numero di partite poco interessanti. Ricordiamo allora tutte le sfide in programma oggi, con la doverosa annotazione che avranno tutte il fischio d’inizio alle ore 20.45, dal momento che siamo in un giorno lavorativo: la Lega A prevede Islanda-Svizzera e Spagna-Inghilterra, mentre per la Lega B si gioca una sola partita e per la precisione Bosnia-Irlanda del Nord, la Lega C invece ha in programma due partite, cioè Finlandia-Grecia ed Estonia-Ungheria; infine nella Lega D avremo Lussemburgo-San Marino e Bielorussia-Moldavia. Per tutte le nazionali in campo l’imperativo è lo stesso: provare a vincere il girone, così da garantirsi la promozione in una lega superiore (oppure l’accesso alla Final Four per il titolo nella Lega A), oppure almeno evitare l’ultimo posto per non retrocedere nella categoria inferiore in questa sorta di “campionato” europeo per le nazionali del Vecchio Continente.

IL BIG MATCH

La partita più attesa sarà naturalmente una delle due previste nella Lega A, quella in programma allo stadio Benito Villamarin di Siviglia fra i padroni di casa della Spagna e l’Inghilterra, partita ben più nobile dell’altra nella massima serie, cioè Islanda-Svizzera. La Spagna, che è ripartita con il nuovo commissario tecnico Luis Enrique dopo il deludente Mondiale in Russia, lo ha fatto con il piede giusto, dal momento che gli iberici hanno vinto fin qui entrambe le partite disputate in Nations League, andando anche ad espugnare Wembley. Situazione opposta per l’Inghilterra di Gareth Southgate che, dopo la semifinale raggiunta nel torneo iridato (secondo miglior risultato di sempre dopo la vittoria casalinga del 1966, come l’altro quarto posto del 1990), rischia invece la retrocessione in questo piccolo girone di ferro che comprende oltre a Spagna e Inghilterra anche i vice-campioni del Mondo della Croazia, che sono appaiati ai britannici con un solo punto. Al di là delle esigenze di classifica, le aspettative di tutti gli appassionati è quella di vivere una bella serata di calcio, favorita appunto dagli incontri fra le big europee che sono aumentate con l’introduzione della Nations League.

RISULTATI NATIONS LEAGUE E CLASSIFICHE

Lega A

RISULTATO FINALE Islanda-Svizzera 1-2 – 52′ Seferovic (S), 67′ M. Lang (S), 81′ Finnbogason (I)

RISULTATO FINALE Spagna-Inghilterra 2-3 – 16′ Sterling (I), 30′ Rashford (I), 38′ Sterling (I), 58′ Paco Alcacer (S), 97′ Sergio Ramos (S)

Classifica girone 2: Belgio 6; Svizzera 6; Islanda 0.

Classifica girone 4: Spagna 6; Inghilterra 4; Croazia 1.

Lega B

RISULTATO FINALE Bosnia-Irlanda del Nord 2-0 – 27′ Dzeko, 73′ Dzeko

Classifica girone 3: Bosnia 9; Austria 3; Irlanda del Nord 0.

Lega C

RISULTATO FINALE Finlandia-Grecia 2-0 – 46′ Soiri, 89′ G. Kamara

RISULTATO FINALE Estonia-Ungheria 3-3 – 20′ Luts (E), 24′ Nagy (U), 54′ Szalai (U), 70′ Pikk (E), 79′ Anier (E), 81′ Szalai (U)

Classifica girone 2: Finlandia 12; Grecia 6; Ungheria 4; Estonia 1. 

Lega D

RISULTATO FINALE Lussemburgo-San Marino 3-0 – 4′ Turpel, 65′ Sinani, 73′ Thil

RISULTATO FINALE Bielorussia-Moldavia 0-0

Classifica girone 2: Lussemburgo 9; Bielorussia 8; Moldavia 5; San Marino 0.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori