Diretta/ Spagna-Inghilterra (risultato finale 2-3) streaming video e tv: segna anche Ramos ma non basta!

- Mauro Mantegazza

Diretta Spagna Inghilterra streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita di Uefa Nations League (oggi lunedì 15 ottobre)

Lingard_Thiago_Inghilterra_Spagna_lapresse_2018
Diretta Inghilterra Spagna, Nations League (Foto LaPresse)

DIRETTA SPAGNA-INGHILTERRA (RISULTATO FINALE 2-3): SEGNA ANCHE RAMOS MA NON BASTA!

L’Inghilterra espugna il Villamarin di Siviglia battendo la Spagna per 3 a 2, un successo importantissimo per la nazionale di Gareth Southgate che stacca la Croazia e si avvicina alle Furie Rosse nella classifica del gruppo 4 (Lega A) della Nations League. Tanti rimpianti per il ct Luis Enrique che stanotte faticherà a prendere sonno, chiedendosi perché non abbia fatto giocare dal primo minuto Paco Alcacer che sta facendo fuoco e fiamme con la maglia del Borussia Dortmund e anche stasera è stato senz’ombra di dubbio tra i migliori nelle fila degli iberici. All’80’ il numero 9 spagnolo cerca la doppietta con un destro a giro da distanza siderale, Pickford questa volta fa la cosa giusta e ci mette una pezza. Quattro minuti più tardi Asensio libera il sinistro, conclusione che si rivela imprecisa con la palla che si spegne oltre la linea di fondo. Nel maxi-recupero (ben 7 minuti concessi dal direttore di gara per le tante interruzioni che hanno caratterizzato questo secondo tempo) i sudditi di Sua Maestà stringono i denti pensando solamente a difendere il risultato fino al triplice fischio che arriva allo scadere del 97′, dopo la traversa colpita da Marcos Alonso e il gol di Sergio Ramos che riduce ulteriormente il passivo ma non basta per evitare il KO. {agg. di Stefano Belli}

PACO ALCACER ACCORCIA LE DISTANZE

A un quarto d’ora dal novantesimo il punteggio di Spagna-Inghilterra vede la formazione di Southgate condurre per 3 a 1: se non altro le Furie Rosse sono riuscite a trovare almeno il gol della bandiera con il nuovo entrato Paco Alcacer che al primo pallone toccato riesce a fare quello che non era riuscito ai suoi compagni di squadra: gonfiare la rete. Dopo il tentativo di Saul Niguez il cui sinistro si è rivelato troppo centrale per impensierire Pickford, al 58′ l’undici di Luis Enrique accorcia le distanze e per poco non riapre la partita quando, al 63′, Pickford si complica incredibilmente la vita da solo litigando con il pallone sul quale Rodrigo si avventa come un avvoltoio. L’estremo difensore prova a disturbarlo e gli spagnoli chiedono a gran voce il calcio di rigore, l’arbitro Marciniak gli concede solamente il corner mandandoli su tutte le furie. Poteva essere l’episodio che avrebbe rimesso tutto in discussione, invece i sudditi di Sua Maestà si salvano rimanendo in vantaggio di due gol. {agg. di Stefano Belli}

ESTERNO DELLA RETE PER ASENSIO

È ricominciato dopo l’intervallo il match valevole per la quarta giornata del gruppo 4 (Lega A) di Nations League tra Spagna e Inghilterra, al decimo del secondo tempo il punteggio vede la nazionale di Southgate sempre avanti per 3 a 0. In questo inizio di ripresa le Furie Rosse non sono riuscite ad accorciare le distanze anche se al 50′ Asensio ha sfiorato il gol scuotendo l’esterno della rete, decisiva la deviazione di Joe Gomez che impedisce al pallone di entrare in porta. Dall’altra parte Bale non è riuscito a rimetterla in mezzo, il suo cross è stato infatti intercettato da De Gea che è uscito dai pali con i tempi giusti. Inghilterra in gestione, forte del triplo vantaggio maturato nella prima frazione di gioco, agli uomini di Luis Enrique serve un miracolo per riaprire la contesa. {agg. di Stefano Belli}

STERLING CALA IL TRIS!

Intervallo al Villamarin di Siviglia dove si è appena concluso il primo tempo di Spagna-Inghilterra, le squadre vanno al riposo sul parziale di 3 a 0 in favore della nazionale di Southgate. Un risultato clamoroso quello che sta maturando sul terreno di gioco, in difesa gli uomini di Luis Enrique sono semplicemente sbarazzanti e concedono praterie agli avversari che non si fanno pregare e al 38′ calano il tris con Sterling che segna a pochi centimetri da De Gea, praticamente l’attaccante del Manchester City è entrato in porta con tutto il pallone al termine dell’ennesima azione tamburellante dei sudditi di Sua Maestà. KO tecnico per le Furie Rosse che continuano a sbandare pericolosamente nella loro trequarti e rischiano addirittura lo 0-4, dominio totale degli inglesi protagonisti invece di un match perfetto. {agg. di Stefano Belli}

STERLING E RASHFORD LASCIANO IL SEGNO!

Alla mezz’ora del primo tempo è cambiato il parziale tra Spagna e Inghilterra con la nazionale di Southgate in vantaggio per 2 a 0. Nonostante l’ottimo inizio delle Furie Rosse sono stati i sudditi di Sua Maestà a sbloccare la contesa grazie a un contropiede da manuale: Kane apre per Rashford che inventa un assist perfetto per Sterling che ha tutto il tempo di guardare negli occhi De Gea, prendere la mira e far partire un destro imprendibile, palla sotto l’incrocio dei pali e ospiti in vantaggio. Gli uomini di Luis Enrique provano a reagire e a riordinare le idee, poco prima del trentesimo però arriva il raddoppio degli inglesi: la Spagna si fa trovare nuovamente scoperta in difesa e stavolta è Rashford in prima persona a gonfiare la rete. Per gli iberici si fa durissima. {agg. di Stefano Belli}

MARCOS ALONSO IMPEGNA PICKFORD

Al Villamarin di Siviglia l’arbitro Marciniak ha dato il via alla sfida tra Spagna e Inghilterra che si sfidano nella quarta giornata del gruppo 4 (Lega A) di Nations League, al decimo del primo tempo il parziale è fermo sullo 0-0. Obiettivi diversi per le due nazionali: le Furie Rosse puntano a blindare definitivamente il primato e l’accesso alla final four, i sudditi di Sua Maestà sono obbligati a vincere per non giocarsi la retrocessione con la Croazia nello scontro diretto in programma il prossimo novembre. I padroni di casa si rendono pericolosi al 4′ con òa conclusione di Thiago Alcantara che viene chiuso in calcio d’angolo, gli spagnoli assediano subito l’area di rigore avversaria e Pickford deve timbrare immediatamente il cartellino per mantenere inviolata la propria porta e negare il gol a Marcos Alonso. Gli uomini di Southgate provano a distendersi ma commettono troppi errori durante la fase di impostazione, regalando un mucchio di palloni all’undici di Luis Enrique. {agg. di Stefano Belli}

FORMAZIONI UFFICIALI!

Tutto è pronto per Spagna Inghilterra: l’affascinante partita della Uefa Nations League ci terrà compagnia fra pochi minuti dallo stadio Benito Villamarín di Siviglia, che normalmente è sede delle partite casalinghe del Betis. Parliamo di uno stadio ricco di fascino e storia, essendo stato inaugurato nel 1929: nel 1982 fu intitolato all’ex presidente del Betis, in seguito vi sono state altre ristrutturazioni tanto che adesso è diventato più capiente dell’altro stadio cittadino, il Ramon Sanchez Pizjuan dei cugini del Siviglia. Al Villamarin furono disputate anche due partite delle fasi a gironi dei Mondiali di Spagna 1982. Pesa invece il dubbio di una combine su Spagna Malta, valida per le qualificazioni all’europeo 1984 e vinta per 12-1 dagli spagnoli, che proprio grazie a questo punteggio clamoroso riuscirono a qualificarsi per la fase finale a danno dei Paesi Bassi per il maggior numero di reti fatte. Adesso però c’è un’altra storia da scrivere: leggiamo le formazioni ufficiali di Spagna Inghilterra, poi la parola passerà al campo! SPAGNA (4-3-3): 1 De Gea; 2 Jonny Castro, 4 Nacho, 15 Sergio Ramos, 12 Marcos Alonso; 10 Thiago Alcantara, 5 Sergio Busquets, 6 Saul Niguez; 17 Iago Aspas, 19 Rodrigo, 20 Asensio. Allenatore: Luis Enrique INGHILTERRA (4-3-1-2): 1 Pickford; 2 Trippier, 6 Maguire, 5 J. Gomez, 3 Chilwell; 7 Barkley, 4 E. Dier, 8 Winks; 10 Sterling; 11 Rashford, 9 Kane. Allenatore: Gareth Southghate (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

Spagna Inghilterra, big-match della serata di Nations League, sarà trasmessa in diretta tv su Italia 1, dal momento che Mediaset trasmette in chiaro per tutti le principali partite (Italia esclusa) della nuova competizione europea. Di conseguenza sarà disponibile anche una diretta streaming video tramite Mediaset Play. Alti importanti riferimenti saranno comunque il sito della Uefa, oltre a siti e profili social ufficiali delle Federazioni calcistiche di Spagna e Inghilterra.

LA SITUAZIONE NEL GIRONE

Spagna Inghilterra potrebbe già sancire la qualificazione dei padroni di casa alla Final Four della prima edizione della Uefa Nations League. Infatti il girone 4 è stato finora dominato dalla Spagna, che ha ottenuto due vittorie in altrettante partite giocate e di conseguenza naturalmente 6 punti in classifica grazie al colpaccio per 1-2 a Wembley di sabato 8 settembre, firmato dai gol di Saul e Rodrigo (per l’Inghilterra fu inutile il gol dell’iniziale vantaggio di Rashford) e poi il clamoroso 6-0 inflitto alla Croazia tre giorni dopo ad Elche con le reti segnate da Saul, Asensio, Rodrigo, Sergio Ramos, Isco più un’autorete di Kalinic. L’Inghilterra invece ha ottenuto un solo punto, quello conquistato venerdì sera grazie al pareggio per 0-0 in casa della Croazia, primo punticino in classifica anche per gli slavi vice-campioni del Mondo. Insomma, l’unica contesa che rischia di rimanere aperta è quella tra Inghilterra e Croazia per evitare la retrocessione in Serie B… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I TESTA A TESTA

Spagna Inghilterra è naturalmente una partita che vanta un ampio numero di precedenti, per la precisione 26 partite sono già state disputate fra queste due Nazionali, con un bilancio leggermente favorevole all’Inghilterra che vanta infatti 12 vittorie a fronte dei 10 successi per la Spagna, mentre i pareggi sono stati appena quattro. Inglesi in vantaggio anche per quanto riguarda il numero dei gol segnati, 42 contro 30. Desta però impressione il fatto che l’ultimo incontro ufficiale tra Spagna e Inghilterra prima del match d’andata di questa Nations League (1-2 Spagna l’8 settembre) risalga addirittura a 22 anni fa, cioè ai quarti di finale degli Europei 1996, ospitati dall’Inghilterra. Il 22 giugno 1996 i padroni di casa ebbero la meglio sulla Spagna, ma solamente dopo i calci di rigore, dal momento che 120 minuti non erano bastati per sbloccare lo 0-0. Dal dischetto furono decisivi gli errori di Fernando Hierro e Miguel Angel Nadal, che condannarono la Spagna all’eliminazione. Ai Mondiali si contano due sfide: vittoria per la Spagna per 1-0 nel 1950 e pareggio per 0-0 nel 1982, nell’edizione organizzata dagli iberici. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ARBITRO

Spagna Inghilterra sarà dunque diretta dall’arbitro polacco Szymon Marciniak. Andiamo però adesso a presentare tutta la squadra arbitrale per la partita di Siviglia, che sarà logicamente per intero polacca: i guardalinee saranno Pawel Sokolnicki e Tomasz Listkiewicz, mentre come arbitri addizionali agiranno Bartosz Frankowski e Zbigniew Dobrynin, infine il signor Krzysztof Myrmus avrà le funzioni di quarto uomo. Nato il 7 gennaio 1981 a Plock, nel 2011 Szymon Marciniak ha ottenuto la qualifica di arbitro internazionale e da allora ha arbitrato – fra le altre – anche 18 partite del tabellone principale della Champions League. A livello di grandi eventi per le squadre Nazionali possiamo invece osservare che Marciniak è stato uno dei fischietti degli Europei 2016, dove ha diretto Spagna Repubblica Ceca e Islanda Austria nella fase a gironi più l’ottavo di finale tra Germania e Slovacchia, mentre quest’anno il fischietto polacco è stato uno degli arbitri dei Mondiali di Russia 2018, dove ha diretto nella fase a gironi Argentina Islanda e Germania Svezia. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Spagna Inghilterra, diretta dall’arbitro polacco Szymon Marciniak, è la partita in programma per questa sera, lunedì 15 ottobre 2018 alle ore 20.45 presso lo stadio Benito Villamarin di Siviglia, dove i padroni di casa della Spagna ospiteranno l’Inghilterra. La sfida è valida per la quarta giornata del girone 4 della Serie A della Uefa Nations League ed è sicuramente una delle partite di maggiore fascino per il nuovo torneo continentale per squadre Nazionali, creato proprio con lo scopo di aumentare le partite di cartello fra le big, che si ritrovano tutte insieme nella cosiddetta Serie A. I Mondiali 2018 hanno sorriso più all’Inghilterra, arrivata in semifinale, piuttosto che alla Spagna, che è uscita già agli ottavi, ribaltando la tradizione che vede l’Inghilterra uscire quasi sempre troppo presto dai grandi tornei internazionali – nomea che a dire il vero aveva anche la Spagna prima del tris di vittorie consecutive fra il 2008 e il 2012, due Europei e un Mondiale. L’attualità della Nations League ci dice invece che la Spagna ha 6 punti a fronte del solo punticino inglese, dunque oggi potrebbe già calare il sipario sulla lotta per il primo posto che garantisce la qualificazione alla Final Four.

PROBABILI FORMAZIONI SPAGNA INGHILTERRA

Nelle probabili formazioni di Spagna Inghilterra, per quanto riguarda i padroni di casa si può ipotizzare che il c.t. Luis Enrique punti sul 4-3-3 nel quale potrebbe trovare spazio il milanista Suso insieme alla prima punta Rodrigo e ad Asensio, mentre i veterani Sergio Ramos e Busquets saranno i perni rispettivamente della difesa e del centrocampo della Spagna. Da notare le assenze di Jordi Alba e Carvajal, i terzini saranno Azpilicueta a destra e uno fra Gayà e Marcos Alonso a sinistra. Quanto all’Inghilterra di Gareth Southgate, bisogna tenere conto che i britannici hanno giocato venerdì sera in Croazia: chissà se il c.t. confermerà il 4-3-3 schierato a sorpresa a Fiume, di certo i nomi di spicco in attacco saranno sempre Sterling e Kane, il cui apporto sarà fondamentale perché gli inglesi hanno bisogno di una vittoria se vogliono ancora sperare nella Final Four.

PRONOSTICO E QUOTE

Il fattore campo e la classifica del girone spingono il pronostico dell’agenzia di scommesse sportive Snai su Spagna Inghilterra tutto in favore degli iberici, infatti il segno 1 è quotato ad appena 1,60 volte la posta in palio. Si sale poi a 3,75 in caso di pareggio e di conseguenza di segno X, infine una vittoria esterna dell’Inghilterra (identificata naturalmente dal segno 2) premierebbe 5,25 volte la posta in palio chi avrà creduto in una vittoria della Nazionale britannica.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori