Risultati Serie B / Classifica aggiornata, diretta gol live score: il Crotone vince e risale!

- Claudio Franceschini

Risultati Serie B: classifica aggiornata, diretta gol live score degli anticipi dell'ottava giornata. Si torna a giocare dopo la sosta: il clou è al Tombolato con Cittadella-Brescia

Alfredo_Donnarumma_Brescia_gol_Spezia_lapresse_2018 Pronostico Milan Brescia (Foto LaPresse)

Vittoria molto importante per il Crotone: l’ultimo risultato del sabato dell’ottava giornata di Serie B è infatti il successo per 2-1 dei calabresi ai danni del Padova allo stadio Scida, grazie al quale gli uomini di Giovanni Stroppa sono saliti a quota 10 punti in classifica allontanandosi dai bassifondi, zona che di certo non dovrebbe riguardare una squadra come il Crotone che è una delle più accreditate di questo campionato cadetto. I calabresi sono passati in vantaggio già al 12’ minuto di gioco grazie al gol segnato da Spinelli, ma il Padova ha saputo reagire e al 64’ ha ristabilito la parità con una rete di Bonazzoli. Il pareggio però è durato poco, perché il Crotone è tornato avanti al 76’ grazie al gol segnato da Firenze, che ha dato al Crotone una vittoria davvero fondamentale, mentre il Padova resta fermo a quota 6 e non se la passa molto bene. La Serie B tornerà protagonista domani con tre partite: appuntamento alle ore 15.00 con Salernitana Perugia e Venezia Verona, mentre alle ore 21.00 sarà la volta di Lecce Palermo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

RISULTATI E CLASSIFICA SERIE B

I FINALI DEL POMERIGGIO

Due vittorie in casa, ma non per la squadra che aveva due gol di vantaggio dopo il primo tempo: risultati interessanti dalle tre partite dell’ottava giornata di Serie B che si sono disputate oggi pomeriggio. Rimpianti per il Cittadella, che dopo essere andata al riposo in vantaggio di due gol, si è fatta riprendere sul 2-2 dal Brescia grazie a una doppietta di Morosini. Vittorie casalinghe invece per Cosenza e Ascoli: i calabresi vincono 2-0 sul Foggia grazie alla doppietta segnata da Tutino, mentre il gol di Cavion dopo un quarto d’ora della ripresa ha dato il successo ai marchigiani nella partita contro il Carpi. In classifica movimenti significativi soprattutto nelle parti basse: per Cosenza e Ascoli arrivano tre punti decisamente pesanti, mentre gli stop pesano su Carpi e Foggia, pur senza dimenticare che i pugliesi senza gli otto punti di penalizzazione sarebbero ben più in alto. Il sabato della Serie B però non è ancora finito: alle ore 18.00 sarà infatti il momento di Crotone Padova. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INTERVALLO

Risultati già interessanti al termine dei primi tempi delle tre partite di Serie B che si stanno disputando oggi pomeriggio: l’unica che è ancora ferma sullo 0-0 è Ascoli Carpi, match nel quale la posta in palio si annuncia già molto pesante dal momento che in classifica queste due squadre non se la stanno passando molto bene. Per il resto domina il fattore campo, in particolare a Cittadella dove i padroni di casa veneti sono già in vantaggio per 2-0 sul Brescia, grazie al gol segnato da Finotto e alla successiva autorete di Cistana, per cui è complicata la situazione delle Rondinelle lombarde. Situazione più aperta a Cosenza, dove comunque i padroni di casa sono in vantaggio per 1-0 contro il Foggia grazie alla rete segnata da Tutino sugli sviluppi di un calcio di rigore sbagliato da Maniero. Questi sarebbero tre punti molto pesanti per il Cosenza, ma naturalmente c’è ancora tutto un secondo tempo da vivere prima di emettere i verdetti su queste partite. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Stanno per iniziare le prime tre partite del sabato dedicato alla Serie B: come abbiamo già riferito il Cosenza, che oggi se la vede con il Foggia, va ancora alla ricerca della prima vittoria in campionato ed è una delle due squadre ancora a zero in questa casella, insieme al Livorno ultimo in classifica. Sul campo i lupi hanno perso soltanto due volte: a Cittadella e Cremona, visto che la terza sconfitta è arrivata a tavolino per l’inagibilità del San Vito, che ha impedito di giocare contro il Verona. Per il resto il Cosenza ha raccolto pareggi contro Ascoli, Livorno, Perugia e Carpi: tutte queste partite sono terminate con il risultato di 1-1 e sono proprio quattro i gol realizzati dai calabresi, che hanno anche il peggior attacco del campionato e hanno incassato 8 reti (11 se contiamo quelle “d’ufficio”, che però in teoria non fanno statistica). Vedremo dunque se oggi arriverà il riscatto: questa partita contro un Foggia in grande spolvero non sarà affatto semplice, ma potrebbe essere l’ideale per ripartire di slancio. Mettiamoci allora comodi e diamo la parola al campo, perché finalmente è arrivato il momento di assistere a queste partite di Serie B! (agg. di Claudio Franceschini)

IL FOGGIA IN CRESCITA

Con tre vittorie consecutive, il Foggia è la squadra del momento in Serie B: la formazione pugliese, partita con otto punti di penalizzazione, deve naturalmente correre più delle altre e a oggi lo sta facendo davvero bene. Certo si trova comunque ancora in zona playout, ma in una classifica al netto del -8 sarebbe già terzo: come già lo scorso anno non ha troppo equilibrio tra attacco e difesa, visto che ha più gol fatti e subiti delle altre squadre di Serie B. Dopo aver perso di misura a Pescara, la squadra di Gianluca Grassadonia sembra aver cambiato passo: sono arrivate infatti tre vittorie consecutive, raccolte contro Padova, Benevento e Ascoli. La squadra rossonera sta dunque volando, forte anche del fatto di avere appunto una fase offensiva devastante; purtroppo i frutti di questo lavoro si vedranno solo più avanti e questo in qualche modo potrebbe frenare la rincorsa del Foggia, che oggi ha una bella occasione per fare un ulteriore passo avanti giocando sul campo del Cosenza, penultimo in classifica e ancora senza vittorie. (agg. di Claudio Franceschini)

L’INCROCIO SPECIALE

Il grande protagonista nell’ottava giornata di Serie B è sicuramente Fabrizio Castori: per lui una partita speciale, ascolano e impegnato al Del Duca contro la squadra della sua città. Tornato a guidare il Carpi dopo l’esonero di Marcello Chezzi, Castori ha portato gli emiliani a una storica promozione in Serie A e li ha quasi salvati l’anno seguente; ha allenato tante squadre e si è affermato soprattutto a Cesena, anni in cui aveva anche ricevuto una pesante squalifica. Il suo cuore però rimane certamente ad Ascoli: i bianconeri li ha allenati soltanto una volta, cioè nel 2010 quando la squadra era in Serie B e lui era stato chiamato a sostituire Elio Gustinetti. In pochi pensavano che potesse salvarsi, e invece Castori aveva centrato 50 punti e la permanenza in categoria. Naturalmente era stato confermato, ma aveva comunque subito l’esonero: a dicembre i marchigiani erano ultimi in classifica anche a causa di 10 punti di penalizzazione. (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI SERIE B

Il campionato di Serie B 2018-2019 torna dopo la sosta per le nazionali: la grande novità della stagione è che anche il campionato cadetto si ferma a differenza di quanto accadeva negli anni scorsi, e dunque dopo due settimane le squadre tornano a giocare. Inaugurata dall’anticipo di alta quota Spezia-Pescara vinto dagli abruzzesi, l’ottava giornata come sempre prosegue con le quattro partite del sabato: nella giornata del 20 ottobre dunque si comincia alle ore 15:00 e le tre gare in programma sono Ascoli-Carpi, Cittadella-Brescia e Cosenza-Foggia. Alle ore 18:00 spazio invece a Crotone-Padova; le emozioni del torneo cadetto naturalmente torneranno a farci visita domenica, per poi chiudere lunedì 22 ottobre con il consueto Monday Night che sarà Benevento-Livorno.

LA SITUAZIONE

La curiosità legata alle partite del sabato è che riguardano squadre che al momento sono fuori dalla zona playoff: si parte infatti dal Brescia, nono in classifica pur con gli stessi punti del Benevento, e si arriva al Cosenza che occupa la penultima posizione, con due punti in più del fanalino di coda Livorno che però ha anche giocato una partita in meno. Dunque saranno sfide che valgono punti importanti per non perdere ulteriore terreno; se la stagione finisse oggi il Carpi e il Foggia dovrebbero affrontarsi nel playout per non retrocedere, il Cosenza sarebbe appunto destinato alla Serie C dopo un solo anno mentre Brescia, Cittadella, Crotone, Padova e Ascoli sarebbero salve, ma il fatto di non arrivare ai playoff sarebbe visto come una delusione per almeno due di loro, volendo anche tre perché le rondinelle hanno costruito una squadra con il chiaro intento di raggiungere la post season. Fa eccezione in questo discorso il Foggia: per punti raccolti sul campo sarebbe addirittura terzo, purtroppo la penalizzazione c’è e, sperando che magari venga ridotta in seguito, i satanelli devono farci i conti, provando dunque a fare il salto di qualità definitivo per entrare nelle prime otto (obiettivo soltanto sfiorato lo scorso anno).

RISULTATI SERIE B E CLASSIFICA

FINALE Ascoli-Carpi 1-0 – 60′ Cavion (A)

FINALE Cittadella-Brescia 2-2 – 13′ Finotto (C), 36′ aut. Cistana (B), 50′ Morosini (B), 69′ Morosini (B)

FINALE Cosenza-Foggia 2-0 – 34′ Tutino (C), 74′ Tutino (C)

FINALE Crotone-Padova 2-1 – 13′ Spinelli (C), 64′ Bonazzoli (P), 76′ Firenze (C)

 

CLASSIFICA SERIE B

Pescara 18

Verona 13

Lecce, Spezia 12

Palermo*, Cremonese, Brescia, Cittadella* 11

Salernitana, Benevento*, Crotone 10

Ascoli* 9

Perugia* 8

Cosenza 7

Padova 6

Carpi 5

Foggia (-8), Venezia* 4

Livorno* 2

* hanno già riposato





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Serie B

Ultime notizie