Diretta/ Carpi-Cosenza (risultato finale 1-1) streaming video Dazn: Baez pareggia i conti in extremis

- Claudio Franceschini

Diretta Carpi Cosenza, info streaming video Dazn: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita del Cabassi, valida per la settima giornata del campionato di Serie B

Maniero_Cosenza_Perugia_tiro_lapresse_2018
Video Cosenza Spezia (Foto LaPresse)

DIRETTA CARPI-COSENZA (RISULTATO FINALE 1-1): BAEZ PAREGGIA I CONTI IN EXTREMIS

Grande beffa per il Carpi che proprio in extremis viene raggiunto dal Cosenza che evita così il quarto KO in campionato: al Cabassi finisce 1-1 con la squadra di Castori che non riesce così ad allontanarsi dalle ultime posizioni della classifica mentre quella di Braglia rinvia per la settima volta l’appuntamento con la prima vittoria. Nelle battute conclusive del match i silani le hanno tentate tutte per evitare il quarto KO stagionale, la porta di Colombi (aiutato anche da un pizzico di fortuna) sembrava stregata. Tra il 78′ e l’81’ ci hanno provato Dermaku e Mungo, un salvataggio sulla linea ha negato il gol al primo mentre una deviazione ha impedito al secondo di gonfiare la rete. Ospiti che hanno protestato per un presunto intervento falloso in area di Poli su Garritano, giudicato però regolare dal direttore di gara. Tuttavia a ridosso del novantesimo Baez fa partire un cross che sembrava innocuo e che invece si rivela letale per Colombi, posizionato malissimo in mezzo ai pali: il pari arriva nella maniera più inaspettata e i tre punti per il Carpi sfumano quasi in dirittura d’arrivo. {agg. di Stefano Belli}

COLOMBI SALVA SU IDDA

A un quarto d’ora dal novantesimo resiste il vantaggio del Carpi sul Cosenza con la formazione di Castori sempre avanti per 1 a 0. I silani non ci stanno a perdere e si riversano in avanti alla ricerca del pareggio, dopo un primo tempo relativamente tranquillo Colombi deve compiere gli straordinari per negare il gol del pari a Idda al minuto 58, con un gran colpo di reni il portiere del Carpi si salva in corner. Nel frattempo Braglia si affida all’artiglieria pesante, dentro Tutino al posto di Di Piazza, Cosenza ancora più offensivo e padroni di casa che faticano a distendersi e ripartire. Il tutto mentre sul terreno di gioco si abbatte un autentico nubifragio che rende il campo pesante e scivoloso, la prima vittima è Di Noia che deve lasciare il campo, al suo posto entra Mbaye. Problemi anche per Sabbione che si accascia a terra ma si rialza con l’aiuto dello staff medico e proverà a tenere duro. {agg. di Stefano Belli}

PASCIUTI PUNISCE SARACCO

Al Cabassi è ricominciato dopo l’intervallo il match valevole per il 7^ turno di Serie B 2018-19 tra Cosenza e Carpi, al decimo minuto del secodno tempo il punteggio è cambiato con la formazione di Castori che conduce per 1 a 0. I silani pagano a carissimo prezzo il primo svarione difensivo del pomeriggio: al 47′ Jelenic libera un destro non impossibile da neutralizzare, eppure è sufficiente per mettere in difficoltà Saracco che respinge male e riconsegna il pallone a Mokulu che inventa un assist delizioso con il tacco per Pasciuti che non può proprio sbagliare a porta vuota. Si complicano maledettamente i piani per gli uomini di Braglia che ora sono costretti ad attaccare e a sbilanciarsi in avanti stando però molto attenti a non concedere contropiedi agli avversari. {agg. di Stefano Belli}

FINE PRIMO TEMPO, NESSUN GOL AL CABASSI

Il primo tempo di Carpi-Cosenza è andato in archivio sul punteggio di 0-0. Gli avvisi precedenti del signor Pillitteri non sono bastati e quindi il direttore di gara ha dovuto metter mano al cartellino, ammonendo nel giro di pochi minuti tre giocatori: Idda, Mokulu e Dermaku sono infatti finiti nell’elenco dei cattivi e dovranno stare molto attenti perché alla prossima infrazione scatterà il rosso per loro. Per il resto grande equilibrio sul terreno di gioco tra due formazioni che pensano più che altro a non perdere, un’ulteriore sconfitta avrebbe conseguenze disastrose per entrambe le squadre che già si trovano sul fondo della classifica e anche in caso di vittoria rimarrebbero comunque nella parte destra della graduatoria, figuriamoci si dovesse arrivare un’altra battuta d’arresto. {agg. di Stefano Belli}

OCCASIONI PER DI PIAZZA E ARRIGHINI

Alla mezz’ora del primo tempo Carpi e Cosenza restano sullo 0-0, gara nervosa con tanti falli a centrocampo, i giocatori delle due squadre sono consapevoli che fare risultato è fondamentale per il prosieguo della stagione e dunque nessuno può permettersi distrazioni o cali di tensione quest’oggi per non compromettere ulteriormente una classifica già deficitaria. I contrasti non si contano più, l’arbitro Pillitteri è intervenuto più volte per interrompere il gioco e calmare gli animi decisamente tesi e sopra le righe. Al 20′ palla gol per l’undici di Braglia: Di Piazza si presenta tutto solo davanti a Colombi, l’attaccante dei silani spreca però un’occasione colossale per portare in vantaggio i suoi spedendo il pallone sopra la traversa facendo disperare i pochi tifosi ospiti presenti sugli spalti del Cabassi. La formazione di Castori risponde con la rovesciata di Arrighini bloccata in due tempi da Saracco che corre qualche rischio ma riesce in qualche modo a cavarsela. {agg. di Stefano Belli}

DESTRO DI PASCIUTI RESPINTO DA SARACCO

Anche se siamo soltanto alla settima giornata, quella tra Carpi e Cosenza è già un vero e proprio scontro diretto per la permanenza in Serie B, dopo i primi dieci minuti di gioco il parziale resta bloccato sullo 0-0 con gli ospiti che si sono già affacciati in avanti anche se Verna non è riuscito a intercettare il traversone di Garritano e così il pallone si è depositato oltre la linea di fondo. La posta in palio quest’oggi è molto alta, giustamente le due squadre non si scoprono più di tanto e si studiano a vicenda cercando di non esporsi agli errori e di mostrare le proprie vulnerabilità agli avversari. Con il passare dei minuti i silani provano a rompere gli indugi, Maniero dentro l’area di rigore impatta il pallone di testa senza prendere bene la mira, sospiro di sollievo per Colombi sempre attento in mezzo ai pali. I padroni di casa rispondono con un calcio piazzato, sugli sviluppi del quale Pasciuti impegna Saracco con il destro. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La Serie B da questa stagione non gode di una diretta tv: per assistere a Carpi Cosenza dunque dovrete avere un abbonamento alla nuova piattaforma DAZN, che consente di seguire il campionato in diretta streaming video attraverso apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone. Il televisore vi sarà utile qualora sia abilitato all’installazione dell’applicazione e abbia un collegamento a Internet, così da garantire anche, nell’eventualità, un accesso tramite Chromecast.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

A pochi minuti dal fischio d’inizio di Carpi Cosenza, ci resta comunque il tempo per dare un rapido sguardo ad alcune statistiche su queste due squadre. Tutte e due le compagini sono a quota sei incontri effettuati, con statistiche abbastanza veritiere. I biancorossi hanno un attacco migliore (6-3), ma i rossoblu si rifanno nella fase difensiva (7-12). Il Carpi è avanti nelle conclusioni totali (71-47) e in quelle scagliate verso la porta (23-15). Il vantaggio della formazione di casa si nota anche nei corner calciati (32-21) e nei contrasti vinti (64-56). Dall’altra parte, il Cosenza primeggia nei passaggi completati (1102-969). Adesso però non è più il tempo delle parole e dei numeri: leggiamo le formazioni ufficiali di Carpi Cosenza, poi sarà il campo ad essere assoluto e unico protagonista al Cabassi! CARPI: Colombi, Pachonik, Suagher, Poli, Buongiorno, Concas, Mbayé, Di Noia, Pasciuti, Arrighini, Mokulu. Allenatore: Fabrizio Castori. COSENZA: Saracco, Corsi, Dermaku, Idda, D’Orazio, Verna, Bruccini, Garritano, Mungo, Di Piazza, Maniero. Allenatore: Piero Braglia.

TESTA A TESTA

La gara Carpi-Cosenza è un inedito per il nostro calcio visto che le due compagini non si sono mai incrociate prima. L’inizio di questa stagione è stata davvero molto difficile per entrambe le squadre che al momento galleggiano sulla zona retrocessione. Il Carpi ha collezionato appena 4 punti in sei partite con un bilancio di 1 vittoria, 1 pareggio e 4 sconfitte. Con 12 reti incassate la squadra emiliana ha la peggiore difesa della categoria, dimostrando di non aver trovato lungo l’arco di questo inizio di stagione equilibrio nel reparto arretrato. In attacco le cose non sono andate tanto meglio con 6 reti siglate con una media di una a partita. Dopo un inizio tremendo con tre sconfitte di fila il Carpi si era ripreso con un pareggio e una vittoria per poi cadere di nuovo nell’ultimo turno superato 2-1 in trasferta dallo Spezia. Dall’altra parte c’è la neopromossa Cosenza che ha fatto ancora peggio con 3 punti a causa di 3 pareggi e 3 sconfitte. Insieme ad Ascoli e Livorno ha la peggior difesa del campionato con appena 3 reti siglate. La difesa invece è la terza peggiore con 10 reti subite dietro appunto al Carpi e al Foggia fanalino di coda. La gara diventa dunque già importante per entrambe le squadre alla ricerca di un successo che sarebbe importante soprattutto per il morale. (agg. di Matteo Fantozzi)

PROTAGONISTA

Tra i nomi di spicco per la partita di oggi pomeriggio fra Carpi e Cosenza scegliamo il capitano degli emiliani, cioè il difensore classe 1989 Fabrizio Poli. Con la maglia del Carpi Poli ha vissuto campionati di quattro categorie differenti, cominciando dall’allora Seconda Divisione di Lega Pro (la vecchia Sere C2), poi ecco in rapida successione le promozioni in Prima Divisione, Serie B e infine la storica Serie A. Proprio nell’estate 2015 ci fu però il passaggio in prestito al Novara, che però sarebbe durato solo fino a gennaio, consentendo a Poli di giocare almeno per metà anno anche nel massimo campionato (10 presenze in Serie A), poi il difensore non ha più lasciato Carpi e dunque adesso siamo al nono anno di militanza fra gli emiliani, reso ancora più speciale dal ritorno in panchina di Fabrizio Castori, che naturalmente conosce benissimo Poli. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ARBITRO

La gara tra il Carpi e il Cosenza, inserita nel programma della settima giornata del campionato di Serie B, verrà diretta del signor Luigi Pillitteri della sezione arbitrale di Palermo. In questo compito il direttore di gara verrà coadiuvato dagli assistenti di linea Cipressa e Borzomì oltre che dal quarto uomo Volpi. Volendo mettere lo stesso Pillitteri sotto la lente di ingrandimento, notiamo che, in questa prima fase della nuova stagione, il fischietto è stato chiamato in causa in due occasioni valide il campionato cadetto. Approfondendo, scopriamo che il direttore di gara nella prima giornata di campionato ha diretto il match tra il Venezia e lo Spezia conclusosi con il successo dei lagunari per 1-0 e dove lo stesso Pillitteri ha messo a bilancio 4 cartellini gialli estratti dal proprio taschino. Aggiungiamo poi che l’arbitro in questione, nella quarta giornata della Serie B, ha diretto l’incontro dello Stadio Adriatico tra i padroni di casa del Pescara e il Foggia conclusosi con il punteggio di 1 a 0: qua il bilancio del direttore di gara ci racconta di 6 cartellini gialli complessivi estratti ed un calcio di rigore assegnato.

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Carpi Cosenza verrà diretta dal signor Luigi Pillitteri; alle ore 15:00 di sabato 6 ottobre lo stadio Cabassi ospita la partita valida per la settima giornata del campionato di Serie B 2018-2019. Le due squadre affrontano una dura realtà: si trovano nei bassifondi della classifica e hanno bisogno di risalire la corrente. Se però per i lupi questo era ampiamente previsto, considerando che anche la promozione della scorsa primavera è arrivata a sorpresa, gli emiliani erano sulla carta candidati ad un campionato in zona playoff; certo sono passati solo pochi turni e c’è tutto il tempo per recuperare la situazione, ma i punti persi per strada non sono pochi e adesso il Carpi dovrà fare un campionato di rincorsa, provando a prendersi quella post season che era già sfumata nella passata stagione.

RISULTATI E PRECEDENTI

L’era di Marcello Chezzi come allenatore del Carpi è durata appena quattro partite: tutte perse – una in Coppa Italia – con 11 gol subiti e 3 realizzati. La società ha richiamato Fabrizio Castori, eroe della promozione e poi capace, dopo aver mancato la salvezza in Serie A, di riportare la squadra alla finale playoff. Con lui sono arrivati il pareggio interno contro il Brescia e la vittoria di Perugia, ma poi i biancorossi sono caduti nuovamente a La Spezia; segno evidente di qualcosa che ancora manca a questo gruppo per fare il salto di qualità e riproporsi nella parte alta della classifica. il Cosenza ha incontrato le sue difficoltà nell’approcciare un campionato cadetto che mancava da tempo; i calabresi non sono ancora riusciti a vincere raggranellando appena tre pareggi (tutti per 1-1) ma è anche vero che una partita l’hanno persa a tavolino per l’inagibilità del San Vito. Piero Braglia conosce la categoria, ma il gruppo è stato costruito per salvarsi e sa di dover faticare; serve una sterzata immediata per evitare di rincorrere per tutto il campionato, questa partita contro un avversario che ha i suoi problemi potrebbe essere l’ideale per rilanciarsi e prendersi finalmente i primi tre punti della stagione.

PROBABILI FORMAZIONI CARPI COSENZA

Con Castori il Carpi è tornato al 4-4-1-1: davanti a Colombi giocano Suagher e Fabrizio Poli con Pachonik e Buongiorno (favorito su Frascatore) a formare le catene esterne con Concas e Pasciuti, due dei fedelissimi del tecnico ascolano. In mezzo al campo i favoriti sono Di Noia e Malick Mbaye ma attenzione anche all’esperienza di Sabbione, a fare da supporto alla prima punta (verosimilmente Mokulu Tembe) sarà Arrighini. Il Cosenza si dispone con Legittimo, Capela e Dermaku a protezione del portiere Saracco; Corsi e D’Orazio sono i due laterali che agiscono sulla linea di centrocampo, dove Mungo e Palmiero accompagnano dalle mezzali la regia di Garritano che spesso avanza sulla trequarti, dove può supportare al meglio Tutino e Riccardo Maniero favoriti per guidare il reparto offensivo.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai per questa partita indicano nel Carpi la squadra favorita per la vittoria: il segno 1 identifica come sempre il successo della squadra di casa e in questo frangente vale 2,10 volte la cifra messa sul piatto, mentre siamo già a 2,95 volte la puntata per il segno X, sul quale scommettere qualora pensiate che al Cabassi possa finire con un pareggio. Infine, il segno 2 è da giocare per la vittoria del Cosenza e, se le cose andassero in questo modo, il vostro guadagno sarebbe di 4,00 volte la somma che avrete investito.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori