DIRETTA RIVER PLATE AL AIN/ Risultato finale 4-5 dcr: quel rigore sbagliato da Martinez… (Mondiale per Club)

Diretta River Plate Al Ain, risultato finale 4-5 dcr: incredibile eliminazione degli argentini nella semifinale del Mondiale per Club 2018, decisivi gli errori di Martinez e Enzo Perez.

18.12.2018, agg. alle 21:52 - Claudio Franceschini
Diretta River Plate Al Ain, semifinale Mondiale per club 2018 (Foto LaPresse)

Su River Plate Al Ain pesa tantissimo il rigore sbagliato al minuto 69 da Gonzalo Nicolas Martinez. Il centrocampista classe 1993 di Guaymallén non dimenticherà mai questa partita che gli avrebbe permesso di diventare l’eroe per una notte.  Il suo errore era arrivato sul risultato di 2-2 dopo che il River era andato sotto per il gol di Berg, aveva ribaltato con la doppietta di Borre e poi aveva subito il pareggio ad opera di Caio. Martinez sa benissimo che il suo errore dal dischetto pesa di fatto molto più di quello di Perez nella lotteria finale, perché avvenuto durante l’arco dei novanta minuti regolamentari quando tutto sarebbe stato deciso in maniera più facile. Lo shock per il gol sbagliato ha costretto poi Gallardo a cambiarlo in vista dei tempi supplementari, inserendo in campo Scocco. Se c’è un club argentino che piange dall’altra parte c’è un Al Ain che esulta per il raggiungimento di un traguardo davvero incredibile. (agg. di Matteo Fantozzi)

DIRETTA RIVER PLATE AL AIN (RISULTATO FINALE 4-5 DCR)

Diretta River Plate Al Ain 4-5: la prima finalista del Mondiale per Club 2018 è clamorosamente la squadra padrona di casa, che ha la meglio dopo 120 minuti intensissimi e la lotteria dagli undici metri. Ai calci di rigore arriva il successo dell’Al Ain: l’errore decisivo è di Enzo Perez che si fa parare la conclusione da Khalid Eisa. Era il quinto tiro per il River Plate, che esce distrutto: Gonzalo Martinez aveva colpito la traversa dal dischetto nel corso dei tempi regolamentari, e questo fatto ha pesato in maniera decisiva sulle sorti di una semifinale che, per la prima volta, vede una squadra del Medio Oriente andare a giocare una finale, dopo le africane (Mazembe e Raja Casablanca) e la giapponese del 2016. Adesso dunque dovremo aspettare 24 ore per conoscere la seconda finalista: uscirà dalla semifinale tra il Real Madrid e i Kashima Antlers, che due anni fa avevano appunto disputato la finale. Favoritissime le merengues, ma sappiamo già che le sorprese in questo Mondiale per Club 2018 sono sempre dietro l’angolo… (agg. di Claudio Franceschini)

RIVER PLATE AL AIN (2-2): SI VA AI RIGORI

Diretta River Plate Al Ain 2-2: si andrà ai calci di rigore per determinare la squadra che raggiungerà la finale del Mondiale per Club 2018. Non sono bastati i due tempi supplementari: come prevedibile è successo poco nell’extra time, le due squadre hanno badato più che altro a non farsi male e ad evitare di subire un gol che sarebbe probabilmente stato decisivo. Da segnalare l’ingrsso di Yahia Nader nell’Al Ain, al posto del centrocampista centrale Tongo Doumbia, e poi poco altro; linee difensive attente e tanta confusione a centrocampo, l’occaisone buona l’ha avuta Mohamed Ahmad ma la sua conclusione al 118’ minuto è stata bloccata da Franco Armani. Così ora si andrà ai rigori: vedremo chi sarà più freddo dagli undici metri, in ogni caso stiamo per conoscere il nome della prima finalista del Mondiale per Club 2018. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Non sarà possibile assistere a River Plate Al Ain in diretta tv: la semifinale del Mondiale per club 2018 infatti non viene trasmessa nel nostro Paese. Non sarà a disposizione nemmeno una diretta streaming video per seguire l’evento, e allora per le informazioni utili su questa partita e sul torneo potrete rivolgervi al sito ufficiale della federazione internazionale – all’indirizzo www.fifa.com – accedendo poi all’apposita sezione dedicata alla manifestazione.

RIVER PLATE AL AIN (2-2): SUPPLEMENTARI

Diretta River Plate Al Ain 2-2: la prima semifinale del Mondiale per Club 2018 sarà decisa ai tempi supplementari. Niente da fare per i Millionarios: la squadra di Marcelo Gallardo non è riuscita a rispondere psicologicamente al gol con cui Caio ha pareggiato i conti, ma Gonzalo Martinez si deve davvero mangiare le mani perchè al 69’ minuto ha avuto la possibilità di battere un calcio di rigore e riportare avanti i suoi. Fallo di Mohamed Ahmad su Milton Casco: sul dischetto si è presentato il numero 10, che però ha alzato troppo la mira e ha clamorosamente centrato la traversa, graziando Khalid Eisa e tutto l’Al Ain. Un colpo durissimo, che il River Plate rischia di pagare a caro prezzo: i padroni di casa, scampato il pericolo, sentono che il miracolo è possibile. Nei supplementari però il rischio è quello di vedere due squadre stanche e timorose, che vivranno solo dell’attesa dei calci di rigore; staremo a vedere, intanto si giocherà per altri 30 minuti ed è una bella notizia, considerato che la partita del Mondiale per Club 2018 ci sta decisamente divertendo. (agg. di Claudio Franceschini)

RIVER PLATE AL AIN (2-2): GOL DI CAIO

Diretta River Plate Al Ain 2-2: se nella semifinale del Mondiale per Club 2018 ai padroni di casa era stato annullato un gol nel recupero del primo tempo, all’inizio della ripresa è arrivato il pareggio che questa volta non è stato in discussione. Gol realizzato da Caio, al 51’ minuto: tutto da rifare per un River Plate che sperava di gestire la partita, confermare e difendere il suo vantaggio e poi colpire in contropiede per chiudere la semifinale. Invece l’Al Ain, spinto dal pubblico dell’Hazza Bin Zayed Stadium, ha letteralmente sorpreso i Millionarios; a questo punto il River si deve interrogare sui suoi approcci perchè, come abbiamo detto, nel primo tempo avevano subito gol dopo appena tre minuti. La storia si è ripetuta nella ripresa, e così questa prima semifinale diventa del tutto incerta e aperta a qualunque risultato. Il River Plate ha aumentato la sua intensità sul campo: al 63’ ci ha provato Juan Quintero (ex Pescara, ha segno nel ritorno della finale di Coppa Libertadores) ma Khalid Eisa ha salvato il risultato. Staremo a vedere come procederanno le cose… (agg. di Claudio Franceschini)

RIVER PLATE AL AIN (2-1): INTERVALLO

Diretta River Plate Al Ain 2-1: sempre più interessante la semifinale del Mondiale per Club 2018: proprio nel recupero del primo tempo, quando i Millionarios pensavano di poter andare negli spogliatoi con un importante vantaggio, la squadra padrona di casa aveva trovato il gol del pareggio grazie a Hussein El Shahat. Qui però è entrato in gioco il Var: Gianuca Rocchi, arbitro della partita, si è rivolto al video a bordo campo e dopo aver visionato l’azione ha annullato per fuorigioco. Dunque il River Plate riesce ad andare negli spogliatoi con un vantaggio prezioso; sta però rischiando la squadra di Marcelo Gallardo perchè, grazie a intensità e carattere, l’Al Ain sta annullando quasi del tutto la differenza di qualità tecnica presente tra le due squadre. Ci aspetta un secondo tempo interessante: la squadra di casa spingerà alla ricerca del pareggio che porti la partita ai tempi supplementari, e il River Plate dovrà essere bravo ad approfittare degli spazi che l’avversario eventualmente lascerà, per chiudere definitivamente la contesa e volare in finale. (agg. di Claudio Franceschini)

RIVER PLATE AL AIN (2-1): GOL DI BERG, DOPPIETTA DI BORRE

Diretta River Plate Al Ain 2-1: splendida partita quella della prima semifinale del Mondiale per Club 2018. A metà del primo tempo abbiamo già visto tre gol e una sfida che si sta mantenendo equilibrata, con la sensazione che i Millionarios dovranno sudare sette camicie per portare a casa vittoria e qualificazione. Al momento però il River Plate è riuscito a capovolgere un inizio da incubo: dopo appena 3 minuti Marcus Berg, indiscussa stella dei padroni di casa, ha sorpreso gli argentini realizzando il gol del vantaggio dell’Al Ain. Il River, invece di andare al tappeto (pur avendo rischiato) ha reagito in maniera veemente: nello spazio di cinque minuti è arrivata la doppietta di Santos Borre, scelto da Gallardo per giocare sulla trequarti. Il tecnico ci ha visto lungo: per il momento è il suo numero 19 a decidere la partita dell’Hazza Bin Zayed Stadium, ma manca ancora una vita per chiudere la prima semifinale e dunque non ci resta che aspettare qualche novità interessante. (agg. di Claudio Franceschini)

RIVER PLATE AL AIN (0-0): FORMAZIONI UFFICIALI!

Eccoci finalmente al via di River Plate Al Ain: dobbiamo ricordare che alla partenza del Mondiale per Club 2018 erano presenti sette squadre. Abbiamo parlato di queste due; il Real Madrid ha vinto la Champions League europea, mentre Espérance Tunisi (Africa), Kashima Antlers (Asia) e Guadalajara (Nord e Centro America) si sono aggiudicati i corrispettivi tornei delle loro federazioni. Così anche il Team Wellington, presente a rappresentare l’Oceania; la formula era strutturata con un primo turno nel quale a giocare erano i padroni di casa e il Team Wellington, con la vincente che andava a incrociare l’Espérance e una sfida già formata in Kashima Antlers-Guadalajara. Da qui le semifinali: ovviamente le rappresentanti di Europa e Sudamerica entrano in gioco a questo punto. Adesso però non dobbiamo fare altro che metterci comodi e lasciare che a parlare sia il campo: non vediamo l’ora di assistere a questa entusiasmante River Plate Al Ain, leggiamo insieme le formazioni ufficiali e poi finalmente la partita può cominciare! RIVER PLATE (4-1-4-1): 1 Armani; 29 Montiel, 2 Maidana, 22 Pinola, 20 Casco; 23 Ponzio; 26 I. Fernandez, 15 Palacios, 19 Borre, 10 G. Martinez; 27 Pratto. Allenatore: Marcelo Gallardo KASHIMA ANTLERS (4-5-1): 17 Eisa; 23 Ahmad, 5 Ismail Ahmed, 14 Fayez, 33 Shiotani; 7 Caio, 13 Barman, 16 M. Abdulrahman, 3 T. Doumbia, 74 El Shahat; 9 Berg. Allenatore: Go Oiwa (agg. di Claudio Franceschini)

L’ALBO D’ORO DEL MONDIALE PER CLUB

In attesa di River Plate Al Ain, vale la pena ricordare che il Mondiale per club nella sua attuale formula è nato nel 2000, con una prima edizione sperimentale vinta dal Corinthians; è solo nel 2005 che poi questo torneo ha preso il via in maniera costante, sostituendo la vecchia Coppa Intercontinentale nella quale a sfidarsi erano le vincitrici di Champions League (o Coppa dei Campioni) e Coppa Libertadores, dunque sempre un incrocio tra Europa e Sudamerica. Con tre vittorie a testa, Barcellona e Real Madrid comandano l’albo d’oro davanti al Corinthians, che dunque è la prima delle sudamericane; a vincere il Mondiale per club sono state appena nove squadre e, tra queste, anche Internacional Porto Alegre e San Paolo sono riuscite a battere formazioni europee. Il River Plate come già detto ha giocato e perso la finale del 2015; attenzione perchè ci sono squadre del Medio Oriente che sono state in grado di spingersi in semifinale anche in passato. Solo una a dire il vero, i qatarioti dell’Al-Sadd che nel 2011 vinsero anche la finale per il terzo posto superando ai calci di rigore il Kashiwa Reysol. L’ultima squadra non europea o sudamericana a giocare la finalissima è stata il Kashima Antlers, che nel 2016 perse ai tempi supplementari contro il Real Madrid. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

River Plate Al Ain si gioca alle ore 17:30 – italiane – di martedì 18 dicembre: presso l’Hazza Bin Zayed Stadium va in scena la prima semifinale del Mondiale per club 2018, il trofeo che assegna in linea teorica il titolo di campione del mondo e racchiude infatti tutte le vincitrici delle principali coppe continentali. Se per il River si tratta dell’esordio nella manifestazione, i padroni di casa hanno già giocato due partite, e dunque si presentano all’appuntamento con la semifinale con più benzina nelle gambe ma anche una stanchezza che potrebbe farsi sentire, visto che saranno alla terza partita nel giro di una settimana e che la prima è arrivata ai tempi supplementari (e ai rigori). Chiaramente la favorita d’obbligo è la squadra argentina, ma nella diretta di River Plate Al Ain possiamo aspettarci sorprese che nel Mondiale per club non sono mai mancate.

RISULTATI E PRECEDENTI

River Plate Al Ain si gioca a pochi giorni dalla conclusione della Coppa Libertadores: gli avvenimenti di Buenos Aires sono ancora vivi nella mente di tutti gli appassionati, i Millionarios non hanno potuto giocare la finale di ritorno contro il Boca nel loro Monumental e hanno dovuto emigrare al Bernabeu di Madrid, dove sono riusciti a vincere 3-1 ottenendo così la qualificazione al Mondiale per club oltre che, ovviamente, il prestigioso trofeo. Gli argentini tornano a giocare il Mondiale per club dopo tre anni: allora avevano perso la finale contro il Barcellona (0-3), nella storia di questo trofeo rimane quella l’unica partecipazione all’ultimo atto. L’Al Ain è padrone di casa, e gioca questo torneo in quanto campione nazionale degli Emirati Arabi; se c’era qualche dubbio circa la sua competitività è stato fugato del tutto con la qualificazione ai danni del Team Wellington (3-3 e vittoria ai rigori) e il netto 3-0 con cui la squadra si è liberata dell’Espérance Tunisi, sulla carta favorita. Non ci sono troppe speranze concrete per la partita contro il River Plate, ma staremo a vedere; come abbiamo già detto, la semifinale potrebbe regalarci un risultato sorprendente.

PROBABILI FORMAZIONI RIVER PLATE AL AIN

Per River Plate Al Ain, Marcelo Gallardo potrebbe confermare gli undici del Bernabeu: il modulo è un 4-1-4-1 con Ponzio a fare da vertice basso davanti alla difesa e Pratto (ex Genoa) come prima punta. In porta va Armani; davanti a lui una linea difensiva con Maidana e Pinola al centro, mentre Montiel e Casco si occupano delle corsie laterali; c’è qualità sulla trequarti, con le mezzepunte a supporto di Pratto che comprendono Palacios (o l’ex Pescara Quintero) e Enzo Perez centralmente, sugli esterni invece possibilità per Ignacio Fernandez e Gonzalo Martinez. Al-Ain schierato invece con il 4-5-1: davanti a Khalid Eisa gioca una linea con Mohamed Ahmad, Ismail Ahmed, Salem e Shiotani. A centrocampo Abdurahman torna dalla squalifica e sarà in regia con Barman e Tongo Doumbia sulle mezzali, poi El Shahat e Caio che si occuperanno delle corsie esterne lasciando a Marcus Berg il ruolo di prima punta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA