DIRETTA/ Genoa-Inter (risultato finale 2-0) streaming video e tv: i nerazzurri cadono al Ferraris!

Diretta Genoa Inter info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. Si gioca a Marassi l’anticipo per la 25^ giornata di Serie A

17.02.2018 - Mauro Mantegazza
Genoa_gradinata_Nord_lapresse_2017
Risultati Coppa Italia - LaPresse, a Marassi la partita più attesa oggi

DIRETTA GENOA-INTER (RISULTATO FINALE 2-0): I NERAZZURRI CADONO AL FERRARIS!

Terza sconfitta in campionato per l’Inter che cade al Ferraris, terza vittoria consecutiva per il Genoa che batte la squadra di Spalletti per 2 a 0 e sale a quota 30 punti in classifica, ormai la zona retrocessione è un miraggio per i grifoni che solamente un mese fa annaspavano nei bassifondi e ora possono guardare alle prossime gare con molta più tranquillità e fiducia per il futuro. Inutili gli sforzi dei nerazzurri che negli ultimi minuti assediano letteralmente la trequarti avversaria senza però trovare la via del gol, Perin non abbassa mai la guardia mantenendo la porta inviolata fino al triplice fischio di Fabbri che arriva allo scadere del 94′ anche se sugli spalti la festa è già cominciata da un pezzo. (agg. di Stefano Belli) GENOA-INTER, DIRETTA LIVE 

PANDEV FIRMA IL RADDOPPIO!

Quando mancano circa dieci minuti al novantesimo il Genoa sta battendo l’Inter per 2 a 0. Nerazzurri sempre alla ricerca del gol ma sono i grifoni a trovarlo per la seconda volta con Pandev che ribatte involontariamente un tiro di Laxalt che si trasforma in un assist perfetto per l’attaccante macedone che ha tutto il tempo di coordinarsi, prendere la mira e trasformare praticamente un rigore in movimento non lasciando scampo ad Handanovic. Il gol del raddoppio è un’autentica mazzata per gli ospiti che non possono però gettare la spugna e dunque provano almeno a rientrare in partita, Rafinha prende il posto di Vecino e prova a ridare un po’ di verve alla manovra dell’Inter. Al 71′ Karamoh libera il sinistro che termina appena sopra la traversa, Spalletti rende la sua squadra ancora più offensiva con l’inserimento di un altro centravanti, Pinamonti, mentre Brozovic prende il posto di Borja Valero; dall’altra parte Lapadula rileva Galabinov, esausto dopo aver tutto. Al 78′ salvataggio sulla linea di Zukanovic che intercetta la conclusione a rete di Eder, sul capovolgimento di fronte successivo Lapadula viene murato in corner sugli sviluppi del quale Zukanovic non trova la porta. (agg. di Stefano Belli)  

ROSI FA BUONA GUARDIA SU EDER

Al Ferraris è ricominciato dopo l’intervallo il match valevole per il 25^ turno di Serie A 2017-18 tra Genoa e Inter, al decimo minuto del secondo tempo resiste il vantaggio della squadra di Ballardini che conduce sempre per 1 a 0. A inizio ripresa i nerazzurri si riversano in avanti nel tentativo di pareggiare i conti, al 48′ Cancelo cerca Eder con un buon cross, l’italo-brasiliano viene però anticipato dalla copertura di Rosi che fa buona guardia sul secondo palo. Gli uomini di Spalletti alzano il baricentro e prendono la residenza nella trequarti avversaria, si tratta della prova del fuoco per i padroni di casa che ora sono chiamati a tenere duro e a respingere gli assalti della Beneamata, grifoni che possono approfittarne in contropiede con gli spazi lasciati liberi dai giocatori dell’Inter. (agg. di Stefano Belli) 

INCREDIBILE AUTOGOL DI RANOCCHIA!

Genoa e Inter vanno al riposo sul punteggio di 1 a 0 in favore della squadra di Ballardini che ha meritato di chiudere la prima frazione in vantaggio. Poco dopo la mezz’ora i nerazzurri sfiorano il gol con il missile di Candreva respinto da Perin che con un gran colpo di reni toglie il pallone da sotto il sette. Al di là di questo pericolo i padroni di casa non stanno affatto sfigurando al cospetto di una big della Serie A, il lavoro di Ballardini sta dando i suoi frutti e grazie a lui la squadra è diventata molto solida e concreta, la gestione Juric sembra ormai un lontano ricordo. Prima dell’intervallo i grifoni alzano nuovamente il baricentro occupando stabilmente la metà campo avversaria, Spalletti sta già pensando a qualche contromisura da adottare in vista della seconda frazione quando viene gelato dall’autogol di Ranocchia, anche se la responsabilità ricade su Skriniar che libera malissimo l’area di rigore calciando il pallone addosso al compagno di reparto che scavalca anche Handanovic e termina in rete. (agg. di Stefano Belli) 

TRAVERSA DI PANDEV

Alla mezz’ora del primo tempo il punteggio di Genoa-Inter rimane sullo 0-0, molto corti e compatti in mezzo al campo gli uomini di Ballardini, a conferma che gli ultimi risultati positivi non sono frutto del caso. Grande occasione per i padroni di casa all’11’ con il cross di Pandev che si stampa sulla traversa dopo che la traiettoria del pallone, irraggiungibile per Hiljemark, aveva scavalcato Handanovic letteralmente graziato dal legno. La risposta dei nerazzurri arriva al 19′ con Candreva che mette il pallone al centro per Karamoh che lo colpisce malissimo col sinistro, sprecando l’opportunità di bissare il gol di domenica scorsa. Sette minuti più tardi la difesa dell’Inter è posizionata male, Galabinov è libero di staccare di testa ma il bulgaro non inquadra lo specchio. (agg. di Stefano Belli)

PANDEV CALCIA ADDOSSO AD HANDANOVIC

Al Ferraris l’arbitro Fabbri ha dato il via alle ostilità tra Genoa e Inter che si affrontano nel terzo anticipo della 25^ giornata di Serie A 2017-18, al decimo minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Le due squadre rinunciano ai convenevoli e si propongono subito in avanti, Karamoh cerca Eder con Spolli che fa buona guardia dentro l’area, dall’altra parte Laxalt mette un pallone interessante al centro per Galabinov anticipato da Ranocchia che si rifugia in calcio d’angolo, sugli sviluppi di un altro tiro dalla bandierina Bertolacci non riesce a indirizzare la sfera verso la porta. Al 9′ accelerazione di Pandev che entra in area e da posizione defilata calcia addosso ad Handanovic, grande azione personale da parte dell’attaccante macedone sfuggito alla marcatura di un paio di difensori. Terreno di gioco in buone condizioni nonostante una pioggerellina fitta che sta cadendo dal tardo pomeriggio, serata invernale con vento freddo e 7 gradi di temperatura. (agg. di Stefano Belli) 

FORMAZIONI UFFICIALI!

Sfida tra allenatori esperti nella gara Genoa-Inter, che finalmente comincia: a Marassi vedremo da una parte Davide Ballardini, dall’altra Luciano Spalletti. Il primo è un classe 1964 che gioca con il 3-5-2 e ha alternato cose buone ad altre che lo sono state meno in carriera. Al Genoa è tornato in questa stagione dopo che si era seduto sulla panchina del Grifone nella stagione 2010/11. In 14 partite disputate quest’anno ha ottenuto l’ottima media di 1.71 punti, rialzando una squadra che era in un momento complicato. Spalletti è stato chiamato all’Inter quest’estate dopo la fine della sua seconda esperienza con la Roma che non ha portato a nessun successo. Il tecnico toscano classe 1959 è da anni diventato un integralista del 4-2-3-1 e ha sempre deciso di giocare con un reparto offensivo di assoluto livello. Per questo però non ha chiesto alla società di ricorrere sul calciomercato, andando a rispolverare calciatori che in nerazzurro avevano fatto anche un po’ fatica. La media punti in 26 partite in nerazzurro è importante, 1.96 a partita. Ora spazio alle formazioni ufficiali e poi parola al campo: finalmente Genoa Inter comincia! GENOA (3-5-3): Perin; Rossettini, Spolli, Zukanovic; Rosi, Bessa, Bertolacci, Hiljemark, Diego Laxalt; Pandev, Galabinov. Allenatore: Diego Ballardini INTER (4-2-3-1): Handanovic; Joao Cancelo, Ranocchia, Skriniar, D’Ambrosio; Vecino, Gagliardini; Candreva, Borja Valero, Karamoh; Eder. Allenatore: Luciano Spalletti (agg. di Matteo Fantozzi)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Genoa Inter sarà trasmessa in diretta tv sia sulla piattaforma satellitare Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium. Nel primo caso l’appuntamento sarà sui canali Sky Sport 1, Sky Supercalcio e Sky Calcio 1, oltre che in diretta streaming video tramite l’applicazione Sky Go per gli abbonati che non potessero mettersi davanti a un televisore, mentre nel secondo i canali di riferimento saranno Mediaset Premium Sport e Mediaset Premium Sport Hd, oltre allo streaming garantito agli abbonati da Premium Play.

I PRECEDENTI

Il Genoa, rivitalizzato dalla cura Ballardini, riceve l’Inter che proverà a dar seguito alla vittoria in casa contro il Bologna; manca sempre meno al calcio d’inizio di una partita che si annuncia davvero molto interessante, almeno per quelle che sono le premesse che la accompagnano e i momenti delle due squadre in campo a Marassi. L’incontro di questa sera tra Genoa e Inter sarà il numero 51 nella massima serie; il Genoa conduce nel parziale grazie a 17 vittorie contro le 14 dei nerazzurri. Sono invece 19 pareggi con 68 reti messe a segno dai padroni di casa, contro le 63 meneghine. Nella scorsa stagione una rete dell’ex Goran Pandev decise il match a favore dei liguri. L’ultima affermazione dell’Inter in casa del Genoa risale alla stagione 2011/2012 grazie alla rete siglata dal giapponese Nagatomo. Trasferta tradizionalmente ostica per la compagine ospite. (agg. Umberto Tessier)

LE STATISTICHE

Genoa Inter sarà un bel match questa sera, vediamo allora le statistiche stagionali delle due squadre. Sconfortante lo score interno del Genoa, che ha perso ben sette volte, ha pareggiato in due occasioni e ha ottenuto appena due vittorie. D’altro canto, l’Inter di Luciano Spalletti ha perso una sola volta in trasferta ottenendo un totale di 20 punti lontano da San Siro. I rossoblù hanno centrato il bersaglio grosso in 19 occasioni mettendo a frutto 103 tiri in porta (su 208 totali), mentre i nerazzurri hanno trasformato 40 gol su 176 tiri nello specchio delle porte avversarie sui 310 totali. Il maggior possesso palla medio per partita dell’Inter (27’57” contro 23’59” del Genoa) va messo in relazione con una minore fallosità dei nerazzurri, perché sono 303 i falli commessi dai milanesi contro i 372 del Grifone. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ARBITRO

Genoa Inter sarà diretta dal trentaquattrenne romagnolo Michael Fabbri, che sarà l’arbitro del match di Marassi. Nel ruolo di quarto uomo è stato designato Di Paolo, mentre i due guardalinee sono Alassio e De Meo. Alla VAR ci sarà Giacomelli, affiancato dall’assistente AVAR Tasso. Per l’arbitro appartenente alla sezione Aia di Ravenna, impiegato finora nella direzione di 12 gare nel campionato di Serie A in corso, è il secondo incrocio con l’Inter; il precedente fu il successo casalingo per 2-0 ai danni dell’Atalanta di domenica 19 novembre, mentre con i rossoblù genoani non ci sono stati incroci stagionali. Per Fabbri sinora nella Serie A 2017-2018 si contano 45 ammonizioni, quattro espulsioni, suddivise tra una sola doppia ammonizione e ben tre rossi diretti, infine sono quattro i calci dagli 11 metri assegnati dal fischietto romagnolo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Genoa Inter sarà diretta dall’arbitro Fabbri; la partita si gioca alle ore 20.45 di questa sera, sabato 17 febbraio, allo stadio Luigi Ferraris di Marassi e sarà valida per la venticinquesima giornata di Serie A 2017-2018. L’Inter di Luciano Spalletti dunque farà visita al Genoa di Davide Ballardini in una sfida di grande fascino e tradizione. Il Grifone infatti è in ottima forma, è reduce da due vittorie consecutive in trasferta che hanno praticamente messo al sicuro la salvezza e ora potrà giocare con la forza della serenità e il grande obiettivo di fare felici i propri tifosi, dal momento che finora il Genoa a Marassi ha raccolto appena 8 dei suoi 27 punti in classifica: un rendimento insolitamente negativo per i rossoblù al Ferraris.

L’Inter invece domenica scorsa è tornata alla vittoria dopo due mesi e in questo modo ha riconquistato il terzo posto: nonostante il momento difficile, per ora i nerazzurri stanno rispettando l’obiettivo di inizio stagione, che è quello di tornare in Champions League e quindi di chiudere fra le prime quattro. Il cammino però è ancora molto lungo e di conseguenza l’Inter non può permettersi altri passi falsi: Marassi sarà dunque un test impegnativo, perché i nerazzurri affrontano una squadra in forma e in fiducia, riuscire a conquistare un successo a Genova sarebbe il segnale che la crisi è finita.

PROBABILI FORMAZIONI GENOA INTER

Per quanto riguarda le probabili formazioni di Genoa Inter, per Davide Ballardini il problema principale sono senza dubbio le assenze, visto che il Genoa non avrà a disposizione Rossi, Izzo, Veloso e Rosi. Recuperato Taarabt che dovrebbe giocare dal primo minuto in attacco al fianco di Pandev, per il quale la partita contro i nerazzurri è sempre speciale. In difesa dovrebbe essere ancora Spolli il perno centrale della retroguardia a tre con Biraschi e Zukanovic davanti a Perin in porta, dunque Rossettini dovrebbe accomodarsi in panchina, mentre nella folta linea del centrocampo a cinque da segnalare soprattutto un ballottaggio fra Rigoni e Medeiros. In casa Inter la situazione è ancora più complicata: in difesa l’assenza di Miranda genera un ballottaggio fra Lisandro Lopez e Ranocchia per sostituire il brasiliano, poi da centrocampo in su la situazione è ancora più complicata, fra chi è reduce da problemi fisici come Perisic e Icardi, chi è in evidente calo di forma come Borja Valero, chi invece è l’uomo nuovo ma non ha ancora 90 minuti nelle gambe come Rafinha e chi rischia di essere un separato in casa come Brozovic, al quale comunque potrebbe fare bene essere lontano da Milano. A questo punto, è quasi certo che ci sarà ancora spazio per Karamoh.

QUOTE E PRONOSTICO

Passiamo adesso a considerare i pronostici su questo interessante Genoa Inter. Classifica alla mano, i nerazzurri di Luciano Spalletti sono i favoriti per il successo, infatti il segno 2 è proposto da Snai a 2,20. Il Genoa di Davide Ballardini è però in buona forma e di conseguenza le quote per gli altri due segni non si alzano di molto: si sale a 3,15 in caso di pareggio, naturalmente indicato dal segno X, mentre un successo del Genoa (segno 1) è proposto alla quota di 3,45, il che significa che un successo casalingo del Grifone è una ipotesi più che concreta, per sfatare il “tabù” Marassi, dove finora il Grifone ha raccolto meno che in trasferta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori