PAGELLE / Brasile Croazia (2-0): i voti della partita (amichevole)

- Francesco Davide Zaza

Le pagelle di Brasile Croazia: i voti della partita amichevole. Neymar e Roberto Firmino sbrigano la pratica a Liverpool, i verdeoro sono in forma Mondiale e mostrano la loro superiorità

Neymar_Brasile_capelli_lapresse_2018 Neymar Brasile La Presse 2018

Il Brasile supera 2-0 a Liverpool la Croazia. I carioca ottengono la vittoria grazie ai gol di un ritrovato Neymar e del sempre presente Roberto Firmino. Unamichevole di lusso in prossimità ormai dellinizio dei Mondiali. Il debutto della Seleçao avverrà tra due settimane, domenica 17 giugno alle 20, contro la Svizzera. Esattamente 23 ore prima quello della Croazia, impegnata contro la Nigeria. VOTO BRASILE: 6,5 Atteggiamento sornione a inizio partita. La grande squadra esce nella ripresa, quando Neymar & co. mettono in mostra il loro repertorio. VOTO CROAZIA: 6 Primo tempo positivo. La squadra balcanica impressiona soprattutto per lorganizzazione e la tenuta difensiva. Diverso discorso per la ripresa, quando i troppi cambi generano qualche problema di assetto. VOTO OLIVER (ARBITRO): 5,5 Nel primo tempo fischia un fallo inesistente a Rebic lanciato a rete. Per il resto ha poco lavoro da svolgere.

BRASILE CROAZIA: I VOTI DEI VERDEORO

ALISSON 6,5 Non deve superarsi ma trasmette ugualmente grande sicurezza al reparto.

DANILO 7 Non fa rimpiangere affatto Dani Alves, anzi. Le sue scorribande sulla destra risultano tempestive e pericolose.

THIAGO SILVA 7 Controlla bene le iniziative avversarie con interventi puliti.

MIRANDA 6,5 Tiene botta a Kramaric. Migliora con il passare del tempo.

(dal 20 s.t. MARQUINHOS 6 Non rischia, facendo il compitino.)

MARCELO 5,5 Qualche errore di troppo. Non il solito Marcelo.

(dal 15 s.t. FILIPE LUIS 7 Vince tutti i contrasti e attacca senza sosta.)

PAULINHO 6 Si muove bene facendo molto lavoro sporco.

FERNANDINHO 5,5 Entra spesso in ritardo, sbagliando parecchio. Giornata no.

(dal 1s.t. NEYMAR 8 Ritorna in grande stile trovando un gran gol che porta in vantaggio i suoi. Decisivo.)

CASEMIRO 7 Faro di centrocampo. Cè sempre, ovunque. Nel finale si concede pure un assist.

WILLIAN 7 Nel primo tempo è lunico dei suoi a impensierire la retroguardia avversaria. Bene anche nella ripresa.

(dal 37 s.t. TAISON s.v.)

G. JESUS 5 Riceve pochi rifornimenti ma fa anche poco per invertire la rotta.

(dal 15 s.t. FIRMINO 7 Ci prova con insistenza trovando alla fine un gol voluto e meritato.)

COUTINHO 5 Trova pochi spazi: prova a inventare qualcosa ma senza mirare.

(dal 37 s.t. FRED s.v.)

ADENOR LEONARDO BACCHI 7 Squadra sicura di sé e pronta in vista del Mondiale. Laffiatamento impressiona, la qualità viene lasciata libera di emergere.

BRASILE CROAZIA: I VOTI DEI BALCANICI

SUBASIC 6 Incolpevole sui gol. Per il resto risponde bene.

VRSALJKO 6 Copre bene la porzione di campo di sua competenza.

(dal 42 s.t. JEDVAJ s.v.)

CORLUKA 6,5 Molto vigile e preciso nelle chiusure.

(dal 7 s.t. CALETA-CAR 5 Troppi errori, si fa superare da Neymar, si fa sovrastare da Firmino.)

LOVREN 6,5 Molto utile negli anticipi e nelle letture.

VIDA 5 Poco ordinato e alla lunga impreciso.

BADELJ 6,5 Tiene bene a bada i centrocampisti avversari. Tanta quantità.

(dal 16 s.t. BROZOVIC 6 Sbaglia poco facendo girare bene la squadra.)

RAKITIC 5,5 Prova a servire il reparto offensivo anche se fatica parecchio. Con il passare del tempo cala.

(dal 38 s.t. BRADARIC s.v.)

REBIC 6 Riesce a scassinare la catena di destra ma senza trovare lultimo passaggio.

(dal 19 s.t. PJACA 5 Qualche incursione solitaria. Poca roba.)

MODRIC 6,5 Le sue idee tengono in affanno il Brasile nel primo tempo.

(dal 13 s.t. KOVACIC 5,5 Non allaltezza di Modric. )

PERISIC 5 Si accende a intermittenza. Qualche lampo ma senza incidere.

KRAMARIC 6 In apertura ha diverse occasioni, poi viene isolato e mal rifornito.

DALIC 6 I dettami sono quelli giusti. La squadra è quadrata e sa sempre cosa fare. Test comunque incoraggiante in vista del debutto mondiale.

Termina 0-0 il primo tempo dellamichevole di Anfield Road tra Brasile e Croazia. Sudamericani in campo con il 4-3-3. Alisson tra i pali, Danilo, Thiago Silva, Miranda e Marcelo in difesa. A centrocampo Willian, Casemiro e Fernandinho mentre in attacco troviamo Paulinho, G. Jesus e Coutinho. La Croazia replica con il 4-2-3-1. In porta Subasic, linea difensiva composta da Vrsaljko, Lovren, Corluka e Vida. In mediana Badelj e Rakitic, in zona offensiva Rebic, Modric e Perisic in supporto di Kramaric. Nei primi minuti è la Croazia a controllare il gioco. Modric prova a far girare la squadra. Kramaric lotta in area di rigore. L’attaccante è il primo ammonito del match. Poco dopo ci prova di testa sugli sviluppi di un corner ma non inquadra lo specchio. Al 14esimo la difesa del Brasile esagera con il palleggio perdendo palla. Badelj ci prova dal limite ma Alisson c’è. Il Brasile prova a uscire dalla morsa croata. Giro palla sterile quello dei verdeoro. Al 20esimo Marcelo scucchiaia in area per Coutinho ma Lovren capisce tutto e di testa ferma l’azione. L’assenza di Neymar in questa prima fase di gioco sembra pesare parecchio tra le fila carioca.

Al 24esimo Coutinho si mette in proprio ma fa tutto con troppa fretta. Riceve, scatta e tira da posizione defilata ma la manda alle stelle. La Croazia prova ad alzare il baricentro ma si affida soprattutto ai lanci di Modric e Rakitic verso Kramaric. Alisson esce e la fa sua, la maggior parte delle volte, senza problemi. Vida ci mette troppa energia rischiando il giallo per un fallo su Casemiro. L’arbitro lo grazia. Willian esce allo scoperto. Dalla destra il giocatore del Chelsea fa impazzire la difesa della Croazia. Subasic esce evitando guai. Al 34esimo Modric pennella in area sugli sviluppi di un calcio di punizione ma nessun compagno riesce a raccogliere il servizio. Il Brasile prova a ripartire ma l’azione non è accompagnata come si dovrebbe. Poco dopo Fernandinho e Vrsaljko si scontrano pericolosamente. Fernandinho alza la gamba per intervenire su un pallone non vedendo il tentativo di testa del terzino ex Sassuolo, il quale ha la peggio. Ammonito il brasiliano. Dopo le dovute cure del caso Vrasljko si rialza e fa cenno di poter proseguire la sua gara. Willian intanto riprende la sua personale battaglia sulla fascia destra. La difesa croata però copre bene non concedendogli spazi. Prima dell’intervallo Rebic sguscia via sulla destra vincendo un contrasto con Marcelo ma l’arbitro lo ferma inventandosi un fallo.

MIGLIORE IN CAMPO BRASILE: WILLIAN 6,5 PEGGIORE IN CAMPO BRASILE: COUTINHO 5

MIGLIORE IN CAMPO CROAZIA: LOVREN 7 PEGGIORE IN CAMPO CROAZIA: PERISIC 5





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie