CRISTIANO RONALDO ALLA JUVENTUS/ Ultime notizie, c’è la quota per il primo gol in Serie A

Cristiano Ronaldo alla Juventus: le ultime notizie sulla grande trattativa per portare l’attaccante portoghese dal Real Madrid ai bianconeri. Sabato il giorno giusto per l’annuncio?

05.07.2018 - Claudio Franceschini
cristiano_ronaldo_applauso_2018
Cristiano Ronaldo (LaPresse)

Cristiano Ronaldo alla Juventus, un’operazione a cui iniziano a crederci anche i bookmaker. La quota circa il passaggio dal Real Madrid ai bianconeri di CR7 è in picchiata, e si assesta sull’1.36 (Snai), numeri decisamente bassi che fanno ben sperare in vista della buona riuscita della trattativa. Ancor più significativo scoprire che la Snai non quoti i possibili rivali della Signora, visto che il Real Madrid, dato a (2.75), è la seconda squadra con maggiori chance di avere con se il lusitano. Alcune agenzie si sono sbilanciate, ed hanno già quotato la presenza di Cristiano Ronaldo alla prima giornata di Serie A, nonché sul numero di gol che lo stesso lusitano realizzerà durante il prossimo campionato. Se dovesse ottenere quota 29 reti, lo stesso numero di Icardi e Immobile nella scorsa stagione, CR7 pagherebbe 1.85 la puntata. Infine, su Eurobet si quota anche il gol alla prima di Serie A, pari a 1.40. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

IL COMUNICATO JUVENTINO

La Juventus, in piena Cristiano Ronaldo-mania dei propri tifosi – e di tutta la stampa sportiva mondiale – lancia un comunicato ufficiale, su richiesta ufficiale della Consob (la Commissione nazionale per tutte le società che operano in Borsa) proprio per spiegare cosa potrebbe avvenire nelle prossime ore: «durante la Campagna Trasferimenti la Società valuta diverse opportunità di mercato e all’eventuale perfezionamento delle stesse fornirà adeguata informativa nei termini di legge». Non vi è scritto ovviamente che Cr7 sarà il prossimo acquisto ma è evidente che qualcosa che bolle di grosso in pentola c’è e, stando anche al titolo che continua a volare in Borsa della Juventus Fc (oggi +5,06%), le possibilità che il fenomeno del Real Madrid arrivi a Torino nelle prossime ore non è assolutamente da scartare. La correttezza legale per una società quotata in Borsa è fondamentale e la Juventus è pronta a seguire tutte le norme corrette per poter presentare quello che sarà (se avverrà) il “colpo del secolo” non solo dal punto di vista sportivo. (agg. di Niccolò Magnani)

MENDES ATTESO OGGI A MILANO

Nelle ultime ore si è parlato di una imminente partenza di Beppe Marotta e Fabio Paratici da Milano a Madrid per chiudere l’affare Cristiano Ronaldo, ma in realtà sarà Jorge Mendes a sbarcare in Italia nella giornata di oggi. Secondo quanto riportato da Sportmediaset, l’agente del fuoriclasse portoghese potrebbe arrivare a Milano e incontrare la dirigenza bianconera per definire alcuni dettagli dell’operazione. Difficile che venga portata a termine domani. È molto probabile che venga chiesto alla società bianconera di alzare l’offerta di 100 milioni di euro per accontentare il presidente Florentino Perez. La novità delle ultime ore, secondo l’esperto di mercato di Mediaset Paolo Bargiggia, è che Cristiano Ronaldo ha apprezzato lo sforzo della Juventus e quindi ha dato la possibilità al club di Andrea Agnelli di trattare al 50% sugli introiti dei nuovi sponsor che verranno. Manca ancora qualcosina per chiudere l’affare del secolo… I segnali però sono positivi. Intanto AS annuncia che Cristiano non avrà alcun tipo di cerimonia d’addio, ma probabilmente andrà via con un lungo messaggio di addio per i tifosi. (agg. di Silvana Palazzo)

MAROTTA E PARATICI ATTESI A MADRID NELLE PROSSIME ORE

Sono attesi nelle prossime ore a Madrid i massimi rappresentati della Juventus. L’amministratore delegato bianconero, Benne Marotta, e il suo braccio destro, il fidato Paratici, dovrebbero a breve volare nella capitale spagnola, per trattare di persona con Florentino Perez il cartellino di Cristiano Ronaldo, il giocatore più forte del pianeta. La questione è molto semplice: i campioni d’Italia in carica vogliono che sia CR7 a liberarsi dalle Merengues, e una volta raggiunto quest’obiettivo, la Juventus andrebbe quindi a trattare con il Real. La sensazione circolante è che fra il portoghese e Florentino Perez sia più una questione di orgoglio che di altro, con il patron madrileno che vorrebbe che CR7 parlasse apertamente spiegando i motivi che lo spingono a dire addio, mentre lo stesso giocatore sarebbe rimasto deluso dopo che la società sarebbe pronto a cederlo ad appena 100 milioni di euro, meno della metà di Neymar. Un grave smacco per l’orgoglioso Ronaldo, che essendo il giocatore più forte della terra, dovrebbe di conseguenza costare più di chiunque altro. Novità sono attese in giornata odierna, per una trattativa che si fa sempre più calda ogni ora che passa. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

STIPENDIO DA 40 MILIONI DI EURO, BONUS COMPRESI

Continuano a giungere aggiornamenti dalla Spagna circa quella che è già stata ribattezza l’operazione del secolo, il trasferimento di Cristiano Ronaldo dal Real Madrid alla Juventus. Attenzione a quanto sottolinea As, noto quotidiano sportivo iberico, secondo cui l’ingaggio di CR7 potrebbe lievitare addirittura a 40 milioni di euro ogni anno. Stando ai colleghi spagnoli, infatti, lo stipendio base sarebbe di 30 milioni di fisso, a cui andrebbero ad aggiungersene altri 10 di bonus, in base al raggiungimento di determinati obiettivi. Non si conoscono i dettagli, ma è facile intravedere fra i surplus la vittoria della Champions League, e probabilmente una postilla per il Triplete, (Champions, Serie A e Coppa Italia). Cifre mostruose, mai toccate in Italia, e proprio per questa ragione l’ad Marotta starebbe cercando di capire se l’operazione sia sostenibile o meno. Tra ingaggio al lordo, e i 100 milioni di euro da pagare al Real, le spese per Ronaldo ammonterebbero alla fine a quasi 350 milioni in quattro anni: ma il più forte giocatore del mondo si paga. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

I DUBBI DI MAROTTA

L’affare Cristiano Ronaldo è sostenibile per la Juventus, che pensa ad un paio di cessioni e ad una serie di sponsorizzazioni per coprire l’intera operazione. Eppure in Spagna c’è chi ritene che sia un trasferimento rischioso per le casse bianconere. Secondo Chiringuito Tv, una fonte che non si è sempre rivelata affidabile, la società bianconera sarebbe costretta a cedere 3-4 top player per coprire l’ingaggio del fuoriclasse del Real Madrid, altrimenti potrebbe avere problemi con il Fair Play Finanziario, come nel caso del Milan che è stato escluso dalle coppe europee. Chiringuito Tv evidenzia un altro aspetto della vicenda: pare che Marotta non sia convinto dell’operazione, perché ritiene che sia folle spendere 400 milioni di euro complessivi per comprare Cristiano Ronaldo, visto che la Juventus per natura non ha mai fatto affari di questa portata. Ma la Juventus, secondo la Gazzetta dello Sport, starebbe pensando alle cessioni di Gonzalo Higuain e Daniele Rugani al Chelsea per ottenere i 100 milioni di euro da girare al Real Madrid. Di tutt’altro avviso rispetto a Chiringuito è Marca, secondo cui nella notte è stato sancito un patto d’addio. Il Real Madrid, per non ripetere l’errore fatto con Iker Casillas, starebbe preparando una festa per salutare CR7, riconoscendogli i giusti onori dopo tanti successi. Il patto su partenza e dinamiche dei saluti è stato stipulato nella notte tra l’agente del fuoriclasse portoghese, Jorge Mendes, e il presidente del club madrileno Florentino Perez. (agg. di Silvana Palazzo)

IL RETROSCENA: 28 TELEFONATE CR7-AGNELLI

Sono davvero interessanti le indiscrezioni pubblicate questa mattina dal quotidiano spagnolo Marca, in merito alla trattativa fra la Juventus e Cristiano Ronaldo. I colleghi iberici raccontano di come CR7 sia rimasto impressionato dal mondo bianconero, e dalle modalità con cui la Vecchia Signora lo ha corteggiato. Marca parla di una squadra “umile” di fronte all’asso lusitano, con CR7, e solo CR7, considerato l’uomo in grado di far entrare la Juventus nella storia, riconquistando la Champions League. Cristiano Ronaldo «ha detto sì ad Andrea Agnelli – si legge su Marca – non ha ancora firmato ma ha dato la sua parola, che per lui é la stessa cosa: Ronaldo non ha bisogno di alcuna firma per andare avanti». Stando a quanto scrivono i colleghi iberici, pare che il corteggiamento telefonico di Agnelli nei confronti dell’attaccante del Real, sia stato portato a termine dopo ben 28 chiamate. La trattativa sembra proseguire a gonfie vele quindi. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

LE APERTURE DI MARCA E DI AS

Passano le ore e si compongono le tessere del puzzle, con Cristiano Ronaldo che è sempre più vicino alla Juventus. L’operazione è complessa e costosa, ma ormai tutte le parti in gioco, CR7 stesso, la Vecchia Signora, e il Real Madrid, si trovano d’accordo nel portarla a termine. Ancora una volta è la stampa spagnola a riportare le notizie più calde su questo fronte, a cominciare dal quotidiano Marca, che ricordiamo, è molto vicino all’ambiente Merengues. Stando a quanto riferiscono i colleghi iberici, l’asso della nazionale lusitana avrebbe già dato la sua parola al presidente della Juventus, Andrea Agnelli, a conferma dell’accordo da 120 milioni di euro per quattro anni. Attenzione anche a quanto scrive As, che come Marca, mette in prima pagina il faccione del portoghese, con il titolo “Cristiano, cessione imminente”. Secondo il giornale, la Juventus punta a presentare il gioiello lusitano già nella giornata di domani, nello splendido Allianz Stadium: il modo migliore per iniziare il ritiro, previsto per lunedì 9 luglio. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

OPERAZIONE ESTREMAMENTE ONEROSA

Se l’affare che porterà Cristiano Ronaldo alla Juventus si concretizzerà, sarà un’operazione estremamente onerosa per le casse del club. E in molti si stanno chiedendo se i bianconeri non possano cadere nella morsa del controllo del fair play finanziario dell’Uefa, così come accaduto ad altri club: il che sarebbe una novità negativa per una società come la Juventus, virtuosa finanziariamente a sostegno dei grandi risultati sportivi ottenuti negli ultimi anni. Ma questo non accadrà, perché Fca, la società controllante della Fiat e della Juventus, sosterrà con la formula di una sponsorizzazione l’acquisto da parte dei bianconeri di Cr7: il che abbasserà sensibilmente il peso del costo dell’operazione sulle casse della Juventus. Si tratta dello stesso meccanismo che ha permesso al Paris Saint Germain di acquistare Neymar l’anno scorso, pagando al Barcellona la clausola rescissoria tramite una sponsorizzazione della Qatar Airways. (agg. di Fabio Belli)

PARLA JORGE MENDES

Sono ore decisive per il trasferimento di Cristiano Ronaldo alla Juventus. In queste ore il club bianconero sta aspettando che Jorge Mendes, l’agente del fuoriclasse del Real Madrid, dia il via libera per presentare un’offerta di 100-120 milioni di euro per il cartellino del 33enne. Stando a quanto riportato da Sky Sport, non è una cifra casuale né una clausola rescissoria: è un gentleman agreement risalente allo scorso gennaio. Se il presidente del Real dovesse mantenere la parola data, allora l’agente di CR7 darà l’ok all’amministratore delegato bianconero Beppe Marotta e al direttore sportivo Fabio Paratici, pronti a imbarcarsi sul primo volo per concludere la trattativa clamorosa. Il presidente della Juventus invece ha fatto svolgere uno studio di costi e ricavi derivanti dall’operazione, quindi ha dato il suo via libera. Intanto si segnalano le dichiarazioni dell’agente di Cristiano Ronaldo a Record: «Se lasciasse il Real Madrid, sarebbe per affrontare una nuova tappa e una nuova sfida della sua carriera fantastica. Comunque dovesse andare sarà eternamente grato al Real, al Presidente, ai dirigenti, allo staff medico, ai dipendenti della società, ai tifosi e a tutti i madridisti in giro per il mondo». (agg. di Silvana Palazzo)

CRISTIANO RONALDO ALLA JUVENTUS: VOCI E INDISCREZIONI

Ormai si attende solo l’annuncio per il passaggio di Cristiano Ronaldo dal Real Madrid alla Juventus: la clamorosa trattativa di calciomercato che sembrava solo una suggestione è improvvisamente diventata realtà, tanto da avere date e cifre precise. Naturalmente c’è ancora chi non ci crede, e del resto se è vero che non sono arrivate smentite da nessuno dei soggetti interessati, è altrettanto rimarchevole il fatto che conferme ufficiali non ci siano state; trattandosi di un affare complesso e impensabile fino a pochi giorni fa è lecito avere il punto di domanda aperto. Ad esempio, l’ultima voce che circola dice che Cristiano Ronaldo potrebbe comunque finire al Psg – che era la sua destinazione più probabile, e dove prenderebbe il posto di Neymar che andrebbe al Real Madrid – e che la Juventus si consolerebbe con Edinson Cavani; a oggi però è giusto ribadire che le possibilità che il portoghese firmi per i bianconeri sono decisamente più alte di qualunque altra ipotesi, perchè ormai da più parti le voci collimano.

A QUANDO L’ANNUNCIO?

I tifosi dunque fremono e vogliono togliersi la stilla del dubbio e dell’incredulità: quando verrà annunciato Cristiano Ronaldo? In merito, la Juventus starebbe pensando di aspettare comunque la chiusura della Borsa di Milano (venerdì alle 17:30) e di organizzare un evento in grande stile, eventualmente con l’Allianz Stadium come location. Potrebbe essere sabato il giorno giusto; Ronaldo vorrebbe chiudere in fretta per poi dedicarsi alle vacanze post-Mondiale. Intanto possiamo già dire che l’effetto della trattativa, o della voce – per chi ancora non vuole credere all’operazione – ha scatenato un’impennata di ricerca di “Cristiano Ronaldo” su Google, e che i titoli della Juventus in Borsa sono schizzati alle stelle. Logico dunque che, nel caso, la Juventus voglia pensare bene alla data e alle modalità dell’annuncio: in questo senso può essere un indizio il fatto che sabato sia il giorno 7, vale a dire corrispondente al numero di maglia di Ronaldo. Con un colpo così, tutto fa brodo per aumentare la spettacolarità.

LA JUVENTUS CON CRISTIANO RONALDO COME GIOCHERA’?

Nel mare dei commenti sulla trattativa, sulle cifre e sulla veridicità dell’arrivo, si è ancora detto poco di come la Juventus giocherebbe con Cristiano Ronaldo nel suo reparto offensivo. Massimiliano Allegri da questo punto di vista ha dimostrato di sapersi adattare a più situazioni: ha giocato con la difesa a tre, con il 4-2-3-1, nell’ultima stagione ha aperto al tridente. CR7 naturalmente saprebbe fare un po’ di tutto: la prima opzione, quella del 4-3-3, lo vedrebbe esterno a sinistra o punta centrale scambiandosi il ruolo con Dybala, mentre Douglas Costa sarebbe l’altro laterale. In un 4-2-3-1 Ronaldo potrebbe essere il centravanti o, anche qui, l’esterno; qui Dybala potrebbe giocare a sinistra eventualmente con Bernardeschi centrale. Altrimenti, il 4-4-2: Zinedine Zidane lo ha utilizzato nel finale della stagione appena trascorsa. Coppia con Dybala, mentre larghi a centrocampo potrebbero andare Bernardeschi e Douglas Costa o, volendo rimanere maggiormente sulla difensiva, tornerebbero utili i nuovi acquisti Joao Cancelo e Emre Can. Non abbiamo nominato Gonzalo Higuain: il Pipita presumibilmente sarebbe il sacrificato numero uno in caso di arrivo di Cristiano Ronaldo, e a dirla tutta nemmeno la posizione di Dybala è così salda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori