RONALDO DICE NO AL PORTOGALLO: SOLO CHAMPIONS E JUVENTUS/ Niente addio alla Seleção: Allegri ringrazia Santos

- Davide Giancristofaro Alberti

Ronaldo dice no al Portogallo: solo Juventus e Champions. CR7 vuole essere al top di condizione il prima possibile, ed è pronto a “rifiutare” la nazionale

Cristiano_Ronaldo_Juventus_Villar_Perosa_lapresse_2018
Probabili formazioni Chievo Juventus, Serie A 1^ giornata (Foto LaPresse)

Modello diretta redazionale Non solo Cristiano Ronaldo, ma pure i tedeschi Khedira ed Emre Can: Massimiliano Allegri può sorridere dal momento che il primo, doppio impegno a seguito della sosta in campionato con la Nations League non lo priverà di alcune pedine fondamentali. Infatti, se i due centrocampisti non sono stati convocati dalla Germania e potranno restare ad allenarsi a Vinovo, il nuovo numero 7 della Juventus è stato accontentato nella richiesta dal ct della nazionale portoghese, Fernando Santos, con cui ha oramai un buon feeling. È l’allenatore che ha permesso alla Seleçao lusitana di aggiudicarsi il primo titolo della sua storia a Euro 2016 che Allegri deve dunque ringraziare per questa concessione che, indubbiamente, è frutto di un “concordato” tra la società bianconera e la nazionale rossoverde, oltre che di una saggia strategia comunicativa se è vero che oggi tutti i media titolano parlando di un CR7 che rinuncia alla chiamata per dedicarsi solo alla Juventus. Ad ogni modo, non si tratta di un addio definitivo ma solo di una pausa in vista di impegni più probanti. (agg. R. G. Flore)

NESSUN ADDIO ALLA NAZIONALE

Cristiano Ronaldo ha in testa soltanto la Juventus. E chi non ci crede è pregato di trovare una spiegazione plausibile alla rinuncia di CR7 all’eventuale – ma di fatto scontata se solo avesse voluto – convocazione del Portogallo per i prossimi due impegni internazionali: l’amichevole contro la Croazia finalista al Mondiale e la gara di Nations League contro l’Italia del 10 settembre, a Lisbona, dove Cristiano avrebbe potuto ripetere in gara ufficiale le sfide contro Chiellini e Bonucci che si ripetono ogni giorno. Quello di Cristiano Ronaldo, però, non va considerato un addio alla nazionale portoghese: almeno per il momento non ci sono dichiarazioni in tal senso. C’è soltanto la voglia di raggiungere il prima possibile il top della forma, così da dare fin da subito una mano decisiva alla Juve nella rincorsa alla Champions League che inizierà a settembre. Juve e Champions, i due chiodi fissi di Ronaldo al momento sono questi. Per il Portogallo c’è tempo…(agg. di Dario D’Angelo)

CR7 DOMANI A MONTECARLO

Cristiano Ronaldo non prenderà parte alle due prossime partite della nazionale portoghese, l’amichevole con la Croazia e l’attesa sfida con l’Italia in programma a Lisbona il prossimo 10 settembre, valevole per la neonata Nations League. CR7, stando a quanto circolante in queste ore, intende rimanere a Vinovo per proseguire la sua preparazione atletica, non avendo ancora raggiunto il top della forma. L’asso lusitano è intanto atteso nella giornata di domani a Montecarlo, dove, dalle ore 18:00, si terranno i sorteggi per la fase a gironi della Champions League. CR7 presenzierà nel principato alla luce dei moltissimi premi a cui è candidato lo stesso giocatore. A rappresentare la Vecchia Signora vi sarà invece il vice-presidente Pavel Nedved e l’amministratore delegato Beppe Marotta. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

CRISTIANO RONALDO VUOLE CONCENTRARSI SULLA JUVE

Cristiano Ronaldo ha preso una decisione: concentrarsi esclusivamente sulla Juventus e sulla nuova avventura con la maglia bianconera. Dopo il clamoroso addio estivo al Real Madrid, con la Vecchia Signora protagonista del cosiddetto colpo del secolo, il fuoriclasse portoghese ha deciso di rinunciare alle prossime due gare con la Nazionale portoghese di Santos. Il motivo? Appunto, concentrarsi solo sulla Juve, per la felicità di Massimiliano Allegri. Ed è una doppia buona notizia, possiamo dire: la compagine lusitana sfiderà anche l’Italia di Roberto Mancini il prossimo 10 settembre 2018, gara valida per la neonata Nations League. Non sono state ancora diramate le convocazioni ufficiali per i prossimi impegni, ma sembra certa l’assenza del campione 33enne. Anche se potrebbe arrivargli una sanzione: essendo una gara ufficiale, non potrebbe declinare la chiamata del commissario tecnico. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

CR7, NO AL PORTOGALLO PER LA JUVENTUS

Ronaldo rinuncia alla nazionale portoghese per lavorare con la Juventus. Stando a quanto rivelato questa mattina dai colleghi de La Gazzetta dello Sport, l’asso lusitano non prenderà parte alle due prossime sfide del Portogallo, l’amichevole con la Croazia e la partita della nuovissima Nations League contro l’Italia del 10 settembre, per rimanere a Vinovo ad allenarsi. CR7 non è ancora in condizioni perfette, come si è potuto constatare dalle due gare contro Chievo e Lazio, e di conseguenza è pronto a lavorare senza sosta per ritrovare la forma di un tempo, in vista anche dell’esordio in Champions League.

MANCA ANCORA L’UFFICIALITA’ MA…

Attenzione, manca ancora l’ufficialità, ma la sensazione circolante è che il più forte calciatore al mondo stia per dare forfeit alla sua nazionale per dedicarsi anima e corpo alla sua nuova squadra. Sicuramente una buona notizia per il commissario tecnico della nazionale italiana, Roberto Mancini, ma anche e soprattutto per Massimiliano Allegri, che potrà così continuare a lavorare con l’asso portoghese mentre gli altri campionissimi saranno impegnati con le rispettive nazionali. Un bel segnale quello di Ronaldo, forse anch’egli deluso da questo inizio di stagione con i bianconeri, in cui lo stesso giocatore è stato poco extra e molto terrestre: ma la tendenza, potrebbe invertirsi a brevissimo…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori