Risultati Nations League/ Classifica aggiornata: Italia ko in Portogallo, rimonta pazzesca della Turchia!

- Mauro Mantegazza

Risultati Nations League: classifica aggiornata, l’Italia cade in Portogallo per effetto del gol di André Silva ed è ancora senza vittorie, rimonta clamorosa della Turchia sulla Svezia

Portogallo_Europei_mucchio_lapresse_2017
Diretta Lussemburgo Portogallo (Foto LaPresse)

Clamoroso finale nelle partite di UEFA Nations League: purtroppo l’Italia cade in Portogallo a causa del gol di André Silva, che nella nostra Serie A non ha mai inciso, e così si ritrova ultima nel girone della Lega A avendo già giocato le due partite di andata, e una situazione complicata mentre i lusitani aprono benissimo il loro impegno in questo torneo. Il risultato pazzesco è però quello di Solna: la Svezia, avanti agevolmente per 2-0 sulla Turchia, si fa addirittura battere. Hakan Calhanoglu accorcia subito le distanze ma il vero eroe è Emre Akbaba, che tra l’88’ e il 92’ trova due reti decisive e manda la Turchia ad agganciare la Russia nel girone di Lega B, facendo fare una pessima figura alla nazionale scandinava. La Lega C registra le vittorie interne del Montenegro e della Scozia, che battono – entrambe per 2-0 – rispettivamente Lituania e Albania; non basta alla Serbia la doppietta di Aleksandar Mitrovic, la Romania risponde due volte e così finisce 2-2. Nella Lega D infine Andorra riprende il Kazakhstan nel finale e le due nazionali ottengono un punto; il Kosovo festeggia la prima vittoria di sempre in partite ufficiali liquidando le Far Oer, 1-1 anche tra Malta e Azerbaijan. Martedì 11 settembre si giocano le ultime partite di questa seconda giornata della UEFA Nations League. (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI E CLASSIFICA NATIONS LEAGUE

INTERVALLO SU TUTTI I CAMPI

Siamo arrivati all’intervallo nelle partite della UEFA Nations League: all’Estadio Da Luz l’Italia non riesce a sbloccare la partita e dunque sta pareggiando a reti bianche contro il Portogallo padrone di casa, al momento portandosi al primo posto nel suo girone di Lega A ma avendo giocato una partita in più delle avversarie, con almeno una che nel prossimo impegno potrebbe effettuare il sorpasso o quantomeno l’aggancio in vetta, e complicando il cammino verso la vittoria del gruppo e il passaggio alla semifinale del torneo. Nella Lega B bene la Svezia, che inguaia la Turchia: il gol di Isaac Kiese Thelin sancirebbe la prima vittoria della nazionale scandinava, mentre i turchi al momento restano ultimi in classifica avendo già disputato entrambe le partite dell’andata. Nella Lega C il Montenegro sta sfruttando il fattore campo e una partita agevole e, con Stefan Savic (rigore) e Marko Jankovic è avanti comodamente sulla Lituania, ma la Serbia risponde con Aleksandar Mitrovic e si conferma a punteggio pieno, con la Romania che sarebbe invece terza. La Scozia e l’Albania sono ancora inchiodate senza reti; nella Lega D l’unica partita che si è sbloccata è quella tra Malta e Azerbaijan, padroni di casa in vantaggio con un rigore ma ripresi un quarto d’ora più tardi, al momento però i maltesi stanno difendendo molto bene un punto che sarebbe utile se non altro per il morale. Cosa succederà nel secondo tempo di queste partite della serata di UEFA Nations League? Lo scopriremo tra poco… (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIANO LE PARTITE

Pochi minuti al via delle partite odierne per la Uefa Nations League, tutte previste in prima serata, anche perché siamo a lunedì. A parte naturalmente Portogallo Italia, la partita sulla carta più interessante dovrebbe essere Svezia Turchia: conosciamo benissimo gli svedesi, arrivati quasi da cenerentola (e nel modo che tutti ben ricordiamo) ai Mondiali di Russia 2018 ma poi protagonisti assoluti del torneo iridato, dove hanno raggiunto addirittura i quarti di finale, miglior risultato della Svezia dai tempi del terzo posto a Usa 1994 nonostante l’assenza di Zlatan Ibrahimovic. Adesso gli scandinavi sono chiamati a dare continuità a quell’exploit e il girone a tre è tosto, perché comprende anche la Russia e la Turchia, oggi rivale della Svezia nella partita alla Friends Arena di Stoccolma. I turchi invece stanno cercando di ripartire dopo un periodo non facile e per riuscirci si sono affidati alla guida di Mircea Lucescu. Adesso però la parola passa al campo, perché la serata di Uefa Nations League sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE CENERENTOLE DELLA LEGA D

Ben tre delle partite in programma oggi per la Uefa Nations League riguarderanno la Lega D, cioè l’ultima categoria della neonata competizione europea. Qui si trovano squadre che sono espressione di nazioni anche completamente differenti fra loro, ma accomunate da Nazionali di calcio non certo fra le più competitive. Ad esempio, Andorra Kazakistan metterà di fronte un piccolo Stato sui Pirenei, stretto tra la Francia e la Spagna, e il gigantesco Paese ex sovietico che geograficamente è quasi del tutto asiatico: difficile immaginare campi in cui confrontare Andorra e Kazakistan, ma su un campo da calcio l’esito potrebbe essere interessante. Nelle altre due partite scenderanno in campo le rappresentative di due piccoli arcipelaghi come Malta e Far Oer (quest’ultimo politicamente una dipendenza della Danimarca), un’altra nazione ex sovietica come l’Azerbaigian e una terra dalla storia tormentata come il Kosovo: tutti alla ricerca di un posto al sole, che in questo caso sarebbe la promozione in Lega C per la prossima edizione della Nations League. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SERBIA, UNA BIG IN INCOGNITO?

La Serbia potrebbe essere definita come una big in incognito nella Uefa Nations League: infatti la Nazionale slava fa parte della Lega C, un livello decisamente basso per chi meno di tre mesi fa partecipava ai Mondiali 2018 in Russia, ai quali non erano invece presenti diverse Nazionali che adesso fanno parte (grazie al ranking) della Lega B o addirittura della Lega A – Italia e Olanda. La Serbia è l’unica delle 14 Nazionali europee presenti al torneo iridato in Russia ad essere stata relegata nella Lega C, della quale è ovviamente adesso il principale punto di riferimento. Non è sicuramente una buona notizia per Romania (oggi avversaria dei serbi), Montenegro e Lituania, le tre squadre inserite nello stesso girone della Serbia, che proveranno comunque a contendere agli slavi il primato nella classifica finale di questo raggruppamento – primo posto che varrà la promozione nella Lega B per la prossima edizione della Uefa Nations League. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA SVEZIA TORNA IN CAMPO

Tra le partite che spiccano nella giornata di Nations League 2018-2019 troviamo quella della Lega B: nel gruppo 2 si affrontano Svezia e Turchia. Per la nazionale scandinava è l’esordio in questa competizione, mentre la Turchia ha già l’acqua alla gola dopo la sconfitta interna subita dalla Russia; la Svezia è stata una delle rivelazioni all’ultimo Mondiale perchè, dopo la qualificazione ottenuta di misura nel playoff contro l’Italia, era arrivata in terra russa senza troppe ambizioni e invece, grazie soprattutto al 3-0 sul Messico, si è presa gli ottavi vincendo il girone nel quale era compresa anche la Germania, e poi ha superato anche la Svizzera (1-0) riuscendo a centrare i quarti che le mancavano dal 1994, quando aveva ottenuto il terzo posto. L’avventura si è conclusa con la sconfitta subita dall’Inghilterra, ma alla prima esperienza senza Zlatan Ibrahimovic la nazionale svedese ha dimostrato di essere competitiva e tignosa, magari non ricchissima di talento ma certamente pronta per queste grandi competizioni. Dunque in questa Nations League la Svezia è la favorita per vincere il girone, e salire in Lega A tra due anni; intanto sarà importante non sbagliare l’esordio di questa sera. (agg. di Claudio Franceschini)

LE PARTITE DI LUNEDì 10 SETTEMBRE

Oggi lunedì 10 settembre sarà una nuova giornata in compagnia della Uefa Nations League: nella nuova competizione europea per nazionali che stiamo cominciando a conoscere torneranno infatti in campo i gironi delle varie fasce che erano stati protagonisti già venerdì, Italia compresa. Nel frattempo ricordiamo che la Nations League per la Uefa è soprattutto un modo per rendere più vivace il biennio di avvicinamento agli Europei, assegnando un trofeo anche nell’anno dispari e riducendo il numero di partite poco interessanti. Ricordiamo allora tutti gli incontri in programma oggi: la Lega A prevede soltanto Portogallo-Italia (ore 20.45) e ci sarà un solo match anche per la Lega B, che ci proporrà Svezia-Turchia sempre alle ore 20.45; la Lega C ha in programma alle ore 20.45 ben tre sfide e cioè Montenegro-Lituania, Scozia-Albania e Serbia-Romania, mentre nella Lega D avremo altre tre sfide, sempre tutte alle ore 20.45: Andorra-Kazakistan, Kosovo-Far Oer e Malta-Azerbaigian. Per tutte le nazionali in campo l’imperativo è lo stesso: provare a vincere il girone, così da garantirsi la promozione in una lega superiore (oppure l’accesso alla Final Four per il titolo nella Lega A), oppure almeno evitare l’ultimo posto per non retrocedere nella categoria inferiore in questa sorta di “campionato” europeo per le nazionali del Vecchio Continente.

IL BIG MATCH

La partita più attesa sarà naturalmente l’unica prevista nella Lega A, quella in programma all’Estadio Da Luz di Lisbona, palcoscenico di lusso per la sfida fra i padroni di casa del Portogallo e l’Italia. Una sfida di grandissimo fascino tra due Nazionali che stanno vivendo momenti particolari: i lusitani finalmente agli Europei 2016 hanno vinto un titolo, ma poi in Russia hanno mostrato un evidente passo indietro e adesso devono provare a fare a meno di Cristiano Ronaldo, che almeno a questo giro non è stato convocato dal c.t. Fernando Santos; per l’Italia naturalmente basta aggiungere che i Mondiali di quest’anno sono stati i primi senza gli azzurri da 60 anni a questa parte per descrivere il momento particolare vissuto dal calcio italiano, che deve vivere questa nuova Uefa Nations League come occasione per dare il via a una rinascita necessaria per tornare ai vertici internazionali. La trasferta in Portogallo, pur in assenza di Cristiano Ronaldo, sarà senza dubbio un test molto significativo per la squadra di Roberto Mancini, in termine di risultati ma anche di qualità della prestazione e di personalità.

RISULTATI E CLASSIFICA NATIONS LEAGUE

LEGA A

RISULTATO FINALE Portogallo-Italia 1-0 – 48′ André Silva

Classifica girone 3: Portogallo 3; Polonia 1; Italia 1.

LEGA B

RISULTATO FINALE Svezia-Turchia 2-3 – 35′ Kiese Thelin (S), 49′ Claesson (S), 51′ Calhanoglu (T), 88′ Akbaba (T), 92′ Akbaba (T)

Classifica girone 2: Russia 3; Turchia 3; Svezia 0.

LEGA C

RISULTATO FINALE Montenegro-Lituania 2-0 – 34′ rig. S. Savic, 36′ M. Jankovic

RISULTATO FINALE Scozia-Albania 2-0 – 47′ aut. Djimsiti, 68′ Naismith

RISULTATO FINALE Serbia-Romania 2-2 – 26′ A. Mitrovic (S), 48′ rig. Stanciu (R), 63′ A. Mitrovic (S), 68′ Tucudean (R)

Classifica girone 1: Albania 3; Scozia, Albania 0.

Classifica girone 4: Montenegro 4; Serbia 4; Romania 2; Lituania 0.

LEGA D

RISULTATO FINALE Andorra-Kazakhstan 1-1 – 68′ Logvinenko (K), 86′ Alaez (A)

RISULTATO FINALE Kosovo-Far Oer 2-0 – 50′ Zeneli, 55′ Nuhiu

RISULTATO FINALE Malta-Azerbaijan 1-1 – 10′ rig. Agus (M), 26′ Khalilzade (A)

Classifica girone 1: Georgia 3; Andorra 2; Lettonia 1; Kazakhstan 1.

Classifica girone 3: Kosovo 3; Far Oer 3; Azerbaijan 2; Malta 1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori