DIRETTA / Tottenham Liverpool (risultato finale 1-2) streaming video e tv: quinta vittoria di fila per i reds

- Claudio Franceschini

Diretta Tottenham Liverpool, streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca a Wembley, per la quinta giornata della Premier League

Tottenham Liverpool
Dier (LaPresse)

DIRETTA TOTTENHAM LIVERPOOL (RISULTATO FINALE 1-2): QUINTA VITTORIA DI FILA PER I REDS

Mané porta palla, poi serve Keita. La sua botta a rete viene respinta da Vorm, ci sono praterie ora a disposizione del Liverpool. Firmino, che va allo spalla contro spalla con Vertonghen riceve un colpo al sopracciglio e viene medicato in campo. Sostituzione per il Tottenham: fuori Winks, dentro Son, nel Liverpool esce proprio Firmino rimpiazzato da Henderson. Tocco a destra per Salah, che rientra sul mancino e ci prova a giro: Vorm si allunga ed evita il tris. Gara ormai che ha poco da dire, mancano pochi minuti alla fine. Lamela prova l’imbucata e calcia, il pallone non trova lo specchio della porta. Il Liverpool, una della favorite per la vittoria finale, sta confermando tutta la forza su un campo difficile. Sostituzione per il Liverpool: fuori Alexander-Arnold, dentro Matip. Sono cinque i minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Lamela! Accorcia le distanza il Tottenham quando manca davvero poco alla fine. La sfera arriva a Lamela sul secondo palo dopo un angolo, all’interno dell’area. Da una posizione quasi molto defilata l’argentino trova il gol. Non c’è più tempo, vittoria pesante per il Liverpool. (agg. Umberto Tessier)

RADDOPPIA FIRMINO!

Inizia la ripresa tra Tottenham e Liverpool, decide al momento la rete di Wijnaldum. ané riceve sulla sinistra, poi scarica dietro per Robertson. Cross del terzino, la palla quasi inganna Vorm ma sbatte solo sulla traversa. Grandissimo inizio di ripresa con le occasioni che fioccano, iniziativa pregevole di Lucas Moura che salta il diretto avversario e calcia, la palla incoccia contro il palo! Firmino! Raddoppia il Liverpool con l’attaccante brasiliano. Robertson serve a sinistra per Mané, che prende la linea di fondo e mette un cross basso in mezzo. Vertonghen tocca la sfera e prende il palo, nella mischia c’è Firmino che da due passi deposita in rete. Il primo cambio della gara è del Tottenham: fuori Dembelé, dentro Lamela. Partita che sembra ormai segnata, il Liverpool è padrone del campo. (agg. Umberto Tessier)

LA SBLOCCA WIJNALDUM DI TESTA!

Mané dopo una carambola scappa via sulla sinistra. Il suo tocco interno per Firmino è però impreciso. Wijnaldum! La sblocca la squadra guidata da Klopp con il colpo di testa di Wijnaldum con Vorm che respinge nella sua porta! Milner ha battuto di un calcio d’angolo, il portiere non ha rinviato bene, la sfera arriva dalle parti di Wijnaldum, il cui colpo di testa viene preso da Vorm, ma oltre la linea di porta, vantaggio meritato. Manca pochissimo alla fine della prima frazione, brutto colpo quello subito dai padroni di casa. Scambio pregevole tra Wijnaldum e Salah, gran palla di ritorno dell’egiziano, Wijnaldum entra in area ed incrocia il destro, palla che non trova lo specchio. Dopo un solo minuto di recupero il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi, decide al momento la rete siglata da Wijnaldum. (agg. Umberto Tessier)

NON SI SBLOCCA IL MATCH

Inizia il big match tra Tottenham e Liverpool, gara che promette grande spettacolo. Il Liverpool batte il calcio d’inizio. Manè la mette subito dentro ma viene pescato in fuorigioco. Altra occasione per Firmino, grande partenza dei reds che trovano il primo angolo della partita. Il Liverpool ha iniziato meglio rispetto ai padroni di casa, la compagine di Klopp sta attaccando a testa bassa. Dopo un inizio a grandi ritmi la gara ora ha leggermente perso di intensità siamo giunti al quindicesimo minuto con il match ancora in parità. Keita ferma con la mano il pallone a centrocampo, gesto istintivo che regala una punizione ai padroni di casa. Salah entra in area e tira, Vorm salva con la mano destra. Siamo intanto giunti a metà della prima frazione con il risultato ancora a reti bianche, poche le emozioni fino ad ora. (agg. Umberto Tessier)

SI GIOCA

Tottenham Liverpool sta finalmente per cominciare: prima di scoprire le formazioni che scenderanno in campo per questa partita dobbiamo ricordare un calciatore che ha fatto la storia di entrambi i club. Il portiere Ray Clemence, 61 presenze in nazionale, ha giocato ben 14 stagioni con i Reds ed è il portiere titolare delle tre Coppe dei Campioni vinte dai Reds (in più ci sono cinque campionati, una Coppa UEFA, due Coppe UEFA e una Supercoppa Europea), ma in seguito è andato a chiudere la carriera con gli Spurs e, in sette anni, ha trionfato in FA Cup e Charity Shield aggiungendovi la Coppa Uefa del 1984. L’ultimo trasferimento diretto tra le due società riguarda il centrocampista Kevin Stewart, estate 2014, passato da Londra a Liverpool; adesso però la parola va al campo, perchè a Wembley è tutto pronto per questo spettacolo. Passiamo dunque la parola al campo per Tottenham Liverpool e mettiamoci comodi, si comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Tottenham Liverpool sarà trasmessa in diretta tv da Sky Sport Football, il canale che trovate al numero 203 del pacchetto satellitare: dovrete dunque aver sottoscritto l’abbonamento al bouquet Sky per assistere a questa partita, e in questo caso avrete a disposizione anche il servizio di diretta streaming video garantito come al solito dall’applicazione Sky Go, che può essere attivata – inserendo i dati del proprio abbonamento – senza costi aggiuntivi su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

STATISTICHE

Avvicinandoci a Tottenham Liverpool, facciamo un focus sulle statistiche: abbiamo già parlato dei 333 minuti di imbattibilità dei Reds prima che Rachid Ghezzal, al King Power Stadium nella sfida contro il Leicester, sfruttasse l’incredibile regalo di Alisson (eccesso di sicurezza in un tentativo di dribbling) diventando così il primo giocatore di questa stagione in grado di segnare alla squadra di Jurgen Klopp. La quale, dunque, ha incassato una sola rete a fronte delle 9 realizzate: lo score di Sadio Mané parla già di 4 gol, ne ha segnate 2 Mohamed Salah mentre sono a quota 1 James Milner e Roberto Firmino (insieme a Daniel Sturridge) che come l’egiziano hanno anche timbrato due assist. Il Tottenham ha segnato lo stesso numero di gol del Liverpool, ma ne ha subiti 4 e ha tenuto inviolata la porta soltanto una volta, sia pure nel roboante 3-0 di Old Trafford; gli Spurs hanno sempre vinto a Wembley e hanno in Lucas Moura il cannoniere di questo inizio stagione, 3 gol per il brasiliano che ha sfruttato appieno l’assenza di Son Heung-Min (impegnato nei Giochi Asiatici con la Corea del Sud). A quota 2 il solito Harry Kane, una rete a testa per Kieran Trippier, Dele Alli e Jan Vertonghen mentre la nona marcatura è l’autorete di Abdoulaye Doucouré del Watford, che però come abbiamo visto è stata ribaltata in 7 minuti da Troy Deeney e Craig Cathcart. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Ovviamente Tottenham Liverpool è una partita con tantissimi precedenti; possiamo citarne qualcuno di particolarmente interessante, prendendo in esame soprattutto le sfide andate in scena in casa degli Spurs. L’anno scorso per esempio il Tottenham aveva vinto con un netto 4-1: era la quarta giornata, la doppietta di Harry Kane e i gol di Son Heung-Min e Dele Alli avevano reso vano il quinto centro in Premier League di Mohamed Salah. Dobbiamo tornare all’agosto 2014 per trovare l’ultima vittoria esterna deI Reds, naturalmente a White Hart Lane: in panchina c’era Brendan Rodgers, le reti decisive erano state di Raheem Sterling, Steven Gerrard (su rigore) e Alberto Moreno, rispetto ad allora il Liverpool è cambiato tantissimo tanto che solo cinque giocatori, tra campo e panchina, fanno ancora parte della rosa. Da ricordare il Community Shield del 1982: nel vecchio Wembley il Liverpool si era imposto per 1-0 in quella che è la Supercoppa Inglese, la rete decisiva l’aveva messa a segno Ian Rush che di lì a cinque anni sarebbe passato alla Juventus, senza mai incidere e tornando sulla riva della Mersey dopo una sola stagione. Il tecnico dei Reds era ancora il leggendario Bob Paisley, l’uomo delle tre Coppe dei Campioni. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Tottenham Liverpool si gioca alle ore 13:30 (italiane) di sabato 15 settembre: quinta giornata di Premier League 2018-2019 a Wembley, e una delle grandi sfide che accompagnano la stagione del campionato inglese. Se gli Spurs sono caduti prima della sosta, perdendo la loro imbattibilità fatta di tre vittorie, i Reds non conoscono passi falsi: la squadra di Jurgen Klopp è una delle tre a punteggio pieno in classifica, e per differenza reti si trova al momento davanti alle altre. Dunque per il Tottenham l’intento è quello di agganciare l’avversaria odierna, mentre il Liverpool prendendo i tre punti su questo difficile campo potrebbe lanciare una possibile fuga – solo o accompagnato – almeno nei confronti di una rivale diretta per la vittoria del titolo. Grande appuntamento da non perdere, anche se magari entrambe potrebbero avere un pizzico di concentrazione fissata sull’esordio stagionale in Champions League.

RISULTATI E PRECEDENTI

Come dicevamo, appena prima della sosta per le nazionali il Tottenham è caduto: il ko di Vicarage Road (in rimonta) ha senza dubbio certificato la bontà del progetto Watford, ma è stata anche una sconfitta inaspettata per gli Spurs, che avevano sempre vinto e che speravano di tenere il passo di Chelsea e Liverpool (oltre che dello stesso Watford) e invece ora deve già inseguire con il rischio, dopo oggi pomeriggio, di avere anche più di una partita di ritardo rispetto alla vetta della Premier League. Sicuramente però la squadra di Mauricio Pochettino rimarrà tra le grandi favorite per la vittoria del titolo; così un Liverpool che sembra finalmente aver trovato solidità e continuità, se pensiamo che finora l’unico gol incassato (dopo 333 minuti di imbattibilità dall’inizio del campionato) è arrivato a causa di un palese errore tecnico di Alisson. La strada è ancora lunga, e soprattutto fino a questo momento il calendario ha giocato a favore di Klopp e dei suoi giocatori; il prossimo ciclo di partite (Tottenham, Chelsea, Manchester City e Arsenal nel giro di sette partite) ci fornirà una prima possibile risposta su quali siano le reali intenzioni di una squadra che sembra comunque aver preso consapevolezza dalla finale di Champions League dello scorso maggio.

PROBABILI FORMAZIONI TOTTENHAM LIVERPOOL

Come detto, entrambe le squadre potrebbero cambiare qualcosa in vista della Champions League; il Tottenham non avrà a disposizione l’infortunato Lloris, dentro Vorm con Vertonghen, Alderweireld e Davinson Sanchez a comporre il pacchetto arretrato mentre Trippier e Danny Rose agiranno sulle corsie laterali. In mezzo al campo è ballottaggio classico tra Mousa Dembélé e Eric Dier; verso la conferma invece sia Dele Alli (da valutare però l’infortunio rimediato in nazionale) che Eriksen, davanti Lucas Moura potrebbe lasciare il posto al rientrato Son Heung-Min almeno dal primo minuto, con Harry Kane che invece sarà regolarmente in campo. Nel Liverpool, davanti ad Alisson giocheranno Van Dijk e forse Matip, con Alexander-Arnold e Robertson o Alberto Moreno a correre sulle fasce; Henderson il riferimento centrale, Naby Keita insidia il posto di Milner mentre Wijnaldum va verso una maglia da mezzala sinistra, il super tridente Salah-Firmino-Mané dovrebbe essere confermato in blocco ma occhio a Shaqiri, uno dei possibili cambi per far riposare i titolari pensando al Psg che arriva fra tre giorni.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote fornite dalle agenzie di scommesse presentano un pronostico incerto, in una partita in cui regna l’equilibrio: per la Snai la squadra favorita resta comunque il Liverpool, perchè la quota assegnatagli per la vittoria (segno 2) vale 2,45 volte la puntata contro il valore di 2,75 che accompagna invece il segno 1, quello che dovete giocare se pensate che il Tottenham riesca a ottenere i tre punti. L’eventualità del pareggio è regolata naturalmente dal segno X: se a Wembley le cose dovessero andare in questo modo, il vostro guadagno sulla partita di Premier League sarebbe pari a 3,50 volte la cifra che avrete deciso di mettere sul piatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori