Diretta/ Genoa Bologna (risultato finale 1-0) streaming video Dazn: Piatek regala ai suoi altri tre punti

Diretta Genoa Bologna, info streaming video Dazn: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca a Marassi, in palio importanti punti per la salvezza 

16.09.2018 - Claudio Franceschini
Helander_Bologna_Genoa_stacco_lapresse_2018
Diretta Genoa Bologna, Serie A 4^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA GENOA BOLOGNA (1-0): PIATEK REGALA AI SUOI ALTRI TRE PUNTI


E’ appena terminato l’incontro tra Genoa e Bologna sul punteggio di 1 a 0, a decidere la sfida di Marassi è stato l’uomo più attesso che, con quello odierno, è riuscito a segnare ben quattro gol in tre partite, Piatek che al 68′ ha sfruttato al meglio l’opportunità lasciata da Danilo di calciare verso la porta, segnando con un perfetto tiro a giro che si è insaccato vicino al palo lontano. La squadra di Ballardini riesce così a replicare il successo interno conquistato contro l’Empoli, mettendosi così alle spalle la goleada subito in trasferta contro il Sassuolo grazie al suo bomber che anche oggi si è dimostrato letale. Il Bologna di Inzaghi invece resta inchiodato a quota un punto e senza esser riuscita ancora a trovare la via del gol, un colmo pensando al super attaccante che gli emiliani presentano in panchina. Gli ospiti hanno evidenziato molto lacune in fase propositiva sfiorano la rete solamente su palle inattive. Nel finale della partita, nonostante il vantaggio, sono stati ancora i padroni di casa a sfiorare il raddoppio: all’81’ con un’azione personale di Kouamè conclusa con un tiro respinto dall’attento Skorupski e all’89’ con un’altra iniziativa individuale tentata da Lazovic che, dopo uno strepitoso slalom, ha sfiorato il palo con un tiro di punta da distanza ravvicinata. Nel recupero c’è però ancora il tempo per assistere ad un accenno di rissa che nasce da un fallaccio commesso dal nervosissimo Pulgar che commette un brutto fallo su Romulo, intenzionato a perder tempo, ed insacca così il cartellino rosso diretto. Dopo sette interminabili minuti di recupero provocati dall’infortunio muscolare accusato dal guardalinee, si è così chiusa questa sfida che regala altri pesanti punti alla formazione di Ballardini e lascia nel fondo della classifica quella di Inzaghi. (agg. Guido Marco)

LA SBLOCCA BOMBER PIATEK

Quando siamo giunti all’80’ della sfida tra Genoa e Bologna il punteggio è ora di 1 a 0, a sbloccare il punteggio è stato l’uomo più atteso Piatek al 69′: Criscito avvia l’azione servendo il polacco che, dopo essersi accentrato, ha insaccato con un perfetto tiro da fuori area che si insacca imparabilmente vicino al secondo palo. Mister Inzaghi prova subito a correre ai ripari sbilanciando la sua squadra in avanti inserendo un attaccante come Orsolini al posto di un difensore come Gonzalez dopo che qualche minuto prima era stato Svanberg a subentrare allo stanchissimo Poli. Al 74′ è proprio il neo-entrato Orsolini a rendersi subito pericoloso con una punizione calciata da posizione defilata alla perfezione che ha costretto Marchetti ad un complicato intervento, sulla sua ribattuta si è avventato Svanberg, la cui conclusione a colpo sicuro, è stata sfortunamente respinta dal suo compagno di squadra Dijks. Gli emiliani ci credono e provano ad attaccare conquistando numerosi calci d’angolo e, sugli sviluppi di un corner, al 78′ ancora una volta Orsolini ha sfiorato il pareggio con una bordata da centro area che è uscita di non molto fuori dallo specchio. (agg. Guido Marco)

 

ENTRA LAZOVIC AL POSTO DI HILJEMARK

Il secondo tempo della sfida tra Genoa e Bologna è iniziato da circa 20 minuti ed il punteggio è ancora di 0 a 0.La ripresa si è aperta senza sostituzioni, pertanto i due tecnici hanno deciso di dar fiducia ai ventidue protagonisti che hannno dato vita ai primi quarantacinque minuti di gioco. Al 58′ mister Ballardini però prova a cambiare qualcosa mandando in campo Lazovic al posto di Hiljemark ed accentrando così Romulo e cercando una maggiore spinta sulle corsie laterali. Il match in questa frazione di gioco sembra però svilupparsi sulla stessa falsa riga della prima col Genoa che fatica cercando di creare pericoli in avanti e col Bologna che invece cerca di difendersi con ordine puntando sulle ripartenze del velocissimo Okwonkwo. Al 61′ il tecnico di casa ha poi deciso di far uscire anche l’esausto Pandev gettando nella mischia Kouamè. (agg. Guido Marco)

 

SKORUPSKI NEGA IL GOL A HILJEMARK E PIATEK

Si è appena concluso il primo tempo dell’incontro tra Udinese e Torino col risultato che ora è di 1 a 0, a sbloccare il punteggio ci ha pensato al 28′ De Paul: Meite perde un sanguinoso sulla trequarti avversaria innescando così il velocissimo contropiede friuliano concluso dall’argentino con una potente conclusione da fuori area che deviata da N’Koulou si è insaccata nell’angolino basso. Nonostante l’uscita di un punto di riferimento come Iago Falque, gli ospiti non si sono scomposti ed hanno continuato ad attaccare sfiorando anche il vantaggio al 24′ quando De Silvestri ha concluso una bella azione personale con un potente diagonale che non è uscito di molto fuori dal palo lontano. Dopo il gol segnato da De Paul, il Torino ha provato subito a reagire al 33′ con Belotti che però ha ciccato la girata al volo da ottima posizione permettendo così a Scuffet di bloccare senza problemi. Al 37′ è stato poi Berenguer a provarci con una bell’azione personale che ha concluso accentrandosi con un preciso tiro a giro che è uscito dopo aver sfiorato il palo lontano. (agg. Guido Marco)

 

CI PROVA PIATEK DI TESTA

Quando siamo giunti al 30′ della sfida tra Genoa e Bologna il punteggio è ancora di 0 a 0. I padroni di casa, dopo che mister Ballardini ha deciso di spostare da Bessa da trequartista addetto al regista emiliano Pulgar alla posizione di mezz’ala, stanno decisamente crescendo. Al 18′ è arrivata finalmente il primo tentativo dei liguri: cross dalla destra di Romulo un pò troppo lento per Piatek che sovrasta Gonzalez di testa mettendo però fuori dallo specchio. Dopo questa possibilità, l’incontro è rientrato nei binari del grandissimo equilibrio che sta dominando in questo match. (agg. Guido Marco)

 

AVVIO EQUILIBRATO A MARASSI

Allo Stadio Marassi di Genova i padroni di casa del Genoa stanno affrontando il Bologna nell’incontro valido per il quarto turno di Serie A e, quando sono stati disputati circa 10 minuti di gioco, il punteggio è di 0 a 0. Partita importante per entrambe le compagini visto che i padroni di casa devono mettersi alle spalle la pirotecnica sconfitta subita in trasferta col Sassuolo cercando così di bissare il successo interno nella gara di apertura contro l’Empoli; il nuovo corso di mister Inzaghi invece cerca la svolta dopo che in tre partite la squadra felsinea non è ancora riuscita a segnare e finora ha conquistato solamente un punto grazie al pareggio a reti bianche in trasferta contro il Frosinone. Entrambe le formazioni si sono schierate col medesimo modulo e così finora regna l’intensità ma anche i tanti errori tecnici commessi dai giocatori che finora stanno sbagliando moltissimo sotto il punto di vista qualitativo.  (agg. Guido Marco)

 

FORMAZIONI UFFICIALI!

Al Marassi in occasione del match della Serie A tra Genoa e Bologna volgiamo ora lo sguardo sull’ex d’eccezione in questa quarta giornata del campionato. Il riferimento è ovviamente per Davide Ballardini, allenatore della formazione ligure ma ex felsineo: il tecnico di Ravenna infatti ha diretto i colori rossoblu della città emiliana dal gennaio al giugno del 2014 per appena 20 match in tutto. Proseguendo con i numeri aggiungiamo poi che Ballardini, alla sua  terza esperienza in carriera con il Genoa, iniziata nel novembre 2017, ha pure registrato 31 presenze in panca e una media di 1.42 punti a match. Di contro ecco Filippo Inzaghi, alle sue prime esperienze invece sulla panchina del Bologna: i risultati però sono affatto lusinghieri al momento. L’ex Milan primavera infatti per il momento nelle 4 presenze in panchina al Bologna ha registrato solo 1.00 nella media punti: ci aspettiamo molto di più dall’allenatore specie dopo le due belle annate con il Venezia. Ecco le formazioni ufficiali: Genoa Bologna comincia! GENOA (3-4-1-2): Marchetti; Biraschi, Spolli, Gunter; Romulo, Mazzitelli, Hiljemark, Criscito; Bessa; Pandev, Piatek. Allenatore: Davide Ballardini BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; G. Gonzalez, Danilo, De Maio; Mattiello, A. Poli, Pulgar, Dzemaili, Dijks; Destro, Okwonkwo. Allenatore: Filippo Inzaghi (agg Michela Colombo)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Genoa Bologna è una delle partite che non godono di diretta tv: la sfida del Ferraris è infatti su DAZN, la nuova piattaforma online che permette di seguire la programmazione esclusivamente in diretta streaming video, dunque avendo a disposizione apparecchi come PC, tablet o smartphone oppure, eventualmente, una smart tv che sia abilitata a scaricare l’applicazione e abbia dunque una connessione a internet. Ricordiamo che è necessario pagare una quota per abbonarsi al servizio.

I PRECEDENTI

Appare certo ben lungo e ricco di dati utili il bilancio storico che condividono Genoa e Bologna, i due club attesi oggi al Marassi nella quarta giornata del Campionato della Serie A. Numeri alla mano ecco infatti che sono ben 102 i testa a testa che vedono coinvolte le due società per un totale di 25 successi da parte dei liguri e 42 affermazioni dei felsinei: tali precedenti sono stati raccolti tra Serie A e campionato cadetto oltre che in Coppa Italia. Considerando gli ultimi testa a testa registrati tra Genoa e Bologna, vediamo che questi risalgono alla precedente stagione della Serie A: nel campionato 2017-2018 si contano però due vittorie ma solo per i felsinei, che in casa seppero vincere per 2-0 in trasferta con il risultato di 1-0 all’andata. (agg Michela Colombo)

LE STATISTICHE

Una delicata sfida per la salvezza questa Genoa Bologna, dunque anche i dettagli saranno importanti oggi: secondo le statistiche il Grifone, che deve recuperare la partita di San Siro contro il Milan, fino a questo momento ha messo a segno 4 reti subendone però 6, e dunque palesando una difesa non esattamente corazzata. Per quanto concerne il volume di gioco è basato su un possesso palla abbastanza fragile in media pari a poco più di 20 minuti grazie a quale è stato possibile creare 96 attacchi complessivi con 12 tiri nello specchio della porta e 21 totali. Il Bologna dal proprio canto non è ancora riuscito a trovare la via della porta subendo 4 segnature; come il Frosinone i felsinei sono offensivamente al palo e hanno bisogno di una sterzata decisa. Il gioco della squadra di Filippo Inzaghi è imperniato su un possesso palla medio pari esattamente a 23 minuti e mezzo mentre il volume di gioco in fase offensiva ha creato 141 attacchi con 25 tiri di cui soltanto 9 nello specchio di porta. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

La gara di serie A Genoa Bologna sarà diretta dunque dal signor Luca Banti, il quale oggi pomeriggio allo stadio Luigi Ferraris di Marassi potrà avvalersi del supporto tecnico da parte degli assistenti Vivenzi e Villa, del quarto uomo Baroni mentre nella postazione Var ci sarà Guida e in quella Avar il signor Alassio. Luca Banti è un direttore di gara di grande esperienza, nato a Livorno nel 1984 e che fa parte della sezione AIA sempre di Livorno. Il fischietto toscano ha esordito ai massimi livelli calcistici nel 2005 e in questa prima parte di stagione ha già diretto quattro incontri, di cui soltanto uno relativo al campionato di Serie A, ossia il match tra Lazio e Napoli che ha visto la vittoria dei partenopei con il punteggio di 2 a 1. Lo scorso 7 settembre Banti ha anche diretto il match tra le nazionali di Scozia e Belgio, finito con il successo esterno dei fiamminghi per 0-4. Le statistiche complessive di Banti in Serie A ci parlano di 213 presenze nelle quali l’arbitro ha comminato 952 ammonizioni e 56 espulsioni, mentre i calci di rigore assegnati sono 36. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Genoa Bologna, diretta dal signor Luca Banti, si gioca domenica 16 settembre alle ore 15:00 e rientra nel programma della quarta giornata del campionato di Serie A 2018-2019. Si tratta sulla carta di una sfida che vale punti importanti per la salvezza; questo è infatti l’obiettivo di entrambe le squadre, che però hanno l’ambizione di fare qualcosa in più almeno in virtù del loro passato nobile. La verità è che a oggi questo discorso potrebbe riguardare il Genoa, mentre il Bologna ha iniziato davvero male il campionato e rischia davvero di trovarsi subito nella zona calda della classifica, costretto a inseguire la tranquillità e la salvezza virtuale. Partita da ex per Davide Ballardini, che è stato per cinque anni nelle giovanili felsinee e per un breve periodo, tra gennaio e giugno del 2014, ha allenato la prima squadra conoscendo la retrocessione in Serie B.

RISULTATI E PRECEDENTI

Al Genoa manca ancora una partita, quella rinviata alla prima giornata per il crollo del ponte Morandi; fino a ora il Grifone ha raccolto tre punti, frutto della vittoria casalinga contro l’Empoli e di una sconfitta a Reggio Emilia che è molto più netta di quanto racconti il risultato (5-3), perchè la squadra rossoblu era sotto di quattro gol all’intervallo e ancora nel secondo tempo, prima di trovare due reti nel finale. E’ dunque un Genoa che sa come si vince, ma deve trovare continuità in trasferta e soprattutto sistemare qualcosa in difesa; la squadra dà la sensazione di essere parecchio corta a livello di rosa, dunque i titolari dovranno fare qualcosa in più. Discorso che vale anche per il Bologna: forse Filippo Inzaghi è ancora saldo in panchina, ma la sua formazione ha incamerato un solo punto (pareggio a Frosinone) e soprattutto dopo tre partite non ha ancora segnato. Il primo aspetto da migliorare riguarda dunque la fase offensiva: discorso che ovviamente non riguarda solo gli attaccanti, ma tutto un sistema di gioco che sta faticando ad adattarsi a questo campionato.

PROBABILI FORMAZIONI GENOA BOLOGNA

Non ce la fa Favilli, dunque sarà ancora Kouamé ad affiancare il polacco Piatek nell’attacco del Genoa, con Pandev che sarà schierato alle loro spalle. Romulo e Sandro hanno recuperato: il primo sarà regolarmente in campo nel settore nevralgico, al fianco di Hiljemark, mentre l’ex Benevento dovrebbe accomodarsi in panchina anche se reclama una maglia. Lazovic e Criscito giocano esterni, Spolli comanda una difesa che prevede anche Biraschi e Zukanovic, il portiere sarà ovviamente Marchetti. Solito 3-5-2 per il Bologna, conferma per la difesa con De Maio e Helander stretti ai lati di Danilo; Mattiello e Dijks i due laterali che partiranno dalla linea mediana, con Pulgar playmaker e metronomo della squadra e le due mezzali che saranno Andrea Poli e Dzemaili. Confermati Falcinelli e Santander in attacco, ma Destro ormai ha recuperato e potrebbe mettere in crisi le scelte di Inzaghi.

QUOTE E PRONOSTICO

Il fattore campo incide nel pronostico tracciato dall’agenzia di scommesse Snai, e infatti secondo questo bookmaker la quota per la vittoria del Genoa – identificata dal segno 1 – ha un valore (2,00) corrispondente all’esatta metà di quanto è stato previsto (4,00) per il segno 2, da giocare per l’eventualità di una vittoria del Bologna. Con il segno X scommettereste sul pareggio e, se le cose a Marassi dovessero andare in questo modo, il vostro guadagno sarebbe pari a 3,25 volte la cifra che avrete deciso di mettere sul piatto.

I commenti dei lettori