Diretta / Sampdoria Fiorentina (risultato finale 1-1) streaming video e tv: pareggia Caprari!

Diretta Sampdoria Fiorentina streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita. Si recupera la prima giornata del campionato di Serie A 2018-2019

19.09.2018 - Claudio Franceschini
marco_giampaolo_sampdoria
Marco Giampaolo, tecnico Sampdoria (LAPresse)

DIRETTA SAMPDORIA FIORENTINA (1-1): FINE PARTITA

Arriva intanto anche il primo cambio di Pioli. Fuori Pjaca, al suo posto dentro Mirallas. Il belga è all’esordio con la maglia della Fiorentina. Ancora scatenato Caprari, che prova a lanciare profondo nello spazio che si è creato per Quagliarella. Biraghi però ostruisce regolarmente e fa arrivare la sfera a Dragowski. Poco dopo l’ex interista prova a passare sul tocco verticale di Praet, ma Pezzella gli chiude la strada davanti e gli sottrae il pallone dai piedi. Arrivano due cambi, uno per parte. Nei padroni di casa lascia il campo Caprari, rimpiazzato da Ramirez. Nella Fiorentina invece esce Gerson, al suo posto c’è spazio per Benassi. Cartellino giallo per Veretout. Dopo una mischia in area doriana, scatta un veloce contropiede blucerchiato. Ramirez salta Veretout sullo slancio e cade nella morsa tra il francese e Vitor Hugo. Giallo per il primo, punizione molto invitante per la Samp. Ramirez ha spazio a centrocampo. L’uruguayano controlla di petto e prova a lanciare profondo per Defrel. Capisce tutto, e chiude, Pezzella. Giallo intanto per Benassi. Giampaolo chiama fuori Quagliarella per inserire Kownacki mentre Pioli sostituisce un esterno figlio d’arte con un altro. Fuori Chiesa e dentro Sottil. Esordio in prima squadra con la Fiorentina per quest’ultimo. Giallo per Tonelli. Chance per Mirallas nel finale. Veretout recupera il pallone sulla trequarti d’attacco e serve il belga, che dal limite esplode il destro. Tiro chiuso verso il primo palo, ma la conclusione non inquadra la porta. Fuori di poco. Audero allo scadere para la conclusione di Milenkovic.

PAREGGIA CAPRARI AL 60′

Nessun cambio all’intervallo. Sala scende centralmente verso l’area di rigore, venendo atterrato nella morsa tra Pezzella e Edimilson. Punizione per la Samp qualche passo fuori dall’area, sarà dunque un’altra occasione per Caprari per provare a far male. Ci prova Caprari. Stavolta calcia a scendere sul palo difeso da Dragowski. Il portiere della Fiorentina alza la traiettoria in calcio d’angolo. Ammonito Linetty. Il centrocampista blucerchiato ha colpito in ritardo Veretout, prendendosi così la seconda sanzione della partita. Entrambi i gialli sono stati comminati a calciatori di casa. Arriva anche il primo cambio della partita. Lo opera Giampaolo: nella Sampdoria fuori Linetty e dentro il rientrante Praet. Al 61esimo arriva il pari. Stupenda sventagliata di Barreto, che di fatto mette Caprari in ottima condizione per calciare. Milenkovic non esce in tempo per fermarlo: il trequartista apre il destro a giro e trafigge Dragowski sul palo lontano: 1-1.

DIRETTA SAMPDORIA FIORENTINA (0-1): RETE DI SIMEONE AL 13′

Il risultato si sblocca al 14esimo. Pallone con il contagiri che arriva da sinistra: cross perfetto di Biraghi e Simeone, perso completamente da Andersen in marcatura, trova il tempo giusto per l’incornata all’angolino che non lascia scampo ad Audero. Si lancia subito in avanti alla ricerca del pareggio la Sampdoria. E’ la Fiorentina a sfiorare però ancora la rete, stavolta con Pjaca. Arriva altissimo ad incornare il cross fatto partire da Chiesa sul lato opposto. Palla morbida sul secondo palo, e il croato non riesce ad imprimere potenza. Para Audero. Ci prova Defrel. Azione ben costruita da Quagliarella, che fa da raccordo e scarica sul compagno. Defrel punta Biraghi, che lo manda sul destro: conclusione in diagonale a lato, ma di poco. Di nuovo Pjaca. Ancora l’asse con Chiesa, servito con un po’ di fortuna da Edimilson sulla corsa. Pallone crossato ancora a bassa velocità, stavolta con il mancino. Impatto meno preciso di Pjaca, che non centra la porta. Poco dopo l’ex Juve ci riprova. Veretout se ne va di potenza e slancio su Barreto a centrocampo, allargando poi su Pjaca. Il croato si accentra e prova a colpire con il destro, mandando però alto sopra la traversa. Traversa della Samp al 42esimo. Conclusione morbida e precisa del trequartista blucerchiato, Caprari, con Dragowski che sembrava non poterci arrivare. A salvare il polacco, e la Fiorentina, ci ha pensato il legno.

INIZIO PARTITA

Sampdoria in campo con il 4-3-1-2. In porta Audero, difesa con Sala, Tonelli, Andersen e Murru. In mediana spazio a Barreto, Ekdal e Linetty. In zona offensiva troviamo Caprari in supporto della coppia Defrel – Quagliarella. Pioli invece sceglie il 4-3-3. Tra i pali Dragowski, linea difensiva composta da Milenkovic, Pezzella, Hugo e Biraghi. A centrocampo ci sono Fernandes, Veretout e Gerson mentre in zona offensiva ecco Chiesa, Simeone e Pjaca. Al secondo minuto i viola vanno vicini al gol. Schema corto da corner, con Veretout che trova Pjaca. Cross del croato sul secondo palo: Pezzella fa sponda al centro per l’accorrente Simeone che però impatta alto. Bella azione. Tanta intensità da entrambe le parti in questi primi minuti di partita. Le squadre si affrontano a viso aperto. Riecco il Cholito.  L’attaccante ospite non riesce ad approfittare della chance procuratagli da uno sventurato retropassaggio corto di Andersen con la testa. Impreciso il pallonetto. Dall’altra parte si fa vedere Caprari. Strozza troppo la conclusione dal limite. Azione che nasce da un buon break palla al piede di Linetty, sul quale non chiude la difesa ospite. Prova a concludere di mancino il trequartista di casa che però colpisce debole.

FORMAZIONI UFFICIALI!

E’ tutto pronto per Sampdoria Fiorentina: sarà una partita speciale soprattutto per Federico Chiesa, perchè papà Enrico è stato un calciatore importante con entrambe le squadre. La Sampdoria resta nel cuore per averlo lanciato nel grande calcio; tre stagioni in blucerchiato giocando con il contagocce (era molto giovane) prima di lanciarsi in prestito (Teramo, Chieti, soprattutto Modena e Cremonese) e avere finalmente un anno pazzesco da 22 gol in campionato nel 1995-1996. La Fiorentina, Enrico Chiesa l’ha raggiunta nel 1999: ha conosciuto anche un’amara retrocessione, ma con la maglia viola ha segnato 45 gol in 86 partite diventando uno degli attaccanti più prolifici. Federico per il momento ha conosciuto solo la Fiorentina; chissà se in futuro seguirà le orme del padre andando a giocare per la Sampdoria. Intanto però i blucerchiati sono i suoi avversari di oggi, e allora noi diamo la parola al campo e leggiamo le formazioni ufficiali, perchè finalmente Sampdoria Fiorentina comincia! SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero, Sala, Tonelli, Andersen, Murru; Barreto, Ekdal, Linetty; Caprari; Quagliarella, Defrel. All: Giampaolo FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo Biraghi; Gerson, Veretout, Edmilson, Chiesa, Simeone, Pjaca. All: Pioli (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Per Sampdoria Fiorentina è cambiato l’arbitro rispetto a quello che era stato stabilito per la prima giornata: la partita di recupero a Marassi sarà diretta da Fabio Maresca, mentre a fine agosto la prima designazione stagionale per questa gara era toccata a Daniele Doveri. Il fischietto della sezione di Napoli arbitrerà dunque la terza partita in stagione: in Serie A ha già diretto la vittoria del Cagliari sul campo dell’Atalanta, mentre ha anche arbitrato in Coppa Italia quando il Sudtirol, a sorpresa, si è imposto a Frosinone. In queste due sfide Maresca ha estratto ben nove cartellini gialli – dimostrando di non avere “timore” nell’utilizzare le sanzioni disciplinari – senza però espulsioni o calci di rigore assegnati; con lui la Sampdoria non ha mai vinto, pareggiando in due occasioni e perdendo l’ultima partita, lo 0-3 di Bologna nel novembre dello scorso anno. Sono tre anche i precedenti con la Fiorentina, che ha vinto solo contro il Chievo (in trasferta, nel gennaio 2017) per poi perdere a Crotone nel campionato seguente (in ottobre) e pareggiare a Bergamo, contro l’Atalanta, per 1-1 lo scorso febbraio. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv del match Sampdoria Fiorentina sarà visibile in esclusiva per gli abbonati alla televisione satellirare sul canale Sky Sport Serie A (numero 202), e naturalmente in assenza di un televisore sarà possibile assistere alla partita anche in diretta streaming video – senza costi aggiuntivi – collegando fino ad un massimo di due dispositivi mobili (PC, tablet e smartphone) ai dati del proprio abbonamento.

I BOMBER

In Sampdoria Fiorentina, Fabio Quagliarella sfida Giovanni Simeone: i due bomber sono pronti a migliorare il rendimento dello scorso anno. Non sarà affatto semplice per il partenopeo: i 19 gol segnati rappresentano il suo massimo in Serie A e in carriera, non si era mai spinto oltre i 13 (17 in Serie C1) ed è incredibile che abbia trovato questo score quando tutti pensavano che gli anni migliori fossero alle spalle. Quagliarella tuttavia è già partito alla grande: due gol nelle prime tre giornate, con tanto di meraviglia di tacco a punire il Napoli. Simeone arriva dai 14 gol segnati nella prima stagione alla Fiorentina, dove il suo posto di prima punta non è mai stato in discussione: il Cholito è riuscito a migliorare lo score dell’esordio in Serie A, perchè con il Genoa aveva timbrato il cartellino in 12 occasioni. Un giocatore che magari non diventerà mai uno sfondareti di quelli da ricordare, ma che si sacrifica tantissimo per la squadra e infatti è molto efficace anche con gli assist; in questo avvio di stagione ha segnato una sola volta, mettendo la sua firma sul pesante 6-1 con cui la Fiorentina ha demolito il Chievo alla seconda giornata, che ovviamente per i viola ha rappresentato l’esordio in questo campionato. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Sampdoria Fiorentina è una sfida di grandissima tradizione per il calcio italiano, tanto che si contano ben 129 precedenti fra i blucerchiati e i gigliati. I numeri complessivi ci parlano di 46 vittorie per la Fiorentina e di 36 successi per la Sampdoria, oltre a 47 pareggi; quanto alle reti segnate, sono state fino ad oggi 153 per la Sampdoria e 175 per la Fiorentina. Naturalmente, se ci limitassimo a considerare solamente le partite giocate a Genova, il quadro della situazione sarebbe più favorevole alla Sampdoria, con 27 vittorie blucerchiate e 12 colpaccio esterni dei viola, 99 gol segnati dai padroni di casa e 67 dagli ospiti toscani. Nello scorso campionato, ecco la vittoria per 3-1 della Sampdoria – che già aveva vinto all’andata in trasferta – il 18 gennaio 2018 grazie alla memorabile tripletta dell’ex Fabio Quagliarella, che rese poco più che simbolica la rete segnata nel finale da Carlos Sanchez, utile solamente per salvare l’onore della Fiorentina. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Sampdoria-Fiorentina, diretta dall’arbitro Fabio Maresca, si gioca alle ore 19:00 di mercoledì 19 settembre: ad un mese di distanza si recupera la partita valida per la prima giornata del campionato di Serie A 2018-2019. Le due squadre avrebbero dovuto giocare a fine agosto, inaugurando la loro stagione; tuttavia pochi giorni prima si è verificato il tragico crollo del ponte Morandi a Genova, per cui per rispetto delle vittime e anche per questioni logistiche (essendo il match in programma al Luigi Ferraris) la Sampdoria ha chiesto e ottenuto dalla Lega Calcio il rinvio della partita. Che si gioca dunque oggi, dopo che le due squadre hanno già scaldato i motori e disputato tre gare di un campionato che vede entrambe partire con l’ambizione di inserirsi nella corsa per un posto in Europa League.

RISULTATI E PRECEDENTI

Dopo aver saltato la prima giornata, Sampdoria e Fiorentina si presentano a Marassi con risultati diversi: i viola hanno vinto le due partite casalinghe affondando il Chievo (con un netto 6-1) e l’Udinese (1-0), ma poi non sono riusciti a fare il salto di qualità esterno e, sia pure di misura, hanno perso la loro imbattibilità venendo sconfitti dal Napoli. Hanno mostrato in ogni caso di avere qualità e una buona squadra, che in questa stagione può sicuramente lottare per le posizioni che qualificano in Europa; lo stesso si può dire della Sampdoria, che al contrario della Fiorentina è partita male cadendo a Udine (0-1) per poi riuscire a cambiare passo e travolgere il Napoli e l’Udinese, segnando un totale di 8 gol e non subendone alcuno. Stupisce in particolar modo il rendimento di Grégoire Defrel, che ha già segnato 4 gol ed è capocannoniere del campionato insieme al genoano Krzysztof Piatek, in una bella sfida realizzativa sotto la Lanterna.

PROBABILI FORMAZIONI SAMPDORIA FIORENTINA

Non dovrebbero esserci particolari novità nelle formazioni delle due squadre, anche se certamente possiamo aspettarci un po’ di turnover: ad esempio nella Sampdoria Colley e Linetty potrebbero riposare, al loro posto spazio a Tonelli che farà coppia con Joachim Andersen al centro della difesa, e a Jankto che si riprende il posto da mezzala. Tutto confermato il resto: davanti ad Audero agiscono anche Bereszynski e Murru come esterni, Edgar Barreto e Ekdal completano il centrocampo, Caprari gioca in appoggio a Quagliarella e Defrel. Fiorentina con la difesa a quattro, nella quale German Pezzella e Vitor Hugo proteggono Dragowski (Lafont è ancora infortunato) mentre Milenkovic e Biraghi sono i terzini. Veretout dirige le operazioni a centrocampo, Benassi e Gerson lo accompagnano; poi il solito tridente con Eysseric ancora favorito su Thereau – che però questa volta potrebbe avere una chance dal primo minuto – e Federico Chiesa che parte largo a destra, la punta centrale sarà ovviamente Giovanni Simeone.

QUOTE E PRONOSTICO

Secondo le quote che sono state fornite dall’agenzia di scommesse Snai, la squadra favorita per la vittoria è la Fiorentina: valori quasi a sorpresa quelli del bookmaker, che assegna una quota di 2,75 al segno 1 per il successo della Sampdoria contro il 2,55 che accompagna invece l’eventualità della vittoria viola, identificata dal segno 2. Per il pareggio dovrete ovviamente giocare il segno X: in questo caso il vostro guadagno sul recupero di Marassi sarebbe pari a 3,35 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.

I commenti dei lettori