DIRETTA/ Juventus-Bologna (risultato finale 2-0) streaming video Dazn: bianconeri sempre a punteggio pieno!

- Claudio Franceschini

Diretta Juventus Bologna, info streaming video Dazn: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca in turno infrasettimanale per la 6^ giornata di Serie A

Dybala_DeMaio_Juventus_Bologna_lapresse_2018
Paulo Dybala (Foto LaPresse)

DIRETTA JUVENTUS-BOLOGNA (RISULTATO FINALE 2-0): BIANCONERI SEMPRE A PUNTEGGIO PIENO!

Sesta vittoria in sei giornate per la Juventus che tra le mura amiche dell’Allianz Stadium batte il Bologna per 2 a 0 e rimane a punteggio pieno in classifica: il passivo poteva essere ben più pesante per i felsinei ma i bianconeri non hanno infierito più di tanto, pensando a conservare le energie in vista della delicatissima sfida di sabato prossimo al San Paolo contro il Napoli, anche quest’anno unico rivale credibile della vecchia Signora nella corsa verso il titolo. All’85’ Dybala prova a far segnare Cristiano Ronaldo che non trova il quarto gol in stagione con la palla che esce di pochissimo, per fortuna viene da dire visto che il portoghese era in posizione irregolare. L’arbitro Mariani concede tre minuti di recupero durante i quali Emre Can si aggiunge alla lista dei giocatori che si è visto negare il gol da Skorupski, per distacco il migliore in campo del Bologna, e anche questo fa capire quanto sia stata superiore la Juve stasera. {agg, di Stefano Belli} JUVENTUS-BOLOGNA, DIRETTA LIVE

JOAO CANCELO SFIORA IL TRIS

Quando mancano dieci minuti al novantesimo la Juventus è sempre in vantaggio sul Bologna per 2 a 0, un punteggio che tutto sommato sta anche bene ai felsinei che hanno rischiato di accusare un passivo ben più pesante. I compagni dovranno pagare una cena a Skorupski che con i suoi interventi sta impedendo ai bianconeri di dilagare e vincere con un punteggio più tennistico che calcistico, al 60′ l’estremo difensore felsineo fa ancora il suo dovere nei confronti di Joao Cancelo che aveva liberato un destro molto insidioso. Allegri concede anche una breve passerella a Pjanic che al 63′ lascia il posto a Emre Can, un po’ di respiro per il bosniaco in vista del big match di sabato prossimo contro il Napoli. Due cambi anche per Inzaghi che toglie dalla disperazione Falcinelli e Destro per inserire Okwonkwo e Santader, quest’ultimo a segno domenica scorsa contro la Roma. Ma la retroguardia della vecchia Signora non è un colabrodo come quella giallorossa e per l’attaccante uruguaiano infilarsi in area non è affatto semplice come domenica scorsa. Al 78′ Emre Can commette un’ingenuità regalando una punizione dal limite agli ospiti, Krejci scavalca la barriera ma non Perin che blocca in due tempi. {agg, di Stefano Belli}

BIANCONERI IN GESTIONE

All’Allianz Stadium è ricominciato dopo la pausa il match della sesta giornata di Serie A 2018-19 tra Juventus e Bologna con la formazione di Allegri sempre in vantaggio per 2 a 0 quando abbiamo superato i primi dieci minuti della ripresa. Il copione della partita non è cambiato rispetto alla prima frazione di gioco con i bianconeri che dominano e non concedono neanche un metro di campo agli avversari che sembrano quasi voler difendere lo 0-2 e non appesantire ulteriormente il passivo. Al 52′ i bianconeri vanno di nuovo a un passo dal tris con Pjanic che prolunga per Cuadrado, il colombiano prova a segnare di tacco ma il suo controllo non è memorabile, nulla di fatto nei pressi dell’area di rigore ospite. Qualche minuto più tardi Cancelo protesta perché Dzemaili si sarebbe aiutato con il braccio per intercettare la sfera, tutto regolare per Mariani che fa proseguire. {agg, di Stefano Belli} 

INTERVALLO

Intervallo all’Allianz Stadium dove si è appena concluso sul 2 a 0 in favore della squadra di Allegri il primo tempo di Juventus e Bologna, match valevole per la sesta giornata di Serie A 2018-19. Bianconeri insaziabili che vogliono dilagare e mantengono i ritmi elevati, i difensori felsinei devono rifugiarsi in corner prima che accada – di nuovo – l’irreparabile. Tuttavia anche una formazione con dei meccanismi all’apparenza perfetti è incline all’errore, al 35′ Benatia e Pjanic si complicano la vita da soli spianando la strada a Falcinelli che opta per la soluzione personale non inquadrando lo specchio della porta. Nei minuti finali della prima frazione i padroni di casa si limitano a gestire la situazione e far girare palla per ammazzare il tempo in attesa del duplice fischio di Mariani che arriva allo scadere del quarantaseiesimo. {agg, di Stefano Belli} 

UNO-DUE MICIDIALE DI DYBALA E MATUIDI!

Alla mezz’ora del primo tempo è cambiato il parziale tra Juventus e Bologna con la formazione di Allegri che conduce per 2 a 0. Tutto troppo facile per i bianconeri che fanno quello che vogliono in mezzo al campo, più che avversari i felsinei sembrano degli sparring partner che giocano controvoglia perché sottopagati. A dire il vero gli ospiti si propongono timidamente in avanti all’11’ con Dzemaili che non trova la porta dopo essersi accorto che Perin si era un attimo allontanato dai pali. Tuttavia si tratta di un fuoco di paglia, sul capovolgimento di fronte successivo la vecchia Signora lascia il segno: Skorupski salva su Matuidi ma non può far nulla sul tap-in vincente di Dybala che segna così il suo primo gol in campionato al 12′. Passano altri cinque minuti e la Juve concede il bis: assist di Cristiano Ronaldo per Matuidi che entra in area con una facilità imbarazzante e gonfia la rete, tre punti in cassaforte per i campioni d’Italia che continuano a infierire ancora con Matuidi e poi Bentancur da fuori area. C’è una sola squadra in campo e il 2 a 0 sta anche stretto ai bianconeri che al 27′ sfiorano il tris con Ronaldo, Skorupski gli dice di no. {agg, di Stefano Belli}

CONTATTO SOSPETTO IN AREA TRA CALABRESI E MATUIDI

All’Allianz Stadium di Torino l’arbitro Mariani ha dato il via alle ostilità tra Juventus e Bologna che si affrontano nel primo turno infrasettimanale di Serie A della stagione, quando sono trascorsi circa dieci minuti dal fischio d’inizio la situazione vede le due squadre sullo 0-0. Dopo aver fatto lo sgambetto alla Roma, i felsinei provano a fermare anche i campioni d’Italia ma i bianconeri – nonostante l’ampio turnover – godono di una salute migliore rispetto ai giallorossi e lo dimostrano rendendosi pericolosi già nelle battute iniziali del match. Joao Cancelo da posizione defilata scalda i guantoni di Skorupski che poi non si capisce con Calabresi e i due per poco non la combinano grossa con Dybala che quasi ne approfitta. I padroni di casa chiedono il rigore per un contatto sospetto in area tra lo stesso Calabresi e Matuidi che il direttore di gara giudica regolare invitando il centrocampista francese a rialzarsi. {agg, di Stefano Belli} 

FORMAZIONI UFFICIALI!

Juventus Bologna è una partita speciale per Filippo Inzaghi: oggi allenatore dei felsinei e reduce dalla prima vittoria con il club, l’ex attaccante ha giocato quattro stagioni con la maglia bianconera, arrivando dopo essersi laureato capocannoniere della Serie A (con l’Atalanta). Per lui 165 partite e 89 gol: score di tutto rispetto ma calo nell’ultima stagione, e soprattutto – certo non solo per demeriti suoi – poche vittorie (uno scudetto e una Supercoppa Italiana) in un periodo coinciso con la fine del primo ciclo di Marcello Lippi e l’avvento di Carlo Ancelotti. Da allenatore, Inzaghi contro la Juventus ha avuto poca fortuna perdendoci due volte quando era sulla panchina del Milan; Massimiliano Allegri ha incrociato tante volte la squadra felsinea e oggi va a caccia della sesta vittoria consecutiva in campionato, cosa che gli permetterebbe di eguagliare il primato che con i bianconeri ha messo a segno due volte, vale a dire nel 2014 (prima stagione con i campioni d’Italia) e lo scorso anno, quando fu frenato al settimo turno da un 2-2 sul campo dell’Atalanta. Cifre pazzesche quelle con la Juventus: in 226 panchine ha vinto il 71,7% delle partite, perdendo appena 28 volte. In Serie A lo score recita 119 vittorie, 22 pareggi e 16 sconfitte. JUVENTUS (3-5-2): Perin; Barzagli, Bonucci, Benatia; Cuadrado, Bentancur, Pjanic, Matuidi, Cancelo; Dybala, Cristiano Ronaldo. BOLOGNA (4-4-2): Skorupski; Mbaye, De Maio, Danilo, Dijks; Mattiello, Nagy, Dzemaili, Kreicj; Falcinelli, Destro. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Juventus Bologna è una delle partite che per questo turno infrasettimanale sono trasmesse da Dazn: nessuna diretta tv dunque, a meno che non abbiate a disposizione un televisore abilitato e con collegamento a internet, in modo da poter scaricare e attivare l’applicazione. La piattaforma infatti si segue in diretta streaming video, usufruendo di dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone; è necessario pagare una quota per abbonarsi al servizio, ma per i clienti Premium resta valida la sottoscrizione precedentemente effettuata.

UN CLASSICO DEL CAMPIONATO

La gara Juventus-Bologna è un classico del nostro campionato anche se le due squadre hanno sempre lottato per obiettivi molto diversi. Il bilancio delle gare dal 2000 ad oggi ce lo dimostra ampiamente, basti sapere che in 16 precedenti i bianconeri hanno vinto 11 volte, i felsinei invece si sono imposti 1 sola volta e sono 4 i pareggi. L’unico successo dei rossoblù risale a una gara del febbraio del 2011 quando sulla panchina dei bianconeri c’era Gigi Delneri, la gara terminò 2-0 con una doppietta siglata dall’ex di turno Marco Di Vaio. Nella scorsa stagione i bianconeri si imposero col risultato di 3-1 andando sotto nel primo tempo a causa di un calcio di rigore realizzato da Simone Verdi. Era il 5 maggio e i bianconeri avevano già in mano lo Scudetto, ma riuscirono a imporsi lo stesso grazie alle reti di Khedira e Dybala dopo l’autogol di Di Maio che aveva siglato il pari. Tra le curiosità c’è lo scontro tra le due in Serie B nella stagione 2006/07 dopo le sentenze di Calciopoli. Allo Stadio Olimpico i bianconeri si imposero col risultato di 3-1. (agg. di Matteo Fantozzi)

LE STATISTICHE

La Juventus affronta in casa per la sesta giornata del campionato di Serie A il Bologna: diamo un occhio più da vicino a qualche dato statistico a confronto. La squadra guidata da Massimiliano Allegri ha avuto un ottimo inizio di stagione avendo messo a segno 11 gol e avendone soltanto quattro. Tanto possesso palla per i bianconeri: la media di 33 minuti a match, ma con ben 289 occasioni da gol confezionate che hanno permesso di tirare 90 volte di cui 44 tentativi sono finiti nello specchio di porta. Il Bologna invece ha trovato la rete soltanto i due casi, entrambi occorsi nell’ultima gara di campionato e ne ha subite 5. Decisamente inferiore il possesso palla degli emiliani, pari a 22 minuti e mezzo con 220 azioni d’attacco per 40 conclusioni di cui 13 sono finite nello specchio di porta.

L’ARBITRO

La gara tra la Juventus e Bologna valida per la sesta giornata del campionato di Serie A sarà diretta signor Maurizio Mariani, il quale oggi sarà affiancato dagli assistente di linea De Meo e Bindoni mentre il quarto uomo è Baroni. Segnaliamo poi che alla postazione Var ci sarà Guida e all’Avar Di Vuolo. Il signor Mariani fa parte della sezione arbitrale di Aprilia e in questa prima parte di stagione ha diretto già tre incontri di cui due valevoli per il campionato di Serie A. Entrando maggiormente nel dettaglio va detto che lo sesso Mariani alla prima giornata di campionato ha diretto la gara tra il Sassuolo e l’Inter che ha visto la vittoria dei padroni di casa per 1 a 0, distribuendo nel contempo 5 cartellini gialli e un calcio di rigore assegnato: aggiungiamo che alla quarta giornata il fischietto ha diretto il match Spal – Atalanta finito sul 2 a 0 e con 8 cartellini gialli. (agg. di Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Juventus Bologna, diretta dal signor Maurizio Mariani, è una partita che rientra nel programma della sesta giornata del campionato di Serie A 2018-2019, le due squadre giocano alle ore 21:00 di mercoledì 26 settembre. I bianconeri ci arrivano a punteggio pieno e sulle ali dell’entusiasmo, con la possibilità di confermare il primato e provare ad allungare su almeno alcune delle concorrenti dirette per lo scudetto; la squadra di Massimiliano Allegri non dovrà però sottovalutare un Bologna che, dopo essere rimasto a secco di gol nelle prime quattro giornate, si è sbloccato nel migliore dei modi battendo la Roma, e rimettendosi in corsa. Filippo Inzaghi sfida la squadra in cui ha giocato per quattro stagioni vincendo uno scudetto; in termini generali i felsinei arrivano a Torino provando a fare il colpo grosso, ma sapendo che anche un pareggio potrebbe andare bene.

RISULTATI E PRECEDENTI

Cinque vittorie su cinque per la Juventus, sei se contiamo anche la Champions League: i campioni d’Italia sono partiti alla grande, anche se sul campo hanno mostrato ancora qualche ruggine sul piano del gioco. A Frosinone hanno vinto solo nel finale, riuscendo a cambiare passo in una partita nella quale avevano dominato ma anche effettuato un possesso sterile per larga parte; i colpi individuali dei campioni aiutano, ora Allegri va a caccia della sesta vittoria consecutiva in Serie A che eguaglierebbe un record con i bianconeri (già centrato due volte), ma al di là dei numeri vuole che la sua Juventus sfrutti un calendario oggettivamente favorevole per arrivare davanti alla sfida diretta contro il Napoli, che si gioca sabato. Il Bologna non ha certo risolto i suoi problemi domenica, ma ha comunque iniziato la sua marcia: un punto in quattro partite frutto di un pareggio senza reti a Frosinone, poi le due reti messe a segno contro la Roma. Il potenziale della squadra c’è, ma l’allenatore è nuovo e deve capire come sfruttarlo al meglio; intanto abbiamo assistito al primo gol di Federico Santander che, sbloccatosi, punta a centrare la doppia cifra e a vincere definitivamente la concorrenza di Destro.

PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS BOLOGNA

Possibile turnover per Allegri, anche se cinque giocatori fuori dai giochi lo riducono: di sicuro in porta ci sarà Perin, Joao Cancelo giocherà a sinistra con Cuadrado confermato a destra, in mezzo torna Bonucci a fare coppia con Benatia. A centrocampo conferma per Matuidi e probabile nuova maglia da titolare per Bentancur, che affianca Pjanic; da valutare il possibile stop per Cristiano Ronaldo, in ballottaggio con Mandzukic nel ruolo di prima punta. In alternativa il portoghese potrebbe giocare largo escludendo Dybala, a destra dovrebe comunque esserci Bernardeschi. Il Bologna invece dovrebbe cambiare poco: davanti a Skorupski agiscono Calabresi (sempre favorito su Giancarlo Gonzalez), Danilo e De Maio, sulle corsie laterali ci sono ancora l’ex Mattiello (in gol domenica) e Krejci mentre Svanberg e Dzemaili saranno le due mezzali a supporto di Nagy, ancora in campo da regista per lo squalificato Pulgar. La coppia offensiva dovrebbe essere formata da Falcinelli e Santander; ancora panchina per Destro.

QUOTE E PRONOSTICO

Ovviamente la Juventus ha il favore del pronostico, come ci indica l’agenzia di scommesse Snai: la vittoria dei bianconeri è regolata dal segno 1 e porta in dote un guadagno pari a 1,6 volte la cifra messa sul piatto, mentre siamo addirittura ad un valore di 18,00 sul segno 2, da giocare se pensate che il Bologna possa fare il colpo grosso all’Allianz Stadium. L’eventualità del pareggio, come sempre regolata dal segno X, ha comunque una potenziale vincita molto interessante, perchè vi permetterebbe di portare a casa una cifra pari a 7,25 volte la cifra che avrete pensato di investire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori