Diretta/ Italia Liechtenstein (risultato finale 6-0): goleada azzurra al Tardini!

- Claudio Franceschini

Diretta Italia Liechtenstein, risultato finale 6-0: gli Azzurri dominano a Parma e vincono la seconda partita nelle qualificazioni agli Europei 2020. Per Pavoletti esordio con gol.

Italia Finlandia gol gruppo lapresse 2019
Diretta Italia Lichtenstein, qualificazioni Europei 2020 (Foto LaPresse)

DIRETTA ITALIA LIECHTENSTEIN (RISULTATO FINALE 6-0)

Italia Liechtenstein 6-0: con una prova assolutamente convincente – al netto della portata dell’avversario – gli Azzurri restano a punteggio pieno nel gruppo J delle qualificazioni agli Europei 2020. Superate senza intoppi le prime due partite, sfruttando il fattore campo e il calendario: sicuramente il Liechtenstein non rappresentava un test troppo probante ma l’Italia ha comunque confermato la sua crescita e prosegue nel tentativo di formare un gruppo degno di questo nome. Nel secondo tempo Moise Kean ha trovato il secondo gol in nazionale alla terza presenza in azzurro, al 76’ Leonardo Pavoletti ha impiegato appena quattro minuti per bagnare l’esordio assoluto con la rete (partendo da posizione leggermente irregolare). Poi, altra prima volta: quella di Armando Izzo, meritata per la stagione che il difensore del Torino sta disputando. Finisce con un tripudio da parte di tutto il pubblico del Tardini: l’Italia continua a convincere, e il suo percorso nelle qualificazioni agli Europei 2020 è già a ottimo punto. (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA LIECHTENSTEIN (4-0): ENTRA ZANIOLO

Italia Lichtenstein 4-0: continua il dominio della nostra nazionale che anche nel secondo tempo fa la partita, favorita anche dalla superiorità numerica. C’è voglia di segnare e di migliorare la differenza reti nel gruppo J delle qualificazioni agli Europei 2020; si parte con Kean che sulla riga di porta viene anticipato da Goppel dopo il pallonetto di Spinazzola, poi ci prova Gianluca Mancini che però strozza troppo il destro dal limite dell’area e quindi Spinazzola tenta un destro di potenza da un angolo difficile, mancando il bersaglio. Al 57’ Zaniolo è il primo cambio voluto da Roberto Mancini: il trequartista della Roma prende il posto di Jorginho e dimostra subito quale sia lo spirito che anima questi giovani ragazzi, tanto da sfiorare subito il gol in due occasioni ravvicinate; Sirigu continua a non avere lavoro da svolgere nella serata mentre i nostri giocatori di movimento vanno a caccia di gloria all’interno di una partita ormai conclusa, ci prova Alessio Romagnoli che al 66′ si lancia nell’area avversaria e tocca da pochi passi il cross basso di Kean ma non inquadra lo specchio della porta, mancando per un soffio il quinto gol azzurro. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Come tutte le partite della nazionale, anche la diretta tv di Italia Liechtenstein sarà trasmessa sulla televisione di stato: il canale come sempre è Rai Uno disponibile anche in alta definizione, e in assenza di un televisore si potrà seguire questa partita anche in diretta streaming video visitando, senza costi aggiuntivi, il sito www.raiplay.it con apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

DIRETTA ITALIA LIECHTENSTEIN (4-0): INTERVALLO

Italia Liechtenstein 4-0: gli Azzurri archiviano la pratica al Tardini o comunque ci si avvicinano parecchio. Al termine del primo tempo è confortante il vantaggio della nostra nazionale nella partita delle qualificazioni agli Europei 2020: al 32’ minuto è arrivato anche il raddoppio, caparbia l’azione di Marco Verratti che dopo un filtrante deviato dalla difesa avversaria ha vinto un contrasto di forza, si è fatto largo in area di rigore e ha calciato sul secondo palo non dando scampo a Benjamin Buchel. Lo stesso centrocampista del Psg era andato vicino al gol in precedenza con un mezzo esterno destro, poi era stato Gianluca Mancini ad andare vicino alla rete; al 34’ su azione di calcio d’angolo Hasler ha parato il pallone sulla riga di porta e così un minuto più tardi, dopo quasi 10 anni di digiuno, Fabio Quagliarella è tornato al gol diventando anche il marcatore più anziano nella storia della nostra nazionale. Nel recupero altro rigore: Kaufmann para il tiro a botta sicura di Verratti e viene espulso, dal dischetto Quagliarella non sbaglia. Dunque pratica risolta, ora vedremo se nel secondo tempo – peraltro in superiorità numerica – arriveranno altri gol che potranno essere utili in una logica di differenza reti all’interno del gruppo J per le qualificazioni agli Europei 2020. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ITALIA LIECHTENSTEIN (1-0): GOL DI SENSI

Italia Liechtenstein 1-0: al Tardini avvio forte della nostra nazionale, come da previsione, e gol del vantaggio che arriva al 17’ minuto. Già al 4’ minuto c’è un’occasione concreta: fallo di mano di Polverino e punizione dal limite, la batte Quagliarella che centra la barriera ma si ritrova il pallone sul destro e prova a piazzare con il piattone. La traiettoria terminerebbe all’angolino destro ma Benjamin Buchel è bravissimo – anche perché coperto – e si distende riuscendo a deviare in calcio d’angolo. In seguito ci prova Sensi, tra i più attivi nella prima parte della frazione, e Moise Kean prova uno spunto personale allungandosi però il pallone sull’ultimo tocco. L’Italia è schierata con il 4-3-3, ma di fatto difende a tre con Gianluca Mancini che stringe al fianco di Bonucci e Alessio Romagnoli e Spinazzola in costante proiezione offensiva sulla linea dei centrocampisti; è proprio l’esterno della Juventus che con una grande azione sulla corsia mancina trova un cross che Stefano Sensi impatta benissimo di testa, mettendo la palla all’incrocio dei pali dove Benjamin Buchel non può arrivare. Siamo in vantaggio, e ora possiamo gestire la situazione. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ITALIA LIECHTENSTEIN: SQUADRE IN CAMPO

Finalmente ci siamo: Italia Liechtenstein sta per cominciare. I gol di Nicolò Barella e Moise Kean hanno permesso alla nostra nazionale di battere la Finlandia aprendo al meglio il girone delle qualificazioni agli Europei 2020. Adesso a Parma c’è la possibilità di confermarsi a punteggio pieno e prendersi già il vantaggio nei confronti di una tra Bosnia e Grecia, e magari di entrambe; sono loro due le principali avversarie, bisognerà fare attenzione a non permettere che entrambe ci stiano davanti ma, secondo pronostico, la nostra nazionale è comunque la grande favorita per vincere il gruppo. Intanto staremo a vedere quello che succederà in campo tra pochi minuti: al Tardini è davvero tutto pronto, leggiamo le formazioni ufficiali – tante novità per gli Azzurri, titolari Sirigu, Mancini, Sensi e Quagliarella che torna così a giocare in nazionale dal primo minuto – e poi prepariamoci a seguire la diretta di Italia Liechtenstein! Formazioni ufficialiITALIA (4-3-3): 1 Sirigu; 5 G. Mancini, 19 Bonucci, 13 A. Romagnoli, 7 Spinazzola; 15 Sensi, 8 Jorginho, 6 Verratti; 16 Politano, 21 Quagliarella, 14 Kean. Allenatore: Roberto Mancini LIECHTENSTEIN (4-4-2): 1 B. Buchel; 20 Wolfinger, 4 Kaufmann, 5 Hofer, 3 Goppel; 8 Sele, 23 Polverino, 10 Wieser, 9 Kuhne; 18 Hasler, 11 Salanovic. Allenatore: Helgi Kolvidsson (agg. di Claudio Franceschini)

IL CAMMINO DI AVVICINAMENTO ALLA SECONDA PARTITA DI QUALIFICAZIONI AGLI EUROPEI 2020

In avvicinamento alla diretta di Italia Liechtenstein, dobbiamo riportare come la piccola nazionale nostra avversaria non abbia poi fatto malissimo nella Nations League: certo ne è venuta fuori con appena 4 punti, ma tutto sommato ha mostrato qualche progresso che fa ben sperare per il futuro. Spicca la clamorosa sconfitta di Gibilterra, ma del resto contro questo avversario è arrivata l’unica vittoria centrata nel girone, un 2-0 firmato da Dennis Salanovic e Sandro Wieser. Il gruppo si è chiuso con un 2-2 interno contro l’Armenia, che nella partita di Yerevan aveva vinto 2-1; importante il fatto che il Liechtenstein abbia segnato in ogni partita disputata con la sola eccezione di quella interna contro la Macedonia, e che le reti incassate nelle sei gare siano state “solo” 12. Come dire: la strada per arrivare a giocarsi qualche traguardo di maggiore livello è ancora parecchio lunga e forse la fine non si vedrà mai, ma intanto anche questa federazione può togliersi qualche soddisfazione e per esempio, ritrovando l’Armenia, provare a strapparle la quinta posizione in questo girone delle qualificazioni agli Europei 2020. (agg. di Claudio Franceschini)

PRECEDENTI E FORMAZIONE RINNOVATA

Nei due precedenti di Italia Liechtenstein figurano due vittorie azzurre con un totale di 9 gol segnati e nessun subito: stiamo parlando delle qualificazioni al Mondiale 2018, e dunque dell’epopea di Giampiero Ventura chiusa con l’eliminazione al playoff e l’esonero. Un crack incredibile del calcio italiano, eppure il tecnico genovese non aveva iniziato affatto male: aveva anche pareggiato contro la Spagna prima di crollare. A Vaduz la sua nazionale era passata per 4-0: giocava con il 4-2-4 e aveva trovato la doppietta di Andrea Belotti e i gol di Ciro Immobile e Antonio Candreva. Il ritorno si era giocato a Udine, dove l’Italia ha esordito in queste qualificazioni: a segno Lorenzo Insigne, Belotti, Eder, Federico Bernardeschi e Manolo Gabbiadini. Poi ci sarebbero stati il disastro spagnolo e la Svezia; è curioso notare che, a distanza di appena un anno e nove mesi, siano tanti i calciatori che non fanno più parte del gruppo. A parte Gianluigi Buffon, il compianto Davide Astori e gli infortunati, elementi come Matteo Darmian, Andrea Barzagli, Antonio Candreva, Andrea Belotti, Riccardo Montolivo, Simone Scuffet, Danilo D’Ambrosio, Manolo Gabbiadini e Eder al momento non fanno parte del progetto di Roberto Mancini. (agg. di Claudio Franceschini)

PARTITA AFFIDATA A KIRILL LEVNIKOV: SCOPRIAMO CHI È

Italia Liechtenstein, come abbiamo già visto, sarà diretta da Kirill Levnikov: arbitro russo di 35 anni, sta iniziando adesso ad affacciarsi al grande calcio internazionale. In questa stagione ha già diretto partite piuttosto importanti, anche se in Europa League non è andato oltre una sfida della fase a gironi (il pareggio tra Ludogorets e Zurigo) avendo invece tre sfide dei turni preliminari tra le quali una trasferta del Siviglia. Levnikov ovviamente è stato impiegato per la maggior parte dell’annata nel campionato nazionale: curiosamente non ha mai diretto la capolista mentre si è trovato in due occasioni ad arbitrare gare del Krasnodar (che è secondo). Lo scorso novembre gli sono state affidate due partite delle qualificazioni agli Europei Under 19 (tra cui la delicata Macedonia-Croazia), sarà invece l’esordio nelle qualificazioni agli Europei 2020. Le cifre di questa stagione parlano di quattro ammonizioni per partita con già 7 espulsioni (due per rosso diretto), i rigori fischiati sono invece 4 e dunque si tratta di un direttore di gara nella media per quanto riguarda le sanzioni disciplinari. (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA LIECHTENSTEIN QUALIFICAZIONI AGLI EUROPEI 2020

Italia Liechtensteindiretta dall’arbitro russo Kirill Levnikov, si gioca allo stadio Ennio Tardini di Parma nella serata di martedì 26 marzo: calcio d’inizio alle ore 20:45 per la sfida valida per la seconda giornata nel gruppo J delle qualificazioni agli Europei 2020. L’esordio degli Azzurri è stato ottimo: sabato è arrivato un 2-0 contro la Finlandia che ha confermato come il gruppo di giovani impostato da Roberto Mancini possa sicuramente dire la sua e qualificarsi alla fase finale del torneo senza troppi affanni, visto anche che nel sorteggio siamo stati parecchi fortunati. Le nostre principali avversarie dovrebbero essere Bosnia e Grecia, ma a prendersi il pass sono le prime due di ciascun girone: questo significa che per l’Italia la strada è senza dubbio in discesa, ma perché sia così bisognerà onorare al massimo ogni appuntamento a cominciare da questo di Parma, contro un Liechtenstein che avevamo già sepolto di gol in passato e che ha fatto il suo esordio nel girone perdendo in casa contro la Grecia. Vedremo allora come andranno le cose, ma la piccola federazione dovrebbe giocare queste qualificazioni nel mero tentativo di evitare l’ultimo posto, sfidando idealmente l’Armenia; adesso, mentre aspettiamo il calcio d’inizio di Italia Liechtenstein, possiamo valutare in che modo le due nazionali intendono disporsi sul terreno di gioco dello stadio Tardini, leggendo in maniera più approfondita le probabili formazioni di questa sfida.

PROBABILI FORMAZIONI ITALIA LIECHTENSTEIN

Per Italia Liechtenstein, Mancini potrebbe cambiare tre giocatori: Alessio Romagnoli può prendere il posto di Chiellini al fianco di Bonucci, Spinazzola giocherà come terzino destro (di fatto è l’unica soluzione disponibile) mentre Sensi si candida a sostituire Jorginho in mezzo al campo. Potrebbe essere titolare anche Quagliarella, a completamento di un tridente nel quale Bernardeschi e Kean continuerebbero a essere gli esterni; in porta ci sarà Gigio Donnarumma, il terzino sinistro sarà quasi certamente Biraghi e anche Barella e Verratti dovrebbero avere la maglia confermata sulle mezzali, anche perchè le alternative non sono troppe. Il Liechtenstein sarà in campo con il 4-1-4-1: Wieser il giocatore che si piazza davanti alla difesa, Gubser ancora il favorito per essere il riferimento offensivo. Poi due linee da quattro: in difesa davanti a Benjamin Buchel comandano Rechsteiner e Kaufmann con Wolfinger e Goppel sugli esterni, sulla trequarti invece spazio a capitan Polverino e Martin Buchel che saranno aiutati dai laterali Hasler e Salanovic.

QUOTE E PRONOSTICO

Per il pronostico su Italia Liechtenstein potete utilizzare le quote messe a disposizione dall’agenzia di scommesse Snai: chiaramente azzurri largamente favoriti, basta vedere che il segno 1 per la loro vittoria vale solo 1,01 e dunque con questo bookmaker vincereste 10,10 euro giocandone 10, di fatto recuperando la somma messa sul piatto senza troppo guadagno. Il colpo vero – e un flop per la nostra nazionale – sarebbe il ko interno dell’Italia: in questo caso il valore posto sul segno 2 porta in dote 75,00 volte quanto investito, mentre con il pareggio (segno X) siamo ad un valore comunque parecchio alto, ovvero 20,00 volte la cifra puntata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA