Video/ Juventus-Udinese (4-1): highlights e gol della partita (Serie A)

- Stefano Belli

Video Juventus-Udinese (risultato finale 4-1): gli highlights e i gol della partita valevole per la 27^ giornata di Serie A. Poker dei bianconeri che volano a 76 punti in classifica.

udinese juventus lapresse 2019
Video Juventus Udinese (LaPresse)

Video Juventus-Udinese 4-1: highlights e gol della partita che ha aperto la 27^ giornata di Serie A 2018-19, con i bianconeri che passeggiano in casa e servono il poker ai friulani. Un buon viatico in vista di martedì prossimo, quando la squadra di Massimiliano Allegri sarà chiamata a ribaltare lo 0-2 del Wanda Metropolitano contro l’Atletico Madrid, condizione necessaria per ottenere la qualificazione ai quarti di finale. Il 4-1 maturato all’Allianz Stadium nel secondo venerdì di marzo può essere di buon auspicio e i tifosi si augurano di vedere lo stesso risultato tra qualche giorno in Champions League. Quando la Juve si troverà di fronte un avversario di tutt’altro spessore tecnico, senza mancare di rispetto a Davide Nicola e ai suoi giocatori, l’Udinese si è rivelata poco più di uno sparring partner, creando zero pericoli quando il risultato era ancora in bilico. Ci ha pensato Moise Kean, con una doppietta e tante giocate di classe, a mettere i tre punti in cassaforte già prima dell’intervallo: il giovane attaccante del 2000, che quest’anno ha visto i suoi compagni più dalla tribuna che dalla panchina, le poche volte che è stato chiamato in causa quando i titolari dovevano riposare, ha sempre risposto presente e in futuro può rappresentare una validissima alternativa, soprattutto quando il peso degli anni si farà sentire anche su un fuoriclasse conclamato come Cristiano Ronaldo. Nel secondo tempo sono arrivati anche i gol di Emre Can (su calcio di rigore) e Matuidi, con l’Udinese che ha reso la sconfitta un po’ meno amara grazie a Kevin Lasagna: magari se avesse giocato dal primo minuto l’inerzia del match non sarebbe cambiata di una virgola, ma rimarremo con il dubbio. Al netto dei gol, le note positive per la Juve sono rappresentate dall’ottima prestazione di Leonardo Spinazzola e dall’esordio di Hans Nicolussi Caviglia, altro ragazzo di belle speranze del vivaio bianconero. Unica nota stonata l’infortunio di Andrea Barzagli che rientrava dopo una lunga assenza: la sua esperienza poteva tornare davvero utile in vista contro i colchoneros, era proprio il caso di rischiarlo oggi, dove i tre punti erano più scontati di una birra scrausa da discount? Dall’altra parte è meglio stendere un velo pietoso: Wilmot ha regalato una marea di palloni alla vecchia Signora, per non parlare di Opoku entrato al posto dell’infortunato Nuytinck. Non ne azzecca una e provoca il rigore del 3-0, in pagella faremmo fatica a dargli un 4.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Subito dopo il triplice fischio il grande protagonista della serata, Moise Kean, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: “Mi faccio sempre trovare pronto in allenamento, quando il mister mi schiera cerco sempre di dimostrare quanto valgo. Vincere aiuta a vincere, dopo il triplice fischio abbiamo già cominciato a pensare all’Atletico Madrid. Alla Juve si imparano in fretta tante cose, è una grandissima scuola di calcio”. Questo, invece, il commento di Massimiliano Allegri a monte del successo: “I ragazzi sono stati bravi ma non avevo dubbi che si sarebbero comportati bene, abbiamo preparato questa sfida nei minimi dettagli e ora ci troviamo a cinque vittorie dallo scudetto. Ho ricevuto belle risposte, tutti correvano verso la porta e quand’è così i gol prima o poi arrivano. Mi sono piaciuti anche i ragazzi che hanno comunque ampi margini di miglioramento. Questo 4-1 ci andrebbe molto bene martedì prossimo ma si tratterà di una partita completamente diversa, dove dovremo rimanere lucidi, rasentare la perfezione e non sbagliare neanche il più piccolo dettaglio. Contro l’Atletico avrò a disposizione un solo terzino visto che De Sciglio non farà in tempo a recuperare, Caceres e Spinazzola non sono i più adatti a quel ruolo, mi dispiace molto per Barzagli che stava anche giocando bene. Speriamo solo che la buona sorte ci assista”. Anche Davide Nicola affida la sua analisi ai microfoni di Sky Sport: “Siamo scesi in campo senza fare quello che ci eravamo proposti alla vigilia. Non è una prestazione che ci soddisfa, volevamo e potevamo fare di più. Sui gol subiti ci sono nostre grosse responsabilità, siamo stati troppo molli. Detto questo eravamo compatti ma mai aggressivi, troppi errori e troppe imprecisioni in fase di impostazione, merito della Juve ma anche demerito nostro. Nella ripresa abbiamo cercato di alzare il baricentro per costruire qualche azione d’attacco ma continuavamo a perdere un pallone dopo l’altro. Almeno siamo riusciti a segnare fuori casa, cosa che non facevamo da tempo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA