Diretta maratona Boston 2019/ Risultati: vincono Lawrence Cherono e Worknesh Degefa

- Michela Colombo

Diretta Maratona di Boston 2019, risultati: vincono Lawrence Cherono e Worknesh Degefa la storica maratona americana, oggi 15 aprile.

maratona_boston_facebook
Maratona di Boston 2019

La Maratona di Boston 2019 ha emesso tutti i suoi verdetti. La vittoria nella gara maschile è andata al keniano Lawrence Cherono, che è arrivato per appena due secondi davanti all’etiope Lelisa Desisa, facendo fermare il cronometro sul tempo di 2h07’57”, ben otto minuti più veloce del tempo della lenta corsa di un anno fa. Terzo gradino del podio, ma più lontano dal vincitore, è arrivato l’altro keniano Kenneth Kipkemoi con il tempo di 2h08’07”, dunque ad appena 10 secondi da Cherono, margine comunque sufficiente per non poter lottare per la vittoria fin sul traguardo. Nella maratona femminile invece netta vittoria dell’etiope Worknesh Degefa, che era alla sua prima partecipazione a Boston e ha vinto con pieno merito con il tempo di 2h23’31”, anche in questo caso molto meglio dell’anno scorso: per Degefa oltre mezzo minuto di vantaggio sulla keniana Edna Kiplagat, terza la padrona di casa americana Jordan Hasay. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Sta per cominciare la maratona di Boston 2019, che a dire il vero vede già in strada da qualche minuto la gara femminile e alle ore 16.00 italiane in punto prevederà anche la partenza della gara maschile. L’anno scorso i vincitori furono il giapponese Yuki Kawauchi tra gli uomini e la statunitense Desiree Linden tra le donne. Anche a causa delle condizioni climatiche non favorevoli, si trattò delle peggiori prestazioni cronometriche addirittura dagli anni Settanta, con il tempo di 2h15’54” per Kawauchi e di 2h39’54” per la Linden. Eccellente l’elenco dei partenti, che comprende sei degli ultimi sette vincitori in campo maschile. Una curiosità è invece la presenza in campo femminile anche della mamma di Kawauchi. Ricordiamo infine che la strana collocazione della maratona di Boston al lunedì si deve al fatto che il terzo lunedì del mese di aprile è il Patriots’ Day. Adesso però basta parole, si comincia a faticare: parola semmai al cronometro, la maratona di Boston comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE LA MARATONA DI BOSTON

Segnaliamo a tutti gli appassionati che non sarà possibile seguire in diretta tv la Maratona di Boston e quindi non è sarà disponibile neppure una diretta streaming video della prova di Massachusetts. Segnaliamo però che tutte le principali tv sportive non mancheranno di fornire collegamenti all’arrivo della maratona: sarà inoltre possibile seguire gli aggiornamenti live sull’andamento della corsa attraverso il potale ufficiale https://www.baa.org.

ORARIO E PRESENTAZIONE MARATONA

Si accende oggi la tanto attesa Maratona di Boston 2019, uno degli impegni più importanti del calendario e pure la più antica corsa sui 42 km che si corre ogni anno. Dal 1897, semplici appassionati e corridori di professione sfilano per le vie della cittadina del Massachusetts, ogni anno nel terzo lunedì del mese di aprile, in occasione del Patriots Day: si tratta di un appuntamento davvero significativo e non solo dal punto di vista sportivo. Come molto ricordano, nella 123^ edizione della Maratona di Boston, ricorreranno anche i 6 anni dal terribile attentato occorso sul traguardo nel 2013, quando furono messe del bombe che hanno provocato diverse vittime. In questa giornata di grande sport ovviamente il pensiero sarà rivolto anche a loro: non a caso ogni anno proprio il 15 aprile viene festeggiato il One Boston Day, in loro memoria.

IL PERCORSO E GLI ORARI

In attesa di poter dare la parola alle strade del Massachusetts, andiamo a dare le prime indicazioni utili per seguire la 123^ edizione della Maratona di Boston. Come al solito la partenza sarà prevista a Hopkinton e proseguirà vero il centro cittadino attraversano Ashland, Framinghma, Natick e Wellesley. Superata la metà gara ecco che si entra a Newton e i corridori affronteranno le temibili Newton Hills, e soprattutto la Heatbreak Hill “la collina spaccacuore” che prevede una salita di circa 600 metri al 33^ km. Di seguito il serpentone superare il Boston college e ci si avvicinerà poi al traguardo finale, posto a Copley Squadre, di fianco la John Hancock Tower. Da ricordare che ovviamente saranno previste diverse wave per scaglionare al via i moltissimi partecipanti. La prima “onda” di corridori è attesa con il pettorale rosso alle ore 10.00 del mattino locali, ma saranno le ore 16.00 secondo il fuso orario italiano: di seguito partiranno con un ritardo di 25 minuti, i partecipanti dal pettorale bianco, azzurro e giallo. chiaramente il parterre di protagonisti è amplissimo trattandosi di uno degli appuntamenti più attesi di tutto il programma delle maratone. attenzione però ai vincitori in carica ovvero il giapponese Yuki Kawauchi che trovò il tempo di 2h15’54” e la statunitense Desiree Linden, a traguardo col tempo di  2h39’54”

© RIPRODUZIONE RISERVATA