Video/ Napoli-Genoa (1-1): highlights, partenopei fermati da Radu (Serie A)

- Stefano Belli

Video Napoli-Genoa (1-1): highlights e gol della partita valevole per la 31^ giornata di Serie A. Mertens eguaglia Cavani ma non basta, la Juventus vola a +20 sui partenopei.

Mertens_esultanza_Napoli_Liverpool_lapresse_2018
Dries Mertens (Foto LaPresse)

Video Napoli-Genoa 1-1: highlights e gol della partita valevole per la 31^ giornata di Serie A 2018-19 che non ha consegnato matematicamente l’ottavo scudetto di fila alla Juventus, tuttavia ai bianconeri basterà un punto nelle prossime sette giornate per chiudere definitivamente i giochi – che probabilmente non sono mai stati aperti. Tra le mura amiche del San Paolo gli uomini di Ancelotti non riescono a strappare i tre punti contro un’avversaria che ha disputato gran parte del match in inferiorità numerica per l’espulsione di Stefano Sturaro. Rosso diretto per il centrocampista di Prandelli che entra a gamba alta su Allan rischiando di spezzargli la caviglia, in un primo momento l’arbitro Pasqua lo grazia limitandosi ad ammonirlo ma poi interviene il VAR Aureliano che invita il direttore di gara a rivedere meglio l’episodio all’on field review. A quel punto il cartellino cambia colore da giallo a rosso tra le proteste – inutili – dei grifoni, con l’uomo in più il Napoli la sblocca con Dries Mertens che raggiunge Edinson Cavani a quota 104 nella classifica dei migliori marcatori di tutti i tempi del club campano. Tutto sembra mettersi in discesa per i padroni di casa che nel recupero, invece, dopo aver sfiorato il raddoppio con Callejon (fermato da uno strepitoso Radu), vengono trafitti da Lazovic che ristabilisce l’equilibrio sul terreno di gioco. Nella ripresa i partenopei ce la mettono tutta per riportarsi in vantaggio, Ancelotti si affida anche a Insigne (tenuto a riposo in vista dei quarti di Europa League in programma giovedì prossimo) ma Radu abbassa la saracinesca e salva su Milik, Koulibaly, Ounas e Mertens (al quale nega la doppietta). Prestazione superlativa da parte del portiere rumeno che con le sue parate salva il Genoa dal KO e contribuisce a spedire il Napoli a -20 dalla vecchia Signora. Evidentemente la testa era già a Londra, in casa dell’Arsenal, dove i vice-campioni d’Italia si giocheranno una fetta importantissima della loro stagione. Il secondo posto in campionato non sembra in pericolo con l’Inter a sette lunghezze di distanza e che continua a mostrarsi discontinua nei risultati, meglio concentrare tutte le energie sull’unico obiettivo rimasto: è pur sempre un trofeo internazionale, anche se meno prestigioso della Champions che potrebbe comunque finire nelle mani della Juve il prossimo 1 giugno.

VIDEO NAPOLI GENOA: LE DICHIARAZIONI

Il commento di Carlo Ancelotti ai microfoni di Sky Sport: “Della partita con l’Arsenal non ne abbiamo mai parlato negli spogliatoi, non è per questo se contro Empoli e Genoa abbiamo raccolto un solo punto. Mi voglio soffermare di più sull’aspetto tecnico della questione, e cioè che difendiamo male, anche in superiorità numerica. Dobbiamo tenere il controllo della partita, invece abbiamo lasciato troppi spazi agli attaccanti del Genoa che poi hanno trovato il modo per punirci. Campanello d’allarme per giovedì prossimo? Beh, di certo se a Londra giochiamo così non ne usciremo bene, bisogna ripartire dalle basi che non può non prescindere dalla difesa”. Dopo la gara Cesare Prandelli si è presentato davanti alle telecamere di Sky Sport: “In parità numerica abbiamo creato diverse occasioni, dopo l’espulsione i ragazzi hanno reagito bene, tutto diventa più complicato quando rimani in dieci, però la soddisfazione per il risultato è davvero enorme. Non mi piace far polemica sulle decisioni arbitrali, ma vedo che non c’è uniformità di giudizio”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA