Diretta/ Napoli-Genoa (risultato finale 1-1) streaming e tv: Radu salva Prandelli

- Mauro Mantegazza

Diretta Napoli Genoa streaming video e tv: orario, probabili formazioni, quote e risultato live del posticipo per la 31^ giornata di Serie A

Allan testa Napoli Genoa lapresse 2018
Diretta Napoli Genoa: un precedente (Lapresse, repertorio)

DIRETTA NAPOLI-GENOA (RISULTATO FINALE 1-1): RADU SALVA PRANDELLI DAL KO

Il Genoa costringe il Napoli al pari davanti al pubblico del San Paolo: finisce 1-1 il sunday night della 31^ giornata di Serie A 2018-19 con i partenopei che finiscono a -20 dalla Juventus alla quale ora basterà un punto nelle ultime sette giornate per festeggiare l’ottavo scudetto consecutivo. Gli uomini di Ancelotti ce l’hanno messa tutta per strappare i tre punti ma si sono trovati davanti un super Radu che in più occasioni ha letteralmente salvato la squadra di Prandelli dal KO. Almeno tre interventi decisivi da porte del portiere rumeno su Koulibaly, Mertens (bravissimo Radu a non farsi beffare dalla deviazione di Gunter) e Ounas, grazie a lui i grifoni escono imbattuti pur avendo giocato dalla mezz’ora del primo tempo in dieci uomini. Napoli che forse già pensava a giovedì prossimo quando incontrerà l’Arsenal nei quarti di Europa League. {agg. di Stefano Belli}

ANCELOTTI SI AFFIDA A INSIGNE

A venti minuti dal novantesimo resiste l’equilibrio al San Paolo tra Napoli e Genoa con le due squadre sempre sull’1-1. I partenopei insistono nell’area di rigore avversaria con Milik che al 57′ stacca di testa e costringe Radu a bloccare il pallone quasi sulla linea di porta per sventare l’1-2. Sessanta secondi più tardi i padroni di casa tornano in avanti con Zielinski che cerca Allan, il passaggio è troppo lungo per il numero 5 che non arrivare sul pallone prima che superi la linea di fondo. Al 67′ Ancelotti si affida a Lorenzo Insigne che prende il posto proprio di Allan e dovrà trascinare i suoi verso i tre punti, per aumentare il vantaggio nei confronti dell’Inter e ritardare di almeno una settimana la festa-scudetto della Juventus che intanto si gode comodamente in poltrona la partita davanti alla tv. {agg. di Stefano Belli}

ZIELINSKI NON TROVA LA PORTA

Al San Paolo è ricominciato dopo l’intervallo il match valevole per la 31^ giornata di Serie A 2018-19 tra Napoli e Genoa, al decimo del secondo tempo il punteggio rimane sempre in parità con le due squadre inchiodate sull’1-1. I partenopei vogliono tornare in vantaggio nel più breve tempo possibile e invadono la trequarti avversaria, al 52′ Zielinski ci prova al volo ma il polacco impatta male la sfera che si impenna e termina in curva. Nel frattempo Ancelotti manda a scaldare Insigne: potrebbe servire il suo genio per risolvere una serata che si è complicata parecchio sebbene i padroni di casa giochino in superiorità numerica dal 28′ della prima frazione di gioco per l’espulsione di Sturaro. {agg. di Stefano Belli}

MERTENS EGUAGLIA CAVANI, LAZOVIC GELA IL SAN PAOLO

Il primo tempo di Napoli-Genoa va in archivio sul parziale di 1 a 1. Pur giocando in dieci per l’espulsione di Sturaro i giocatori di Prandelli non rinunciano ad attaccare e ad affrontare a viso aperto la seconda forza della Serie A: al 33′ Kouamé chiama al dovere Karnezis che deve darsi parecchio da fare per mantenere la porta inviolata e mettere la palla in calcio d’angolo. Si tratterà comunque di un fuoco di paglia per gli ospiti che poco dopo vengono trafitti dal tiro a giro di Dries Mertens che segna il suo 104^ gol con la maglia del Napoli, eguagliando un certo Edinson Cavani. Il Genoa non si dà per vinto e va a un passo dal pari con il colpo di testa di Gunter che si stampa sul palo; al 40′ Kouamé si procura una punizione dal limite, sugli sviluppi del quale Biraschi ci prova da casa sua, Karnezis non si fa però sorprendere. A causa dell’utilizzo del VAR e dell’infortunio di Maksimovic (pallonata in pieno volto) l’arbitro Pasqua è costretto a concedere ben cinque minuti di recupero, al 47′ Radu nega il gol del raddoppio a Callejon che aveva provato a piazzarla nell’angolino. E dal quasi 2-0 si passa al pareggio dei grifoni con la volèe di Lazovic che gela il San Paolo, capitalizzando le giocate di Pandev e Kouamé che hanno dato il via all’azione vincente. {agg. di Stefano Belli}

 ESPULSO STURARO!

Alla mezz’ora del primo tempo Napoli e Genoa rimangono sullo 0-0. Al 13′ Pandev ha molto spazio per avanzare sulle vie centrali, il centravanti macedone non si fa pregare e cerca la porta di Karnezis con la palla che esce davvero di pochissimo. Sette minuti più tardi si rinnova il duello tra i due con il portiere greco che concede soltanto il corner al numero 19 di Prandelli che oggi vuole procurare un dispiacere alla sua ex-squadra. Scampato il pericolo i partenopei si distendono con Mertens, il belga va alla conclusione che si rivela debole e centrale per Radu, l’estremo difensore rumeno in tuffo blocca comodamente la sfera. Al 28′ il Genoa resta in dieci: Sturaro entra con la gamba alta su Allan rischiando di spezzargli la caviglia, in un primo momento l’arbitro Pasqua si limita ad ammonire l’ex-centrocampista della Juve, poi rivedendo le immagini all’on field review decide di cambiare il colore del cartellino da giallo a rosso. Inutili le proteste degli ospiti che restano quindi in inferiorità numerica. {agg. di Stefano Belli}

SQUADRE SUBITO AGGRESSIVE

Diretta Napoli-Genoa 0-0: è cominciata da circa dieci minuti al San Paolo il sunday night della 31^ giornata di Serie A 2018-19, al momento il punteggio resta in equilibrio nonostante una partenza aggressiva dei partenopei che sin dalle battute iniziali del match premono con vigore nell’area di rigore avversaria. Fabian Ruiz viene murato mentre Mertens si allunga troppo il pallone e perde l’attimo per concludere a rete, nell’azione successiva Milik carica il tiro sfiorando l’incrocio dei pali. Al 6′ la squadra di Ancelotti si ripropone sulla corsia di destra con Callejon che la rimette al centro per Milik, anticipato da Criscito che in scivolata si rifugia in calcio d’angolo togliendo le castagne dal fuoco a Radu. Due minuti più tardi gli uomini di Prandelli si iscrivono alla partita con Kouamé che serve Pandev, l’attaccante macedone da posizione defilata non riesce a inquadrare lo specchio con Karnezis che sporca la traiettoria con la punta delle dita. Ritmi elevatissimi con tanti capovolgimenti di fronte, per adesso lo spettacolo è assicurato. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv di Napoli Genoa sarà una esclusiva di Sky. Gli abbonati alla televisione satellitare potranno seguire il match del San Paolo sui canali Sky Sport Serie A (il numero 202) e Sky Sport 251, oppure in alternativa potranno anche avvalersi della diretta streaming video tramite il servizio fornito da Sky Go.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Tutto è pronto per Napoli Genoa: al San Paolo sono già state annunciate le formazioni ufficiali che leggeremo fra pochissimo, ma adesso facciamo una panoramica sui numeri stagionali in Serie A delle squadre di Carlo Ancelotti e Cesare Prandelli. Per il Napoli secondo posto a quota 63 punti grazie a diciannove vittorie, sei pareggi e cinque sconfitte, i gol segnati dai partenopei sono 57 e 26 quelli subiti, dunque la differenza reti è pari a +31 per gli azzurri. Naturalmente il Grifone non può reggere un confronto numerico: 33 punti per il Genoa, in virtù di otto vittorie, nove pareggi e tredici sconfitte. I rossoblù liguri hanno segnato 34 gol e ne hanno subiti 48, di conseguenza la loro differenza reti attuale è pari a -14. Adesso però basta numeri e parole, è davvero giunto il momento di scendere in campo: Napoli Genoa comincia! NAPOLI (4-4-2): Karnezis; Hysaj, Ni. Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski; Mertens, Milik. GENOA (3-5-2): I. Radu; Biraschi, Gunter, Criscito; P. Pereira, Sturaro, Miguel Veloso, Bessa, Lazovic; Kouamé, Pandev. Allenatore: Cesare Prandelli (Agg di Mauro Mantegazza)

ANCELOTTI CONTRO PRANDELLI

Per la diretta di Napoli Genoa, è certo interessante ora controllare pure i due allenatori che saranno in campo al San Paolo nella 31^ giornata di Serie A. A fare gli onori di casa sarà certamente Carlo Ancelotti, arrivato al sevizio della squadra campana solo questa estate: i numeri messi a segno però sono davvero importanti. il tecnico di Reggiolo infatti ha fissato a statistica una media punti a incontro di 2,00 in 42 presenze in panca e pure potrebbe fare molto di più nel prossimo futuro. Di contro ci sarà invece Cesare Prandelli alla guida del Genoa, di cui difende i colori dalla panchina dal 7 dicembre scorso. L’allenatore nativo di Orzinuovi per il momento ha raccolto solo una media punti di 1,13 in 16 presenze per i grifoni, ma portrebbe fare molto di più nel finale di stagione. (agg Michela Colombo)

I TESTA A TESTA

Napoli Genoa sta per giocarsi al San Paolo per la dodicesima stagione consecutiva in Serie A, e allora ci piace ricordare di un periodo, compreso tra il 1998 e il 2007, in cui le due squadre sono state avversarie nel torneo cadetto, conoscendo nel frattempo anche la Serie C. Ne parliamo perchè da quel decennio partenopei e rossoblu sono usciti decisamente più rafforzati, e capaci di costruire progetti ambiziosi che hanno anche portato trofei (due volte la Coppa Italia per il Napoli) e grandi soddisfazioni. Ciclo inaugurato da una vittoria del Napoli che si era imposto con due gol di Claudio Bellucci, mentre per il Genoa aveva segnato Alessio Pirri; a chiudere, nella stagione della promozione congiunta, lo 0-0 che aveva sancito l’aritmetico ritorno in Serie A (a Marassi) il 10 giugno 2007, data importante per entrambe. Oggi, il Genoa non batte il Napoli da un 3-2 interno del gennaio 2012; da allora dominio azzurro con dieci vittorie e tre pareggi, l’ultimo successo del Grifone al San Paolo risale addirittura al febbraio 2009 con la rete di Bosko Jankovic. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Napoli Genoa sarà una partita diretta questa sera al San Paolo dall’arbitro Fabrizio Pasqua, che fa parte della sezione Aia di Tivoli. In vista del posticipo che chiuderà la domenica di Serie A, naturalmente è interessante conoscere tutta la squadra arbitrale che sarà al lavoro per Napoli Genoa, a partire dai due guardalinee che saranno Bottegoni e Bresmes, poi Rapuano come quarto uomo e infine al Var avremo Aureliano, affiancato dall’assistente Avar Fiorito. Nato il 7 novembre 1982 a Nocera Inferiore, dobbiamo notare che il signor Pasqua solamente stasera incrocerà per la prima volta il Napoli nel campionato in corso. Per il Genoa invece si può contare un precedente, cioè il pareggio per 1-1 contro la Spal di domenica 9 dicembre a Marassi. In totale già ben 15 presenze in questa Serie A per l’arbitro, con un bilancio di 55 cartellini gialli, due espulsioni che Pasqua ha comminato entrambe per rosso diretto e altrettanti calci di rigore assegnati dal fischietto di Tivoli. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Napoli Genoa, diretta dall’arbitro Pasqua, si gioca alle ore 20.30 di stasera, domenica 7 aprile 2019. L’appuntamento sarà naturalmente allo stadio San Paolo per il posticipo della trentunesima giornata di Serie A, una partita che profuma di storia del calcio italiano ma che naturalmente vede ambizioni molto diverse per le due squadre. Napoli Genoa chiamerà al riscatto due formazioni uscite malissimo dal turno infrasettimanale: i partenopei hanno perso ad Empoli mentre il Grifone ha incassato un pesante 0-4 casalingo dall’Inter. La situazione in classifica è però radicalmente opposta, con 63 punti per il Napoli e 33 per il Genoa: i partenopei sono di fatto certi della qualificazione per la prossima Champions League e probabilmente da qui in poi daranno la priorità all’Europa League per cercare di conquistare un trofeo con la guida di Carlo Ancelotti, il Genoa di Cesare Prandelli invece deve cercare un risultato di prestigio al San Paolo perché la salvezza non è ancora sicura, dal momento che le inseguitrici hanno decisamente alzato il ritmo.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI GENOA

Diamo uno sguardo anche alle probabili formazioni di Napoli Genoa. Carlo Ancelotti potrebbe fare un po’ di turnover, ad esempio in difesa ecco Hysaj che potrebbe ritrovare una maglia da titolare, al pari di Maksimovic al fianco di Koulibaly davanti a Meret. A centrocampo si potrebbe tornare al 4-4-2 e in questo caso dovremmo avere titolare Fabian Ruiz al fianco di Allan, più Callejon a destra e Zielinski a sinistra, anche se resta valida l’alternativa Verdi. Infine in attacco dovrebbe tornare titolare Mertens al fianco di Milik. Per il Genoa le novità potrebbero essere ancora più significative: in difesa escono gli squalificati Romero e Zukanovic, con Gunter e Biraschi candidati a sostituirli davanti a Radu, mentre Criscito rientra dopo un turno di stop. A centrocampo Prandelli potrebbe cambiare perché deluso dalle prestazioni di tutti mercoledì sera, Bessa e Mazzitelli (partiti dalla panchina contro l’Inter) si candidano a una maglia da titolare. Solo in attacco non ci attendiamo grandi sorprese, perché il tandem potrebbe essere ancora formato da Sanabria e Kouame.

PRONOSTICO E QUOTE

Il pronostico di Napoli Genoa appare a senso unico secondo l’agenzia di scommesse Snai: il segno 1 è dato quasi per scontato ed è quotato appena a 1,27. Si sale poi già a quota 5,50 in caso di pareggio, naturalmente indicato dal segno X, infine in caso di colpaccio esterno da parte del Genoa chi avrà scommesso sul segno 2 guadagnerebbe ben 12,00 volte la posta in palio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA