DIRETTA/ Genoa-Fiorentina live (serie A 2012-2013): la partita in temporeale (decima giornata)

- La Redazione

La diretta di Genoa-Fiorentina, posticipo della decima giornata del campionato di serie A 2012-2013: segui e commenta in temporeale la sfida del Luigi Ferraris a partire dalle ore 20.45

genoa_fiorentina_longo_blasiR400
Questa sera in campo Genoa e Fiorentina per il posticipo della decima giornata di serie A (INFOPHOTO)

Genoa-Fiorentina è il posticipo della decima giornata del campionato di serie A 2012-2013 (turno infrasettimanale). La partita è importante per entrambe le squadre. Il Genoa (9 punti) deve ritrovare la vittoria per sganciarsi dalla zona retrocessione; la Fiorentina (15 punti) invece in caso di vittoria potrebbe avvicinarsi ad una sola lunghezza dal quarto posto. Un eventuale risultato di parità tra Genoa e Fiorentina non sarebbe particolarmente utile alle due squadre, che cercano continuità di risultati e vogliono vincere questa sera. Genoa-Fiorentina si giocherà allo stadio Luigi Ferraris di Genova, l’arbitro sarà il signor Banti di Livorno, assistito dai guardalinee Posado e Tonolini, dai giudici di porta Valeri e Calvarese e dal quarto uomo Giachero. Il calcio d’inizio è previsto per le ore 20.45.

Non è un periodo felice per il Genoa, che non vince dal 23 settembre scorso (1-0 all’Olimpico contro la Lazio, firmato da Marco Borriello). Nelle ultime cinque giornate i rossoblù hanno raccolto solo tre punti frutto dei tre pareggi consecutivi, in casa contro Parma (1-1) e Palermo (1-1) e in trasferta contro l’Udinese (0-0). In seguito sono arrivati due ko contro la Roma in casa (2-4) e contro il Milan in trasferta nell’ultima giornata (0-1). La sconfitta interna con i giallorossi ha causato l’esonero di Luigi De Canio, che evidentemente è destinato a non poter lavorare più a lungo di qualche settimana sulla panchina del Genoa (era già stato esonerato nel 2004). Al suo posto è subentrato Luigi Delneri che dunque è tornato ad allenare a Genova dopo la proficua esperienza dall’altra parte della città, alla giuda della Sampdoria. L’ex allenatore della Juventus ha cambiato l’impostazione tattica del Genoa stabilizzandola nel suo 4-4-2 di fabbrica. Nella prima partita contro il Milan il Genoa di Delneri non ha mostrato particolari evoluzioni sul piano del gioco, come è normale aspettarsi dopo pochi giorni di lavoro con un tecnico nuovo. In ogni caso sarà ora che i liguri recuperino un rendimento interno accettabile: sinora il ruolino casalingo ha fruttato 5 dei nove punti complessivi, con una vittoria (2-0 all’esordio contro il Cagliari), due pareggi e due sconfitte (7 i gol fatti su 10, ben 9 su 13 quelli subiti). Questa sera Delneri dovrà fare di necessità virtù, tenendo conto che gli mancheranno alcuni giocatori importanti. Su tutti Borriello, capocannoniere delle squadra con 3 gol e riferimento principe di ogni manovra offensiva, oltreché consigliere di Ciro Immobile, sua giovane spalla. Mancherà anche Juan Manuel Vargas, grande ex di turno assieme a Sebastien Frey: il peruviano dovrebbe tornare a disposizione nelle prossime settimane. Fuori uso anche il capitano, Marco Rossi, e il vice Bosko Jankovic: il tecnico dovrebbe compensare con l’inserimento di Jorquera in attacco a sostegno di Immobile e di qualche giovane, come Piscitella (clicca qui per le probabili formazioni complete di Genoa-Fiorentina). I viola dal canto loro vengono da una serie di prestazioni altalenanti, se non nel gioco perlomeno nei risultati. Nelle ultime cinque giornate la Fiorentina ha raccolto due vittorie (1-0 col Bologna e 2-0 con la Lazio, entrambe in casa), altrettanti pareggi (0-0 contro la Juventus e 1-1 a Verona col Chievo) e la sconfitta di San Siro contro l’Inter (1-2). Montella ha predicato continuità, e questa sera la squadra ha una buona occasione, contro un avversario alla portata, per sbloccare il rendimento in trasferta. Che sinora non ha ancora registrato vittorie: lontano dall’Artemio Franchi i viola hanno conquistato sol due punti, segnando quattro gol e subendone sei. La Fiorentina deve ancora perfezionare i propri meccanismi offensivi, che spesso non traducono adeguatamente la buona mole di gioco imbastita. Tuttavia il primo scorcio di campionato ha presentato una squadra dall’identità ben precisa, che cerca di mantenere il possesso del pallone per sfiancare gli avversari e colpirli con le stoccate degli attaccanti o gli inserimenti dei centrocampisti in zona gol. Questa sera Montella non potrà disporre del solo Camporese, ancora in fase di riabilitazione dopo il brutto infortunio al ginocchio rimediato in estate. Sotto osservazione il difensore Savic, sostituto di Nastasic che ha ben figurato nelle prime due partite in serie A, e il centrocampista Mati Fernandez. Quest’ultimo dovrebbe avere maggiori capacità realizzative rispetto ai compagni di reparto, maestri nel rifinire l’azione ma spesso inadatti a concluderla (o vari Pizarro, Borja Valero o Aquilani, appena rientrato). Vedremo se il cileno scenderà in campo dall’inizio come sembra. La Fiorentina cerca di tornare al successo su campo, quello di Marassi, che non la vede vincitrice dal 1982-83 (3-0 con le reti di Antognoni, Pecci e Bertoni). Sono 41 i Genoa-Fiorentina giocati nella storia del nostro campionato: 13 le vittorie genoane, 11 quelle viola e 17 i pareggi. Ora però è il momento di cedere la parola al campo: un altro Genoa-Fiorentina sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori