CALCIOMERCATO/ Cagliari, Larrivey rescinde: il testo della lettera di addio. In difesa seguito l’uruguaiano Arias

- La Redazione

Joaquin Larrivey non è più un giocatore del Cagliari: ha rescisso il contratto e salutato i tifosi con una lettera sul sito ufficiale del club. Che intanto segue il difensore uruguagio Arias

larrivey_catania_cagliariR400 Joaquin Oscar Larrivey, 28 anni, attaccante argentino (INFOPHOTO)

El Bati torna in Sudamerica. Joaquin Larrivey non è più un giocatore del Cagliari: l’attaccante argentino, classe 1984, ha rescisso ufficialmente il suo contratto con la società sarda. Le parti si sono lasciate amichevolmente: il calciatore ha addirittura scritto una lettera di addio alla società, che a suo dire rimarrà sempre nel suo cuore anche se “dovesse andare a giocare sulla luna”. Per adesso sembra che si accontenterà dell’Atlante Cancun, squadra della serie A messicana. Joaquin Larrivey, acquistato nell’estate 2007 dall’Huracan (30 gol in 90 partite), lascia il Cagliari dopo 101 presenze ufficiali e 16 gol, di cui 95 e 12 in serie A. Arrivato in Italia con la nomea di nuovo Batistuta, dovuta anche alla capigliatura molto simile a quella del Re Leone di Firenze, Larrivey non è mai riuscito a trovare la via del gol con continuità. Solo una rete alla sua prima stagione (27 partite), così pure nella seconda in cui però trovò meno spazio (13 gare). Dopo un periodo di prestito al Velez Sarsfield. da gennaio a giugno 2009, Larrivey era rientrato a Cagliari: nel 2009-2010 27 presenze e 3 gol per lui. Altra stagione in prestito al Colon prima dell’ultima a Cagliari, la scorsa. Che è stata la migliore dal punto di vista realizzativo: nel 2011-2012 Larrivey riesce a mettere a segno due triplette, in Coppa Italia con l’Albinoleffe e nella sconfitta per 6-3 patita a Napoli, per un totale di 10 gol. Pur non essendosi rivelato un grande goleador, Larrivey sembra aver lasciato un buon ricordo presso molto tifosi del Cagliari, che hanno sommerso il sito ufficiale del club di messaggi di affetto per l’ex numero 9. Intanto la dirigenza cagliaritana lavora per rinforzare la squadra in vista del calciomoercato di gennaio. Secondo le indiscrezioni raccolte dal sito tuttomercatoweb.com, i sardi stanno seguendo con attenzione il difensore uruguaiano Ramon Arias, centrale classe 1992 in forza al Defensor Sporting. Sul ventenne c’è anche il Siena, che ha bisogno di difensori centrali. Arias, che in patria è considerato uno dei talenti di maggiore prospettiva, ha svolto tutta la trafila nelle nazionali giovanili dell’Uruguay e ha preso parte alle recenti Olimpiadi. La sua valutazione di calciomercato è di circa 500.000 euro. Arais è un difensore abile nel gioco aereo e dal senso della posizione già ben sviluppato.

Voglio ringraziare tutti i tifosi per come mi avete fatto sentire in questi anni. Pur vivendo lontano dalla famiglia, dagli amici e dalla città del cuore, mi avete fatto sentire a casa.

Ho conosciuto tanta bella gente e per questo è stato difficile andarmene. Quando stavo per salire in aereo ho avuto la stessa sensazione che si prova quando si va via dalla propria terra: senza rendermene conto, la Sardegna era diventata casa mia. E questo è successo senza dubbio grazie a voi. Grazie ai tifosi, grazie alla gente della città. 

Vorrei poi ringraziare tutte le persone che lavorano nella società, allo stadio, in sede, nel centro sportivo di Assemini e il presidente. Mi avete sempre trattato alla grande e credo di avervi trattato ugualmente bene anche io; porterò sempre con me ognuno di voi e non vi dimenticherò mai.

E poi che dire dei compagni. Quando vi ho salutato volevo dire mille parole ma dopo due secondi stavo già piangendo: è stato un vero onore allenarmi al vostro fianco, combattere ogni partita con voi. Voglio solo dire grazie per tutto quello che avete fatto per me in tutti questi anni. Ringrazio Dio e la vita per avermi fatto conoscere persone come voi e per aver trascorso questi anni in una meravigliosa terra come la Sardegna. Sono assolutamente certo che, come dice la canzone, il meglio deve ancora venire.

Vi saluto, vi ringrazio di cuore e vi dico che potrei anche andare a giocare sulla luna, ma il mio cuore resterà sempre rossoblù.

Forza Casteddu! 

Joaquin Larrivey“.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Calcio e altri Sport

Ultime notizie