PAGELLE/ Siena-Palermo (4-1): i voti, la cronaca e il tabellino (venticinquesima giornata)

- La Redazione

In dieci per praticamente tutto l’incontro, il Palermo subisce l’ennesima sconfitta esterna di stagione. A Siena finisce 4-1 per i bianconeri. La cronaca e le pagelle dell’incontro.

mattia_destro_r400
Mattia Destro, attaccante dell'Under 21 (Infophoto)

In dieci per praticamente tutto l’incontro, il Palermo subisce l’ennesima sconfitta esterna di questa stagione. A Siena finisce 4 a 1 per i padroni di casa che rimontano l’iniziale svantaggio firmato Budan e respirano in chiave salvezza.

Partita che non conosce fase di studio. Basta un solo minuto ed è già lavoro per la moviola. Destro porta la controffensiva senese sfruttando un errato posizionamento della retroguardia palermitana. Il giovane attaccante scuola Inter punta Balzaretti che lo stende da ultimo uomo e si guadagna gli spogliatoi dopo neanche 120 secondi. Sugli sviluppi del successivo calcio piazzato ci vuole solo il miglior Viviano per mantenere le aquile in partita. L’ex portiere del Bologna si oppone prima alla conclusione diretta di Del Grosso, poi al colpo di testa sotto misura di Destro. Nonostante l’inferiorità numerica comunque, il Palermo mostra personalità e non si rassegna alla sconfitta, anzi sono proprio gli uomini di Mutti a passare per primi. L’asse sul quale viaggia la rete rosanero è quella consolidata tra Miccoli e Budan. La torre rosanero sfrutta lo splendido cross da calcio d’angolo del numero 10 salentino e di testa schiaccia alle spalle di Pegolo. Sotto di una rete, ma con la superiorità numerica a spirare forte sulle vele bianconere, il Siena esprime la massima pressione alla ricerca del pareggio. Una rete che però arriva solo su calcio di rigore; Aguirregaray è ingenuo ad affondare il tackle all’imbocco dell’area, tutt’altra astuzia invece per Brienza che forse sente il contatto, forse no; nel dubbio però si lascia cadere e chiama il rigore di Gava. Dal dischetto Terzi si mostra freddissimo e infila Viviano che intuisce ma non tocca. I rosanero si affidano ai calci piazzati ed al piede di Miccoli, quando però il Siena spinge sull’acceleratore la difesa siciliana barcolla vertiginosamente. La premiata ditta Destro-Bogdani fa ammattire la difesa di Mutti e firma il sorpasso alla mezz’ora. Assist del primo con un delizioso esterno, tap in a botta sicura del secondo e rimonta completata prima del rientro negli spogliatoi.

Le speranze di rimonta del Palermo crollano immediatamente. Il Siena mette in cassaforte l’incontro quando è passato un solo minuto dal rientro dagli spogliatoi. La difesa rosanero, infatti, si addormenta su un calcio di punizione battuto da Brienza e lascia tutto solo sul secondo palo Rossettini. Il centrale dei toscani non è bomber di professione, ma con un’occasione del genere sul piattone non si lascia pregare e sigla la rete della sicurezza. Da qui in poi, la partita non ha più ragione d’esistere. Il Siena gestisce il possesso e affonda solo quando strettamente necessario. Al 13esimo Brienza trova anche la gioia personale con una punizione dal limite dell’area che punisce l’errato posizionamento della barriera e appesantisce il passivo della Mutti band. Sul 4 a 1, il Palermo cerca allora di limitare i danni e richiama Miccoli in panchina. Il Siena di Sannino, dal canto suo, appagato dal largo vantaggio e dall’uomo in più, conduce in porto la gara gestendo il possesso del pallone sino al triplice fischio di Gava. Bogdani chiude l’incontro zoppicando e sull’Artemio Franchi la grandine arriva come degno finale all’ennesima sconfitta esterna della formazione rosanero.

  Pegolo, Vitiello, Rossettini, Terzi, Del Grosso(Belmonte 81’s.t.),  Giorgi(Reginaldo 61’s.t.), Vergassola, Gazzi,  Brienza, Bogdani, Destro(Mannini 75’s.t.). A disp.: Farelli,  Pesoli, Parravicini, Gonzalez. All. Sannino.

  Viviano, Pisano, Silvestre(Munoz 11’p.t.), Mantovani, Balzaretti, Bertolo, Donati, Barreto, Ilicic(Aguirregaray 7’p.t.), Budan, Miccoli(Vazquez 65’s.t.). A disp: Tzorvas,  Della Rocca, Zahavi,  Mehmeti. All. Mutti.

Marcatori: Budan(P) 12’p.t., Terzi(S) 23’p.t., Bogdani(S) 34’p.t., Rossettini(S) 47’s.t., Brienza(S) 58’s.t.

Arbitro: Gava

Ammoniti: Budan(P), Viviano(P), Miccoli(P), Donati(P), Terzi(S), Rossettini(S), Barreto(P)

Espulsi: Balzaretti(P)

Siena

 

Pegolo 6.5: Guadagna la pagnotta con unn grande intervento su Budan a partita ormai chiusa.

Vitiello 6: Vive una giornata tutto sommato tranquilla.

Terzi 6: Rigore realizzato con grande freddezza, nonostante la ripetizione. Qualche indecisione sui calci piazzati a favore del Palermo.

Rossettini 6.5: Decisivo in più di un’occasione a sbrogliare le poche situazioni complicate.

Del Grosso 7: Ottima prova su tutto l’out mancino. (Dal 36’st Belmonte sv)

Giorgi 6.5: Buona prestazione di sostanza contro un Palermo che si rende in realtà pericoloso solo su calcio piazzato. (Dal 16’st Reginaldo 6: La partita è già chiusa al momento del suo ingresso; non sposta ovviamente gli equilibri.

Vergassola 6.5: Giornata tutto sommato facile.

Gazzi 6.5: Fa legna lì nel mezzo; comunque agevolato dalla superiorità numerica.

Brienza 7.5: Un assist ed un gol, entrambi da calcio piazzato. Ex indigesto per i colori rosanero.

Bogdani 7: Il suo grande sacrificio viene premiato dalla rete del sorpasso.

Destro 7.5: Non segna, ma è la vera spina nel fianco per la difesa palermitana. Si decentra spesso sulle fasce e riesce a capire i vari momenti della partita. Prezioso l’assist per la seconda rete. (Dal 30’st Mannini sv)

 

All. Sannino 7: Partita messa in discesa dall’espulsione dopo un solo minuto; nonostante lo svantaggio da calcio piazzato, la squadra rialza immediatamente la china. Bisogna però apportare qualche correttivo sulla fase difensiva nelle punizioni.

Palermo

 

Viviano 5.5: Due miracoli pronti-via. Poi un’incertezza in uscita sull’1 a 1 che potrebbe costare caro, infine dispone malissimo la barriera sulla quarta rete di Brienza.

Pisano 5: Come tutto il Palermo è costretto alla difensiva per novanta minuti.

Silvestre sv (Dall’11’pt Munoz 4.5: Destro gli sfugge via con facilità irrisoria in più di un’occasione).

Mantovani 5: D’accordo, l’inferiorità numerica forzata rende difficilissimo il suo compito, lui però ci mette del suo concedendo spesso preoccupanti disattenzioni.

Balzaretti 5: L’espulsione può starci, come no, però da solo contro Destro sarebbe forse stato meglio temporeggiare e portarlo verso l’esterno.

Bertolo 5: Prova qualche accelerazione ma non sfonda mai.

Donati 5: Dominato dal centrocampo avversario, prova a opporre delle controffensive: non ci riesce.

Barreto 5: In balia, come i compagni di reparto, della mediana senese. Gli mancano i tempi per dettare il gioco.

Ilicic sv (Dall’8’pt Aguirregaray 4.5: Il rigore non c’è, però affondare il tackle, in ritardo ed in quella posizione di campo è un suicidio calcistico. In costante ritardo gioca davvero un bruttissima partita).

Miccoli 6: Meno male che c’è lui. I pericoli creati dal Palermo nascono sempre da calcio piazzato e quindi dal suo piede fatato. Confeziona un assist ed in una giornata così magra, è già tantissima roba. (Dal 19’st Vazquez 5.5: Entra a partita segnata, non fa nulla).

Budan 6.5: Un’incornata che illude il Palermo, poi lavoro solitario nella trequarti senese. Sempre pericoloso sui calci piazzati sfiora anche la doppietta a metà ripresa. Pegolo gli dice di no.

 

All. Mutti 5.5: Qualsiasi disquisizione tattica crolla di fronte all’espulsione di Balzaretti dopo 80 secondi. Oggi gli episodi gli girano contro, però in trasferta si perde sempre e non può essere un caso.

(Massimiliano de Cesare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori