DIRETTA/ Torino-Sassuolo live (serie B 2011/2012): la partita in temporeale

- La Redazione

Torino e Sassuolo si giocano questa sera alle 20:45 le speranze di promozione. I granata con una vittoria sarebbero praticamente in A, gli emiliani comunque sono certi almeno dei playoff.

pea_r400
Fulvio Pea, allenatore del Sassuolo ed ex Sampdoria (Infophoto)

Si gioca questa sera alle 20:45 Torino-Sassuolo, partita originariamente in programma il 15 aprile (35esima giornata). E’ una partita di altissima classifica: i granata sono secondi, i neroverdi terzi. Facile capire quali siano i temi del big match: se il Torino vince, sostanzialmente si guadagna la serie A, anche se non in modo matematico (mancherebbero due punti). Il Sassuolo invece supererebbe proprio gli avversari di questa sera e quindi sarebbe poi padrone del proprio destino e rischierebbe seriamente di centrare la promozione diretta. Entrambe le formazioni quindi hanno più di un motivo per cercare la vittoria, anche se il pareggio in questo caso può comunque andare bene, perchè lascerebbe il Torino nelle prime due posizioni e avvicinerebbe il Sassuolo al terzo posto, dandogli così il vantaggio del fattore campo per tutta la durata dei playoff. Favoriti i granata, nonostante arrivino da una sconfitta: quest’anno in casa hanno fallito raramente, vedono vicino l’obiettivo dichiarato alla vigilia del campionato e hanno fame.

Il Torino è reduce dalla sconfitta nell’altro scontro diretto, quello dell’Adriatico contro il Pescara. I granata non hanno giocato bene, sono stati in balia degli avversari per tutta la durata dell’incontro e hanno quindi mancato la grande opportunità di staccarsi in ottica primo posto e promozione diretta. I granata vengono comunque da un ottimo periodo: dopo la sconfitta di Empoli la squadra di Ventura ha battuto Reggina, Crotone, Livorno e Padova, pareggiando poi a Bari e perdendo appunto contro la banda di Zeman. Una serie di risultati che hanno permesso ai granata di restare agganciati al secondo posto (vincendo stasera tornerebbero in testa, anche se il Pescara potrebbe risorpassare nei 59 minuti contro il Livorno, ma dovendo ribaltare lo 0-2). In casa il Torino fa paura: ha raccolto 14 vittorie, 4 pareggi e una sola sconfitta, anche se pesante, contro il Verona. I gol realizzati sono 34, quelli subiti 14. Un rendimento assolutamente da serie A: la squadra di Ventura quest’anno ha accusato molto meno quelle pause che avevano contraddistinto le passate stagioni dei granata, che vedono vicino l’obiettivo del ritorno in serie A e non vogliono lasciarselo scappare. Ancora una volta saranno indisponibili Glik e Pratali, mentre Stevanovic, diffidato, viene lasciato a riposo da Ventura. Gioca Bianchi, alla stagione più complicata degli ultimi anni: non segna dal 24 marzo, e ii gol in campionato sono appena 8. Meglio di lui, comunque, solo Antenucci con 9. 

Il Sassuolo di Fulvio Pea si trova attualmente al terzo posto in classifica, alla pari del Verona con cui però ha gli scontri diretti a favore (sconfitta 1-0 al Bentegodi, vittoria in casa 2-0). I playoff sono già garantiti, ma i neroverdi vedono anche la promozione diretta: se battono il Torino, lo superano in classifica e poi possono guardare solo a loro stessi. Ad ogni modo, gli uomini di Pea vogliono almeno blindare il terzo posto, che permetterebbe di avere il fattore campo favorevole in entrambi gli incroci, cosa che si può rivelare decisiva vista la formula che non prevede i gol in trasferta ma premia la posizione in graduatoria. E poi, gli emiliani sono lanciatissimi in questo periodo: il pareggio di Livorno ha interrotto una serie di 3 vittorie consecutive, di cui due esterne e contro avversari temibili come il Brescia (2-1) e il Padova (2-0). Lontano dal Braglia, il Sassuolo ha fino a qui raccolto 37 punti, frutto di 10 vittorie e 7 pareggi, con appena 2 sconfitte. I gol realizzati sono 27, quelli subiti 16: il Torino questa sera parte favorito, ma il rendimento esterno degli uomini di Fulvio Pea fa sperare i tifosi emilani in un risultato storico. Peraltro, sono tutti disponibili nel Sassuolo, che quindi conferma la formazione di Livorno. Attenzione naturalmente a Gianluca Sansone, già 19 gol in questo campionato, ma non bisogna dimenticare l’ottimo campionato di Boakye e quello di Troianiello, spesso decisiv in queste ultime giornate. 

Ventura scommette su una partita brutta e dai pochi spazi (memore di quanto accadde all’andata), Pea al contrario è sicuro che ci sarà spettacolo: chi avrà ragione lo scopriremo tra poco. Torino-Sassuolo sta per cominciare, segui e commenta la diretta della partita su questo sito.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori