SERIE B/ Pescara-Vicenza (6-0): gol, sintesi e video highlights (38esima giornata serie B)

- La Redazione

Il video di Pescara-Vicenza, partita valida per la 38esima giornata di Serie B. Guarda il video del match dell’Adriatico, in cui il Pescara ha piallato il malcapitato Vicenza, in guai seri 

zeman_pescaraR400
Zdenek Zeman, allenatore Pescara (Infophoto)

Il Pescara demolisce il Vicenza rifilandole un set e resta aggrappato al Torino, ad un punto dalla vetta. Paradossalmente, non il peggior Vicenza: ma il Pescara in attacco viaggia a un altro ritmo. Perlomeno nelle prime battute, i veneti hanno provato ad affrontare l’avversario senza paura, ma non c’è stato niente da fare. Il Pescar ha colpito una prima volta, e poi non s’è più fermato. Anche il dato del possesso palla dimostra in fondo come la gestione del pallone sia stata equilibrata: 55%Pescara, 45% Vicenza. La differenza tra me e te, potrebbe cantare Zeman, è che il boemo ha imposto la verticalità rapida sin dall’inizio dal primo giorno; il buon Cagni al contrario ha visto i suoi gestire volitivamente il pallone, ma senza arrivare quasi mai in zona pericolo. Le 10 conclusioni del Vicenza sono arrivate quasi tutte da lontano, come dimostra il fatto che solo una ha centrato lo specchio della porta; più pericoloso e preciso il Pescara, avendo totalizzato 18 tiri di cui 10 diretti verso il malcapitato Pinsoglio. La capacità di andare in verticale, ribaltando velocemente l’azione, ha permesso al Pescara di spremere il meglio dagli 11 minuti di supremazia territoriale, ovvero l’occupazione della metacampo altrui. Dato che sorprende se rapportato agli 8’19” del Vicenza: visto il punteggio, ci si aspetterebbe un divario maggiore. Emblematico il dato relativo all’indice di  pericolosità: il Pescara, attaccando tutta la partita, raccoglie un 99% quasi anacronistico, se non addirittura mai visto, mentre il Vicenza per forza di cose non può andare in là di uno striminzito 29%. A livello di singoli, perno della manovra pescarese è stato Verratti, che ha illuminato il gioco distribuendo 64 palloni correttamente, scalati su varie distanze. Molto coinvolto anche se più silenzioso Cascione, con 54 passaggi riusciti, seguito da Botta del Vicenza con 47. Leader nelle conclusioni risulta Ciro Immobile, che coi suoi 5 tiri ha fruttato un gol e un autogol. 4 tentativi per Insigne, 3 per il subentrato Maiorino. 

1-0 al 15′: dal cerchio di centrocampo, Verratti calibra un lancio di 35 metri che trova perfettamente Insigne, scattato in posizione regolare; la difesa è scavalcata, Insigne s’invola nell’uno contro uno con Pinsoglio e lo infila d’interno destro. 2-0 al 34′: azione martellante del Pescara sulla sinistra: Balzano allarga per Insigne, che entra in area dalla sinistra e calibra un tiro cross di sinistro che scavalca Pinsoglio e s’insacca beffardamente nell’angolino opposto, a mò di pallonetto. 3-0 al 60′: Insigne centra da sinistra, Maniero devia di testa nella zona destra, Nielsen appoggia per Balzano che va al controcross da destra; sul secondo palo Immobile incorna verso il centro, la palla carambola sullo stinco di Pisano e rotola in rete, per lo sfortunato autogol. 4-0 al 63′: verticalizzazione bassa da centrocampo verso l’area, che pesca perfettamente il taglio di Sansovini: l’attaccante s’infila tra i centrali del Vicenza, aggira Pinsoglio in uscita fuori area e deposita in rete calciando di sinistro. 5-0 al 67′: altro bel lancio da centrocampo a scavalcare la difesa, nelle maglie larghe si fionda Immobile che ai 25 metri vede il portiere a metà strada: pallonetto perfetto, si gonfia la rete direbbero a Napoli. 6-0 all’81: azione di Riccardo Maniero, che entra in area e si allarga sulla sinistra; l’attaccante centra basso col destro per l’accorrente Nielsen, che dal cuore dell’area vicentina esplode un gran destro sotto la traversa.

Zeman commenta così la vittoria, ai microfoni di SkySport: “Sono soddisfatto perchè abbiamo fatto una buona partita, solo abbiamo concesso troppi spazi a centrocampo. Stiamo andando forte, ma facciamo nostro il detto che la partita più difficile è sempre la prossima“. Questo invece il commento di Cagni, tecnico vicentino, sempre nel dopopartita di Sky: “Sono tornato da poco ad allenare il Vicenza, ma sono sicuro che ci salveremo. Questa sconfitta è stata determinata dalle nostre numerose assenze e dalla superiorità rispetto alla media del campionato di questo Pescara, davvero sorprendente“. Buona fortuna mister, e ce ne vorrà tanta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori