PROBABILI FORMAZIONI/ Atalanta-Cagliari: ultime novità (Serie A, 21esima giornata)

- La Redazione

La ventunesima giornata del massimo campionato italiano vede scendere in campo alle ore 15 anche Atalanta e Cagliari. Partita sulla carta non decisiva ma importante per la classifica

stefano_colantuono_atalanta_r400
Stefano Colantuono (Infophoto)

La ventunesima giornata del massimo campionato italiano vede scendere in campo alle ore 15 anche Atalanta e Cagliari. Partita sulla carta non decisiva ma è chiaro che entrambe le formazioni arriveranno allo stadio Atleti Azzurri d’Italia intenzionate a portare a casa i tre punti: gli undici di Colantuono, attualmente a 22 punti in classifica, provengono dalla bruciante sconfitta in casa della Lazio, arrivata dopo quel tocco di mano di Floccari giudicato involontario dal direttore di gara. I sardi guidati dal tendem Lopez-Pulga, a quota 19 punti, devono allontanarsi il più possibile dalla zona “calda” della classifica, lontana solamente due lunghezze (il Genoa, attualmente terzultimo, affronterà oggi in casa il Catania). Andiamo quindi a vedere le probabili formazioni che i due tecnici potrebbero schierare in questa domenica.

“Dobbiamo smuovere la classifica – avverte il tecnico bergamasco Colantuono – E per farlo dovremo essere bravi a imporre il nostro gioco. Il Cagliari è molto insidioso e si esprime molto bene fuori casa: ha messo in difficoltà anche la Juve. Davanti ha gente fortissima come Pinilla e Ibarbo: poche squadre in serie A hanno un attacco del genere. E’ gente velocissima, non ci dovremo far sorprendere. E a centrocampo non è da meno. Noi però in casa siamo sempre andati bene: sarà una bella sfida”. L’allenatore, nonostante la sconfitta di settimana scorsa, ricorda una buona prestazione contro i biancocelesti: “Con la Lazio abbiamo perso ma abbiamo giocato bene, quindi non sono preoccupato. E’ un momento così, in un campionato può starci. Ma sono sicuro che ne usciremo. E poi restiamo in una posizione tranquilla: la sfida di domani è importante ma non facciamola diventare la partita della vita”. Formazione quasi obbligata per Colantuono che, viste le assenze di Bellini, Lucchini e Raimondi, dovrà necessariamente affidarsi a Canini e Stendardo come coppia centrale, con Ferri sulla destra. Subito dopo ecco Cigarini, accompagnato da uno tra Biondini e Cazzola. Alle spalle di Denis unica punta si andranno a disporre invece Moralez e Bonaventura.

La panchina del club bergamasco sarà composta dai portieri  Frezzolini e Polito, insieme a Matheu, Parra, Cazzola, Schelotto, Radovanovic, Milesi, Troisi e De Luca. Viste le tante assenze, la formazione dell’Atalanta non dovrebbe riservare particolari sorprese.

Tante le assenze con cui dovrà fare i conti Colantuono, a cominciare dagli squalificati Carmona e Raimondi, oltre agli indisponibili Capelli, Marilungo, Lucchini e Bellini.

“Contro il Genoa è stata una sofferenza, ma alla fine è andata bene. A Bergamo ci attende un’altra finale, come sarà da qui sino alla fine del campionato perché le partite da giocare diminuiscono e tutte le concorrenti daranno l’anima per ottenere punti”. Queste le parole del tecnico Pulga alla vigilia della gara odierna contro l’Atalanta. “L’ambiente è caldo – ha poi aggiunto – con il pubblico molto caloroso e praticamente a ridosso del terreno di gioco, senza contare il valore della squadra, corta, compatta, organizzata e con diverse individualità di rilievo. Troveremo pochi spazi, ma quei pochi dovremo saperli sfruttare bene. I tre punti conquistati domenica ci hanno dato morale e autostima, ma per puntellare la classifica dovremo ancora lottare”. L’allenatore ha anche parlato del mercato in cui la società sarda è impegnata: “Siamo una squadra forte, con tanti giocatori bravi, non a caso sono tanto richiesti sul mercato, a quanto si legge sui giornali. Sau è uno degli attaccanti più forti in Italia in questo momento, Ekdal è in continua crescita. Inoltre il settore giovanile sta sfornando dei ragazzi interessanti che sono già in prima squadra”. Andando a vedere la probabile formazione, il tecnico si ritrova con ben pochi dubbi da dover sciogliere. Tra i pali rientra Agazzi dopo la squalifica, mentre difesa e centrocampo dovrebbero essere gli stessi visti settimana scorsa contro il Genoa. Con Nenè ancora infortunato, ecco davanti l’accoppiata Ibarbo-Sau.

In panchina per i sardi si accomoderanno i seguenti giocatori: Avramov, Anedda, Del Fabro, Perico, Murru, Casarini, Ceppelini, Pinilla e Thiago Ribeiro, con Pinilla che, vista la condizione ancora precaria, non partirà dunque titolare.

Oltre allo squalificato Cossu, i tecnici Lopez e Pulga non potranno contare neanche sugli indisponibili Ariaudo ed Eriksson. Per il resto la formazione è sostanzialmente la stessa vista settimana scorsa contro il Genoa.

– “Contro il Genoa è stata una sofferenza, ma alla fine è andata bene. A Bergamo ci attende un’altra finale, come sarà da qui sino alla fine del campionato perché le partite da giocare diminuiscono e tutte le concorrenti daranno l’anima per ottenere punti”. Queste le parole del tecnico Pulga alla vigilia della gara odierna contro l’Atalanta. “L’ambiente è caldo – ha poi aggiunto – con il pubblico molto caloroso e praticamente a ridosso del terreno di gioco, senza contare il valore della squadra, corta, compatta, organizzata e con diverse individualità di rilievo. Troveremo pochi spazi, ma quei pochi dovremo saperli sfruttare bene. I tre punti conquistati domenica ci hanno dato morale e autostima, ma per puntellare la classifica dovremo ancora lottare”. L’allenatore ha anche parlato del mercato in cui la società sarda è impegnata: “Siamo una squadra forte, con tanti giocatori bravi, non a caso sono tanto richiesti sul mercato, a quanto si legge sui giornali. Sau è uno degli attaccanti più forti in Italia in questo momento, Ekdal è in continua crescita. Inoltre il settore giovanile sta sfornando dei ragazzi interessanti che sono già in prima squadra”. Andando a vedere la probabile formazione, il tecnico si ritrova con ben pochi dubbi da dover sciogliere. Tra i pali rientra Agazzi dopo la squalifica, mentre difesa e centrocampo dovrebbero essere gli stessi visti settimana scorsa contro il Genoa. Con Nenè ancora infortunato, ecco davanti l’accoppiata Ibarbo-Sau.

 – In panchina per i sardi si accomoderanno i seguenti giocatori: Avramov, Anedda, Del Fabro, Perico, Murru, Casarini, Ceppelini, Pinilla e Thiago Ribeiro, con Pinilla che, vista la condizione ancora precaria, non partirà dunque titolare.

– Oltre allo squalificato Cossu, i tecnici Lopez e Pulga non potranno contare neanche sugli indisponibili Ariaudo ed Eriksson. Per il resto la formazione è sostanzialmente la stessa vista settimana scorsa contro il Genoa.

 

 Consigli; Ferri, Stendardo, Canini, Brivio; Giorgi, Cigarini, Biondini; Bonaventura, Moralez; Denis. All.:Colantuono. 

A disposizione: Frezzolini, Polito, Matheu, Parra, Cazzola, Schelotto, Radovanovic, Milesi, Troisi, De Luca 

Squalificati: Carmona, Raimondi

Indisponibili: Capelli, Marilungo, Lucchini, Bellini

 Agazzi; Pisano, Astori, Rossettini, Avelar; Dessena, Conti, Ekdal; Nainggolan; Ibarbo, Sau. All. Pulga-Lopez

A disp: Avramov, Anedda, Del Fabro, Perico, Murru, Casarini, Ceppelini, Pinilla, Thiago Ribeiro

Squalificati: Cossu

Indisponibili: Ariaudo, Eriksson

 

Arbitro: Tagliavento

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori