PROBABILI FORMAZIONI/ Parma-Palermo: ultime novità (serie A, 19esima giornata)

Le probabili formazioni di Parma-Palermo: i ducali cercano una vittoria che li proietterebbe a quota 29 punti, in piena corsa per l’Europa League. Il Palermo vuole punti salvezza.

06.01.2013 - La Redazione
Belfodil
(INFOPHOTO)

La serie A torna dopo due settimane di pausa e lo fa con l’ultima giornata del girone di andata. Alle 15 il Parma ospita il Palermo: i gialloblu cercano una vittoria che consentirebbe di mantenere il passo delle squadre che lottano per i posti in Europa League. Occasione ghiotta, ma il Palermo ha bisogno disperato di punti: se il campionato finisse oggi i rosanero retrocederebbero. E’ una partita che naturalmente vede i ducali come favoriti d’obbligo, ma chissà che il Palermo non riesca a fare lo scherzetto a una formazione, quella di Donadoni, che ha tanta qualità ma ogni tanto si concede delle pause di rendimento. 

Roberto Donadoni è preoccupato soprattutto da come la squadra inizierà la gara: “Non siamo stati fermi tantissimo; adesso pensiamo a ricominciare. Penso che le prossime 4-5 partite saranno molto importanti per dirci quale sarà il cammino che ci attende. Dobbiamo ripartire bene: il Palermo è una buona squadra al di là della classifica. Penso che rischieranno poco ma saranno pronti a sfruttare le eventuali occasioni. Dunque, non dobbiamo partire soft perchè faremmo solo il loro gioco”. Inevitabile una battuta sul mercato invernale: “Mi auguro che per noi duri poco: condiziona i giocatori e l’ambiente, ed è una cosa che mi dà fastidio”. 

Per la gara di oggi il tecnico del Parma si affida alla formazione migliore, al netto degli indisponibili. Non c’è turnover: il calendario è favorevole e va sfruttato. Dunque in porta ci sarà Pavarini: attraversa un buon momento di forma e ancora una volta vince il ballottaggio con Mirante. Difesa a 4 ormai confermata: Benalouane si è ben adattato a giocare a destra, dall’altra parte ci sarà Gobbi, coppia centrale formata da Paletta e Alessandro Lucarelli. A centrocampo un paio di dubbi: Marchionni è in vantaggio su Ninis per il ruolo di mezzala destra, in mezzo al campo Donadoni pare intenzionato a schierare Musacci ma anche Acquah (peraltro un ex) si gioca le sue carte. Si vede il tridente: Biabiany e Nicola Sansone saranno gli esterni di una linea nella quale il centrale dovrebbe essere il francese Ishak Belfodil, autore di cinque gol in campionato. Nel caso, pronto Amauri (altro ex, ancora rimpianto a Palermo).

Mirante, Bajza, Maceachen, Santacroce, Fideleff, Morrone, Acquah, Ninis, Rosi, Pabon, Amauri: è questa la panchina di Donadoni. Ci sono valide alternative, giocatori come Ninis e Rosi che possono garantire un cambio di passo, e Amauri può portare la squadra a giocare con due attaccanti centrali se ci fosse bisogno (Belfodil nel caso può disimpegnarsi da seconda punta).

E’ pesante l’assenza per squalifica di Jaime Valdes; sono invece infortunati Zaccardo e Galloppa, sfortunatissimo: anche lo scorso anno aveva saltato mezza stagione, stavolta sembra che non riuscirà a rientrare prima della fine del campionato.

Gian Piero Gasperini non vuole sentire parlare di Palermo rinunciatario: “Abbiamo degli infortunati e dobbiamo ancora completare l’organico; il Parma è un’ottima squadra con qualità come l’imprevedibilità, ma noi andiamo al Tardini per fare tre punti”. Poi una battuta sui singoli: “Aronica porterà esperienza al gruppo, Miccoli non dovrebbe giocare perchè non sta bene fisicamente”

L’ex difensore del Napoli va in campo subito: sarà il centrale di una difesa a tre che prevede anche Von Bergen e Santiago Garcia. A centrocampo i centrali saranno Barreto e Kurtic, sulle fasce Morganella e la novità Sanseverino. Due trequartisti dietro l’unica punta Paulo Dybala: saranno Ilicic e Brienza. C’è un ballottaggio in porta: potrebbe vincerlo Benussi questa volta, perchè Ujkani è reduce da un periodo poco brillante. Gasperini ha comunque voluto difenderlo: “Non capisco tutto l’accanimento nei suoi confronti”

A disposizione di Gasperini ci sono i due portieri Ujkani e Brichetto, poi Milanovic e Cetto, Goldaniga, Anselmo, Nicolas Viola. Per l’attacco le alternative sono Miccoli (che però dovrebbe per l’appunto riposare) e Budan. Presenti anche due giovani, che testimoniano come la squadra sia in emeergenza: si tratta di Malele e Bollino.

Munoz è squalificato per un turno; sono invece indisponibili Donati, Hernandez e Mantovani.

 

 

 Pavarini; Benalouane, Paletta, A. Lucarelli, Gobbi; Marchionni, Musacci, Parolo; Biabiany, Belfodil, N. Sansone. All. Donadoni

A disp: 

Squalificati: Valdes

Indisponibili: Zaccardo, Galloppa

Benussi; Von Bergen, Aronica, Garcia; Morganella, E. Barreto, Kurtic, Sanseverino; Ilicic, Brienza; Dybala. All. Gasperini

A disp: Ujkani, Brichetto, Milanovic, Cetto, Goldaniga, Anselmo, N. Viola, Miccoli, Budan, Malele, Bollino

Squalificati: Munoz

Indisponibili: M. Donati, Mantovani, Hernandez

 

Arbitro: Doveri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori