PROBABILI FORMAZIONI/ Pescara-Siena, ultime novità (32esima giornata Serie A)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Pescara-Siena, che alle ore 18.00 allo stadio Adriatico inaugurerà la trentaduesima giornata di Serie A. Una sfida che profuma di spareggio salvezza…

Iachini_439x302
Beppe Iachini, allenatore del Palermo ed ex della partita (Infophoto)

Sfida caldissima in programma questa sera alle ore 18.00 allo stadio Adriatico di Pescara. La trentaduesima giornata di Serie A verrà inaugurata dalla gara fra i padroni di casa guidati da Bucchi e il Siena di Beppe Iachini. Una partita che sa di spareggio salvezza vista la posizione in classifica attualmente occupata dalle due formazioni. Il Pescara si trova infatti all’ultimissimo posto, chiudendo la graduatoria a quota 21. I senesi, invece, occupano attualmente la penultima posizione, a quota 27 lunghezze, al pari però di Palermo e Genoa. Fondamentale sarà quindi conquistare i tre punti soprattutto per gli abruzzesi, che proveranno ad ottenere quel risultato utile che manca da ben due mesi, precisamente dal pareggio contro il Palermo. Anche un punto però rischia di non bastare: in casa contro una diretta concorrente bisogna vincere per accorciare le distanze e continuare a sperare. Il Siena viene invece da una serie positiva di quattro giornate e non perde dallo scorso primo marzo, sconfitta interna contro l’Atalanta: l’andamento però è lento, e c’è solo un posto utile per la salvezza. Vinvere vorrebbe dire eliminare il Pescara e fare un bello scatto in avanti. Arbiterà Rizzoli, un arbitro importante per una sfida dalla posta in palio pesante. Ecco le probabili formazioni.

L’allenatore del Pescara, Christian Bucchi, ha rilasciato le seguenti parole nella conferenza stampa di ieri: “Ci giochiamo le residue possibilità di rientrare in corsa. Mi aspetto un Siena accorto e pronto a colpirci in contropiede. Stimo molto Iachini, ha vinto tanto, per lui parlano i risultati. Chi non se la sente di lottare può andare via subito, ho bisogno di gente motivata: meglio pochi ma buoni. In base alle caratteristiche della squadra di Iachini ho studiato alcune nuove soluzioni, sia per la fase offensiva sia per evitare di prenderle. Non bisogna meravigliarsi, questa è la normalità. Solo Zeman può permettersi di preparare le partite senza guardare l’avversario”. Christian Bucchi recupera Cascione e Capuano anche se solo quest’ultimo dovrebbe partire dal primo minuto. Ipotizzabile un 4-2-3-1 per il mister dei Delfini, con Pelizzoli in porta, eroe nella sfida contro la Juventus dello scorso weekend, retroguardia a quattro composta da Zanon e Modesto sulle due corsie con Kroldrup e Capuano centrali. A centrocampo, Blasi e Togni agiranno sulla linea mediana, dietro a Sculli, Quintero e Caprari, i tre trequartisti. Infine, l’unica punta sarà Sforzini, favorito su Abbruscato e Vukusic.

La panchina degli abruzzesi sarà formata dai seguenti giocatori: Perin, Bianchi Arce, Vittiglio, D’Agostino, Cascione, Di Francesco, Abbruscato, Caraglio, Vukusic, Celik. Saranno loro a dover cambiare la partita in corso in caso di necessità, secondo le idee di mister Bucchi.

Lunga lista di assenti per il Pescara a cominciare da Rizzo e Bjrnason, entrambi squalificati. Out invece per infortunio Zauri, Weiss, Cosic, Bocchetti, Balzano. Elenco pesante comprendente molti titolari, che non aiuta ad affrontare al meglio una partita che per gli abruzzesi potrebbe essere l’ultima spiaggia.

– Iachini, nella conferenza stampa alla vigilia del match, ha confessato: “È la partita più difficile che poteva capitarci, basta vedere come hanno fatto soffrire la Juventus. Sanno stare bene in campo, hanno individualità ed esperienza, dovremo interpretare la partita con grande organizzazione e rispetto dell’avversario. Per noi c’è solo la consapevolezza che lottiamo alla pari con squadre come Genoa e Palermo che non credevamo di trovare in questa posizione di classifica. Ma non abbiamo ancora fatto niente, restano sette partite alla fine e dobbiamo giocare partita per partita”. Iachini dovrebbe puntare su un 3-4-2-1 con Pegolo in porta, davanti a lui la difesa formata dal terzetto composto da Paci, Felipe e Terzi. A centrocampo, Vergassola e Della Rocca in cabina di regia con Angelo e Rubin larghi sulle fasce. Infine l’attacco, con Rosina e Sestu in posizione più arretrata rispetto all’unica punta, l’emergente Emeghara.

 – In panca per i bianconeri si accomoderanno i seguenti giocatori: Farelli, Marini, Belmonte, Jorge Texeira, Uvini, Agra, Bolzoni, Calello, Valiani, Reginaldo, Bogdani, Pozzi. Queste saranno dunque le alternative a disposizione dell’allenatore nel corso della partita.

 – Assente per infortunio il solo Matheu: rosa al completo per questa partita così delicata, Iachini può sorridere.

 

 

Pelizzoli; Zanon, Kroldrup, Capuano, Modesto; Blasi, Togni; Sculli, Quintero, Caprari; Sforzini. All.: Bucchi.

A disp.: Perin, Bianchi Arce, Vittiglio, D’Agostino, Cascione, Di Francesco, Abbruscato, Caraglio, Vukusic, Celik.

Squalificati: Rizzo (1), Bjarnason (1).

Indisponibili: Zauri, Weiss, Cosic, Bocchetti, Balzano.

Pegolo; Terzi, Paci, Felipe; Angelo, Vergassola, Della Rocca, Rubin; Rosina, Sestu; Emeghara. All.: Iachini.

A disp.: Farelli, Marini, Belmonte, Jorge Texeira, Uvini, Agra, Bolzoni, Calello, Valiani, Reginaldo, Bogdani, Pozzi.

Squalificati: Vitiello (10/5/2013).

Indisponibili: Matheu.

 

Arbitro: Rizzoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori