Probabili formazioni/ Catania-Bologna, ultime novità (Serie A, 18^ giornata)

- La Redazione

Le probabili formazioni alla vigilia di Catania-Bologna, partita valida per la diciottesima giornata del campionato di Serie A 2013-2014, la terzultima del girone di andata

almiron_gol
(INFOPHOTO)

Mancano poche ore all’inizio della partita tra Catania e Bologna valida per la diciottesima giornata di campionato. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 15.00 e la direzione della gara è affidata all’arbitro Orsato. Trattasi sicuramente di una sfida in chiave salvezza quella che andrà in scena al Massimino, entrambe le squadre hanno bisogno di punti preziosi per la permanenza in serie Ae faranno del proprio meglio per cominciare ad allontanare l’incubo di una possibile retrocessione.

Ecco le parole del tecnico Luigi De Canio alla vigilia della partita contro il Bologna:“È una partita importantissima. Se Pioli dice che si sente sulla graticola, noi questa sensazione la avvertiamo ancora di più. Dobbiamo e vogliamo vincere. Affrontiamo una squadra del nostro livello, i valori tecnici si equivalgono, noi dovremo cercare di dare qualcosa in più rispetto a quello che abbiamo dato fino a questo momento. Non ho convocato Freire, Lopez, Petkovic e Monzon perché un allenatore osserva chi può essere utile per una partita e chi no”. Poi le parole sul ritorno del preziosissimo Lodi: “Il suo rientro era utile non solo sulle palle inattive, gesti che lui ha e che possono risolverti un match, ma anche nell’economia di una squadra che ha accolto un giocatore già pronto per il campionato”Il numero 10 del Catania non vede l’ora di tornare a dimostrare il suo valore in una stagione in cui non ha avuto modo di mettersi in mostra.  De Canio conferma il solito 4-3-3 con l’unico variante del neo arrivato in mezzo al campo.

Guarente e Tachsidis sembrano essere destinati alla panchina per questa partita, il ritorno di una delle bandiere della scorsa stagione, ha limitato ulteriormente le possibilità per una maglia da titolare già a metà strada da inizio campionato tra i due centrocampisti. Anche Biraghi non scenderà in campo da titolare dopo che la scorsa settimana era subentrato a Peruzzi al 45’.

Il Catania deve ancora fare a meno di due giocatori fondamentali per la rosa, che ne avranno ancora per circa due settimane. Il centrocampista argentino è uno dei polmoni di questa squadra e in  un momento difficili come questo, la sua assenza pesa moltissimo. In difesa dunque è ancora indisponibile Bellusci, uno dei pilastri della difesa catanese.

Il Bologna vola sulle ali dell’entusiasmo dopo la vittoria casalinga contro il Genoa per 1-0 e Pioli vuole ricominciare da questo risultato positivo: “Si riparte dalla prestazione sul campo, il fatto più reale e concreto di tutto ciò che è stato detto in questi giorni. Noi vogliamo vincere, sarebbe importante. La vittoria col Genoa è stata fondamentale, era necessario fare punti però abbiamo ancora il fondoschiena (non dice proprio così, ndr) sul barbecue e, se è vero che il Catania è all’ultima spiaggia, è altrettanto vero che noi non possiamo rilassarci, altrimenti andremo incontro a una scottatura. Noi andiamo a Catania per vincere sapendo che quando si gioca una partita del genere le motivazioni di una squadra sul fondo della classifica possono giocare brutti scherzi. Noi siamo nella stessa situazione però, perciò andremo a Catania per fare punti. Credo che la partita sarà difficile per entrambe le squadre. Il Catania si trova inaspettatamente ultima in classifica, ha dei buoni giocatori e dopo il campionato disputato l’anno scorso nessuno si sarebbe aspettato un tale approccio alla stagione”. Nonostante il lieve infortunio rimediato in settimana, Curci compare nella lista dei convocati ma il tecnico darà spazio a Stojanovic tra i pali. In avanti ci sarà il tandem composto da Moscardelli e Cristaldo, in appoggio Kone.

Pioli ha deciso di lasciare in panchina giocatori del calibro di Christodoulopoulos e Laxalt: probabilmente i due non sono al top della forma e con Diamanti fuori i soliti schemi potrebbero saltare e dare spazio ad altre soluzioni di gioco. Come già accennato ritorna sui campi di gioco anche il primo portiere Curci che tuttavia non ha ancora recuperato al 100%.

Una sfida fondamentale quella di oggi, portare a casa i tre punti approfittando della situazione precaria del Catania è un’occasione da non farsi sfuggire. Questo è il tipo di partite che fanno al caso della bandiera del Bologna Diamanti, ma purtroppo sia lui che Garics sono alle prese con un turno di squalifica per somma di ammonizioni. Tra gli indisponibili troviamo anche Sorensen fermo ai box per infortunio almeno fino alla prossima giornata.

1 Frison; 2 G. Peruzzi, 5 Rolin, 3 Spolli, 22 P. Alvarez; 13 Izco, 10 Lodi, 8 Plasil; 19 Castro, 9 Bergessio, 27 Barrientos. All. De Canio

A disp: 21 Andujar, 35 Ficara, 33 Biraghi, 6 Legrottaglie, 24 Gyomber, 33 Capuano, 7 Tachsidis, 23 Boateng, 27 Guarente, 11 Leto, 26 Keko

Squalificati:

Diffidati: Castro, Lodi

Indisponibili: Almiron, Bellusci, Cabalceta

32 Stojanovic, 5 Antonsson, 14 Natali, 22 Mantovani; 75 J. Crespo, 15 Perez, 4 Khrin, 3 Morleo; 33 Kone; 10 Moscardelli, 99 Cristaldo. All. Pioli

A disp: 1 Curci, 25 Agliardi, 31 Radakovic, 26 Ferrari, 35 M. Cech, 7 Della Rocca, 24 Pazienza, 13 Diego Laxalt, 92 Yaisien, 19 Christodoulopoulos, 12 Acquafresca, Bianchi

Squalificati: Diamanti, Garics

Diffidati: Della Rocca, Khrin, Mantovani, Morleo

Indisponibili: Sorensen

Serie A 2013-2014, diciottesima giornata: allo stadio Massimino di Catania andrà in scena la partita tra i rossazzurri padroni di casa e il Bologna. Il match si disputa domani (lunedì 6 gennaio 2014) alle ore 15:00. Il Catania è ultimo in classifica a quota 10 punti, il Bologna invece si trova al quartultimo posto con una lunghezza in più (15) rispetto al trio retrocessione. L’arbitro del match sarà il signor Orsato della sezione di Schio, assistito dai guardalinee Giallatini e Dobosz, dal quarto uomo Longo e dai giudici di porta Irrati e Borriello.

Pronto all’utilizzo il nuovo acquisto Francesco Lodi, tornato in prestito dal Genoa dopo l’esperienza negativa in Liguria. Il centrocampista napoletano riprenderà il suo posto al centro del 4-3-3 di mister Luigi De Canio. Ai suoi fianchi gli incursori dovrebbero essere Izco e Plasil, mentre in difesa il ballottaggio maggiore riguarda il ruolo di terzino sinistro: Biraghi favorito su Pablo Alvarez, con Gino Peruzzi confermato sulla destra. In porta previsto ancora Frison al posto di Andujar. In attacco il dubbio riguardaCastro: al suo posto potrebbe giocare Leto. Bergessio è completamente recuperato e giocherà nel ruolo di centravanti, con Barrientos a completare il tridente. Indisponibili per infortunio i difensori Cabalceta e Bellusci e il centrocampista Almiron.

Assente Alessandro Diamanti: il capitano era diffidato ed è stato ammonito per proteste nell’ultima partita prima della sosta, vinta 1-0 contro il Genoa proprio grazie ad un suo gol. La spada della trequarti passerà al greco Panagiotis Kone, che sinora ha sfornato 16 assist di cui però nessuno vincente. Quanto al resto della formazioni l’unico ballottaggio sembra riguardare il portiere: mister Stefano Pioli dovrebbe preferire il giovane Stojanovic al più esperto Curci. In difesa mancherà per infortunio il danese Sorensen: il trio titolare dovrebbe essere composto da Antonsson, Natali e Mantovani. A centrocampo Crespo a destra, Morleo a sinistra, Perez e Krhin in mezzo. In attacco invece favorita la coppia Moscardelli-Cristaldo. Da segnalare che Catania e Bologna sono le squadre con la più bassa percentuale di passaggi riusciti a partita, rispettivamente con il 59,5% e il 60%. Altre due voci statistiche medie vedono le due formazioni agli ultimi posti del campionato: sono il possesso palla (21’19”Catania, 21’40”Bologna) e i palloni giocati a partita (Catania 473,2 e Bologna 481,4).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori