Calciomercato Roma/ A. Canovi (ag.FIFA): Nainggolan aiutato da Garcia. E in attacco… (esclusiva)

- int. Alessandro Canovi

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente FIFA Alessandro Canovi parla del calciomercato della Roma e in particolare del possibile arrivo di un attaccante nella sessione di gennaio

garcia_gervinho
Infophoto

La Roma ha strapazzato il Genoa vincendo quattro a zero. E’ stato un giorno di festa per Florenzi autore di un gol in rovesciata spettacolare, ma anche della conferma di Benatia, ancora in gol e capocannoniere della squadra. Ottima prestazione di Radja Nainggolan, centrocampista belga classe ’88 alla prima da titolare in campionato con la maglia giallorossa. Nainggolan è arrivato la settimana scorsa dal Cagliari ma ha già fatto bene. In esclusiva per IlSussidiario.net, Alessandro Canovi, agente FIFA, ha parlato del giocatore belga e della Roma di Garcia.

Ha avuto la sensazione che Nainggolan giocasse nella Roma da tanto tempo? In effetti ha svolto una partita importante soprattutto dal punto di vista tattico. Ma non sono sorpreso perché Garcia ha lo ha aiutato.

In che senso? L’impostazione tattica della Roma è perfetta e i giocatori che entrano sanno già quello che devono fare. Ecco perché Nainggolan è parso già a suo agio nonostante sia arrivato da poco tempo.

Domenica rientra De Rossi, Nainggolan dovrà stare fuori? E perché? Possono giocare entrambi e soprattutto possono coesistere con Strootman e Pjanic.

In che modo? Potrebbe esserci un centrocampo a cinque, non dimenticando un calciatore come Florenzi. Ma il discorso è più generale: una grande squadra deve avere più soluzioni, sia a livello numerico che tattico.

Florenzi jolly per l’attacco, la Roma ha bisogno di una punta?

Secondo me no tenendo conto che c’è anche Borriello e soprattutto c’è Francesco Totti, che sta giocando benissimo. L’attacco romanista ha tutti gli ingredienti giusti.

Pochi minuti per Jedvaj, utili per assaporare il clima campionato: è d’accordo con la gestione del ragazzo? Sì è giusto così, bisogna andarci piano, a 18 anni non è facile essere già pronti per il campionato italiano. Ho visto solo tre giocatori essere pronti a quell’età: Nesta, Baresi e Maldini.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori