Calciomercato Roma/ News, Garay-Aubameyang: due sacrifici per arrivare a loro? Notizie al 20 maggio 2014 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Roma news, sulle numerose emittenti radiofoniche romane, i vari cronisti e giornalisti dicono la loro sulle trattative estive, pronte ad entrare nel vivo fra poche settimane

Aubameyang_Dortmund
Pierre-Emerick Aubameyabng, 26 anni, attaccante gabonese del Borussia Dortmund (INFOPHOTO)

Il calciomercato della Roma è pronto a decollare e a prendere il largo definitivamente. Concluso il campionato con un ottimo secondo posto, ora in quel di Trigoria viene il difficile: confermarsi ad alti livelli durante la prossima stagione in Italia, e nel contempo essere competitivi in Champions League. Per farlo bisognerà allestire una squadra costituita da giocatori di assoluto livello. Moltissime le indiscrezioni circolanti nelle ultime ore, e qualche suggerimento lo forniscono anche i diversi giornalisti delle numerose emittenti radiofoniche romane. E’ il caso ad esempio di Max Leggeri, di Radio Manà Manà Sport, che ipotizza un possibile scambio con il Borussia Dortmund: “La prossima stagione la Roma deve avere almeno due titolari per ogni ruolo – le parole riportate da LaRoma24.it – Da quello che so, il Dortmund ha messo più di un occhio su Ljajic, si potrebbe pensare ad uno scambio tra lui ed Aubameyang”. Altro scambio affascinante, questa volta con protagonista Mehdi Benatia, quello ipotizzato da Alessandro Cristofori di Rete Sport: “Io Benatia, come Strootman, come tutti gli altri, non li venderei mai. Però ormai non ha più senso affezionarsi ai giocatori: bisogna vedere come va il mercato. Se vendo il marocchino a 35 e prendo Garay più un altro giocatore, ci si può ragionare”. Garay e Aubameyang, due giocatori spesso e volentieri accostati alla Roma: e se alla fine tali fantasiose ipotesi risultassero reali?

Arrivano conferme per Jackson Martinez. Sappiamo ormai che l’attaccante colombiano è uno dei maggiori obiettivi di calciomercato della Roma, che vuole rinforzare il suo attacco; e oggi le parole del suo rappresentante per l’Italia, Peppino Tirri, aumentano le possibilità. “I giallorossi ci stanno pensando seriamente” ha detto a Radio CRC “certo non si può rischiare che un attaccante come lui arrivi in scadenza di contratto, perchè in quel caso la clausola rescissoria potrebbe non essere rispettata”. Sul giocatore, reduce da un’altra ottima stagione con la maglia del Porto, c’è anche il Napoli che lo aveva trattato con insistenza la scorsa estate, bloccandosi davanti all’enorme valutazione che il club lusitano ha posto su di lui. Il problema è che un Mondiale giocato ad alti livelli potrebbe alzarne ancora di più il prezzo, rendendo estremamente difficile il suo acquisto.

Mehdi Benatia anima le vicende di calciomercato di casa Roma di questi giorni. Sulle tracce del nazionale marocchino, sbarcato a Trigoria dall’Udinese la scorsa estate, vi sono le principali società del Vecchio Continente, a cominciare dal Barcellona, che avrebbe predisposto un assegno da ben 35 milioni di euro, per arrivare fino al Manchester United e ai campioni della Premier League del Manchester City. Ma Benatia sarebbe un titolare indiscusso in una delle big di cui sopra? Una domanda lecita che si è posto l’ex calciatore capitolino Filippo Dal Moro, che intervistato in esclusiva dai nostri microfoni (clicca qui per l’intervista completa), ci ha spiegato: «Per Benatia ci sono offerte di grande rilievo, infatti è un ottimo difensore. Non so però se gli convenga andare a giocare in club molto importanti dove però potrebbe anche non far parte dell’undici titolare». Un pensiero senza dubbio condivisibile.

La Roma potrebbe pescare dal Parma in occasione del calciomercato estivo. Le ultime indiscrezioni circolanti vogliono i giallorossi sulle tracce di Marco Parolo, Gabriel Paletta, e Ludovic Biabiany, tre degli artefici della stagione europea dei Ducali. Stando ai rumors più recenti, il direttore sportivo Walter Sabatini avrebbe già presentato una proposta per avere il trio di cui sopra. Una notizia che è stata smentita seccamente dall’amministratore delegato del Parma, Pietro Leonardi: «Non sono arrivate ancora offerte e non parlo con Sabatini da un bel po’ di tempo – ha spiegato ai microfoni di Centro Suono SportNoi siamo una società con dimensioni diverse da altre, è chiaro che avendo meno disponibilità dobbiamo avere a che fare con le logiche del mercato». Leonardi, comunque, non esclude qualche cessione eccellente durante la prossima sessione di trattative: «Bisogna tenere presente le varie componenti prosegue il manager gialloblu – di chi fa un’offerta, di noi che dobbiamo valutarla e soprattutto della volontà del calciatore. Io non voglio tenere in squadra un giocatore che ha voglia di andare via. Nelle passate sessioni di mercato Paletta ha rifiutato la Germania e Biabiany la Lazio, per rimanere con il Parma». La Roma sarebbe disposta a mettere sul piatto qualche giovane talento per arrivare al trio di cui sopra, e fra i principali indiziati vi sono Antei (pronto a rientrare dal Sassuolo), nonché Toloi e Jedvaj.

Aleksandar Kolarov continua ad animare le cronache di calciomercato di casa Roma. Il terzino/esterno del Manchester City potrebbe lasciare la Premier League durante le prossime settimane, non rientrante nei progetti prioritari di mister Pellegrini. A caldeggiare tale ipotesi il fatto che il contratto sia in scadenza al 30 giugno del 2015 e per ora la società campione d’Inghilterra non sembra intenzionata a rinnovarlo. Il direttore sportivo della Roma, Walter Sabatini, rimane alla finestra, anche se l’operazione non è delle più semplici: l’ex Lazio vorrebbe infatti 4,5 milioni di euro netti a stagione, una cifra molto elevata che nella capitale percepiscono solo Daniele De Rossi e capitan Francesco Totti, due “immortali” giallorossi. Sabatini è sempre in stretto contatto con Sergio Berti, l’agente di Kolarov (e anche di capitan futuro), pronto a preparare la zampata decisiva qualora intravvedesse uno spiraglio.

Ancora qualche giorno poi Rudi Garcia potrebbe rinnovare il proprio contratto con la Roma. Come svelato stamane dal quotidiano Leggo, se tutto andrà come previsto il tecnico francese firmerà negli Stati Uniti. I calciatori giallorossi non convocati dalla Nazionale partiranno domani per gli USA, direzione Orlando, dove giocheranno venerdì l’amichevole contro il City, la squadra di casa, all’Espn World Complex. In Florida la Roma vi rimarrà fino a lunedì ed entro quella data la dirigenza conta di annunciare ufficialmente il prolungamento del contratto di Rudi Garcia. Rispetto a quanto emerso negli scorsi giorni, è molto probabile che il tecnico d’oltralpe prolunghi la propria esperienza fino al 30 giugno del (invece che solo fino al 2017), a 2,5 milioni di euro netti annui, quasi il doppio rispetto all’ingaggio percepito attualmente: non ci resta quindi che iniziare il conto alla rovescia per il grande annuncio.

Kevin Strootman continua ad animare le cronache di calciomercato di casa Roma. Stando alle ultime indiscrezioni circolanti l’allenatore del Manchester United, Louis Van Gaal, da ieri ufficializzato, avrebbe messo in cima alla lista dei desideri proprio la “lavatrice” capitolina. Del resto il commissario tecnico della nazionale olandese conosce molto bene Strootman e vorrebbe appunto averlo con se nella sua nuova avventura all’Old Trafford. Ieri il dg Baldissoni ha spiegato come la Roma non abbia in programma cessioni eccellenti, ma nulla sarà da lasciare al caso soprattutto se venisse presentata la classica offerta monstre da 30/35 milioni di euro. Attenzione anche a Gervinho, altro giallorosso che secondo la stampa inglese sarebbe finito nel mirino dei Red Devils e del loro neo-allenatore. A breve potrebbe giungere una proposta, anche se non dovrebbe avvicinarsi alle cifre shock per Strootman. La sensazione circolante, è che alla fine i giallorossi un pezzo pregiato lo venderanno, così come fatto anche in passato. Pjanic è stato blindato ed ora le mira delle big straniere sono tutte rivolte al trio Benatia, Strootman, Destro.

La Roma non perde di vista Juan Iturbe, attaccante della nazionale argentina Under-20, in forza all’Hellas Verona. Stando a quanto riportato nelle ultime ore, i giallorossi avrebbero predisposto una nuova offerta interessante per avere il gioiello degli scaligeri: i cartellini di Caprari, Jedvaj e Marquinho (quest’ultimo già al Bentegodi in prestito), con l’aggiunta di un conguaglio cash. Una proposta che i gialloblu starebbero valutando con attenzione anche se la volontà principale dei veneti sarebbe quella di cedere Iturbe solo in cambio di denaro, almeno 20/25 milioni di euro. Alla finestra rimane il Real Madrid, che nelle scorse settimane ha incontrato più volte l’agente di Iturbe, Mascardi, ottenendo dei riscontri positivi. Qualora la trattativa fra la Roma e l’Hellas Verona dovesse naufragare, il direttore sportivo Walter Sabatini potrebbe virare con forza su Alessio Cerci, esterno d’attacco del Torino e della Nazionale, reduce dal clamoroso errore dal dischetto contro la Fiorentina che ha decretato l’esclusione dall’Europa League dei Granata.

Il calciomercato della Roma potrebbe iniziare da Parma. Il ds giallorosso Sabatini ha messo nel mirino una serie di calciatori gialloblu molto interessanti, a cominciare dal centrale di difesa della Nazionale, Paletta. Non si perde di vista anche Parolo, da mesi sul taccuino della Roma, e attenzione anche alla new-entry Biabiany, che nonostante il fresco rinnovo del contratto potrebbe lasciare il Tardini in caso di offerta ad hoc. La dirigenza giallorossa starebbe pensando ad una maxi offerta per convincere Ghirardi a cedergli il trio di cui sopra. Una trattativa che includerebbe prima di tutto il giovane difensore classe 1992 Antei, attualmente a Sassuolo in comproprietà ma pronto a fare rientro a Trigoria a breve, dopo aver convinto tutti con un’ottima stagione al Mapei Stadium. Insieme a lui potrebbe essere girato un altro giovane della Roma come Tin Jedvaj, che quest’anno ha trovato pochissimo spazio, e attenzione anche a Rafael Toloi, qualora dovesse essere riscattato (il suo agente è atteso a Trigoria nei prossimi giorni, servono 5,5 milioni di euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori