CALCIOMERCATO ROMA / News, Kolarov e Adriano le priorità per la corsia esterna. Notizie al 9 e 10 giugno (aggiornamenti in diretta)

La Roma lavora sul calciomercato con l’obiettivo di individuare nuovi rinforzi in difesa sia sulle fasce quanto al centro: tanti i nomi sul taccuino di Sabatini a cominciare da un trio…

09.06.2014 - La Redazione
romulo_hellas
Romulo, centrocampista Hellas (Foto Infophoto)

La Roma ha una priorità per il prossimo anno, rafforzare le corsie sterne. Dopo il ko di Balzaretti e Dodo per i giallorossi serve trovare nuovi innesti nel ruolo. Walter Sabatini vorrebbe ripetere l’operazione modello Maicon che gli ha permesso di assicurarsi un laterale di caratura internazionale a prezzi contenuti. Gli obiettivi primari della Roma sono due: Adriano del Barcellona e Kolarov del Manchester City. Secondo quanto riportato da Il Tempo dei due il giocatore più alla portata è il serbo anche se resta il problema dell’ingaggio di 3 milioni, troppo alto per le casse dei giallorossi e della nazionalità. Infatti Kolarov andrebbe ad occupare una delle due caselle riservati agli extracomunitari-

Al termine del calciomercato estivo la difesa della Roma potrebbe essere letteralmente stravolta. Il direttore sportivo Walter Sabatini sta lavorando a diverse operazioni per sistemare la retroguardia, sia sulle corsie quanto al centro. Molto dipenderà dal futuro di Benatia, che potrebbe essere ceduto a qualche big e il denaro ricavato reinvestito in operazioni in entrata. In caso di partenza dell’ex Udinese bisognerà assicurarsi un nuovo centrale e il nome in cima alla lista dei desideri è quello di Marko Basa, nazionale montenegrino classe 1982 che Rudi Garcia conosce molto bene avendolo allenato nel Lille. Costa attorno ai 5/6 milioni di euro e per lui garantisce il tecnico giallorosso. Sulle corsie, invece, è caccia a Romulo, italo-brasiliano dell’Hellas Verona che i veneti sono pronti a rivendere dopo il riscatto, e Digne, terzino/esterno sinstro del che costa però attorno ai 15 milioni di euro. In uscita ci sono invece Balzaretti e Dodò: il primo potrebbe essere ceduto a titolo definitivo mentre il secondo verrà piazzato in prestito.

– Il calciomercato della Roma lo faranno anche… i tifosi. Proprio così perché come sottolineato stamane dal quotidiano il Corriere dello Sport, i supporters giallorossi stanno rispondendo in massa e con grande entusiasmo alla campagna abbonamenti 2014-2015. Fino ad oggi sono state sottoscritte già 23 mila tessere, un traguardo che la scorsa stagione era stato raggiunto solamente a metà settembre. Pallotta ha già incassato 10 milioni di euro, soldi fondamentali per la campagna acquisti estiva, un tesoretto che con grande probabilità verrà destinato a uno fra Cerci e Iturbe. Per l’esterno d’attacco italiano il Torino sembra essersi rassegnato, come si evince dalle parole rilasciate ieri dal ds Petrachi. Cerci costa sui 20 milioni di euro e la volontà dello stesso e di effettuare il definitivo salto di qualità dopo le esperienza in chiaro/scuro a Roma e Firenze. Per Iturbe, invece, ci vogliono fra i 25 e i 30 milioni di euro e la Roma sembrerebbe attualmente in pole position dopo che il Real pare si sia defilato: sul piatto una parte cash con l’aggiunta di Marquinho e Nico Lopez.

In casa Roma non si perde di vista Abner per il calciomercato estivo. Il giovane talento dell’Under-17 brasiliana, già ribattezzato in patria il nuovo Marcelo, piace ormai da un anno a questa parte al direttore sportivo giallorosso Walter Sabatini. Il calciatore sudamericano era stato praticamente già preso circa un anno fa poi l’infortunio al ginocchio ha bloccato il tutto. Ora, come sottolineato dal collega di Sky Sport, Di Marzio, l’operazione sembra vicina alla chiusura anche se lo status di extracomunitario e nel contempo la giovane età dello stesso Abner, starebbe inducendo la società ad acquistare il ragazzo per piazzarlo altrove in prestito così come già avvenuto a gennaio con Sanabria (ex Barcellona) e Paredes (ex Boca Juniors), “parcheggiati” al Sassuolo e al Chievo.

La Roma prosegue il suo calciomercato fra giocatori in entrata e in uscita. Per quanto riguarda questo secondo filone, il nome caldo è sempre quello di Mehdi Benatia, difensore centrale, che dopo essere stato accostato a Barcellona e Manchester City, sarebbe ora fortemente nel mirino del Bayern Monaco. Come riferisce La Gazzetta dello Sport di stamane, il club bavarese avrebbe presentato un’offerta pari a 33 milioni di euro per avere in cambio il nazionale marocchino, prontamente rimandata al mittente perché ritenuta troppo bassa. Nel frattempo continuano i sondaggi in ingresso e nelle ultime ore sarebbe tornato di moda un vecchio obiettivo: si tratta precisamente di Dario Cvitanich, attaccante di origini argentine ma con il passaporto croato che gioca nel Nizza. Il ds Sabatini lo ha sondato da vicino durante il suo recente blitz in Francia e starebbe pensando di portarlo a Roma: il suo contratto scadrà nel 2015 ed ha un valore che si aggira sui 5 milioni di euro. Affare in stand-by infine per Salih Ucan: la Roma vuole versare nelle casse del Fenerbahce una decina di milioni di euro ma i turchi ne chiedono attorno ai 13.

Esploso nell’ultimo campionato con la maglia del Verona, Romulo è diventato un pezzo pregiato di questo calciomercato. Cesare Prandelli lo aveva addirittura convocato nella lista dei 30 giocatori per il raduno di Coverciano; anzi, lo aveva pure inserito nei 23 in partenza per i Mondiali prima che lo stesso calciatore gli confidasse di essere al 70% e di non voler rubare il posto a compagni che stavano meglio. Questo a conferma del suo valore, sbocciato tra i 26 e i 27 anni; il giocatore è in prestito dalla Fiorentina ma ci sono tante squadre che lo porterebbero in squadra. Tra queste la Roma, che sta cercando un centrocampista per rinforzare il reparto e sa bene che con Romulo troverebbe un giocatore versatile in grado di fare il terzino destro o addirittura l’esterno in un tridente offensivo. Interpellato in merito da ASRomaRadio.it, l’agente Adriano Di Vittorio ha parlato della situazione del suo assistito: “Romulo-Roma? Non ho novità, lui è appena rientrato in Brasile e prosegue il periodo di riabilitazione. Siamo tutti in stand-by, nei prossimi 10-15 giorni ne sapremo di più”. Ha smentito di avere avuto contatti con Walter Sabatini e confermato che bisognerà capire anche quali saranno le mosse del Verona; aggiungendo che Romulo ha offerte anche dall’estero. “La Roma è un grande club, viene da una stagione di altissimo livello e con 85 punti avrebbe potuto vincere lo scudetto. Da qui a dire però che Romulo sarà sicuramente giallorosso ce ne corre; al momento è tutto in discussione”.

Ha sempre guardato al mercato sudamericano come a una grande risorsa; non fa eccezioni l’estate 2014. Alfredo Pedullà attraverso il suo sito ha svelato alcune indiscrezioni relative alle mosse di Walter Sabatini che si sta muovendo in Argentina; nel mirino dei giallorossi ci sono tre giocatori già piuttosto conosciuti al grande pubblico ma ancora molto giovani. Il primo è quell’Eder Balanta del River Plate di cui si parla molto bene, un colombiano classe ’93 che potrebbe essere il sostituto ideale di Mehdi Benatia (o la sua riserva: il marocchino dovrebbe restare) ma è in grado di giocare anche a sinistra. Poi Manuel Lanzini, che ha il vantaggio di poter arrivare come comunitario in quanto provvisto di passaporto italiano; un trequartista, che all’occorrenza può fare qualche passo indietro ed è seguito anche dal Torino. Il nome nuovo in questo lotto è quello di Luciano Federico Acosta: gioca nel Boca Juniores, è un ’94 e se alla Bombonera ti chiamano il nuovo Riquelme significa che la stoffa c’è, perchè El Mudo da quelle parti è una sorta di divinità. E’ dunque anche lui un trequartista; la società lo aveva giudicato poco idoneo dal punto di vista fisico ma Carlos Bianchi ha deciso comunque di puntare su di lui. La consacrazione? Nel Super Clasico, un biglietto da visita che dovrebbe parlare da solo. 

Non si placa l’interesse della Roma per l’esterno d’attacco del Torino, Alessio Cerci. I capitolini vorrebbero acquistarlo durante il calciomercato estivo ma la trattativa non sembra delle più semplici. La scorsa settimana è andato in scena un incontro fra Berti, l’agente di Cerci, e la dirigenza granata, nel quale sono stati affrontati vari argomenti, a cominciare dal rinnovo del contratto. Il nazionale azzurro ha chiesto 2 milioni di euro, quasi il triplo di quanto percepito attualmente, e Cairo ha naturalmente rimandato al mittente tale proposta. La partenza del giocatore da Torino sembra quindi tutt’altra che utopica ma la squadra granata vorrebbe ottenere 20 milioni di euro cash o eventualmente un conguaglio con l’aggiunta del cartellino di Florenzi. Niente da fare per la Roma, che considera il giovane talento giallorosso incedibile, ma l’operazione non è decaduta.

– C’è sempre Davide Santon in cima alla lista dei desideri di casa Roma. Durante il calciomercato estivo il direttore sportivo giallorosso Walter Sabatini presenterà un’offerta. Il Newcastle pretende una decina di milioni di euro mentre la Roma si spingerebbe al massimo fino a 6. E’ logico pensare ad una chiusura a metà strada, attorno agli , ma i capitolini dovranno fare attenzione alla concorrenza. Santon piace storicamente anche al Milan (di cui è un grande tifoso fin da bambino) e stando alle ultime indiscrezioni circolanti, l’ad rossonero Adriano Galliani avrebbe predisposto una proposta del valore di circa 8/9 milioni di euro, pari ai due cartellini di Kevin Constant e di Mbaye Niang in cambio appunto dell’ex interista. Non è da escludere che possa scatenarsi una sorta di mini-asta fra le due società italiane, entrambe bisognose di rinforzi sulla corsia mancina.

Niente nuovi portieri in casa Roma durante il calciomercato estivo. La società giallorossa ha già il presente e il futuro in squadra. Stiamo parlando naturalmente di Morgan De Sanctis e di Skorupski. Il 37enne estremo difensore giallorosso è stato intervistato poco fa dai microfoni di Tele Radio Stereo, e nell’occasione ha svelato i piani della dirigenza per la porta: «Il mio erede è Skorupski, ha dimostrato il suo valore quando è stato chiamato in causa. C’è un programma della società, l’anno prossimo credo che verrà impiegato di più e questo gli permetterà di far vedere il suo valore. La Roma ha il futuro in casa, darò una mano a Skorupski per aiutarlo a dimostrare il suo valore quando verrà chiamato in causa». De Sanctis fa quindi capire che la prossima stagione, visti anche i molteplici impegni fra campionato, Champions League e Coppa Italia, si alternerà con il giovane talento Skorupski e poi, in vista del 2015-2016, il 23enne polacco potrebbe divenire il titolare della Roma, visto anche il contratto in scadenza fra un anno proprio di De Sanctis.

Salih Uçan ma non solo. Secondo le ultime news di calciomercato la Roma sta trattando anche per Marko Basa del Lilla e Silvio Anocic dell’Osijek (Croazia). Si tratta di due obiettivi molto diversi: Basa è un centrale difensivo classe 1982, nazionale montenegrino (27 presenze e 2 gol) e sotto contratto con il Lilla fino al 2015 (33 presenze e 2 gol nell’ultima stagione). E’ stato allenato da Rudi Garcia dal 2011 al 2013: l’allenatore francese gradirebbe ritrovarlo nella Roma 2014-2015 in cui Basa potrebbe far valere la sua esperienza come primo rincalzo per la difesa. Il secondo, Silvio Anocic, è un giovanissimo terzino sinistro classe 1997. Come riporta il giornalista Alfredo Pedullà sul proprio sito, nei prossimo giorni la Roma dovrebbe perfezionarne l’acquisto versando un indennizzo all’Osijek, con cui il ragazzo è in scadenza di contratto. La prossima settimana dovrebbe essere comunque la settimana di Salih Uçan, centrocampista turco classe 1994 per cui Walter Sabatini spenderà un posto da extracomunitario (come tutti i croati invece Anocic non lo è più dall’1 luglio scorso).

Nell’intervista rilasciata a ilsussidiario.net dal titolo ‘Muriel da contorno. Cerci-Iturbe, ecco i dubbi‘ l’agente FIFA Riccardo Solaroli ha valutato alcuni possibili acquisti della Roma nel prossimo calciomercato. In particolare il colombiano Luis Muriel, che nei giorni scorsi ha rilasciato dichiarazioni riguardo il suo futuro parlando di partenza e della stessa Roma, come di una società interessata a lui. L’attaccante classe 1991 è reduce da una stagione tutt’altro che entusiasmante, intervallata da diversi problemi fisici e conclusa con solo 4 gol nelle 24 presenze totalizzate in Serie A. L’Udinese ha cambiato allenatore passando da Francesco Guidolin ad Andrea Stramaccioni e chissà che questo avvicendamento non possa migliorare la situazione del colombiano, che più di una volta è partito dalla panchina nell’ultimo campionato. Altro giovane accostato alla Roma è Juan Iturbe, che il Verona ha da poco riscattato dal Porto per 15 milioni di euro. L’alternativa italiana per nel ruolo di esterno d’attacco è Alessio Cerci del Torino, più esperto e rodato in Sere A ed ugualmente costoso. Nel frattempo il primo acquisto è stato quello del veterano Seydou Keita, maliano classe 1980 prelevato a parametro zero dopo una mezza stagione al Valencia. A breve potrebbe seguirlo il baby turco Salih Uçan. Clicca qui per leggere l’intervista integrale con l’agente FIFA Riccardo Solaroli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori