EUROLEGA/ Recalcati: Milano sfiduciata, Cantù e Siena se la giocano (esclusiva)

- int. Carlo Recalcati

Insieme a CARLO RECALCATI, allenatore della Cimberio Varese, commentiamo questo secondo turno di Eurolega, in cui le squadre italiane sono impegnate in incontri molto importanti

Sergio_Scariolo
Sergio Scariolo, allenatore dell'Olimpia Milano (foto Infophoto)

Secondo turno di Eurolega questa sera. Le squadre italiane sono impegnate in incontri molto importanti, forse già decisivi per il loro futuro, soprattutto per Milano che sta vivendo una crisi incredibile di risultati. Ma vediamo il riepilogo della situazione e il programma delle partite di ogni girone. Siena gioca a Madrid, contro il Real. Bilbao ospita Malaga. Nella prima giornata di questo gruppo F la Montepaschi ha sconfitto Bilbao 81-67, mentre il Real ha vinto a Malaga 81-80. Milano va ad Istanbul contro il Fenerbahce, e il Panathinaikos  ospita l’Unics  Kazan. Nella prima giornata di questo gruppo G proprio il Kazan ha battuto il Fenerbahce 76-71, mentre il Panathinaikos ha vinto a Milano 78 -57. Cantù ospita lo Zalgiris Kaunas, il Maccabi Tel Aviv ospita il Barcellona. Nella prima giornata di questo gruppo H il Maccabi ha vinto a Kaunas 84-76, il Barcellona ha battuto Cantù 85-80. Il CSKA Mosca ospita l’Anadolu Efes,  il Medical Park ospita l’Oliympiakos. Infine nella prima giornata di questo gruppo E il Cska Mosca ha vinto ad Atene contro l’Olympiakos 86-78 e l’Anadolu Efes ha sconfitto il Medical Park 68-62. Per commentare questo secondo turno di Eurolega abbiamo sentito Carlo Recalcati, allenatore della Cimberio Varese. Eccolo in questa intervista in esclusiva a ilsussidiario.net

Si disputa la seconda giornata di Eurolega, come ha visto Milano, che ha giocato con Varese nell’ultimo turno di campionato?

Non l’ho vista certamente bene, mi è sembrata una squadra sfiduciata, Penso che il suo problema sia di natura mentale non certo di natura tecnica, vista la grande potenzialità che ha questa squadra.

C’è da attribuire la colpa a qualcuno per questa crisi di risultati?

No non penso che bisogna cercare qualche colpa particolare. Ci sono momenti nello sport più difficili, in cui le cose non vanno sempre bene. Milano deve risolvere questo problema, deve solo ritrovare la fiducia in sé stessa. In fondo basta poco, come è successo quando Milano ha vinto a Belgrado con il Partizan.

Come vede la partita ad Istanbul, è decisiva?

Diciamo che perdendo Milano si metterebbe in una posizione molto difficile, per il passaggio del turno. Certo sarà duro giocare ad Istanbul in un campo molto infuocato. Visto che poi le Final Four si giocheranno proprio ad Istanbul e il basket turco è di ottimo livello, le motivazioni del Fenerbahce.saranno veramente tante.

E la qualificazione per Milano in questa Eurolega?

No non è la cosa principale, il primo obiettivo do Milano è ritrovare sé stessa per andare a giocarsi la finale dello scudetto, magari con Cantù o Siena:

C’è anche un giocatore come Alessandro Gentile che gioca con Milano, di cui si dice un gran bene.

Alessandro Gentile è una vera speranza del basket italiano.Ha tutte le possibilità vista la sua giovane età per diventare un giocatore importante. Deve crescere e maturare nel modo migliore perché questo si realizzi.

Parliamo invece di Cantù, una splendida realtà di questo basket, come vede la partita con lo Zalgiris?

Credo che Cantù abbia veramente la possibilità di vincere, contro la formazione più debole del girone.Poi dovrà giocarsi tutto con Barcellona, una squadra che può vincere l’Eurolega e il Maccabi un’altra squadra fortissima. Vincere sul campo del Maccabi a Tel Aviv poi è quasi impossibile, penso che proprio quello sia il campo più difficile di tutta l’Eurolega.

Una squadra che quindi sta disputando una stagione splendida…

Cantù ha fatto un grande incontro a Barcellona con Basile e Marconato gli unici giocatori con grande esperienza internazionale. In campionato può arrivare alla fine e puntare anche a quello scudetto sfuggitogli la scorsa stagione in finale. E’ una realtà fantastica del basket italiano.

E Siena cosa può fare a Madrid?

E’ un bel match, ma Siena parte col vantaggio di poter giocare con assoluta tranquillità, visto che anche se perdesse non metterebbe a rischio la sua qualificazione.

Possibilità di vincere in Eurolega?

Questo è difficile, innanzitutto penso che sia importante arrivare alle Final Four. La scorsa stagione fu sfortunata quando incontrò in semifinale il Panathinaikos,che conquistò poi l’Eurolega.

Sarà ancora lei a vincere lo scudetto, per una dittatura cestistica che sembra non finire mai?

Non lo so. Certo che prima o poi verrà il momento in cui Siena perderà. Vedremo come  sarà il responso di questo campionato.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori