Basket Eurolega 2013-2014/ Dell’Agnello: difficili impegni per Siena e Milano, le Final Four ad Assago occasione da non perdere (esclusiva)

SANDRO DELL’AGNELLO ci presenta la prima giornata di Eurolega 2013-2014: Siena debutta a Firenze con il Galatasaray, Milano è attesa domani dall’Efes a Istanbul. Partite difficili ma…

LucaBanchi
Luca Banchi, allenatore dell'Olimpia Milano (Infophoto)

Debutto questa sera in Eurolega per la Montepaschi Siena contro il Galatasaray, mentre domani sera toccherà all’Armani Milano contro un’altra squadra turca, l’Efes Pilsen, ma stavolta a Istanbul. Confronti non facili sulla carta per i nostri due club, che dovranno soffrire molto per portare a casa due successi che potrebbero essere importanti per la qualificazione alle Top 16, alla quale accederanno le prime quattro di ogni gruppo. Per le squadre italiane è una missione non impossibile, tuttavia per il momento sembra difficile immaginare che almeno una delle nostre due formazioni possa arrivare alle Final Four, che quest’anno si disputeranno proprio a Milano. Le novità sono tanti, con alcune innovazioni al regolamento, che in campionato saranno introdotte solamente a partire dalla prossima stagione, ma anche con Siena che giocherà a Firenze le partite casalinghe. Per parlare di Eurolega abbiamo sentito l’allenatore di Pesaro Sandro Dell’Agnello. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Montepaschi-Galatasaray sarà una partita difficile? Direi di sì, di certo non sarà una partita semplice perché il Galatasaray ha qualcosa di più della Montepaschi. Però Siena, come è successo ultimamente anche nella finale di Supercoppa, ci ha abituati a stupire tutti.

Giusta la decisione di far giocare Siena a Firenze? E’ una decisione forzata, non si poteva fare altrimenti, visto che Siena avrebbe potuto perdere la licenza per l’Eurolega.

Dove potrà arrivare la Montepaschi? Spero possa qualificarsi per il prossimo turno.

Cosa potrà fare Milano a Istanbul con l’Efes? Anche questa non sarà una partita facile. Potrebbe essere importante la voglia di riscatto di Milano, dopo la sconfitta sorprendente a Brindisi nella prima giornata di campionato.
E dove potrà arrivare? Vale lo stesso discorso di Siena, obiettivo Top 16.
Le Final Four torneranno in Italia dopo 11 anni, a Milano: cosa ne pensa? Si tratta di un’occasione che non potremo perdere. Sarà un modo per ridare immagine e slancio al nostro basket. E’ vero che ai recenti Europei la Nazionale non ha fatto male, ma questa sarà una possibilità di attenzione e coinvolgimento del mondo della pallacanestro made in Italy.
Le favorite per la vittoria finale in Eurolega quali sono? Ho fatto un torneo precampionato con Pesaro contro il Cska e il Barcellona. Non c’erano tutti i giocatori titolari di queste due squadre, ma le riserve erano altrettanto forti. Sono le due formazioni favorite per vincere l’Eurolega, insieme al Fenerbahce che è guidato dall’allenatore migliore d’Europa, Zelimir Obradovic. Poi come al solito non sono da dimenticare i club greci, Olympiakos e Panathinaikos. (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori