Basket Eurolega 2013-2014/ Eleni: Milano passerà ma deve crescere in attacco. Siena è troppo… (esclusiva)

- int. Oscar Eleni

OSCAR ELENI ci presenta la giornata di Eurolega, che propone stasera Siena in trasferta contro il Milaga e domani Milano che ospita Strasburgo in una partita da vincere…

LucaBanchi
Luca Banchi, allenatore dell'Olimpia Milano (Infophoto)

Tornano in campo oggi e domani le due squadre italiane impegnate in Eurolega. Si comincia con Siena, che oggi è impegnata a Malaga in un match complicato per la formazione toscana. Sono ormai ridotte al lumicino le speranze della Montepaschi di qualificarsi, quattro partite e quattro sconfitte il bilancio finora in Eurolega. Partita importante per Milano invece domani ad Assago: l’Armani affronterà in casa lo Strasburgo. L’Olimpia ha due vittorie e due sconfitte finora, serve la vittoria per avvicinare la qualificazione contro lo Strasburgo che finora ha perso tutte le partite giocate. A punteggio pieno nei vari gironi sono rimasti soltanto il Real Madrid, il Fenerbahce e l’Olympiakos. Per parlare di questa giornata della massima competizione europea abbiamo sentito il giornalista Oscar Eleni. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Milano cerca conferme dopo la vittoria in Germania. Con lo Strasburgo partita facile? Direi di sì. Non dovrebbero esserci problemi, credo che l’Armani vincerà sicuramente.

Come mai i club francesi non sono competitivi come la Nazionale che ha vinto gli Europei? Per fare bene in Eurolega ci vuole la struttura, l’organizzazione giusta. Invece in Francia non c’è un gran campionato e i migliori giocatori vanno tutti in Nba.
Cosa dice invece dell’incostanza di rendimento dell’Armani tra casa e trasferta? Milano ha problemi in attacco, che è troppo affidato alle individualità. Per fare bene in tutte le partite bisogna lavorare molto, mentre la difesa va già bene.
Qualificazione possibile a questo punto? Non c’erano dubbi anche prima dell’inizio del girone.

Cosa potrà dare Lawal? Potrà essere un giocatore molto importante per la crescita di Milano in Europa e in campionato, ma dipenderà anche da come affronterà questa stagione.
Siena è ormai fuori dai giochi per la qualificazione? E’ una squadra troppo leggera per fare bene in Eurolega.
Un bilancio deludente in Europa? No, sapevano già all’inizio che sarebbe finita così, puntano a fare bene in campionato.
Quali squadre le sono piaciute in queste prime quattro giornate? Il Real Madrid è sempre fortissimo, poi le squadre greche che hanno ottimi giocatori e vivono l’Eurolega in maniera speciale. Il Fenerbahce ha Obradovic, che è un grandissimo allenatore, ed è una squadra trasformata rispetto alla scorsa stagione. Ha sconfitto anche il Cska Mosca. Dicono che gli allenatori contano poco, ma ora Obradovic sta facendo cose veramente buone. Credo che sarà una squadra competitiva fino alla fine per questa edizione di Eurolega. (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori