Diretta/ Trento-Torino (93-85): info streaming video e tv, risultato live. Vittoria per Trento! (basket Lega A 9^ giornata, oggi 28 novembre 2015)

- La Redazione

Diretta Trento-Torino, info streaming video e tv: risultato live della partita che si gioca questa sera al PalaTrento per la nona giornata del campionato di basket Lega A 2015-2016

flaccadori_trento
Flaccadori, guardia di Trento

Al termine di un anticipo lottato e ben giocato da entrambe le squadre, è Trento ad aggiudicarsi l’anticipo della nona giornata della Lega A di Basket maschile battendo Torino per 93 a 85. La Dolomiti Energia, dopo aver ceduto il primo quarto, è andata continuamente in crescendo, conquistando i 3 restanti parziali, legittimando di fatto una vittoria che consente alla squadra di coach Buscaglia di catapultarsi in prima posizione a pari punti con Milano e Pistoia sebbene quest’ultime abbiano una partita in più da disputare. Al contrario, i ragazzi di coach Bechi, dopo lo stop in trasferta di questa sera, restano relegati all’ultima posizione della Lega con soli 4 punti dopo 9 turni. Unica soddisfazione del match di marca piemontese quella legata al top scorer con White, artefice di 21 punti, incapace però di trascinare i suoi alla vittoria!

Continua il testa a testa tra Trento e Torino nell’anticipo della nona giornata del massimo campionato di basket: nel terzo quarto, dopo aver visto andare le squadre all’intervallo sul risultato di 47 a 46 per il Torino, ecco la risposta da parte dei padroni di casa, bravi a chiudere il parziale in vantaggio di 6 lunghezze (24-18), portandosi avanti per 70-65. Protagonisti indiscussi del terzo periodo per la formazione di casa gli italiani Pascolo e Baldi Rossi, capaci di mettere a segno 15 e 12 punti per parte. Nel quintetto opposto White (19 punti) prova assieme a Dyson e Giachetti (10 punti a testa), a reggere l’urto e a giocarsi il tutto per tutto nel finale!

Dopo un primo quarto di marca piemontese, ecco arrivare la risposta trentina nel secondo quarto della sfida tra Trento e Torino valevole per la nona giornata della Lega A di basket maschile. A salire in cattedra per la Dolomiti Energia è stato in particolare Lockett, autore di 13 punti figli di una percentuale del 100% nel tiro da tre punti. Per quanto riguarda gli altri comomponenti di Trento, si sono distinti rispettivamente con 9 e 8 punti Wright e Flaccadori. Dall’altra parte, Dawkins, Giachetti e Miller si dividono il compito di tenere alto il punteggio della squadra di Bechi, con 8 punti a testa dopo i primi due periodi di gioco. Tutto da decidere dunque tra Trento e Torino: quale squadra riuscirà a spezzare l’equilinbrio?

Nella gara valida per la nona giornata del campionato di Basket Lega A tra Trento e Torino sono gli ospiti a partire meglio chiudendo il primo quarto con il punteggio di 24 a 18 in proprio favore. La formazione di Luca Bechi sta beneficiando al moento dell’ottima vena di Miller e Dyson, autori al momento di 8 e 7 punti a testa. Maurizio Bruscaglia, coach di Trento, si è finora aggrappato a Flaccadori e Wright, capaci di realizzare 8 punti per parte, ma poco supportati da un collettivo apparso al momento troppo scostante per opporsi ad una Manital tonica e totalmente concentrata sul match in corso.

Mancano pochi minuti, meno di un quarto d’ora, al fischio di inizio della sfida fra Trento e Torino, match valido per la nona giornata del campionato di Basket Lega A. L’arbitro farà partire il match alle ore 20.30, in quel del PalaTrento, con i padroni di casa che sono ovviamente i favoriti viste le scorse otto giornate. La compagine trentina ha infatti ottenuto fin qui dieci punti, che valgono il quarto posto assoluto in classifica, a meno due dalla vetta presieduta in connubio da Milano e Pistoia. Situazione diametralmente opposta, invece, fra le fila torinesi, con l’Auxiolium Cus che occupa attualmente l’ultimo posto in classifica a quota 4 punti, in coabitazione con Bologna e Pesaro.

Parlando dopo la partita persa contro i siciliani di Capo D’Orlando, il coach livornese della Manital Luca Bechi ha sottolineato di aver visto una partita “dai due volti”, e che sia lui che i giocatori erano arrabbiati per non aver ripetuto quanto di buono fatto sette giorni prima, rimandando la vittoria alla gara con Trento. Anche coach Maurizio Buscaglia, spostandoci dalla parte di Trento, ha analizzato la partita di Reggio Emilia dicendosi convinto che la Dolomiti Energia ha la forza per tornare a vincere la partita casalinga con Torino e che conta sullo spirito di reazione dei suoi ragazzi, che in effetti hanno dimostrato tutta la loro voglia andando a vincere in Eurocup ad Oldenburg.

Sarà diretta dalla terna arbitrale Begnis-Borgioni-Borgo, e si gioca al PalaTrento per la nona giornata del campionato di basket Lega A 2015-2016, fischio d’inizio alle ore 20:30. Trento si trova in terza posizione in classifica, alle spalle di Pistoia e Milano e staccata di appena 2 punti di distacco dalla vetta, mentre la Manital di coach Bechi fa parte del gruppo di squadre in coda, con soli 4 punti.

Nel turno precedente Trento è stata sconfitta sul campo della Pallacanestro Reggiana dopo una partita durissima e nella quale è stato determinante il finale dell’esperto lituano Kaukenas e la parte centrale di Achille Polonara, mentre Trento ha avuto i suoi migliori uomini nei tre italiani Poeta, Baldi Rossi e Pascolo, unici tre in doppia cifra. Gli ultimi due sono stati i migliori anche nell’impegno di mercoledì in Eurocup sul campo dei tedeschi dell’Oldenburg, dove la formazione di coach Buscaglia si è imposta per 93 – 80, ottenendo così la vetta del girone A assieme agli spagnoli del Bilbao.

Insieme ai due italiani, in evidenza anche il pivot Wright.Per quanto riguarda Torino, che in settimana ha ufficializzato l’arrivo di Jerome Dyson reduce dallo scudetto con Sassari, sconfitta casalinga contro Capo D’orlando nell’ultimo turno, che vanifica un po’ la bella impresa di sette giorni prima contro l’Olimpia Milano. I trentini cercano in casa la loro quarta vittoria casalinga su cinque partite, che consentirebbe alla Dolomiti Energia di rimanere quantomeno in terza posizione, ma anche gli ospiti di Bechi non intendono mollare. Per Buscaglia tutti a disposizione, con un quintetto iniziale che dovrebbe essere quello standard, visto anche a Reggio Emilia, con Toto Forray in posizione di playmaker, l’americano Jamarr Sanders al suo fianco come guardia, l’atletico Trent Lockett come ala piccola, ed una coppia di lunghi abbastanza atipica formata dall’azzurro Pascolo e da Julian Wright, statunitense dal tiro non tanto bello ma efficace anche da oltre l’arco.

Importanti per coach Maurizio Buscaglia anche gli inserimenti dalla panchina dove oltre all’americano Dominique Sutton ed al giovane Lofberg, ci sono 4 italiani che possono cambiare faccia alla squadra, come Peppe Poeta, play di riserva ma titolare di fatto, un giocatore in grado di impostare un ritmo veloce alla gara ed anche di colpire con il tiro pesante, il lungo Filippo Baldi Rossi, ed una delle più belle promesse tra i giovani italiani, Diego Flaccadori, protagonista nella scorsa estate con la nazionale under 20. Proprio il ritmo e la velocità sono uno dei punti di forza della formazione di Buscaglia, che solitamente chiude le sue gare a punteggio alto, ma non è riuscita a farlo nello scorso turno, quando si è fermata, venendo sconfitta, a quota 65 punti.

Torino, come detto, si presenta a Trento con una variazione importante: l’aggiunta del play Jerome Dyson che nella scorsa stagione ha vinto lo scudetto con la Dinamo Sassari.e che nel nostro campionato aveva già giocato anche con la maglia dell’Enel Brindisi. L’arrivo di Dyson costringe la Manital a tagliare uno dei suoi americani ed a quanto pare toccherà a Dawan Robinson preparare le valigie. Ian Miller, che era il maggiore indiziato per il taglio, ha dimostrato di poter dare un buon contributo nell’ultima gara contro Capo d’Orlando e resterà quindi conla Manital. Con loro due completa il reparto esterni l’ala piccola Andre Dawkins, ottimo tiratore da oltre l’arco, mentre sottocanestro ci sarà ancora spazio perla coppia formata da Ebi e dal bulgaro Ivanov.

In alcune occasioni coach Bechi utilizza in quintetto anche l’esperto Jacopo Giachetti come play e l’ex azzurro Stefano Mancinelli come ala grande, due del gruppo degli esperti italiani a sua disposizione, che è completato dall’ala piccola Guido Rosselli e dal pivot livornese Tommaso Fantoni. Al contrario della formazione avversaria, finora Bechi ha puntato molto di più sulla fase difensiva, ma l’arrivo di Dyson potrebbe portare in dote anche molti punti.

La diretta tv di Trento-Torino sarà offerta, salvo variazioni di palinsesto, dal canale Rete 7, emittente locale piemontese che per questa stagione ha sottoscritto un accordo per trasmettere tutte le partite esterne della Manital; gli appassionati e i tifosi avranno a disposizione anche la diretta streaming video accedendo al sito www.rete7.it. Ricordiamo che sul portale ufficiale della Lega, www.legabasket.it, troverete tutte le informazioni utili sulla sfida del PalaTrento, come il play-by-play e le statstiche dei giocatori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori