Diretta/ Torino-Reggio Emilia (risultato finale 85-73): match equilibrato. Info streaming video e tv (basket Lega A 2016, oggi 19 dicembre)

- La Redazione

Diretta Torino-Reggio Emilia: info streaming video e tv, risultato live della partita del PalaRuffini, uno dei posticipi nella dodicesima giornata del campionato di basket Lega A

chriswright_palleggio_torino
Foto LaPresse

E’ terminata ora la sfida Fiat Torino-Grissin Bon Reggio Emilia con il risultato di 85-73. Il match è stato valido per la Lega A di basket giunta alla dodicesima giornata. I padroni di casa sono riusciti a indirizzare subito la partita con il primo quarto terminato 24-18 e decisivo per la vittoria finale insieme al secondo che si è concluso 25-19. Ha reagito poi la Reggiana strappando nei parziali due pareggi per 19-19 e 17-17. Due risultati utili che però ovviamente non hanno permesso di recuperare lo svantaggio che si era creato precedentemente. Il Torino recupera campo in classifica agganciando la parte alta della classifica con dodici punti come Brindisi. Reggiana rimane a sedici in terza con Venezia e Olimpia Milano che però si allontanao a 18 e 22. Staremo a vedere se la gara in questione condizionerà la stagione delle due compagini in questione.

, che inizia a minuti al PalaRuffini, sarà la prima sfida che la Grissin Bon giocherà senza Stefano Gentile, per il quale come detto sono previsti due mesi di stop. Per questo motivo la società emiliana ha deciso di tornare sul mercato per assicurarsi un esterno che completi il roster: stando a quanto riporta BasketTime il profilo cercato sarebbe quello non tanto di un playmaker ma di una guardia/ala, perchè l’obiettivo sarebbe quello di trovare un giocatore in grado di dare riposo a Pietro Aradori e Amedeo Della Valle, altrimenti chiamati agli straordinari dovendo anche occuparsi, in certi frangenti, della regia. Non sono ancora emersi nomi specifici ma Reggio Emilia ha ancora tre visti da giocarsi, dunque potrà andare indifferentemente su un comunitario o un extracomunitario; ricordiamo che la scorsa stagione a campionato in corso era arrivato Derek Needham, giocatore importante per il raggiungimento della finale scudetto e che oggi fa ancora parte del roster della Grissin Bon, alla quale garantisce 7,7 punti, 2,1 assist e 1,1 recuperi in poco più di 20 minuti per gara.

Sta per arrivare il momento di Torino-Reggio Emilia; nel dopogara contro la Pasta Reggia Caserta coach Frank Vitucci ha sottolineato l’importanza della vittoria casalinga, non solo per la qualità dell’avversario ma anche e sopratutto per la difficoltà di una settimana piena di infortuni. Proprio per questo il tecnico della Fiat Torino ha rivolto un ringraziamento a tutti i suoi ragazzi che nonostante l’emergenza sono andati sul parquet con la ferma intenzione di vincere e sono riusciti nell’intento. Vitucci ha analizzato la partita parlando di un primo quarto interpretato non troppo bene, mentre a partire dal secondo periodo la squadra è migliorata nel suo complesso, e l’assenza di Chris Wright non è stata decisiva visto il recupero, grazie allo staff medico, sia di Giuseppe Poeta che di Davide Parente. Il tecnico dei padroni di casa ha poi sottolineato come la squadra sia stata brava a mettere in pratica alcune tattiche studiate in settimana proprio per questa gara contro un avversario molto difficile; i due punti migliorano la classifica e danno fiducia per questo impegno non semplice contro la seconda forza del campionato di basket. 

, che sarà diretta dalla terna arbitrale Sabetta-Bettini-Boninsegna, è in programma lunedì 19 dicembre alle ore 20:45 come posticipo nella diciannovesima giornata del campionato di basket Lega A 2016-2017. Dopo il bel successo contro la Pasta Reggia Caserta, la Fiat Torino è impegnata ancora una volta sul parquet del PalaRuffini, dove arriva una squadra importante come Reggio Emilia, ancora al secondo posto in classifica, seppure dopo la sconfitta rimediata a Varese resa ancor più grave dall’infortunio riportato da Stefano Gentile, che ne avrà almeno per 2 mesi.

Torino, con il successo della scorsa giornata, si è portata a quota 10 punti, in compagnia di Sassari e Brescia ed ha dunque legittime ambizioni di entrare nelle prime otto formazioni al termine del girone di andata. Per quanto riguarda l’eventuale sostituzione di Gentile, la società reggiana non sembra per ora intenzionata ad andare sul mercato e comunque a Torino giocherà con il resto del roster a disposizione di Menetti. 

Torino dovrebbe invece recuperare Wright. La gara del PalaRuffini dovrebbe essere a punteggio alto visto le medie realizzative delle due formazioni, con la Fiat Torino che in casa realizza 87 punti di media, mentre la Grissin Bon in trasferta arriva a 81 per gara.

Due punti importanti per la Fiat Torino in una gara dove si trovava a giocare senza il play titolare, mentre nelle file della formazione avversaria c’era uno dei miglior play del campionato. La staffetta tra Poeta e Vitale non è riuscita ad impedire a Sosa di segnare 37 punti per i suoi colori, ma nello stesso tempo ha guidato molto bene i compagni, contando anche sul giovane Vitale, che è partito nel quintetto iniziale e dopo questa gara è con la nazionale under 18 ai campionati europei.

Torino vince soprattutto grazie alla prestazione di squadra con Wilson ed Alibegovic importanti non solo con i punti segnati ma anche con le prestazioni difensive, con Alibegovic impegnato anche in alcuni frangenti della partita come playmaker. Withe sottocanestro ha lottato duramente contro la coppia Putney – Watt ed è arrivato comunque alla doppia cifra.

Il primo quarto vede gli ospiti allungare fino a + 8, poi proprio sulla sirena una tripla del capitano, Poeta, ricuce fino al – 5. Ancora Poeta, con Wilson, sono i protagonisti per Torino nella seconda frazione con un minibreak che porta la Fiat a + 5, che viene confermato dal 46 – 40 con il quale si chiude il secondo quarto. Nel terzo periodo un avvio fulminate di Sosa riporta avanti Caserta, poi la gara diventa ancora più combattuta con Vitucci che si becca anche un tecnico, ma Torino chiude avanti di 4 al termine del terzo periodo. Grande equilibrio anche nell’ultimo quarto, con Alibegovic che allunga a + 5 quando manca poco alla fine, e Sosa che non trova il canestro del pareggio quando suona la sirena. Wilson, Harvey, Alibegovic e White in doppia cifra per coach Vitucci.

A Masnago Reggio Emilia sbatte su una coriacea Varese che grazie e Maynor e a sei uomini in doppia cifra vince dopo diversi turni. Reggio Emilia è anche sfortunata perdendo per infortunio Stefano Gentile e non ha il solito contributo da Della Valle, mentre sia Needahm che Cervi sono alle prese, sin dall’inizio, con problemi di falli. In casa Grissin Bon a reggere la baracca sono Aradori, che segna 21 punti, e Polonara, che si mette in evidenza anche nella cattura dei rimbalzi, ma nel complesso la formazione di Menetti non riesce mai a giocare in velocità, come vorrebbe, ed a difesa schierata fa più fatica.

Varese arriva al + 11 dopo 15 minuti di gioco, Reggio reagisce e torna più vicina, ma non riesce mai a pareggiare, minimo svantaggio il – 5, anche al 30esimo, e sulle triple di Cavaliero prima e di Maynor poi si deve arrendere definitivamente. Per quanto riguarda i punteggi individuali, 21 di Aradori, 12 di Polonara e 12 di della Valle.

Recuperando Wright, Frank Vitucci torna ad avere a disposizione il quintetto base abituale, che comprende oltre al play americano anche Harvey, Wilson, White, e Washington. Quintetto base tutto italiano invece per coach Menetti che schiera la Pallacanestro Reggiana con De Nicolao, Della Valle, Aradori, Polonara e Cervi.

Torino-Reggio Emilia è il posticipo, e dunque sarà trasmessa in diretta tv su Sky Sport 2; tutti gli abbonati alla pay tv del satellite potranno seguire la partita del PalaRuffini anche su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone, attivando la diretta streaming video con l’applicazione Sky Go che non comporta costi aggiuntivi. Da non dimenticare il sito www.legabasket.it dove è possibile consultare tabellino play-by-play e statistiche dei giocatori. 





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori