Diretta/ Trento-Strasburgo (risultato finale 78-86): Pascolo 22+13, ma l’Aquila è eliminata (basket Eurocup semifinale, oggi 6 aprile 2016)

- La Redazione

Diretta Trento-Strasburgo, risultato finale 78-86: è la squadra francese a qualificarsi per la finale di Eurocup 2015-2016, ribaltando il -6 dell’andata. Grande prova di Davide Pascolo

palatrento
Il PalaTrento

Il risultato finale della semifinale di ritorno di basket Eurocup 2015-2016 sorride alla formazione francese, che ribalta il -6 dell’andata e, con l’ennesima vittoria in trasferta, si prende l’ultimo atto aspettando la vincente tra Las Palmas e Galatasaray. Prova comunque encomiabile della Dolomiti Energia: Sotto di un punto all’intervallo lungo e dunque virtualmente in finale, Trento perde contatto in un terzo quarto da 16-26 e si ritrova sotto anche di 15 punti. Sembra finita, e invece negli ultimi minuti la pressione difensiva e le giocate offensive di un immenso Davide Pascolo (22 punti con 9/16 dal campo e 13 rimbalzi) rimettono in totale linea di galleggiamento la squadra di Maurizio Buscaglia. Purtroppo non è sufficiente: Strasburgo, spinta dal duo Mardy Collins-Romain Dupont (20 punti e 12 rimbalzi in totale) si prende il margine sufficiente a prendersi la finale, con la preghiera finale di Pascolo che non va a buon fine. Resta così una chimera il vedere una squadra italiana nella finale di Eurocup.

Sta per cominciare: fra pochi minuti siu scende in campo per la semifinale di ritorno della Eurocup 2015-2016. In palio c’è l’accesso alla finale che sarebbe storica per la Dolomiti Energia, che fino a pochi anni fa giocava nelle serie minori e adesso è protagonista anche a livello continentale. La situazione è ideale perché Trento ha già vinto la partita d’andata in Francia, ma naturalmente bisognerà stare molto attenti per non sprecare questo vantaggio. Adesso però parla il campo: che lo spettacolo abbia inizio!

Prima della semifinale di Eurocup che opporrà Trento ai francesi dello Strasburgo riportiamo alcuni pensieri espressi dall’allenatore dell’Aquila, Maurizio Buscaglia, dopo l’ultima giornata di campionato. In sala stampa dopo il successo contro la Virtus Bologna, si è presentato un Buscaglia molto contento, che ha sottolineato l’importanza di questa impresa, su un campo che ha definito “difficilissimo”, ed in una situazione nella quale tutte le squadre stanno lottando per entrare nei playoff oppure per guadagnare la salvezza. Il coach trentino ha parlato del buon inizio di gara da parte dei suoi uomini, ma anche dell’aver saputo limare nei secondi venti minuti i difetti che erano emersi nella prima parte di gara e cioè le troppe palle perse, e l’aver concesso alla Virtus troppi rimbalzi offensivi. E’ stato importante, secondo Maurizio Buscaglia, aver capito che la vittoria si giocava intorno ad un margine ridotto di punti, ed averlo accettato. Una prova che è di grande aiuto per quanto la Dolomiti Energia dovrà fare in Eurocup contro Strasburgo.

Sarà diretta dagli arbitri Spiros Gkontas (Grecia), Marcin Kowalski (Polonia) e Semen Ovinov (Russia). Dopo aver vinto gara 1 di semifinale in trasferta a Strasburgo, ed aver battuto anche la Virtus Bologna domenica a Casalecchio, la Dolomiti Energia Trento spera di essere la prima formazione di basket italiana a raggiungere la finale dell’Eurocup di basket.

Mercoledì 6 aprile alle ore 19:30 va infatti in onda gara 2 in un PalaTrento tutto esaurito per sostenere i propri beniamini, contro una formazione tutt’altro che morta pur avendo perso in casa con 6 punti di scarto (68-74). La formazione francese guidata da Vincent Collet è infatti molto efficace in trasferta dove a partire dalle Last 32 ha vinto 4 delle 5 gare disputate e sia nel turno degli ottavi, con l’Oldenburg, che nei quarti contro il Nizhny Novgorod ha costruito il suo passaggio al turno successivo proprio vincendo in trasferta.

Per quanto riguarda Trento il suo cammino casalingo evidenzia nello stesso periodo solo una sconfitta casalinga, contro i turchi del Trabzonspor, ma a qualificazione e primo posto del girone già conquistati. Nella gara di andata disputata sul parquet francese per la formazione di coach Buscaglia è stata importante soprattutto la partenza, con un primo quarto stellare e le prime sette conclusioni da oltre l’arco che sono andate tutte a bersaglio. Buscaglia avrà comunque fatto notare ai suoi uomini anche la percentuale nelle restanti conclusioni da tre punti, 1 su 14, chiedendo un giusto equilibrio anche se andare a tirare da sotto contro la batteria dei lunghi francesi non è certamente cosa facile.

A Strasburgo il migliore per la Dolomiti Energia è stato Julian Wright, autore di una partita da 16 punti cui ha aggiunto 7 rimbalzi e 4 assist, mentre dalla parte opposta si è messo in luce Bangaly Fofana, anche lui a 16 punti a cui ha aggiunto la doppia cifra, 10, anche nei rimbalzi conquistati. Anche per lo Strasburgo la gara rappresenta l’occasione per portare per la prima volta la Francia in finale di Eurocup. Trento si presenta a questa importantissima gara ancora senza Jamarr Sanders e quindi con le rotazioni ridotte rispetto a quelle della formazione avversaria.

In Eurocup coach Maurizio Buscaglia non ha nemmeno la possibilità di schierare il centro Jared Berggren, giocatore importante partendo dalla panchina, ma sta trovando maggiore apporto dagli altri sostituti come Poeta, Lechthaler e Flaccadori, che forniscono minuti preziosi entrando al posto del quintetto base che vede Toto Forray come playmaker; l’italo-argentino è chiamato a ripetere la bella prova di gara 1. Gli altri due statunitensi, Lockett e Sutton partono solitamente titolari come esterni mentre Julian Wright gioca sotto canestro insieme a Davide Pascolo. Per Trento sarà importante dimenticare la gara vinta la settimana scorsa ed i sei punti di vantaggio e guardare solo al risultato di questa partita di ritorno, puntando alla vittoria e dimenticando la differenza canestri.

La formazione avversaria, lo Strasburgo, che ha in panchina il migliore dei tecnici francesi ovvero Vincent Collet, ha un roster molto lungo e talentuoso, con il quintetto base costituito da Beaubois, nazionale transalpino ed ex NBA con i San Antonio Spurs, in guardia assieme al veterano Campbell, statunitense ormai da più di 10 anni in Francia. Sono loro a creare il gioco per ali e centro come Mardy Collins, visto anche nel campionato italiano, Weems e Fofana, pivot della nazionale francese molto atletico ed anche grande stoppatore. Dalla panchina escono buoni giocatori francesi come Leloup, Duport e Lacombe.

La semifinale di Eurocup tra Dolomiti Energia Trento e Strasburgo sarà trasmessa in diretta tv dal canale Sportitalia, il numero 60 del digitale terrestre e 225 dello SkyBox: prepartita dalle ore 19:00, telecronaca dalle 19:30 e a seguire il postpartita fino alle 21:45. Gli utenti registrati al sito internet www.sportitalia.com potranno accedere al servizio di diretta streaming video Sportitalia Live. Il sito ufficiale www.eurocupbasketball.com metterà a disposizione una schermata azione per azione della partita con punteggio e statistiche aggiornate in tempo reale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori